Pagano con la carta di credito rubata all’infermiera. Denunciate tre persone

Mediagallery

Con la carta di credito rubata facevano acquisti senza però accorgersi di essere riprese dalle telecamere mentre effettuavano i pagamenti. Alla fine tre persone, due uomini e una donna fra i 45 e i 47 anni di origini romene, sono state scoperte e denunciate dalla squadra mobile per ricettazione e uso indebito di titolo atto alla spendita elettronica di denaro continuato in concorso. A far scattare le indagini a fine 2013 è stata la denuncia da parte di una infermiera che ha raccontato agli agenti di essere stata derubata mentre era sul posto di lavoro, all’interno dell’ospedale. A distanza di 6 mesi sono stati individuati i responsabili hanno un nome grazie alle “tracce” lasciate dalla strisciata della carta nei vari negozi. Attraverso le riprese delle telecamere è iniziato il lungo lavoro di identificazione. Determinante è stata la collaborazione del centro di cooperazione di polizia e dogana per l’Est Europa: dal loro database sono saltati fuori i tre volti.

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # hdl64

    mi chiedo soprattutto come ci possano cascare i negozianti: oltre al nome e cognome, nonché la firma, dovrebbe essere buona pratica chiedere anche un documento per controllare la corrispondenza dei nominativi. Rimango perplesso anche perché molte carte di credito necessitano del pin, in assenza del quale può sorgere qualche dubbio sull’identità del presentatore della carta, a meno che non conoscessero anche quello.

  2. # valerio

    E’ auspicabile che siano brontolati ben bene, magari guardandoli anche male , raccomandando loro in un rumeno corretto che hanno fatto una cosa non bella che non si dovra’ ripetere piu’ . Almeno per il tempo intercorrente con la volta successiva , in questo caso la dogana dell’est ci dara’ senz’altro un aiuto pur di farli rimanere da noi .

  3. # Dino

    A Pisa chiedono sempre un documento valido. Ma là, 70 anni fa, arrivo la civiltà moderna. Noi teniamoci l’ignoranza e la livornesità

  4. # Roberto

    non ti preoccupare, adesso ci pensa Nogarin

  5. # Giovannielle

    Era 6 mesi che la usavano ma bloccarla noo!??

  6. # ETO55

    Denunciate ??? Via altro giro altra corsa……..

  7. # Crociato

    Nogarin, a tutti questi vuoi dare anche tu le villette come i tuoi predecessori piddini?

  8. # 0586

    le carte di credito/bancomat a casa mia quando uno si accorge di averle perse o che siano state rubate le blocca in 1 minuto con una telefonata alla banca…

  9. # ginogino

    Mi auguro che il nuovo sindaco pensi di porre rimedio,naturalmente con leggi ad hoc,a questo ed altri problemi che giornalmente si verificano nella nostra città,particolarmente in zone ben precise e conosciute.

  10. # matteo

    Dai poverini, posso capire la brontolatina, senza alzare troppo la voce che i suoni alti danneggiano l ‘udito, ma addirittura guardarli male mi sembra eccessivo. Sono venuti qui mica per fare i cattivi. Speriamo solo che quando li hanno lasciati andare gli abbiano aperto la porta con inchino e saluto, è importante dare una buona impressione del nostro paese a chi viene da fuori.

  11. # giusi

    Per me c’hanno preso proprio per scemi!!vengono qui, rubano, fanno spese con carte rubate, vengono fermati e dopo 2 giorni, vengono messi fuori a delinquere di nuovo!!!e ci credo che vengono tutti qui!!!!

I commenti sono chiusi.