Muore dopo la visita in ospedale. Partono gli avvisi di garanzia per i medici. L'autopsia: "Stroncato da una emorragia cerebrale"

Mediagallery

LIVORNO – Sarebbe stata un’emorragia cerebrale a stroncare Roberto Bessi, il 57enne, residente in via Guadalajara, alla Leccia, morto cinque giorni dopo essere stato dimesso dal pronto soccorso dove si era recato lunedì 26 agosto con forti dolori addominali e un blocco intestinale. L’autopsia era stata richiesta dal fratello che aveva presentato denuncia ai carabinieri contro ignoti. I primi risultati, se confermati  da parte del perito, alleggerirebbero la posizione dell’Asl, in quanto verrebbe meno il nesso fra il blocco intestinale e l’emorragia che avrebbe ucciso l’uomo.
Nonostante questo responso clinico che farebbe pendere l’ago della bilancia più dalla parte della casualità che della colpa medica sono partiti tre avvisi di garanzia nei confronti di altrettanti medici ospedalieri. La Procura infatti, come è prassi in questi casi dopo una denuncia e un’autopsia disposta, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo nei confronti del medico del pronto soccorso e dei due radiologi. Un mero atto dovuto che consentirà così ai professionisti di nominare un proprio consulente tecnico di parte.

Riproduzione riservata ©

62 commenti

 
  1. # Gino Rossi

    È presto per attribuire eventuali responsabilità, certo è che non è il primo caso di dimissione dal pronto soccorso con il successivo decesso. La conferma che la sanità “d’eccellenza”, tanto declamata dal presidente di regione Rossi, forse no lo è, e soprattuto che per migliorare la sanità non servono ospedali nuovi, ma piuttosto serve destinare quei fondi alla formazione del personale sanitario, a nuove assunzioni, ad “importare” qualche luminare che faccia scuola, a smettetela di “risparmiare” sulla prevenzione e sui farmaci.

  2. # VALE56

    CIAO AMICO MIO……

  3. # alessio

    Ciao Robe fà buon viaggio…

  4. # il pinnato

    Questa notizia nn ci voleva, era 2 anni che sera accanto allo stadio ormai sera amici mo spiace ciao robe!!!! R.i.p.:(

  5. # Il Ché

    E’ nova…

  6. # Plinio

    Ciao Roberto, adesso preparerai gli aperitivi lassu’…

  7. # Danie72

    Ciao Robe! Mi dispiace un sacco

  8. # Gino

    SAREBBE ORA CHE CHI SBAGLIA COMINCI A PAGARE UNA VOLTA PER TUTTE O NO CARI CONCITTADINI?
    NON CI SI POSSONO PERMETTERE LEGGEREZZE O DISATTENZIONI SULLA PROPRIA PELLE, URGONO PROVVEDIMENTI SEVERI IN MERITO.

  9. # brutto

    ciao eri una persona buona molto socievole ci mancherai ……..

  10. # Massimiliano Cappagli

    un abbraccio forte Robertino….. rimarrai sempre nei Nostri ricordi
    Un saluto da Massimiliano e Daniela

  11. # ANGELO

    A rigor di logica…chi sbaglia dovrebbe pagare o sbaglio?
    Soprattutto quando ci sono di mezzo le vite umane non bisogna essere così superficiali , non doveva succedere punto. Ancora un’altro caso di presunta malasanità che verrà archiviato come un normale incidente.

  12. # thor

    Ho avuto il piacere di conoscerti ai seminari del centro di collocamento, condividevamo la voglia di non darla vinta alla società e di poter trovare il nostro posto nel mondo lavorativo, te che volevi raiffermarti magari, io che entravo in punta di piedi nel pianeta dei grandi, ricordo la tua voce simpatica e il buon umore che si insediavi in quegli stanzoni della provincia…fa buon viaggio! un abbraccio!

  13. # Antonella

    Conosciuto in trasferta, grande tifoso amaranto. Mi spiace davvero

  14. # roberto1

    Parlando con alcune persone al mare che lavorano in ospedale mi e’ stato detto che ci saranno ulteriori tagli nei soccorsi (ambulanze) e che i turni del pronto soccorso sono insostenibili, con i medici che vi lavorano rassegnati a turni massacranti,al minimo di legge, mentre pullulano i colletti bianchi dietro le scrivanie in ambito ospedaliero. Se fosse vero (ripeto il SE) sarebbe bene che i media pubblicizzassero e sensibilizzassero questa situazione, perche’ c’e da preoccuparsi !!!

  15. # marco

    Premesso che dobbiamo restare in attesa dei competenti accertamenti, da quanto urliamo,inascoltati da chi dovrebbe/potrebbe porre rimedi, dei malesseri della sanità anche toscana … ultimamente poi è una sequela di morte …

  16. # gino

    ciao robe

  17. # Emiliano

    Ciao Robe amico mio, quanto ci mancherai…oltre che nella vita …nelle nostre trasferte amaranto.

  18. # tito traves

    semmai sulla pelle ALTRUI…..

  19. # pietro.f

    Dopo tanti commenti affrettati e carichi di odioso pregiudizio contro persone che lavorano dedicando l’anima e senza un minuto di riposo, vittime anche loro dei troppi tagli imposti dalla politica ma troppo facilmente additati come colpevoli di malasanità da un’opinione pubblica spesso troppo pronta ad additare le presunte colpe altrui, ecco almeno una persona che non si accanisce, che preferisce capire prima di giudicare. Mettiamoci una mano sulla coscienza, cari concittadini, e chiediamoci quante volte si ricorre al pronto soccorso senza averne veramente bisogno. Proviamo a capire quante sono le vite umane salvate nel nostro pronto soccorso e chiediamoci se abbiamo mai regalato un commento di ringraziamento a chi ci lavora dentro. Proviamo a considerare che se carichiamo il pronto soccorso di false urgenze distraiamo gli operatori sanitari dal loro vero compito. La malasanità è anche colpa di chi usa male il sistema sanitario.

  20. # Lukas

    Ciao Robe, la terra ti sia lieve.

  21. # DANIELA

    Ma che vergogna, per esperienza dico che vergogna, mio marito fu mandato via dal pronto soccorso per dieci volte. Poi operato in urgenza e fortunatamente sta bene. Mi dispiace ero piccolina e questa persona la vedevo lavorare sotto la mia abitazione. Una brava persona .

  22. # DANIELA

    Ok, modero il commento, però non è giusto che uno si rechi in ospedale e venga così sottovalutato non va bene, bisogna fare più attenzione e valutare bene caso per caso perché così siamo allo sfracello . Mi dispiace per questa brava persona. Bisogna solo essere più attenti si parla di persone .

  23. # BUDIULIKKE

    capace ora come il cucchi dicono che se ‘ lasciato morire , condoglianze alla famiglia , non mollate mai di pretendere la vostra giustizia , la vostra non quella dei giudici .

  24. # orabasta

    Ma ci sei mai andato al pronto soccorso negli ultimi due anni? A una mia conoscente avevano diagnosticato una forte gastroenterite, era invece una pleurite gravissima. Le analisi erano sballate, si capiva che c’era una infezione, ma i medici continuavano a dire che era un errore del laboratorio. Meno male al cambio turno fu chiamato un medico delle malattie infettive che se l’ha porto al nono e dopo più di un mese era salva. Se la dimettevano per gastroenterite forse aveva fatto la fine del sig. Roberto

  25. # orabasta

    Familiari di due miei amici, successo tutto nel giro di qualche giorno, viste al PS di Livorno e dimesse, stavano ancora male, portate a Pisa, dichiarate gravi e morte dopo breve tempo.

  26. # Paddy

    E se venisse fuori dall’autopsia che le due cose (visita al Pronto Soccorso e causa del decesso) non sono collegate? Come è facile sparare sulla sanità nostrana… Forse se il Pronto soccorso non fosse intasato da “pinzi di meduse” e altri casi di altissima urgenza, lavorerebbero pure meglio…

  27. # pietro.f

    Bravo. Sono d’accordo con te. In troppi commenti si legge la certezza preconcetta che la morte sia stata conseguenza del problema presentato al pronto soccorso, senza porsi il dubbio che possa essere morto per qualcos’altro. Tanti medici legali a quanto sembra, tanti veggenti, tanti così bravi a pensare di conoscere il mestiere degli altri, senza pensare che il mestiere del medico è uno dei più difficili perché troppe sono le cose incerte che la natura pone ad ostacolo.

  28. # DANIELA

    Si però si muore troppo facilmente. Guarda la sacca del sangue sbagliata, e via un altro, forse per intenso lavoro , ma non va bene comunque. Questi sono i lavori di alta responsabilità , non si va da chi fa pizze . Io dico ci vuole molta più attenzione perché la vita e’ una sola . Può anche venire fuori che non sono correlate le due cose. Ma ho dei dubbi . Io devo ringraziare una brava dottoressa molto attenta e puntigliosa . E un bravo chirurgo . Il mio vergogna e’ un espressione pure per dire che con i tagli che fanno , pure il personale infermieristico e i dottori non sanno più come fare , riguardo hai pinzi di medusa , dipende c’è chi rischia la vita perché allergici e comunque se non sei mai stato punto può appunto verificarsi una forte allergia . Comunque io al pronto soccorso a perderci circa 8 ore ho visto solo persone che ne avevano un concreto bisogno .

  29. # FABRIZIONE

    Perchè te sai che qualcuno ha sbagliato qualcosa? Boia, e sei un ganzo di nulla, prima aspetta gli esiti dell’indagine.

  30. # FABRIZIONE

    Molti di voi giustizialisti non sanno che morire è molto più facile di quel che si pensi e che la medicina ha fatto sì passi da gigante , ma a volte è impotente e il corpo umano non è un’automobile è molto complesso e fare il medico non è facile come si pensa, prima di dare giudizi su imperizia e malasanità penso sia doveroso accertare i fatti

  31. # Cristiano

    Premesso che parlo in generale e non del caso in particolare, al giorno d’oggi per chi lavora in ambito medico rischia sempre una caccia alle streghe. In medicina non esistono certezze e una situazione positiva adesso può non esserlo più fra un quarto d’ora o fra tre giorni. Nessuno ha la sfera di cristallo per conoscere il futuro. Purtroppo spesso la gente muore, anche se curata perfettamente e per questo dimessa. Gridare subito allo scandalo non serve a nulla, crea allarmismo ed eccessive aspettative miracolistiche che la scienza medica non ha.

  32. # pietro.f

    Come fai ad essere certa che sia stato sottovalutato? In questo modo si mettono alla forca persone ancora non sai se sono veramente responsabili.

  33. # stefy

    È vergognoso mi sono trovata tre gg fa al pronto soccorso e le infermiere ti trattano come se tu rompessi, i dottori come se fossi lì alle 3 del mattino a fagli perde tempo non ascoltano ti trattano da gente stupida. io sono una persona educata ho lasciato perde ma devono abbassare un po’ le arie e ascoltare i pazienti sempre e comunque per evitare disgrazie simili.ciao robe …

  34. # samuele

    ciao roberto, continueremo a condividere la nostra passione, per sempre.. e quando ci rincontreremo sarai fiero di me.. <3

  35. # pietro.f

    Finalmente vedo dei commenti più sereni, per esempio quelli di FABRIZIONE e di Cristiano. Vogliamo provare a metterci nei panni di questi medici accusati da alcuni con tanta faciloneria di essere degli assassini? Cosa staranno soffrendo ora in attesa della verità mentre mezza Livorno già li ha condannati? Quanti altre persone avranno curato? Quante ne avranno salvate? Veramente possiamo pensare che hanno mandato a casa una persona a rischio di morte? Potranno avere sbagliato, forse, ma non saranno degli autolesionisti visto che appena uno muore tutti danno addosso al medico. Avere a che fare tutti i giorni con la morte non sarà una passeggiata, vogliamo accusare un medico ogni volta che la natura così capricciosa si porta via una persona? Ma via!!!

  36. # DANIELA

    Io parlo di esperienza personale , non sono giudizi, e se non trovavo qualcuno che capisse quanto erano atroci i dolori in pancia e non si dilungava con le apparecchiature moderne di oggi per diagnosticare tempestivamente la diagnosi. Dopo 10 giorni di pronto soccorso di sicuro non c’era l’operazione in urgenza. Con le complicazioni e i postumi che tuttora ci sono . Mi dispiace ma c’è personale pure superficiale , che non ascolta o non vuole ascoltare . bisogna avere la capacità di ascoltare , e pure usare i macchinari un ecografia non ti dice se l’intestini e’ bucato e stai perdendo feci e aria in pancia .

  37. # DANIELA

    mi sembra di avere letto che aveva un blocco intestinale , io sono stata operata ultimamente per un blocco intestinale , quindi i blocchi si controllano con più cura perché un fecaloma non si forma solo in basso ma pure in alto. E continua a passare un po’ di feci da uno spazio rimasto aperto per un po’ . Io dico la mia come tutti . Sento i telegiornali e vedo le persone soffrire in ospedale , purtroppo lo devo praticare . C’è dei medici stupendi umani e gentili , ma altri purtroppo non ascoltano il paziente e io dico non hai scelto di fare lo spazzino . Quindi bisogna seguire una logistica medica che impone al medico di prestare attenzione a ciò che riferisce il paziente. Buonasera.

  38. # DANIELA

    Non sono certa, ma dico ciò che penso e ciò che ho vissuto e sto soffrendo per certe persone troppo superficiali . Perché stanchi perché stressati perché umani e ho sempre scritto che lo capisco, però si studia medicina sapendo benissimo cosa succede quindi bisogna pure capire i pazienti , e poi ragazzi mia , non ho mai detto che non possa sbagliare un medico per carità e’ umano , ma gli errori dei medici devono essere inferiori e non parlo solo di questo caso che mi ha toccato il cuore. Perché penso hai parenti , ha lui stesso che e’ morto così senza neanche una lastra questo dice l’articolo un ecografia e basta? Con dolori addominali!!!!

  39. # Marco54

    Gino Rossi, mi hai tolto le parole … dalla tastiera, complimenti!!!

  40. # Marco54

    ma gli sbagli rimangono sempre … sbagli, inutile girarci attorno, un conto se porto l’auto dal meccanico e mi sbaglia la diagnostica, un altro conto se porto un familiare al pronto soccorso, c’è una bella e sostanziale differenza: Io mi rileggerei il primo commento fatto da Gino Rossi.

  41. # cloe

    A me è successo per ben 2 volte di aver bisogno del pronto soccorso…l’anno scorso per mio figlio una frattura scomposta il medico disse che non era niente! Portato a Pisa..ingessato per 40 giorni poi ancora 20 poi tutore per 30 giorni e via….io quest’anno idem! Io dico ma al pronto soccorso ortopedico perché deve esserci un medico cardiologo pneulologo??? Ho fatto denuncia aæ ps…risposta? Le porgiamo le nostre scuse! Scuse?? Devono mettere persone competenti!.povero Roberto. ..riposa in pace…

  42. # piero

    ciao robe sei stato il mio maestro di ballo e spero che tu balli ancora tra le stelle

  43. # DANIELA

    Non accuso nessuno leggo bene gli articoli e questo dice :- dimesso ! Dolori addominali e blocco intestinale e un eco! Neanche in Africa purtroppo deve succedere questo, i dolori addominali e il blocco portano più spesso di quanto si pensi alla morte quindi più controlli specifici e subito senza file. Assumono più personale ,e’ una tragedia fare tagli sulla sanità . Condoglianze alla famiglia.

  44. # giovanni

    Tempo fa feci una fila di un’ora e mezza con una lussazione alla spalla in corso. In sala d’aspetto molti che sono entrati prima di me ridevano e scherzavano tra loro. Se evitassimo di ricorrere al pronto soccorso e di ingolfarlo perchè non abbiamo di meglio da fare, ci sarebbe più tempo per approfondire dei casi clinici, come quello del Sig.Roberto.

  45. # pietro.f

    Faccio la stessa domanda anche a te: come fai ad essere sicuro fin da subito che si è trattato di un errore, come fai ad essere certo che non è morto per qualche altro motivo? Non c’è del pregiudizio nel fare affermazioni contro qualcuno senza sapere?

  46. # pietro.f

    E’ vero che il pronto soccorso è ingolfato e spesso chi grida di più è chi sta meglio mentre qualcuno che se ne sta zitto zitto può morire da un momento all’altro. E’ vero che il personale è continuamente attaccato da chi non vuole aspettare che il personale capisca chi sta veramente male e capirlo con tanti che chiamano, urlano, sollecitano e insultano non dev’essere facile. Provate a passarci dentro del tempo osservando con obiettività.

  47. # DANIELA

    Non è detta che chi aspetta , pianga di dolore e non è detta si disperi. Si sorride pure per darci forza e dare coraggio ha noi stessi e ai parenti. Non tutti siamo fatti uguali c’è chi prende anche la strada della serenità per affrontare dolori, terapie invasive, e altro… Addirittura può succedere che ti guardano sbalorditi e dopo esami specifici ti dicono :- vedevo che era cosciente e stava in piedi. Ogni uno ha la sua soglia di dolore, il suo modo di affrontare pure le brutte cose . Non è detta che chi arriva in ambulanza sta peggio di chi va da solo . C’è pure malattie importanti che tu sfidi ogni giorno con un sorriso.

  48. # Niger

    Ahhhh…..allora si può morire anche dopo la cura se le cause sono completamente diverse…….

  49. # silvia

    il signore dei lavori… 🙂 ciaooo

  50. # fabrizione

    Forse la signora Daniela ora metterà in dubbio l’esito dell’autopsia, comunque il fatto grave e mi ci metto anche io non è la polemica sulla dinamica , ma che un uomo giovane è scomparso un saluto i R.I.P

  51. # Heli

    Visto l’esito dell’autopsia che dimostra l’assenza del nesso di causa tra il precedente ricovero e la morte della persona inviterei persone e giornali a cominciare a riflettere prima di sparare sentenze. Non voglio giudicare ne giustificare nessuno ma comincio a pensare che tutto questo sparlare di malsasanità anche quando non si tratta di questo non faccia bene a nessuno, né agli operatori che spesso lottano quotidianamente contro tagli continui e carenze strutturali, né agli utenti che spesso non riescono a trovare risposte ai propri bisogni.

  52. # DANIELA

    Io ribadisco che parlo di esperienza personale e pure di altri casi analoghi a questo . Non sono mai intervenuta in nessuna discussione , forse questa mi tocca da vicino! Comunque parlano di alleggerimento verso ASL 6 . Sappiate che il blocco intestinale importante a causa di occlusione e formazione di gas e liquidi porta ad una morte intestinale con avvelenamento sanguigno e insufficienza respiratoria grave fino alla morte.

  53. # lorenzo

    Esperienza personale vissuta al PS di Livorno nell’agosto 2012:
    Non voglio parlare di me stesso e non descrivo il disagio che ho vissuto, dirò invece che il medico era UNO soltanto ed al termine della visita mi confessa che da 4 ore aveva necessita’ di andare in bagno e non era ancora andato!

  54. # Gioco72

    Daniela ma che lavoro fai ? No, perché visto che sei così brava a fare diagnosi dal pc potresti chiedere all asl d assumerti come primario al posto del dott pratesi … Le più sentite condoglianze alla famiglia

  55. # ciuco74

    Quoto!!

  56. # DANIELA

    Non rispondo a certe provocazioni , leggi i post miei di ieri ed oggi , e forse arrivi a capire perché sono così informata . Poi indipendentemente dal lavoro che svolgo, potrei anche essere laureata in medicina , comunque qua siamo liberi di argomentare tutti quanti. Mi attengo alle ultime notizie scritte ! Conoscevo questa persona quindi non mi va più di parlarne per rispetto .

  57. # DANIELA

    Garza dimenticata in pancia, ultima notizia, morto per sacca di sangue errata, morto perché allergico alla anestesia, morto per troppa attesa al pronto soccorso, portate le feci per diagnosticare i mali e poi venivano falsificate per il troppo lavoro, e la gente ci ha rimesso la vita. Esami diagnostici errati o sottovalutati, trovato morto la mattina ricoverato nel suo letto ( la mattina) io parlo non di questo unico caso purtroppo. Sangue non controllato ti trovi malato infettato e sai bene che ti aspetta la morte con certe malattie. Mi dispiace ma questo e’ quanto si legge e si sente troppo spesso. E comunque fortunatamente c’è tantissimi bravi dottori e infermieri meno superficiali di altri e più inclini ad ascoltare i pazienti. Con questo buonasera a tutti.

  58. # pietro.f

    Questa persona (che R.I.P.) dunque non è morta per un blocco intestinale ma per un’emorragia cerebrale. Sarà dura per tanti buon pensanti giustificare l’attacco gratuito contro questi medici che probabilmente hanno fatto un buon lavoro e che sono stati additati quasi come se fossero i responsabili di tutti i mali della sanità italiana (che rimane una delle migliori del mondo); sarà una fortuna se ci saranno medici sufficienti in futuro visto che si fa a gara a dare loro la patente di assassino e spesso solo per tirare su un risarcimento (non mi riferisco al caso presente), fregandosene di sconvolgere la loro vita e solo perché la via penale è più veloce di quella civile. Questi medici, leggo sul giornale, hanno un bell’avviso di garanzia: atto dovuto, naturalmente, i giudici non possono fare altrimenti; comunque tanta ansia dopo aver fatto bene il loro mestiere; ora avranno bisogno di avvocati pagati dall’ASL (e quindi con le tasse degli Italiani) per dimostrare quello che è già lampante; dei giudici dovranno perdere tempo per esaminare un caso che non ha più bisogno di essere esaminato e dovranno essere distolti dai loro compiti di lotta alla delinquenza per occuparsi di cose che riguardano persone per bene; bel risultato.
    P.S.- Mi sono un po’ documentato. Di blocco intestinale si può morire, ma non così velocemente come per un infarto o un’emorragia cerebrale; prima si soffre a lungo. Questa persona o i suoi familiari avrebbero avuto tempo di chiedere di nuovo aiuto, non avrebbero sopportato una grave sofferenza, non vi pare? Un pensiero a Roberto che è l’unico che conosce la verità e la cui memoria stiamo disturbando più del dovuto. Ma lasciatemi mandare un abbraccio anche a questi medici che non hanno colpa della sua morte e che stanno pagando solo per averlo incontrato sul loro cammino. Buona sera a tutti.

  59. # DANIELA

    Dunque intervengo di nuovo perché non capisco cosa c’è che ti rode tanto … Inanzi tutto non sei documentato bene e lasciatelo dire da chi per due volte ci è passato in prima persona. Secondo nessuno da degli assassini a nessuno questa parola la usi spesso tu . Io dico quello che dice la sanità da sola ogni giorno telegiornale , giornali, informazioni , testimonianze . Io non devo scusarmi con nessuno e non mi giustifico proprio per niente, io ho specificato in vari post che c’è chi ascolta di più e chi e’ molto ma moltissimo superficiale . Stop. E la mia la dico eccome ! E do un abbraccio ai famigliari . Ciaoooo.

  60. # pietro.f

    Guarda che io non stavo rispondendo a te. Dico solo che questi medici stanno passando un brutto quarto d’ora e sono incolpevoli di questa morte. Che ci siano cose in sanità che non vanno bene non lo voglio negare. Possiamo essere d’accordo sul fatto che le 2 cose sono distinte? E’ vero o non è vero che ci sono stati commenti su questo caso (non parlo dei tuoi) in cui si dava per scontato che “questi” medici avrebbero sbagliato? E’ questo atteggiamento di caccia alle streghe che mi rode, nulla più. Ciao.

  61. # DANIELA

    Credimi, io non ho piacere per questi medici come credo molti di noi perché vorremmo andare in caso di bisogno con fiducia e tranquillità . Invece ti trovi e non solo a Livorno in posti affollati file estenuanti e magari, senza generalizzare ,spesso vieni sottovalutata fino a che tu che ti conosci non arrivi li stremata e insisti a dire che stai male . Infatti poi vai in sala operatoria in un urgenza con tutti i postumi sgradevoli che ti porti dopo perché la cosa aspetta aspetta si e’ aggravata . Questo dico , e purtroppo mio marito a rischiato seriamente la vita , e la sfortuna ha voluto succedesse pure a me ed e’ stata un odissea far capire che mi sentivo esplodere dentro . Comunque buona giornata .

I commenti sono chiusi.