Municipale, blitz notturno: sequestri e multe. I dati

Mediagallery

Un’operazione complessa, 13 uomini e donne in campo con l’obiettivo di passare al setaccio il centro storico di Livorno. E’ questo quanto è accaduto nella serata di mercoledì 23 settembre quando, in un’ottica di maggior presenza sul territorio cittadino per il contrasto dei fenomeni di degrado urbano, disturbo alla quiete pubblica, lotta alla contraffazione e violazione delle normative in materia di commercio, sono scese in campo le Sezioni Specializzate della Polizia Municipale di Livorno (Sezione di Polizia Giudiziaria – Investigativa, Sezione di Polizia Commerciale e Nucleo Antievasione) che, coordinate dal responsabile di area, il dottor Fabio Cerini, hanno effettuato un servizio straordinario notturno che ha coinvolto ben 13 tra uomini e donne del Corpo (1 dirigente, 2 ufficiali e 10 agenti), in borghese ed in divisa.
Durante il blitz è stato infatti eseguito un sequestro penale di  59 capi di abbigliamento contraffatti (per un valore di circa 3mila euro) di marchi importanti come Colmar, Patrizia Pepe, Gucci, Liu Jo, Burberry, Fred Perry, Armani, Ralph Lauren.
Non sono quindi mancate le relative denunce all’autorità giudiziaria con l’accusa di introduzione nello stato e commercio di prodotti falsi e ricettazione.
Durante la serata sono stati controllati 30 con particolare attenzione ai mezzi immatricolati in stati esteri per la verifica della regolare presenza sul territorio italiano. La verifica è stata finalizzata a scovare tentativi di elusione delle imposte nazionali e locali.
In tutto ben 50 persone sono state controllate.  Ma non finisce qui. L’attività della Polizia Commerciale ha portato alla scoperta di due negozi che esercitavano l’attività in assenza di qualsivoglia titolo o autorizzazione. Si tratta di circolo privato che non rispettava le norme sulla sorvegliabilità, somministrava alimenti e bevande ai non soci e nel contempo metteva musica in assenza di una valutazione di impatto Acustico.
Altro locale finito nel mirino: un pubblico esercizio che esercitava la propria attività oltre l’orario consentito.
Sono state quindi contestate le violazioni delle normative Regionali e Nazionali per un importo totale di circa € 19.000.
Nell’ambito dei controlli sono state elevate anche alcune contestazioni per la violazione delle norme sulla circolazione stradale. I controlli si sono concentrati sulle vie del centro con particolare attenzione della zona di via Terrazzini, via della Pina d’Oro, Piazza dei Mille, Piazza Garibaldi, Piazza della Repubblica (dove è stato istituito anche un posto di controllo con la collaborazione di una pattuglia di pronto intervento), via Grande, piazza Grande, piazza Cavour e via Maggi e proseguiranno nei prossimi giorni.

Riproduzione riservata ©

24 commenti

 
  1. # roberto5

    che si siano accorti che qualcosa non va?speriamo che la cosa continui……..

  2. # Alla Frutta

    Grandi continuate cosi. A noi cittadini onesti piace la legalità e questi controlli a tappeto ci piaciono eccome. Lotta dura senza paura specialmente sulla merce contraffatta e nelle zone degradate di piazza dei mille e dintorni che sono la storia di noi livornesi e che ultimamente ci è stata sottratta da malavitosi.

  3. # jobbee

    Ottima iniziativa di contrasto al degrada e all’illegalitá!!!! Complimenti agli agenti,ispettori,Comandante ed anche al Sindaco (perchè è a capo della polizia Municipale). La riforma del Corpo dei vigili introdotta, e i nuovi compiti assegnati sta portando buoni frutti e aumenta la percezione di sicurezza fra i cittanini!

  4. # franco

    . E’ mai possibile che nella giornata di ieri, passata fra centro cittadino e un supermercato, io abbia avuto ( come molti altri) 34, dico TRENTAQUATTRO, richieste di acquisto di cianfrusaglie e poi di denaro da questuanti di colore ? Alcuni chiedono e vanno, altri rimangono lì continuando a chiedere, altri ti danno la mano per finta amicizia per poi non lasciartela più… insomma andare in città. per un anziano come me, è un percorso ad ostacoli.. di senegalesi e simili.. oramai sfrontati, insistenti e.. numerosissimi. BASTA BASTA BASTA !!!
    I vigili, i poliziotti di quartiere non fanno nulla ?

  5. # jobbee

    Queste operazioni di contrasto e controllo del territorio andrebbero fatte con il supporto dei Carabinieri e Polizia di Stato. La notte è pieno di gentaglia pronta a menare e a tirar fuori il coltello. ( Lo dico per la sicurezza dei vigili). In quelle zone il contrasto dovrebbe concentrarsi anche contro lo spaccio!!

  6. # ugo

    …centro storico di Livorno……..miraccomando pedonalizzato cosi le fanno meglio

  7. # Ginogino

    Controlli in zona centro,via della pina d’oro,via dei terrazzini,piazza garibaldi,ecc,ecc STRANO GENERALMENTE SONO ZONE TRANQUILLE tali controlli dovrebbero essere eseguiti giornalmente per regolarizzare questa zona ma soprattutto per ridare ai residenti e ai livornesi la TRANQUILLITA’ persa oramai da ANNI.

  8. # Meglio populista che pidiota

    Invece di andare di notte basta che di giorno andate in piazza cavallotti son tutti li a vendere roba falsa oppure faresti prima controllare tutti quei negozi cinesi in via garibaldi

  9. # ugo

    un dì bugie……non sono qui per fare i delinquenti……sono poveretti che scppano dalla guerra….

  10. # Lucio

    Durante la stagione estiva in alcuni stabilimenti si svolge regolare vendita di merce contraffatta tra gli ombrelloni . Il venditore entra con borsoni e trolley e fa un vero mercatino, vi sembra regolare ? (Mi sono permesso di farlo presente in direzione ma non hanno fatto niente perché la cosa smettesse ))

  11. # Putin

    Immagino abbiano già versato un acconto sulle sanzioni…

  12. # Marco Sisi

    Da qualche parte bisogna pur cominciare, ma è bene ricordarsi che quella è frittura, devono puntare ai pesci grossi, che di solito sono italianissimi, eleganti, vivono in ville circondate da recinzioni e telecamere e hanno amicizie altolocate. A fare la voce grossa con qualche venditore ambulante ci si mette un attimo, ma i danni alle organizzazioni che controllano questi traffici sono sempre irrisori, fino a che non si risale la filiera e non si interviene alla fonte.

  13. # Malizioso Troll

    Non dire scemenze tu, Ugo. Chi scappa dalla guerra non viene qui a vendere borse taroccate. E comunque sempre meglio fare di questi commerci che spacciare droga. Vorrei vedere tu, se ti trovassi al posto loro, cosa faresti.

  14. # daniele

    Porca miseria
    L’unico modo per comprarsi la roba di marca e’ comprare questa
    Non c’hanno altro da fare che rompere le scatole ai poveracci???

  15. # Fulmine

    Boia dehhhh. !!!!!!! Sempre critico !!!!!! Ma dire ogni tanto qualcosa di costruttivo noooo???????

  16. # floyd

    Bene. Spero si continui così, anche in relazione all’inquinamento acustico, specie di notte (a parte la cosa in sé, fa tristezza vedere il degrado, fa tristezza vedere il mancato rispetto delle esigenze basilari degli altri:).

  17. # Leo

    Io farei una rotatoria….così….

  18. # Enrico

    Troppe vetture targate romania, albania, ukraina, moldavia sempre le stesse che girano come se nulla fosse. Speriamo sia l’inizio di una cultura di tolleranza zero e quieto vivere per i cittadini onesti e rispettosi della legge

  19. # Alla frutta

    PIENAMENTE D’ACCORDO

  20. # ugo

    non dire scemenze tu…. questi spacciano anche……..svegliati

  21. # ugo

    quando c’è se c’è ma succede raramente…..

  22. # nicola

    Ti sbagli, quando giuliani (ex sincato di new york) adotto la tolleranza zero tanti criminali tra cui anche ricercati vennero arrestati nelle stazioni delle metropolitane poiché fermati senza biglietto, quindi per cambiare le cose bisogna smettere si dire poverini ed agire poi si sa il pesce grosso può permettersi avvocatoni che lo difendono e sarà quello che ci rimette di meno, ma su quello possiamo farci ben poco perché lo sbaglio più grosso sono le leggi che abbiamo qui in italia.

  23. # Ginogino

    ….magari ma purtroppo penso che essendo in Italia rimarra’ solo un sogno….

  24. # asciugati

    Finalmente sono cominciati anche i controlli agli automobilisti che circolano con macchine con targhe che servono per evadere multe, assicurazione e bollo e sono in mano a persone che hanno da anni la residenza in Italia contravvenendo alle norme del codice stradale !

I commenti sono chiusi.