Multe salate a due locali. Blitz nella notte

Mediagallery

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Livorno, nella serata tra martedì 22 e mercoledì 23 settembre ha avuto luogo un servizio di controllo amministrativo ad esercizi pubblici e circoli privati del centro città. Un’operazione svolta congiuntamente tra polizia di Stato, polizia municipale, della guardia di finanza, dei Carabinieri.
Tra i vari  locali sottoposti a verifica, è stato ispezionato il circolo privato “La rosa dei venti” di via della Bassata dove sono state riscontrate violazioni amministrative relative alla somministrazione abusiva a persone non socie e per inosservanze alla normativa sulla sorvegliabilità dei locali.
Le sanzioni ammontano complessivamente a seimila euro.
Le verifiche ispettive hanno riguardato anche il kebab “Shazad” di via della Madonna (in foto) all’interno del quale sono state rilevate evidenti inosservanze alle norme igienico sanitarie regolamentate dalla specifica legge della  regione Toscana.
Queste violazioni ammontano a circa mille euro. Operazioni di questo tipo continueranno anche nelle prossime settimane.

 

Riproduzione riservata ©

23 commenti

 
  1. # davide

    Ottima iniziativa intrapresa dalle istituzioni preposte, sarebbe l’ideale abbinare anche controlli sui mancati scontrini fiscali che molti commercianti del centro soprattutto si “dimenticano ” spesso di rilasciare.

  2. # ale

    Iniziativa meritoria. I veri problemi di questa città sono il circolino che fà bere un caffè ad un non socio e il kebabbaro che non ha il rubinetto a norma nel bagno. E ci si sono messi carabinieri, polizia municipale e compagnia bella. Ma fatemi il piacere fatemi.

  3. # Alla Frutta

    Ottima iniziativa. Ma i negozi di piazza dei mille, via della Pina d’oro, via Terrazzini in mano a nigeriani, senegalesi ecc.. sono tutti in regola? Oppure entrare a fare controlli in quella zona c’è un po di strizza? Mah.

  4. # Marco

    Dipendente statale vero? Buon per te… Ora che arriva la mezza stagione occhio ai raffreddori, non vorrei tu stessi a casa pagato da quei delinquenti che non fanno lo scontrino.

  5. # Fabio

    Hai ragione, i veri problemi di Livorno non sono quelli, il vero problema è che c’è gente come te che è capace di criticare e basta , anche chi fa il suo dovere….

  6. # Municipalità

    Se non sono in regola fai una denuncia a tuo nome. Mi pare tu abbia una certa invidia verso coloro che, pur venendo da fuori, si sono fatti una posizione dignitosa. Cosa meno frequente in tanti livornesi, spesso vagabondi o incapaci.

  7. # kamui

    se non fanno scontrino, dubito che ci paghino le tasse sopra, eh… poi le pago, e tutte, perchè loro no?? PS: non sono dipendente statale…

  8. # strippiamoli tutti

    ma cosa c’hai messo nel caffè stamani? Tavernello avariato? posizione dignitosa? spacciare droga è posizione dignitosa? oppure loro conoscono la parola TASSE come io fortunato o sfortunato dipendente pago tutti i mesi al 48%? ma nessuna pietà!!!!!! ma torna a letto e copriti bene………..

  9. # Alla Frutta

    Sai, certe volte quando le cose non le sappiamo, il silenzio è d’oro. Ci sono molti esposti e denunce in merito, anche fatte dalla curia. Ma siccome stamattina avevi voglia di dare aria alla bocca, ti sei permesso un uscita infelice. Sarà per la prossima dai, non demoralizzarti.

  10. # Piero

    Per Marco riguardo il rilascio degli scontrini fiscali:
    1) Intanto vi e’ la legge che obbliga il rilascio degli scontrini fiscali e che evidentemente non viene rispettata.
    2) In caso di contravvenzione da parte dei controlli preposti la sanzione viene fatta anche al cliente “buonista” e “lasciafare”.
    3) Quando non viene rilasciato lo scontrino dal commerciante distratto bisognerebbe sottolineare che l’importo pagato e’ maggiorato di iva che il commerciante fa pagare a te di tasca tua, quindi frega a te ed allo Stato.
    In sostanza: Devo rischiare anche io la multa perche’ il commerciante cerca di evadere l’iva? No, dimmi te!!!

  11. # Anna

    X Strippiamoli tutti:
    Pienamente d’accordo, le tasse bisogna pagarle tutti e non sempre e solo i soliti fessi!!

  12. # leo2

    OGGI LO SCONTRINO NON SERVE PRATICAMENTE PIù DAL MOMENTO CHE CI SONO GLI STUDI DI SETTORE
    POI GENERALMENTO LO SCONTRINO NON LO FANNO GLI STRANIERI CHE TANTO LE TASSE NON LE PAGANO LO ASTESSO , PERCHE OGNI 2 ANNI CHIUDONO E CAMPIANO SOCIETA’ E POI SPARISCONO

  13. # Goga

    Perché, nessun livornese spaccia?

  14. # Gogagoga

    Perché, i livornesi sono tutti delle mammole che non spacciano? Pagano tutti le tasse? insomma, sono i “senza peccato della situazione”, poverini!

  15. # Max

    Non è che ti confondi con l’Italiani ??? Sono tanti gli italiani che fanno così …non lo sai ?? E viaggiano con Suv e hanno VILLONI e magari anche una barchetta di 30 metri !

  16. # leo

    Scusa Piero, ma il punto 2 non è più vero da tanto tempo….purtroppo…. perchè se la multa la facessero anche ai clienti buonisti, sarebbero meno buonisti.
    E poi che ci vuole a dire: “….ma….e lo scontrino?”

  17. # orso

    Addosso ai commercianti !!!!Non bastavano le fiamme gialle,l’asl ,i vigili.Ora grazie al questore anche polizia e carabinieri contro questi pericolosi criminali.I venditori abusivi,indisturbati,ringraziano sentitamente.
    P.S.non sono un commerciante.

  18. # roby

    LE NORME IGIENICHE SANITARIE, NEL BAR E LOCALI CREATI IN PIAZZA GARIBALDI NELLE EX BARACCHINE DI FRUTTA E VERDURA SONO REGOLARI???, I GABINETTI NON CI SONO, BARRIERE INSONORIZZANTI INESISTENTI, PARCHEGGI ABUSIVI SULLA PIAZZA, SPORCIZIA E DEGRADO SENZA PARLARE DI COSE PIU’ GRAVI DELLE QUALI DOVREBBE INTERESSARSI LE FORZE DELL’ORDINE

  19. # ugo

    per le norme igieniche circa mille euro. soltanto?

  20. # ugo

    si, nel loro piccolo “piccoli delinquenti fiscali” con te connivente se non ti fai fare lo scontrino

  21. # Malizioso Troll

    1) se non fanno lo scontrino, non pagano le tasse e il dipendente pubblico o privato se sta male e la sanità pubblica non ha soldi ne risente grazie proprio a loro, così come loro stessi, fra l’altro.
    2) quella degli studi di settore è una scusa abbastanza ridicola: a giudicare dal numero di gioiellieri che dichiarano meno dei loro commessi, penso proprio che sia il caso di inventarsi qualcos’altro per combattere evasione ed elusione fiscale.

  22. # orso

    Dipende quali norme igieniche sono state violate.Forse non ti sei accorto che viviamo in un paese bizantino dove ,quando fanno qualsiasi controllo,se vogliono far saltare fuori qualcosa un cavillo si trova sempre.Prima di dare addosso a chi cerca di lavorare ,collegare il cervello.Quello che e’ certo e’ che i clandestini possono fare quel che vogliono:spaccio,furto,incidenti coi motorini rubati,ma per loro non c’e’ nessuna sanzione.

  23. # Peterpan

    Caro amico che dichiara mediamente 5 o 6 mola euro l’anno, gli statali ti pagano ospedali e scuole!

I commenti sono chiusi.