Lite fra ex a bottigliate, chiuso un altro circolo

Mediagallery

LA PROTESTA DEI RESIDENTI – LEGGI QUI

Chiuso per venti giorni il circolo privato, Rincon Latino, in via Terrazzini. Lo ha disposto il questore Marcello Cardona a seguito della violenta lite (poi trasformatasi in rissa) avvenuta nella tarda serata del 24 luglio scorso nel corso della quale, per futili motivi, un avventore è stato fatto oggetto di un lancio di bottiglie da parte di un’altra cliente, sua ex fidanzata e, successivamente ferito da questa alla spalla ed al braccio destro con un coltello, riportando ferite in seguito refertate con dieci giorni di prognosi.
Il malcapitato, di nazionalità dominicana, reagiva violentemente all’aggressione, lanciando a sua volta numerose bottiglie di vetro all’indirizzo della connazionale e delle persone in compagnia di questa. Prima dell’arrivo dei carabinieri, intervenuti sul posto a seguito delle numerose telefonate, i soggetti coinvolti nella rissa si sono dileguati rapidamente.

Il 23 gennaio scorso il locale era già stato oggetto dell’applicazione dell’art. 100 del Tulps per 15 giorni. La decisione fu assunta anche a seguito dei numerosissimi controlli effettuati sia da parte del personale della questura che dei carabinieri del nucleo operativo radiomobile che reiteratamente avevano identificato numerosi soggetti pluripregiudicati.
Inoltre, in precedenza, la squadra amministrativa della questura aveva sanzionato il gestore del locale perche’ trovato in stato di manifesta ubriachezza ed in quanto lo stesso somministrava alimenti e bevande a persone non iscritte nel registro dei soci. Il locale, tra l’altro, è ormai da molto tempo oggetto di numerosi esposti. Sono stati ripetutamente segnalati episodi di disturbo della quiete pubblica, posti in essere dai clienti del circolo che, in stato di ebbrezza, di sera e di notte urlano e schiamazzano, lasciando anche la zona antistante l’attivita’ in deprecabili condizioni igieniche.
Pertanto, alla luce del violento episodio descritto e preso atto delle frequentazioni e dei comportamenti indecorosi rilevati, il questore, in ossequio al dettato dell’art. 100 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, e dopo un vaglio accurato degli atti istruttori da parte della divisione polizia amministrativa e sociale, ha disposto la sospensione della licenza, ritenendo che il locale  costituisca un concreto pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica.

 

 

Riproduzione riservata ©

25 commenti

 
  1. # sadico

    Dajjeeee! Borda UGOOOO

  2. # Carlo

    Il Questore è troppo buono.

    TOLLERANZA ZERO!

  3. # Siamo obbiettivi

    Poveri residenti, abbandonati al degrado da anni.

  4. # Sorgentiii

    Ma perchè il Questore non si adopera per fargli chiudere questo locale una sola volta, ma per sempre?!

  5. # Crociato

    Ma non sarebbe meglio prendere quelli che si ubriacano, quelli hanno fatto la rissa, quelli che sporcano e fanno casino, il barista ubriacone, i fidanzati che si accoltellano… fare un bel biglietto aereo di gruppo e rimandarli tutti a Santo Domingo? Che beneficio dà all’Italia gente come questa? Che futuro pensate ci aspetti se i nostri migliori laureati ed ingegneri sono costretti ad emigrare, mentre gente così prende il loro posto? Chiudono il locale, passano 20 giorni, riapre e siamo daccapo… BASTA!!!

  6. # Patriota

    La zona va ” bonificata”

  7. # Alessandro

    Ultimo rigo, sospensione perché costituisce pericolo per ordine e sicurezza pubblica.
    Forse sarebbe meglio REVOCA della licenza, sennò tanto pericoloso non lo é

  8. # asdrubale

    Bello complimenti . Bravi tutti , anche chi sostiene le cause di questi galantuomini . Certo poi si passa da razzisti vero ?

  9. # un se ne pole piu...

    una sola esclamazione: ERA L’ORA! ORA FATELO RIAPRI EH!

  10. # lupin

    Il locale va chiuso per sempre! Il gestore non dovrebbe poter più’ aprire un qualsiasi tipo di attività’ e il proprietario dovrebbe essere sanzionato perché non controlla chi ha in affitto i suoi locali. Vedrai che a distanza di anni il quartiere potrebbe tornare vivibile.

  11. # Matteo

    Io non ce l’ho mica con nessuno, ma con quelle persone che affittano i locali a questa gente…

  12. # bruno tamburini

    credo che chiuderlo in via definitiva sia la soluzione migliore e con questo tanti altri simili

  13. # Il Moralizzatore

    Che bella la “cultura” domenicana, cosi pittoresca. Tutta Livorno ne è arricchita da questa contaminazione culturale cosi affascinate.

  14. # Barbarica

    E c’hanno rotto!

  15. # marco

    la zonaaaaaaaaaa…….. io direi tutta la NOSTRA livorno

  16. # liburnico

    un tempo Via Terrazzini era famoso per il ristorante del buon cacciucco, ora e’ famosa per i delinquenti, peccato che per far intervenire le forze dell’ordine bisogna sempre arrivare all’eclatante!!!

  17. # Andrea

    E quelle sono le persone con le quali dobbiamo integrarci! Prima di aprire bocca pensateci bene! … Qualche politico ha avuto anche il coraggio di dire che una soluzione ai nostri problemi sarebbe l’aumento dell’illuminazione pubblica! Cambiate mestiere che e’ meglio! Un altra cosa… dove sono finiti tutti quelli che davano ragione poverini a queste persone? Già perché noi ci inventiamo le cose e siamo razzisti vero?

  18. # razzista

    Ma…il questore cosa aspetta per chiuderlo definitivamente…il morto? Prima o poi con questo modo di fare ci sarà sicuramente…quel circolo è arrivato al limite.
    Probabilmente hanno paura di chiuderlo? Pensando che poi vanno a giro per la città? Se fosse questo il motivo sarebbe una cosa deprimente…

  19. # razzista

    moralizzatore…speriamo che ti “affascinano” qualche giorno di questi

  20. # problemazero

    Se non rispettano il nostro territorio se ne devono andare via!! Razzista?….no coerente! Vanno allontanati gentilmente fuori dalla nostra Italia. Chi se lo merita può rimanere. Che schifo vedere e sentire la nostra bella città trasformata da queste altre persone. Ma come si stava qualche anno fa? Era bello prendere un gelato di sera in piazza della repubblica o passeggiare senza paura in centro!!!!!!

  21. # stefano

    Ma non vi preoccupate, ora che finalmente hanno condannato Berlusconi vedrete come cambieranno le cose a Livorno…..

  22. # luca

    Oltre alle botte, i circoli come Shangay e Corea la pagano la tares ? Sarebbe bello mettere on-line come è stato fatto per gli stipendi dei dirigenti comunali…Perché se fossero debitori andrebbero confiscati una volta per tutte,visto che un cittadino viene perseguitato fino all’ultimo centesimo…

  23. # Mario

    “COSTITUSICE PERICOLO PER L’ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA” NON COMBACIA CON SOSPENSIONE PER 20 GIORNI

  24. # GINOGINO

    A parte il fatto che non vedo cosa ci combini la tares con quello che succede in questi circoli dove quasi sempre oltre che alle botte spuntano spesso i coltelli ma vorrei sapere perchè nomini solo i circoli di Shangay e Corea? qualche remora contro questi due? prima accertati e dopo ma solo dopo scrivi.

  25. # Malizioso Troll

    Non lo rispettiamo noi, il nostro territorio. Con quale faccia pretendiamo rispetto dagli immigrati? Negli altri paesi “civili” (Germania, Francia, Gran Bretagna) queste cose non succedono. E hanno anche più “ospiti” di noi.

I commenti sono chiusi.