Lavoro al nero e festa senza permessi: multa e licenza sospesa ad un altro locale

Mediagallery

Festa senza autorizzazioni, somministrazione di bevande e alcolici ai non soci e prestazioni di lavoro non assicurato. E’ per questo motivo che, a seguito di un blitz congiunto tra questura, carabinieri, finanza, ispettorato del lavoro, Inps, Inail, Municipale e Siae, è stata sospesa l’attività del pub Old West Country, in via Cimarosa, nella notte fra sabato e domenica.
I responsabili del locale dovranno provvedere alla regolarizzazione del personale e pagare una multa di 1500 euro. Inoltre sono stati deferiti all’autorità giudiziaria in relazione all’articolo 80 del Tulps per inosservanza delle prescrizioni in materia di sicurezza dei locali di intrattenimento.

Riproduzione riservata ©

44 commenti

 
  1. # Ercole Labrone

    Basterebbe smetteral di dare questo tipo di licenze.
    Se vuoi aprire un pub ti prendi una licenza commerciale punto e basta.

  2. # Giacomo

    Il titolare ha sbagliato ed è giusto che si metta in regola, pero’ vorrei chiedere una cosa a tutti questi signori che fanno questi controlli: MA PERCHE’ NON ANDATE A CONTROLLARE TUTTI I LOCALI DEI CINESI CHE STANNO APERTI QUANDO CAVOLO LI PARE E FANNO COSA LI PARE???? “

  3. # Bruno

    Per mantenere inalterato il pericolo della revoca e/o sospensione della licenza basterebbe solo osservare e rispettare le norme imposte dalle Autorita’ preposte, invece come al solito pur di racimolare qualche euro in piu’ si perde la prudenza ed il buon senso, poi vorrei rispondere a Giacomo:
    Guarda che i ristoranti cinesi o giapponesi che siano, proprio per i controlli serrati che hanno avuto negli ultimi tempi stanno osservano scrupolosamente le dovute norme igieniche da rispettare e non per difendere i nostri residenti orientali ovviamente, che sia ben chiaro ma solo perche’ e’ così e poi……lasciamoli in pace anche loro hanno diritto di vivere serenamente ed a dire il vero tra tutti gli extracomunitari che ospitano Livorno, questi sono quelli piu’ educati e rispettosi…o no??

  4. # Alessandra

    Meno vittimismo da parte dei gestori dei locali livornesi e più rispetto delle regole. Troppi furbetti del quartierino in questa città….

  5. # SIR

    Strano, a Livorno non serve nemmeno la licenza, non mi risulta, anzi chi occupa non ha problemi, può aprire anche un bar o fare pagare un biglietto senza preoccuparsi di niente! A Livorno!!!

  6. # roberto1

    Son contento che le forze dell’ordine stiano andando a contollar i vari circoli / associazioni per verificarne la regolarità. L’unica cosa che vorrei osservare è che NON dovrebbe esser esplorato SOLO il mondo della ristorazione, ma anche quello delle palestre, dove ci sono irregolarità e guarda caso anche là si parla di “ASSOCIAZIONI” sportive e/o circoli ricreativi. Attenzione, nelle palestre si mette mano a corpi umani, e la non professionalità può costar molto più cara di una festa irregolare (anche se anche questa cosa deve esser sanzionata)

  7. # ora basta

    Bruno io però non credo che Giacomo si riferisse ai ristoranti ma piuttosto ai centri massaggi e alla miriade di negozi con oggetti da 2 euro o capi d’abbigliamento…(vedi ex concessionaria Opel)

  8. # il critico

    A Livorno ammazzano tutte le attività e i locali cosi spariscono anche quelli

  9. # il critico

    Ci sono locali Cinesi, arabi che sono uno peggio dell’altro e rimangono aperti i nostri locali italiani sono tartassati.

  10. # dany

    attualmente anno piu controlli sanitari i ristoranti cinesi che i nostri italiani

  11. # dany

    quello dei circoli che fanno somministrazione a tutti ormai è una prassi comune

    alcuni giorni addietro mi sono recato in un bar del centro citta per fare un biglietto del livorno bevendo anche un caffè
    all’uscita ho notato la scritta che era un circolo
    nessuno mi ha chiesto la tessera
    in pratica io non potevo fare ne il biglietto ne bere

  12. # Hooker

    Aggiungo anche che questo circolo rompe le scatole ai residenti in Coteto subito aldila’ della ferrovia. Nel fine settimana e’ anarchia totale a livello di orari, due sabati fa alle 2.30 si sentiva la musica a palla e sono sicuro che i permessi erano di tutt’altra pasta.

  13. # Cowsland

    Perchè tanto il cinese la multa non la paga ?

  14. # Giacomo

    io non mi riferivo solo ai controlli sanitari ma anche del fatto che certe loro attività stanno aperte 7 giorni su 7 domeniche incluse quando ad esempio all’ alimentari sotto casa mia hanno fatto la multa perché stava aperta la domenica e da li in avanti ha dovuto chiudere mentre loro sia in via Garibaldi che al Picchianti sono sempre aperti e nessuno li dice niente. Tutto qui

  15. # Giacomo

    esattamente…….

  16. # Caterina

    Veramente mi risulta che i cinesi le multe le paghino, anzi le pagano al volo e sull’unghia anche se sono multe salate.. ma ci vivete a livorno, o no?

  17. # Caterina

    Sono i gestori che si ammazzano da soli non rispettando le regole!
    E’ tutto un rubare e un approfittarsene, e intanto per tutti questi evasori, noi abbiamo tasse più alte..

  18. # nina

    Perché a livorno chi non ha licenze e lavoratoti in nero è ganzo???? Hai proprio una bella mentalità complimenti. ….

  19. # Mao Zedong

    Vieni a controllare di persona.

  20. # Antonio

    1500€??? Gli avrà fatti in 3 ore di lavoro…ti immagini che grande perdita!Gli avrei fatto pagare 150000€! Poverino ha sbagliato!No,ha voluto sbagliare quindi deve dare il buon esempio agli altri.Lavoro in nero,somministrazione di bevande alcoliche ai non soci e feste senza autorizzazione. Poi?

  21. # Mario

    il cinese è quello che la multa la paga subito e in contanti. ricordi quando chiusero il parrucchiere cinese in zona mercato? gli fecero qualche migliaio di euro di multa,e lui non batté ciglio,pagò subito e dopo 2 giorni era di nuovo aperto…

  22. # Mario

    ESATTO, IO PERSONALMENTE HO VISTO UN CINESE STRAPPARE UNA MULTA TROVATA SULLA MACCHINA. SICURAMENTE HANNO “QUALCUNO” DIETRO…….

  23. # marco

    ma perché io devo pagare tutto mentre questi no?
    per quanto mi riguarda chi non paga le tasse in galera come in qualsiasi stato che si reputi tale!

  24. # Antò

    Ma di questo non ti puoi proprio lamentare se consideri che lo stesso baccano lo fanno anche in città sotto le finestre della gente che dorme. Mi dici la dove sono i residenti che è tutta zona commerciale? I più vicini stanno a 150 metri di distanza e il locale e racchiuso da fabbricati che attutiscono anche un poco i rumori. Fossero tutti cosi i locali. Quindi non dire assurdità che si passa da un estremo all’altro. Poi per quanto riguarda le irregolarità allora li è un’altro discorso.

  25. # Gianca

    eh, ma fa meno le vittime e prova a mettisi in regola no?? Troppi furbetti be’ mi polli

  26. # Lo zio

    Le irregolarità italiane agli italiani!

  27. # alessandro

    mai sentito parlare di liberalizzazione degli orari?

  28. # Malizioso Troll

    Questi mettono su le associazioni culturali proprio per non avere i lacci e laccioli legati alla richiesta di una licenza e sentendosi in diritto di approfittare dell’alibi fornito in quanto onlus per non pagare le tasse. Basterebbe, al contrario, liberalizzare tutto e aumentare i controlli per quel che riguarda le norme di sicurezza, i rapporti di lavoro, gli incassi e l’esecuzione-diffusione di musica e opere dell’ingegno. Quanto ci vorrà per essere (lo dico senza alcuna intenzione razzista) un po’ meno levantini e un po’ più europei?

  29. # alla frutta

    CI SONO 10 MILA PUB E CIRCOLI A LIVORNO. SE UNO FA’ IL FURBO E CERCA DI SGAMARE BISOGNA PER FORZA CONDANNARE TUTTI? MOLTISSIMI LOCALI RISPETTANO LE REGOLE E LAVORANO SERIAMENTE E NON CAPISCO PERCHE DOVREBBERO TOGLIERLE LA LICENZA. ASSURDO QUESTO COMMENTO. PIU’ CHE ALTRO ASSURDI I 21 POLLICI VERDI CHE TI HANNO MESSO. IN PRATICA SE UNO SU 10 MILA NON SI COMPORTA BENE, CONDANNIAMO ANCHE GLI ALTRI 9999. MAH…..

  30. # creduloni

    le multe auto possono anche non pagarle, ma quelle commerciali per forza altrimenti non vendono.

  31. # creduloni

    i livornesi sono fonte dei loro guai.
    Non sono capaci a fare gli imprenditori perche’ sono di natura superficiali e tendenti a fare le cose irregolari quindi falliscono ancor prima di aprire

  32. # Hooker

    Il discorso e’ un altro. Siccome in passato altri locali avevano permessi per suonare (dischi o live che fosse) fino alle 1 ma facevano il comodo loro fino alle 2 passate evidentemente lo sgarro resta comunque. In ogni caso non parlo del vociare o urlare degli avventori, ma della MUSICA, che ti posso assicurare che se suonata e porte aperte come succedeva due settimane fa sembra d’aveccela in casa. Se non ci credi vieni in camera mia che s’affaccia verso la ferrovia e poi mi dici.

  33. # Extra Omnes

    Tutti a brontolare della chiusura di un altro locale che ha infranto la legge. Questa è la mentalità che ha rovinto la nostra città. La stessa mentalità che ogni infrazione alla legge fa dire: “poverino”. Le leggi esistono e vanno rispettate, giuste o sbagliate che siano. Basta andare contro le scelte delle forze dell’ordine parandosi dietro la scusa della crisi e che anche altri lo fanno ma non vengono puniti, metteteci la faccia affermando che lo dite perché a Livorno PURTROPPO la maggior parte dei livornesi la divisa è simbolo di fascismo e destra schiettissima. Però se vi fanno un torto come volete subito che agiscono a pro vostro.

  34. # Jhonfante

    Cosa c’entra aprire un locale? Non lo sapete che in Italia per vivere tranquilli bisogna delinquere? Mah

  35. # Brontolo

    Cinesi???? E devo controllare ma avvocati e dentisti loro fanno il nero da paura…

  36. # ollobocnarf

    eccome,non 15 giorni ma chiusura definitiva e in galera anche te che li difendi.

  37. # alan

    …il problema è proprio quello……Dove prendono cosi tanto contante per pagare ogni cosa sull’ unghia? (ivi compresi appartamenti o fondi di attività in rovina?)

  38. # Mario

    l’articolo parla di un locale gestito da italiani chiuso per mancanza di permessi.
    perché dobbiamo parlare di dove i cinesi trovano i contanti?

  39. # livornospenta

    Peccato, tutti a giudicare e a imprecare, le regole vanno rispettate ma l’impressione che ho leggendo molti commenti è che ci sia astio nei confronti di chi cerca di creare attività, impresa e lavoro. Ovviamente in qualche modo che può essere giudicato facilmente. Intanto la nostra amata città non ha luoghi di aggregazione e si sta spengendo velocemente. Peccato per una città che una volta veniva chiamata “La Montecatini al mare”.

  40. # alla frutta

    Bravissimo , poi tutti i dipendenti regolarmente segnati che si fanno un mazzo per portare a casa due soldi li mantieni te. Già ma sicuramente hai il tuo bel lavoretto tranquillo tranquillo e ce ne fottiamo se gli altri vanno in difficoltà economica. GRANDE VORREI AVERTI COME AMICO.. SI SI.. VEDRAI CHE BELL’AIUTO AVREI DA TE IN CASO DI BISOGNO. MAMMA MIA CHE GENTE MENEFREGHISTA DEVE ESISTERE. MA DOVE SIAMO DE….. MA DOVE SONO I LIVORNESI DOC CHE AIUTAVANO IL PROSSIMO ED I LAVORATORI ONESTI….

  41. # mauilmoro

    rispondo a ” alla frutta. grandeeeeee….. mi unisco al tuo pensiero. E’ il trionfo del menefreghismo imperante e della mancanza di cultura in una città che non riconosco più. Ora criticatemi pure…..

  42. # ale73

    scusate…ma le donne che lavorano sull’aurelia o i trans a campo derby non lavorano in nero?per non parlare di eventuali regole sulla pulizia e la sicurezza…

  43. # sinceramente

    chiedili la ricevuta fiscale e vedi come te la timbrano.

  44. # poveromo

    a montecatini non ci sono i livornesi…. a livorno quando si prova a fare aggregazione ,come dici te , non si rispetta le regole ci si fa’ prendere sempre la mano, VANNO BENE I CONTROLLI

I commenti sono chiusi.