Lavoratrici al nero: chiuso centro benessere. La Cna: “Una piaga non più tollerabile”

Locale chiuso fino a che la multa (10 mila euro) non sarà stata pagata e non saranno state regolarizzate le posizioni delle 3 dipendenti

Mediagallery

Esercizio abusivo della professione e presenza di lavoratrici in nero. Con queste motivazioni un blitz congiunto fra Polizia Municipale (Polizia Commerciale), Ispettorato del Lavoro e Inail, ha portato alla chiusura, nella notte fra martedì 1 e mercoledì 2 ottobre, di un centro benessere gestito da cinesi sugli scali delle Ancore. Nel centro, intorno a mezzanotte, sono state trovate tre massaggiatrici cinesi prive di requisiti professionali e non regolarizzate.
I gestori del centro sono stati sanzionati per una somma di 10 mila euro, da parte della Polizia Municipale, per l’esercizio abusivo dell’attività (in quanto la stessa è stata aperta in assenza di SCIA) e per la mancanza dei requisiti professionali: a queste sanzioni seguirà la chiusura dell’esercizio da parte dell’Amministrazione Comunale.

Per quanto riguarda il lavoro irregolare delle tre dipendenti, l’Ispettorato del Lavoro, oltre all’aspetto sanzionatorio di loro competenza, ha disposto la chiusura dell’attività, fino a che la multa non sarà stata pagata e saranno state regolarizzate le posizioni delle dipendenti. L’intervento di questa notte fa seguito a controlli svolti in precedenza dall’ufficio Controllo Commercio della Polizia Municipale (responsabile l’ispettore Claudia Desideri), relativi anche al mancato rispetto degli orari previsti per legge.

LA CONFEDERAZIONE NAZIONALE DELL’ARTIGIANATO DI LIVORNO: “ATTIVITA’ IRREGOLARI? PIAGA NON PIU’ TOLLERABILE”

“Quella del lavoro irregolare e del sommerso è una piaga non più tollerabile per i danni che comporta all’economia delle aziende regolari, alle casse dello Stato e per i rischi cui sottopone la salute e la sicurezza dei cittadini: è per questo che plaudiamo all’attività della Polizia Municipale di Livorno che ha portato all’individuazione di pesanti irregolarità nell’apertura e conduzione di un centro estetico gestito da cinesi”: così Donatella Calò coordinatrice sindacale di estetiste e acconciatori della Cna di Livorno commenta l’accaduto.

“Assistiamo da troppo tempo all’offerta di trattamenti estetici e di acconciatura a prezzi ovviamente più vantaggiosi rispetto a chi ogni giorno è sottoposto a costi fissi generati da imposte locali e nazionali, contributi, controlli sull’igiene e sicurezza dei locali e delle attrezzature, corsi di aggiornamento e formazione ecc. ecc. Si tratta chiaramente della punta di un iceberg contro cui però gli artigiani e la Cna non si vogliono arrendere – continua Calò – ed avverso al quale hanno appunto attivato in provincia di Livorno una campagna di denuncia da parte di cittadini ed imprese. I settori coinvolti dal fenomeno del sommerso vanno da quelli della cura della persona, con gravi rischi per la salute, all’edilizia, impiantistica, idraulica e perfino alla falegnameria e autoriparazione, attività per cui sono necessarie attrezzature specifiche e permessi complessi ed onerosi per le emissioni dei fumi, il controllo delle polveri, la salute dei lavoratori ecc. Non vogliamo la caccia a chi queste cose le fa veramente per hobby o per amicizia, ma a chi elude in modo strutturale e continuativo controlli e imposte, con danni diretti ed indiretti all’economia locale e rischi per tutti. Rinnoviamo quindi l’invito a cittadini ed imprese ad aver fiducia negli organismi preposti al controllo, da cui abbiamo avuto la massima disponibilità alla collaborazione – conclude Calò – ed a rivolgersi agli uffici Cna del territorio per presentare segnalazioni di presunte attività irregolari che rimarranno anonime venendo inoltrate agli enti di competenza direttamente a firma della Cna”.

 

 

Riproduzione riservata ©

59 commenti

 
  1. # Malizioso Troll

    Massaggiatrici notturne? Sì, come quelli che “danno i passaggi” ai trans…

  2. # 4luglio68

    Ovviamente nessuno si è chiesto in piena notte quale attività vi si esercitasse realmente nel “centro benessere”??
    Regolarizzare le “lavoratrici”??? Ora si chiamano così???
    Basta mettere la testa sottoterra!!!

  3. # amaranto67

    deve esse stato un massaggio orgiastico!

  4. # damoridallerisate

    Boia ‘he mar di vita stanotte!

  5. # Sde

    Queste attivita’ sono sotto gli occhi di tutti e si sa benissimo cosa avviene li’ dentro… Come mai solo alcune (ogni tanto tanto) vengono sanzionate mentre altre, belle evidenti, non praticate in un sottoscala sembrano letteralmente intoccabili?!

  6. # fiu fiu

    Dai davano una mano….

  7. # Caterina

    eh certo, massaggiatrici notturne … è pieno di questi finti centri massaggi dietro i quali si celano vere e proprie case chiuse!
    E dovete smettere di far finta di non capire, o si regolarizza la prostituzione così pagano un po’ di tasse anche loro, oppure pugno di ferro.

  8. # ric

    Più che lavoro nero mi sembra lavoro giallo!

  9. # stefano

    de!!! dove preferivi andare a prendere una bella puntura in ospedale, o a farti fare un bel massaggio rilassante???

  10. # stop ai centri massaggi cinesi

    A livorno hanno aperto molti centri massaggi cinesi…mi chiedo perchè non fanno una retata in tutti i centri massaggi contemporaneamente???
    e giù pesanti con le multe a questi cinesi che aprono case chiuse mascherate da fantomatici centri benessere….

  11. # Gino Rossi

    Finalmente non si fa più finta di non vedere………le regole devono valere per gli stranieri come per gli Italiani. Non deve però essere un’azione spot pre elettorale, ma l’inizio di un percorso di risanamento della nostra città. Rivogliamo la qualità di vita del passato.

  12. # Boldrini-Kienge

    Ecco una nuova discriminazione per delle lavoratrice nere. Presenteremo ricorso alla Magistratura perchè non accada più di chiudere locali solo perchè i dipendenti sono di colore nero o giallo. Oltretutto è grave danno per il settore manifatturiero nazionale delle lavorazioni a mano.

  13. # Silvio B.

    Nooo non me l’ aspettavo !!!!!

  14. # alan

    Credo sia ben più difficile per le autorità dimostrare la “attività collaterale” di questi centri.
    Probabilmente al momento del l’ ispezione hanno anche sperato di poter cogliere qualcuno “in flagrante”
    Ma è quasi impossibile, e dubito che i clienti trovati li al momento abbiano “cantato”
    Ergo, ben venga che queste attività siano messe con le spalle al muro a fronte dei numerosi altri gravissimi illeciti che vengono compiuti.
    C’è da sperare che non ci si fermi qui e si prosegua con le altre realtà di questo tipo presenti nella nostra città e poi ancora in generale con tutti quei commercianti “con gli occhi a mandorla” che agiscono indisturbati sul nostro territorio facendo girare quantità enormi di danaro di dubbia provenienza, fregandosene delle leggi alle quali noi italiani rispondiamo in tutto e per tutto.
    C’è da sperare che si ponga un freno alla colonizzazione che stà avvenendo della nostra città.
    Colonizzazione certo facilitata da uno stato di crisi che costringe i piccoli commercianti a svendere le proprie attività a questa gentaglia per poche migliaia di euro, anche se “sull’ unghia”. Soldi, ripeto, quantomeno di dubbia provenienza.

  15. # stefano

    per toglierli di giro bisogna assolutamente riaprire le case chiuse,ci sarebbe piu’ igiene , piu’ controlli, e tutte le prostitute pagherebbero regolarmente le tasse,in germania le case chiuse nelle casse dello stato portano 4 miliardi di euro all’anno !!!!! a gia’ non ci pensavo piu’ in italia abbiamo il vaticano queste cose sono blasfeme !!!!!

  16. # alla frutta

    eeeeeeeeeeeeeeeeeeeee un ci credo….. hanno multato i cinesi??? no dai non ci credo… comunque quelle massaggiatrici erano conosciute da mezza Livorno e qualcuno ne ha fatto anche buon uso… che tristezza!!!!

  17. # mario

    poverine….lavori….. manuali….di notte…..senza licenza….MA PER PIACERE..RIAPRIAMO I BORDELLI CON PROSTITUTE NOSTRALI!!!

  18. # Nedo

    Bravo! ce ne sono ancora 5 o 6 da chiudere solo qua a Livorno….Alle trasmissione Le Iene, hanno fatto vedere che in Italia in questi centri massaggi c`e` un giro di centinaia di milioni di euro, tutti in nero che vanno in mano alla criminalita` cinese…….

  19. # Barbarica

    Sempre peggio…spuntano come funghi…

  20. # dez

    basta far finta :
    abrogare la legge Merlin , riaprire le case chiuse , far pagare le tasse anche a loro , se lo ha fatto la Germania perché non possiamo farlo noi? si eviterebbero un sacco di problemi e si risanerebbe un po’ la situazione .

  21. # presumia

    SEEEEEEEEEEEE….aspetta come l’aretino Pietro che pagano la multa!!!ahahaha ma quando mai…sbaraccano e riaprono sotto altro nome!Costa meno!

  22. # Il Moralizzatore

    Dove andrò a farmi curare la cervicale?

  23. # gabel

    Se c’avete ancora il mal di schiena notturno vi segnalo che sono ancora aperti i centri massaggi in piazza XX gestito dai cugini del centro benessere in Venezia (magari ci ritrovate anche la vostra personal trainer) e in Via Mentana aperto fino verso le 22:30… se un vi spaventano le ghigne che fanno da palo tutto il giorno lì d’avanti

  24. # Figuraseisecappuccinopaghi

    ……de, ma un siete mai ‘ontenti!!! L’hanno fatti ‘iude n’hanno fatto la “murta”……diamoni anco 50 frustate!!!
    Impariamo a valorizzare anche le cose positive congratulandoci con gli organismi di controllo augurandoci che sia il primo di “una lunga serie”!!!

  25. # Lucian

    Clienti italiani di sicuro,che non chiedono neanche lo scontrino,cosi magari riceve uno sconto di 5 euro se non chiede scontrino, poi si lamentano che Italia sta diventando un paese povero! QUESTI NEGOZI DEVONO ESSERE CHIUSI PER SEMPRE, pero vedo che chiudono gli altri che magari lavorano da 30 anni!!!

  26. # aldo

    …mancanza dei requisiti professionali (cit)

  27. # Giustiziere

    BOIA DEH COME CI GODO !!!!!!! TORNATEVENE A CASAAAAAA !!!!! AVETE ROVINATO L’EUROPA !!!

  28. # Stefano

    se sono aperti, significa che tanti italiani ci vanno…

  29. # Il Moralizzatore

    Grazie la mia cervicale ringrazia

  30. # Il Moralizzatore

    nostrali come il galletto?

  31. # Il Moralizzatore

    Preferisco 1000 centri massaggi cinesi che 1 solo internet point gestito da magrebini usato come “facciata”.

  32. # Francesco R.

    Hanno scoperto il buo alla ‘onca!!! C’ho la gente che lavora con me che ci spende i veri stipendi in quei “centri benessere” ! STATE PIU’ CON MOGLI E FIGLI E SMETTETELA!!! Vergogna… Bene comunque che l’abbiano chiuso. Ce ne sono altri adesso da far sparire…

  33. # sabri

    Peccato che molto spesso quelle ragazze cinesi siano schiave dei loro padroni…comunque in Venezia ce n’è un altro sugli scali del Pesce. Sul viale Caprera spaccio alcool e risse, che bel quartiere, non manca nulla.

  34. # BENITO

    Ahahahah!! chiuso perchè “lavoravano in nero” ….. credevo per un altro motivo ben conosciuto alla collettività ! I famosi centri massaggi cinesi….

  35. # pesciola

    Fanno ride’. Casini legalizzati ecco cosa sono……

  36. # Nedo

    Non sono affari miei quello che fa la gente, non giudico nessuno, cio` non toglie che sono attivita` illegali e vanno eliminate.
    Ci sono anche tanti italiani che si drogano, utilizzando le peggio droghe, che facciamo lasciamo stare gli spacciatori?

  37. # Andrea anni

    Bravo/a. Tra l altro l’esercizio manuale ha sempre contribuito al progresso economico sociale di un paese

  38. # Gex

    Chiudono le cose più belle ” i casini”. Tutt’al più regolarizzateli!!!

  39. # curioso

    Ce ne sono altri a Livorno?

  40. # giunfri

    Dai commenti si evince che una città piena di bigotti, razzisti e moralisti. Personalmente trovo assurdo che si faccia riferimento a presunti requisiti professionali facendo finta di non sapere che non ne occorre per fare delle…

  41. # pino scotto

    Le norme igieniche invece erano sicuramente rispettate

  42. # mandrakke

    bravissimo.. si critica e poi esistono grazie a noi..

  43. # Carlo C

    Ma, veramente ieri sera era aperto…

  44. # pino scotto

    Divertito?

  45. # pina fantozzi

    …per toglierle bisognerebbe che nessuno ci andasse…semplice no?

  46. # 4luglio68

    Leggevo l’articolo: ma questi ci fanno o ci sono?????
    Ancora parlano di “lavoratrici in nero”…. ma lo capiscono cosa avviene realmente li dentro??

  47. # liburnico

    ah ah ah questa e’ bellina 🙂 … Carlo che dici merita???

  48. # amedeo

    OGNI SERA MI SCHIFO A SENTIRE TRASMISSIONI COME BALLARO’; MATRIX ECC NON PER LA TRASMISSIONE MA PER COSA CI RACCONTANO:
    TUTTI SANNO TUTTO; MA TUTTI NON FANNO NIENTE COME MAI…..
    TUTTI SANNO CHE I CINESI SONO TUTTI IRREGOLARI E LAVORANO AL NERO.. CI PORTANO VIA IL LAVORO E I SOLDI MA NESSUNO INTERVIENE:: TRA UN PO’ SAREMO SCHIAVI DI LORO IN CASA NOSTRA:
    VALE ANCHE PER BADANTI; MANOVALI ECC:

  49. # mau

    costrette a turni massacranti di notte…..che lavoraccio…..centro BEN ESSERE, lo dice la parola stessa…chi entra lo mettono a proprio agio…

  50. # mau

    anche nei comuni limitrofi…

  51. # scompagno

    molto bene, finalmente qualcosa si muove, però controllate anche i cantieri edili che assumono quasi esclusivamente stranieri , probabilmente al nero e magari clandestini ,pagando 4 ore di lavoro a fronte di 12 effettive, senza assicurazione etc. con la scusa che gli italiani non vogliono fare certi lavori … e poi abbiamo i “nostri” muratori disoccupati che non sanno più dove sbattere la testa, poi però le case le dobbiamo comprare noi italiani secondo i nostri imprenditori….

  52. # Il Messicano

    Scusate, ma m’avete fatto venì la voglia der massaggio……dove posso trovarne un artro aperto che sia all’artezza?

  53. # memedesima

    vedrai che se un c’andasse nessuno….

  54. # la eli

    io lavoravo in quel centro quando ancora era gestito da italiani… e sapere queste cose fa veramente schifo… ci vogliono più controlli… bel mi centro benessere come ti si teneva bene!!!

  55. # max

    anche questo rientra nell’ ambito della campagna elettorale……sig!

  56. # legge merli

    un c’è limiti s’importa proprio tutto dalla cina!!!

  57. # la crisi

    mi domando com’è possibile che la crisi abbia creato due tipi attività in espansione cosi diverse tra loro i compro oro e i centri massaggio…..boh

  58. # bigotto

    zitto senno mi chiudono anco vello!

  59. # slot machine

    BRAVO E PRIMA DEI CENTRI MASSAGGI TUTTI I COMPRO ORO E I BAR CON LE SLOT MACHINE E TUTTI I TABACCAI CON I GRATTA E VINCI E …

I commenti sono chiusi.