La “banda del distributore” torna a colpire nella notte. Messa in fuga dalla polizia. La ricostruzione

All’interno del piazzale della concessionaria c'erano un Pick Up ancora in moto e diversi veicoli dai quali erano state tolte tutte le batterie. I ladri erano fuggiti

Mediagallery

Avevano rubato un’auto dal concessionario in via del Littorale, rompendo il cancello con un Pick Up e si apprestavano a usarla come ariete per fare irruzione nel negozio del benzinaio.
La “banda del distributore” questa notte, intorno alle 4, ha colpito ancora una volta e per un pelo è riuscita a fuggire. La polizia si trovava in pattugliamento proprio per prevenire i reati contro il patrimonio ai danni delle stazioni di rifornimento quando al benzinaio Agip in via del Littorale ha notato la presenza di un auto in sosta. La Renault Clio aveva i fari spenti, lo sportello anteriore destro aperto, la ruota anteriore destra squarciata e il parafango gravemente danneggiato ma con le chiavi dell’accensione ancora inserite. Da accertamenti, la vettura è risultata di proprietà di una concessionaria presente nelle vicinanze.
I poliziotti, presupponendo che ci potesse essere un tentativo di furto ai danni del distributore, hanno effettuato un accurato controllo di tutta la zona estendendolo anche alle altre stazioni di servizio che risultavano tutte regolarmente chiuse e senza alcun segno di effrazione.
Ma davanti al concessionario di auto usate, sempre in via del Littorale, quello più vicino al cimitero, la pattuglia ha notato che l’accesso era ostacolato dalla cancellata completamente divelta e abbandonata sul viale d’accesso al piazzale. Poco più in là c’era un Pick up ancora in moto, probabilmente usato poco prima per la “spaccata”.
All’interno del piazzale c’erano diversi veicoli dai quali erano state tolte tutte le batterie, ma degli autori del furto non vi era traccia essendo con molta probabilità fuggiti nell’oscurità.
Tramite la società di vigilanza è stato contattato il proprietario della concessionaria, il quale ha dichiarato che dalla sua proprietà mancava solo un autovettura corrispondente a quella rinvenuta nel piazzale del distributore Agip. Sul posto è intervenuta anche la polizia scientifica alla ricerca di tracce utili al rintraccio degli autori del furto. Le volanti invece hanno perlustrato la zona limitrofa a caccia della banda ma con esito negativo.

 

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # jobbee

    sta banda c’ha rotto i C… omeri, e soprattutto ai gestori delle pompe di benzina che non dormono piu, con la paura di perdere i guadagni di un annata. Rimane la rabbia, che anche se presto le forze dell’ ordine assegneranno alla giustizia questi delinquenti,con altrettanta celerità la Giustizia assegnerà questi delinquenti agli arresti domiciliari per poi rimetterli nella nostra comunità… e il gioco continua.
    Bisogna cambiare la giustizia italiana e quindi tutta la classe politica di destra e di sinistra che finora da Prodi a Berlusconi non ha fatto nulla per migliorarla. Anzi ha fatto peggio indulti e condoni. Farà meglio Renzi??? MAh..staremo a vedere.

I commenti sono chiusi.