Inventa incidenti con la bicicletta, trovato e denunciato per tentata truffa e calunnia dalla municipale

Il dirigente della municipale dott. Fabio Cerini: "Se avete dei sospetti chiamate la centrale 0586 - 820.420 e digitare il numero 9 per parlare con l'operatore"

Mediagallery

Inventa incidenti falsi con la bicicletta: per questo un rumeno, classe ’84, residente a Livorno, è stato denunciato per truffa e calunnie. L’uomo si presentava negli uffici della sezione di polizia giudiziaria della municipale sporgendo querela e sostenendo di avere avuto un incidente stradale (sosteneva che un automobilista gli avesse tagliato la strada) in via Garibaldi (siamo nel maggio 2013) a bordo della sua bicicletta e a seguito di questo essere stato anche percosso dal conducente dell’autovettura. Il racconto fatto dal querelante non convinceva a pieno gli agenti che iniziavano ad indagare rintracciando alcuni testimoni dell’accaduto i quali smentivano la versione fornita dal rumeno.

Gli investigatori, ancora di più non convinti della versione del rumeno, operavano con l’ausilio del personale dell’ufficio incidenti della polizia municipale una ricerca per verificare se l’individuo fosse stato protagonista di altri incidenti stradali e scoprivano che lo stesso era rimasto coinvolto in altri tre episodi analoghi (2 nel 2011 e uno nel 2012) e in tutti vi erano versioni contrastanti tra il suo racconto e quello dei testimoni. Gli inquirenti, convinti a questo punto che l’operato del rumeno fosse indirizzato a fingere incidenti per reperire denaro, lo hanno denunciato a piede libero per calunnia nei confronti della persona querelata nell’ultimo incidente.

Il dottor Fabio Cerini, responsabile della sezione di polizia della municipale, raccomanda alla luce dei fatti e dei numerosi precedenti in materia di circolazione stradale (come le ormai tristemente note truffe degli specchietti) di prestare massima attenzione e nell’eventualità di rimanere coinvolti in episodi simili di chiamare immediatamente le forze dell’ordine. Centrale operativa 0586/820420 e digitare il numero 9 per parlare con l’operatore.

Riproduzione riservata ©

17 commenti

 
  1. # Gabry

    È grazie a questa gente che un si vive più in una città civile… Ma per posta un si possano rispedì ???

  2. # liburnico

    …a piede libero… pesta Ugo!!! …ma un pochino al “fresco” … ora che fa anche caldo… che ne dite??? Anzi al fresco ma a casa sua… e regali fii 😉

  3. # Urdo

    Sicuramente qualche buonista dira’…poverini vanno integrati…….ci sono anche i delinquenti italiani, come se questo giustificasse gli stranieri che vengono in Italia a delinquere.
    Io invece dico non se ne puo’ piu’… la gente e’ esasperata, poi qua a Livorno la situazione e’ veramente fuori controllo! Mettetevi nei panni dell’automobilista che ignaro di tutto si trova, per la truffa del rumeno, querelato e si trova essere accusato di omissione di soccorso per avere investito un ciclista, (il rumeno truffatore) ed essersene andato, e per aggressione per averlo aggredito dopo l’incidente, chiaramente tutto falso! Qua veramente ti trovi nei guai senza aver fatto nulla…Ma andatevene a ….tutti!

  4. # Crociato

    Poco furbo il rumeno. Se si inventava che invece dell’incidente lo avevano menato gridandogli conto frasi razziste, nessuno avrebbe osato contestarlo, sarebbero corsi la Boldrini e i ministri del PD a difenderlo, il nostro sindaco gli avrebbero dato casa e sussidio, e il poveraccio italiano messo di mezzo sarebbe stato condannato a anni di carcere e a risarcirlo a vita (famiglia compresa) senza poter aprire bocca.

  5. # lorenzo

    facciamogli fare lavori socialmente utili, tipo…. pulire i marciapiedi

  6. # Mattia Ravino

    Vorrei far presente ai razzisti, che l’italia è al 10 posto in europa per accoglienza di immigrati, in poche parole altre 9 nazioni prima di noi accogliono immigrati più dell’italia. La domanda è: come mai nelle altre nazioni non avvengono crimini? Perchè negli altri paesi, ci cono più carceri e più polizia e di reati ne fanno più che in italia. Però l’italiano medio è molto stupido, quindi invece di prendersela con lo stato, fanno la cosa più semplice (dettato chiaramente dalla loro bassa intelligenza) se la prendono con gli immigrati.
    Criminalità e immigrazioni sono legati, anche gli italiani erano delinquenti quando andarono in america. Allora prima di buttare fango, fatelo sui politici sempre pronti a tagliare sulla sicurezza e sulla maggior parte che evade le tasse e per poi non parlare delle non una, non due, non tre, non quattro, ma ben 5 tipe di mafie che ormai spartiscono il paese.
    Quindi, fate funzionare il cervello e chiedete: più soldi per le forze dell’ordine, più carceri dove buttare i delinquenti e più velocità nel processarli. Ah già, molto più facile colpevolizzare gli stranieri.

  7. # Elena

    Menomale ci sei tu che ci illumini d’immenso

  8. # princi53

    se potete mettete la foto GRANDE sul giornale per lo meno la gente può difendersi da questa gentaccia (se è schedato c’è anche la foto)

  9. # kamui

    verissimo! In Italia siamo razzisti al contrario: per non passare da tali, giustifichiamo quello che fa colui che vediamo diverso, quindi poverino l’immigrato e Balotelli diventa eroe e la Mendez miss Italia, chiudiamo gli stadi per i buuu ma non per i cori per le vittime delle fosse ardeatine.
    E questo è la peggior forma di razzismo, non considerare al nostro pari il prossimo, indipendentemente dal colore della pelle o dalle sue origini. Ipocrisia allo stato puro.

  10. # Frank

    Prima di dare giudizi sull’intelligenza dell’italiano medio, cerca di superare il tuo problema culturale, apprendendo che quando parli della delinquenza rumena non è centrato parlare di accoglienza di immigrati… Cosa c’entra in questo caso il tuo riferimento, secondo il quale l’italiano medio (secondo te “stupido e di bassa intelligenza”) se la prende con gli immigrati (anzi come dice te “se la prendono”, che tanto i plurali sono gratis)??? Puoi infine dire a noi stupidi, quali diplomi di studio hai conseguito che così cerchiamo di emularti ed arricchire le nostre facoltà intellettive?? (Comunque una ripassatina alla geografia europea dagliela!!!)

  11. # Lucian

    D’accordo con Mattia Ravino…si vede che è una persona che ha letto qualche libro e che e uscito un po’ fuori da Livorno…e sa che fuori dall’Italia l’italiano è visto peggio di questi delinquenti….

  12. # Malizioso Troll

    Forse volevi dire delle foibe? Sennò ti contraddici un po’.

  13. # Mattia Ravino

    Rispondo con questo articolo, ora gli italiani immigrati in usa hanno fatto i soldi, chi in maniere legale e chi non. Se negate questo, fate solamente la figura di persone di bassa intelligenza. La possibilità di riscatto va data a tutti, perchè non sappiamo chi sono le persone che vengono, sta a noi, con le opportune leggi premiare i bravi e punire i cattivi. Nessuno ci pensa, ma tra i 7 miliardi di persone, solo 3 hanno un’istruzione, e gli altri 4? Nessuno ci pensa, ma tra questi 4 miliardi, ci potrebbe essere una persona che potrebbe scoprire la cura al cancro o alla leucemia, oppure scoprire un modo per produrre energia pulita. Però l’italiano medio è stupido e dice, questo è mio e non te lo do. Vai via! ma vai via tu, italiano medio stupido, perchè tra un delinquente e una persona stupida non c’è nessuna differenza.

    OTTOBRE 1912: relazione dell’Ispettorato per l’Immigrazione al Congresso Americano sugli immigrati italiani negli Stati Uniti.

    Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura.
    Non amano l’acqua, molti di loro puzzano perché tengono lo stesso vestito per molte settimane.
    Si costruiscono baracche di legno ed alluminio nelle periferie delle città dove vivono, vicini gli uni agli altri.
    Quando riescono ad avvicinarsi al centro affittano a caro prezzo appartamenti fatiscenti.
    Si presentano di solito in due e cercano una stanza con uso di cucina. Dopo pochi giorni diventano quattro, sei, dieci.
    Tra loro parlano lingue a noi incomprensibili, probabilmente antichi dialetti.
    Molti bambini vengono utilizzati per chiedere l’elemosina ma sovente davanti alle chiese donne vestite di scuro e uomini quasi sempre anziani invocano pietà, con toni lamentosi e petulanti.
    Fanno molti figli che faticano a mantenere e sono assai uniti tra di loro.
    Dicono che siano dediti al furto e, se ostacolati, violenti.
    Le nostre donne li evitano non solo perché poco attraenti e selvatici ma perché si è diffusa la voce di alcuni stupri consumati dopo agguati in strade periferiche quando le donne tornano dal lavoro.
    I nostri governanti hanno aperto troppo gli ingressi alle frontiere ma, soprattutto, non hanno saputo selezionare tra coloro che entrano nel nostro paese per lavorare e quelli che pensano di vivere di espedienti o, addirittura, attività criminali…
    …….Si privilegino i veneti e i lombardi, tardi di comprendonio e ignoranti ma disposti più di altri a lavorare.
    Si adattano ad abitazioni che gli americani rifiutano purché le famiglie rimangano unite e non contestano il salario.
    Gli altri, quelli ai quali è riferita gran parte di questa prima relazione, provengono dal sud dell’Italia.
    Vi invito a controllare i documenti di provenienza e a rimpatriare i più.
    La nostra sicurezza deve essere la prima preoccupazione.

  14. # Nedo

    Pienamente d’accordo!

  15. # Nedo

    Con Frank pero’……….

  16. # Professorone

    uhm…. quindi facendo un’attenta analisi del tuo concetto, chi non è d’accordo con i tuoi scritti è “di bassa intelligenza” (parole tue) oppure ” molto stupido”, altrimenti chi a te da ragione ,denota un alto grado intelletuale progressista radical chic.
    Uhm…uhm… c’è molto da analizzare uhm…molta materia….uhm..uhm…..

  17. # princi53

    Caro Lucian, ma se te a Livorno ci stai tanto male, cosa aspetti ad andartene, invece di sparare sempre a vuoto su chi sostiene di la maggior parte degli extracomunitari sono un pericolo per le persone perbene e di sicuro non mi riferisco a te che non conosco e non so da dove vieni

I commenti sono chiusi.