Ingerisce eroina e aggredisce i finanzieri: arrestato

Mediagallery

I finanzieri, nel corso di un’attività di servizio finalizzata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi della stazione, hanno proceduto al controllo di un cittadino extracomunitario. Questi, da poco giunto con il treno proveniente da Napoli, aveva assunto un atteggiamento sospetto attirando l’attenzione dei finanzieri. Intuita la presenza dei militari, l’uomo è salito su un autobus nel tentativo di sottrarsi ad eventuali controlli. Dopo pochi metri è stato fermato, fatto scendere dal mezzo pubblico ed identificato per Ayari Fathi, tunisino di 53 anni.
L’uomo palesava una crescente agitazione ed accusava un improvviso malore, inducendo i finanzieri a richiedere l’intervento di un’ambulanza. Una volta giunto all’ospedale, il tunisino ha tentato di darsi alla fuga aggredendo fisicamente i militari. Immediatamente fermato è stato sedato dal personale medico presente e sottoposto ad esame radiografico. A questo punto è emerso la presenza di un “corpo estraneo” che l’uomo aveva ingerito e che, recuperato chirurgicamente dopo 2 giorni, è risultato essere un ovulo in plastica contenente circa 50 grammi di eroina, certamente destinata ad essere spacciata sulla piazza livornese. Il tunisino è stato tratto in arresto per il reato di traffico di sostanze stupefacenti.

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # maledettadroga

    Bene, avanti così!

  2. # lorenzo65

    Inutile…… ogni giorno ne sbarcano a centinaia….altro che ovuli ci attende fra poco !!

  3. # mario

    io l’ambulanza non l’avrei chiamata !!!

  4. # Paolo

    Come dobbiamo chiamarli? Migranti, risorse, profughi?

  5. # Luca

    …un altro povero immigrato per bene perseguitato dai poliziotti cattivoni….. Continuiamo a riempire il paese di questa feccia e questi sono i risultati……

  6. # lorenzo

    Ma guarda un po’ questa GdF che importuna i tunisini spacciatori…

  7. # lorenzo

    Senza dubbio, in prima battuta bisogna chiamarli CRIMINALI, poi, una seconda caratterizzazione e’ MIGRANTI… ovvio che la prima non e’ estendibile a tutti i migranti.

  8. # BASTACOSì

    QUESTI TUNISINI RISIEDONO QUI IN CITTA’ PREFERENDO LA ZONA GARIBALDI FINO ALLA GUGLIA MA NON SONO SBARCATI O EMIGRANTI COME QUALCUNO HA SCRITTO, SONO MERCANTI DI MORTE CHE VIVONO QUI IN CITTA’ DA ANNI, OGNI TANTO NE BECCANO QUALCUNO E SEMBRA CHE SIA UN NOVELLINO APPENA ARRIVATO IN CITTA’ MA IN REALTA’ SONO TALMENTE TANTI CHE PER FORZA DI COSE OGNI TANTO QUALCUNO FA UN PASSO FALSO, SONO VERI PROFESSIONISTI DELLO SPACCIO DI STUPEFACENTI DI DROGHE PESANTI E LEGGERE, LI TROVATE A GIRO TUTTI PROFUMATI ED ELEGANTI CHE SPESSO FREQUENTANO I BAR DEI LUOGHI CHE BATTONO, NON SO SE LE AUTORITA’ PREPOSTE SEGUONO PISTE BEN PRECISE PERO’….DOVE BECCARLI LO SANNO TUTTI A MENO CHE NON CI SIA VOLONTA’ DI NON INTERVENIRE PER MOTIVI LORO.

  9. # alfio

    due giorni fa c’era la notizia di tre ragazze (una che aveva eroina proprio come il tunisino che vi turba tanto..) e nessuno che dice nulla.. Ripigliatevi per favore!

  10. # NO DRUGS

    Alfio…tunisino per certo anche te…no ripigliati te e sii realista e non innocentista fuori luogo…..