Incendio all’alba, auto e garage distrutti. Fiamme da un materasso

Mediagallery

E’ doloso l’incendio in via della Ragnaia, a Castiglioncello, avvenuto il 18 aprile all’alba nel garage condominiale sotterraneo di tre palazzine ai civici 5, 7 e 9. Le indagini dei vigili del fuoco hanno portato a scoprire che nella porzione sud del garage oltre alle auto erano presenti un materasso e alcuni mobili.  E proprio il materasso potrebbe essere stata la miccia del piromane. A dare l’allarme sono stati i residenti, molti dei quali proprietari di seconde case, allarmati dal fumo. Tra questi Emma, 30 anni, che al nostro cronista racconta: “Ho visto le prime fiamme alzarsi alle 4. Ho attraversato il cortile e sono corsa ad avvisare mia nonna che abita accanto. Abbiamo avuto tanta, tanta paura. Per fortuna nessuno si è fatto male”.
Il rogo ha completamente distrutto quattro vetture presenti all’interno dell’autorimessa. Le fiamme hanno fatto crollare parte del soffitto e il calore ha fatto esplodere i vetri delle finestre della struttura.  Il fumo in poco tempo ha raggiunto e annerito le facciate degli stabili fino al secondo piano.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che in via precauzionale hanno fatto evacuare tutti gli inquilini dei tre condomini. Sul posto, oltre ai pompieri anche  la polizia scientifica di Rosignano per ricostruire le cause dell’incendio. Visto l’orario e la facilità con cui si può accedere all’autorimessa non si esclude il dolo.
Lo stabile al civico 7, quello che si trova sopra il luogo dell’incendio, è stato dichiarato inagibile. Gli inquilini degli altri civici nel corso della mattinata sono stati fatti rientrare nelle proprie abitazioni. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici Enel e Asa che hanno verificato l’integrità delle tubazioni. In base a quanto si apprende l’impianto idrico di un condominio è andato ko.
Lievemente intossicato un poliziotto di Rosignano che ha respirato fumo per cercare di portare in salvo i residenti del condominio. Una famiglia è momentaneamente ospitata in un albergo della zona in attesa di capire se il condominio può tornare ad essere abitato.
La testimonianza di un residente.
A parlare di quanto è accaduto è un fiorentino di 53 anni (clicca il video qui sotto per ascoltare le sue parole) residente al civico 7 di via della Ragnaia. “Mi sono precipitato giù per le scale e ho aperto la porta del garage. A quel punto sono stato investito da fiamme e fumo – spiega ancora visibilmente scosso alle 11 del mattino – Ho chiuso immediatamente e, uscito fuori ho chiamato subito i soccorsi. Una delle quattro auto andate a fuoco è proprio la mia. Adesso il problema è andare a lavoro. Io uso la macchina specialmente per questo. Non so come fare. Quando sono arrivati i vigili del fuoco e la polizia ci hanno fatto uscire in pigiama e ci hanno fatto sgomberare l’edificio. Più tardi ci hanno fatto risalire a casa per prendere qualche vestito e un giacchetto, ed eccoci qui. Ora il nostro stabile è inagibile chissà per quanto”.

Riproduzione riservata ©