Incendio nel bosco (3 ettari) sotto Montenero, arriva anche l’elicottero. Domato in 2 ore

L'incendio ha creato non pochi problemi ai pompieri che per raggiungere il punto hanno dovuto aprire l'uscita di emergenza della Variante

Mediagallery

SERVIZIO FOTOGRAFICO A CURA DI SIMONE LANARI

Incendio in via del Tirreno, la traversa di via Mondolfi che porta a Montenero. E’ scoppiato intorno alle 14 circa. Il fumo (nella foto del lettore Paolo Mura) è stato visibile da buona parte della città. Si calcola che siano 3 gli ettari bruciati proprio sotto Montenero. Non sono state interessate le case e intorno alle 16, due ore dopo l’inizio del rogo, dalla centrale operativa dei vigili del fuoco hanno fatto sapere che la situazione era sotto controllo e che si stava procedendo alla bonifica.
L’incendio ha creato non pochi problemi ai pompieri che per raggiungere il punto hanno dovuto aprire l’uscita di emergenza della Variante, la strada che si trova sulla sinistra poco dopo aver imboccato via del Tirreno.
Sul posto è stato fatto intervenire anche un elicottero della Regione Toscana che ha dato manforte alle squadre da terra formate da 5 autobotti dei vigili del fuoco e quattro mezzi dei volontari della Provincia di Livorno. Presenti anche i carabinieri.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Dario

    E’ nova!

  2. # piratatirreno

    Auguro a tutti i soccorritori un buon lavoro.
    E grazie di cuore per il vostro operato, che sicuramente trova soddisfazione nell’aiutare le persone, e non certo nella misera riconoscenza economica.
    grazie ancora.

  3. # rick

    ma Paolo Mura sorvola i nostri cieli e veglia sui nostri sonni?

  4. # Pasqua

    Pomeriggio con spettacolo davanti allo scoglio della Ballerina e spiaggia del Sale… tutti col naso all’insù a vedere l’elicottero che riempiva il cesto in mare!

  5. # antani

    BASTA VOLONTARI…!!!!! CI VOGLIO I VIGILI DEL FUOCO PERMANENTI!!!! Quelli che quando c’è un pericolo intervengono VERAMENTE!!! I volontari devono servire SOLO come supporto!!!!!

  6. # liburnico

    ma de’ poveraccio… e ci documenta lui 😉
    Paolo insisti vai 🙂

I commenti sono chiusi.