Incastrata tra le porte dell’autobus e trascinata, ferita una donna. Paura in centro

di rcampopiano

Mediagallery

Incastrata tra le porte dell’autobus. E’ accaduto, intorno alle 16.20, alla fermata di via Grande all’altezza di via del Giglio, in direzione porto. La donna, sui 65 anni, e i passeggeri hanno iniziato a urlare perché l’autista non si era accorto di quanto stava accadendo. Percorsi poi alcuni metri il conducente ha arrestato la corsa dell’autobus. La malcapitata stava salendo quando le porte si sono chiuse ed è stata trascinata per alcuni metri riportando un trauma da schiacciamento della mano sinistra, oltre a escoriazioni ad un ginocchio e ad un bello spavento. Alla scena hanno assistito decine di passanti vista l’ora di punta ed è subito scattato l’allarme. Partita la segnalazione, sul posto sono intervenuti i vigili urbani e un’ambulanza dell’Svs con medico a bordo, che ha poi portato la donna all’ospedale per gli accertamenti del caso.

 

Riproduzione riservata ©

25 commenti

 
  1. # giacomo

    in occasione ne approfitto per segnalare che i conducenti dell’autobus hanno sempre auricolari/cuffie oppure stanno al telefono qui la distrazione e ovvia in ogni momento.
    Inoltre se li sorpassi perché sono fermi per far salire o scendere i passeggeri ripartono tranquillamente senza guardare stringendoti la corsia. mi sbaglio?

  2. # alessio

    de signora… badabozzi!

  3. # PIRATA

    Ne approfitto pure io!!! in prossimità delle fermate ci devono essere le strisce pedonali,alla fermata del Metamare non esistono! e li le macchine sfrecciano…e attraversare è una roulette russa, prima era provvisoria ora da qualche anno è fissa ma di strisce niente,non penso che sia una spesona per l’atl!!! p.s Auguri di pronta guarigione alla signora.

  4. # ioannis

    Confermo quanto scritto da Giacomo, anzi tengo a precisare che una cosa simile è capitata anche a me tempo fa, per fortuna mi si ruppe soltanto la scarpa, in quell’occasione l’autista parlava con un passeggero incurante di ciò che accadeva.

  5. # io

    1) art.172 cds: ”È consentito l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare che non richiedono per il loro funzionamento l’uso delle mani, purché il conducente abbia adeguata capacità uditiva ad entrambe le orecchie”
    2) la distrazione è sempre possibile per tutti i conducenti (pedoni compresi) e non fa distinzione a secondo del veicolo guidato.
    3) a Livorno non ci sono molte strade a doppia corsia per ogni senso di marcia.In molte delle restanti vie il cds vieterebbe (in teoria) il sorpasso anche in assenza della striscia continua poiché: in concomitanza delle fermate ci sono spesso le strisce pedonali oppure incroci a pochi metri oppure ancora la manovra di sorpasso potrebbe essere considerata pericolosa in quanto le dimensioni del mezzo da sorpassare rende tale manovra pericolosa perche’ non si ha ampia visibilità.
    Infine, ma qui mi sembra di cercare il pelo nell’uovo parlando di Livorno, parecchi automobilisti iniziano la manovra di sorpasso anche dopo che gli autobus con l’indicazione di direzione lampeggiante abbiano segnalato l’intenzione di riprendere la marcia (questa condizione si badi bene solo quando l’autobus non può accedere alla piazzola di fermata a lui dedicata. In quest’ultimo caso l’autobus deve certamente dare precedenza ma essendo un veicolo pesante in molti casi finisce per intralciare i corridori più spazientiti).

  6. # Giulia

    da utilizzatrice quotidiana di autobus mi esprimo con cognizione di fatto e penso che un bel corso di senso civico agli autisti atl sia indispensabile..Hanno comportamenti spesso irrispettosi nei confronti dei passeggeri che magari si lamentano per una fermata non effettuata o per una porta non aperta, perchè ovviamente distratti. Sicuramente non tutti saranno così, ma ho assistito a dei comportamenti da far veramente vergognare.

  7. # mario3

    NO!

  8. # Semprepositova

    uimmei un sarà mia i’r mi marito!?

  9. # Massimo

    Vieterei assolutamente l’uso del telefono cellulare agli autisti dei mezzi pubblici.
    LO SAPPIAMO E LO VEDIAMO TUTTI I GIORNI. Non si puo’ mettere a serio rischio l’incolumita’ dei passeggeri per colpa di questi autisti che violano le leggi sull’uso del cellulare e cioe’ l’utilizzo dello stesso durante la conduzione del mezzo.

  10. # Heli

    Signori ma mettete pure 35 segni positivi ad un commento del genere?? Ma come l’avete presa la patente?? L’autobus non si può sorpassare quando è alla fermata e l’uso degli auricolari è consentito…Non ho parole..

  11. # PIRATA

    Mi potete spiegare una cosa? Perché la maggior parte degli autisti arrivano alla fermata a manetta e poi frenano a secco? E’ un problema dell’ autobus o è lo stile di guida? complimenti ai vecchini che riescono a sta’ ritti!!!

  12. # giulano

    Se fosse stato inserito il dispositivo blocco marcia con porte aperte “OBBLIGATORIO” questo incidente non sarebbe accaduto.

  13. # ir Falorni

    sono indegnato per quello che accade quotidianamente sulle nostre strade di Livorno

    i filobusse volano come razzi anche in centro, a vorte sfiorano le vetrine delle botteghe

    quarche giorno stiacciano varcuno ve lo dio io

    tanto fin a quando un ci scappa ir morto un fanno nulla

  14. # viviana

    provate voi a Livorno per un giorno a fare l’autista del bus …che ognuno vuole fare il comodo suo …mi dispiace tanto per la signora e spero che si rimetta presto …

  15. # kamui

    prova te, la mattina all’8, a passare in motorino al semaforo sugli scali Manzoni, quando l’1 non si ferma al rosso al nautico e ti passa davanti a 2000 mentre te c’avresti il verde, ma è meglio se aspetti quei du’ secondi a passare sennò ti spiaccica contro il parabrezza…

  16. # brunolibero

    Il mestiere di autista di autobus cittadini è uno dei più difficili e pericolosi del mondo. Giusto non far usare i cellulari ai conducenti…giusto fare dei corsi di aggiornamento periodici, giusto intervenire dove c’è da intervenire. Ma un bel corso di civiltà agli utenti no? Tutti pensano, una volta saliti sul bus, di essere i padroni dello stesso e l’autista un loro schiavo…ci vuole ma tanto tanto rispetto per chi svolge questa mansione. Per quanto riguardo automobilisti, scooteristi…stendiamo un velo pietoso…

  17. # jonny

    A Livorno non abbiamo un parco divertimenti e allora se vuoi divertirti puoi sempre prendere l’autobus e cercare di rimanere fermo senza usare gli appositi sostegni

  18. # Sorgentiii

    Tanto a Livorno i controllori sono buoni a controllare solamente se si ha il biglietto…

  19. # Fruzzy

    Ma chi guidava il Segana?

  20. # ioannis

    Sarà pure consentito l’uso degli auricolari, ma sè l’autista per parlare al telefonino prende in mano il microfonino è come se avesse in mano il telefono. Una volta feci presente ad un autista che mi stava investendo (ero in bici), fermatosi alla fermata gli feci notare l’accaduto questi con fare arrogante mi rispose DE’ TI SE MESSO PAURA, vorrei sapere cosa ne pensano i dirigenti, per non parlare quando non si fermano alle strisce pedonali quando vi sono dei pedoni già a centro strada, sono stato varie volte testimone di episodi simili, e mi sono rivolto varie volte presso gli uffici di via di Franco, ma fanno orecchie di campana.

  21. # Rick

    Qualcuno degli autisti mi può spiegare di cosa ve ne fate di fermate lunghe anche 60metri se poi non vi accostate nemmeno al marciapiede e vi fermate in mezzo alla strada? Io farei la multa a voi per intralcio alla circolazione, a me sembra una prepotenza bella e buona.

  22. # Paolo

    Leggendo l’articolo, sono sempre più convinto che a Livorno gli autobus danno noia, poiché la città e’ aperta per traffico, con lo scooter, in bicicletta ma anche in auto si può andare ovunque, quindi il mezzo pubblico e’ solo d’intralcio. Vero e’ che in piedi su molti bus non si sta, i conducenti non capisco perché non rispettano il codice della strada, così come la maggior parte degli utenti delle strade cittadine. E’ anche vero che se esiste una sicurezza porte, che e’ guasta e’ compito del conducente segnalare l’anomalia e farsi sostituire il mezzo. Auguri alla signora per una pronta guarigione !

  23. # Rick

    Ma cosa stai dicendo??!! Se l’autobus non si può sorpassare alla fermata allora cosa le fanno a fare le fermate con divieto di sosta? Soltanto per fare cassa e disturbare ulteriormente la popolazione diminuendo spazi adibiti a possibili parcheggi?? Inoltre mi dici l’articolo del codice della strada che impedisce il sorpasso dell’autobus? Il fatto é che se vi avvicinate, come dovreste fare, al margine destro della carreggiata, dovreste soffermarVi un secondo di piu a dare la precedenza ai veicoli per riprendere la marcia, ma questo per voi é troppo disagevole, pertanto siccome “soltanto” voi siete a lavoro allora avete il diritto di intralciare la circolazione facendo fare tutte le fermate pure ai veicoli che vi seguonol. É una vera vergogna!

  24. # io

    su 100 fermate con la piazzola dedicata si e no una novantina saranno quelle completamente libere.. basta una bicicletta o un motorino per far in modo che la vettura non si possa accostare al marciapiede. Guarda bene in giro e facci caso. Personalmente le leverei del tutto, infatti servono solo ai furbi..almeno s’avrebbero parecchi posti auto in più.

  25. # brutto

    Te c’eri al momento dell’accaduto ? se non c’eri fai più bella figura non dare sentenza … prima di parlare sproposito conta fino 10 ci siamo capiti ….

I commenti sono chiusi.