In prova ai servizi sociali ma viene pizzicato sullo scooter rubato

Mediagallery

LIVORNO –  Pizzicato sullo scooter rubato dalla polizia ma è in prova ai servizi sociali. E’ questo quanto è accaduto a Nicola Lucignano, 52 anni, nato a Pozzuoli ma residente a Livorno da tempo, “beccato” dagli agenti della squadra mobile diretta da Marco Staffa durante un’attività di controllo della nostra città effettuato nei quartieri perifierici di Livorno,. Ed è proprio in via dell’Onu, alla Scopaia, dove è stato sorpreso Lucignano, 52enne con precedenti penali per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. L’uomo stava viaggiando sopra un  motociclo marca Syn, modello Hd, di colore grigio rubato a Livorno, la scorsa estate e per la precisione il 19 luglio. Lucignano, è stato denunciato alla Procura e segnalato al Tribunale di sorveglianza che ha deciso per il ritorno alle Sughere del 52enne per il quale era stato deciso il periodo di prova ai servizi sociali.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # P.Orsini

    Macchè servizi sociali, i furfanti devono stare in galera come l’abate Faria.

  2. # mau

    le pene alterative sono la scusa per tornare a delinquere.

  3. # Carla

    Lavori forzati, altro che periodo di prova ai servizi sociali.

  4. # alberto

    Lo saprei io come fallo smette di ruba’ motorini ecc ecc una bella passata… …questi son peggio dei rapinatori di banche, e son quelli che presto usciranno perche’ poverini sono stretti e stanno male…..

  5. # nicola

    Perche non vi fate i fatti vostri

  6. # luca

    Ma se li facciamo lavorare a ZERO euro (i famosi servizi utili alla socetà) almeno si risparmierebbe qualcosina.
    Negli stati uniti FUNZIONA!

I commenti sono chiusi.