Il 18enne arrestato parla in aula: “Il fondo una fumeria. La droga? La compravo in piazza Magenta”

Il giudice decide di revocare gli arresti domiciliari: per lo studente obbligo di presentarsi una volta al giorno davanti ai carabinieri

di gniccolini

Mediagallery

LA CRONCA DELL’ARRESTO – LEGGI QUI

LIVORNO –  Camicia bianca, jeans e orecchino. Accanto a lui babbo e mamma. Poche parole tra loro. Nel mezzo c’è l’attesa del giudice, la speranza che quell’errore commesso insieme a degli amici in un fondo di via Verdi sia solo un brutto incubo. Il 18enne livornese arrestato due giorni fa dai carabinieri con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di marijuana arriva insieme al suo avvocato Valerio Misiti intorno alle 10 nell’aula gup del tribunale di Livorno.  Lo studente del Vespucci si siede su quelle sedie di legno insieme ai suoi genitori e attende che l’udienza di convalida inizi. Davanti, nella sua mente, le immagini del blitz dei carabinieri, quella “dannata” sera avrà pensato più e più volte il giovane. Quei 62 grammi di “maria” e quel bilancino, quei soldi trovati dai militari che hanno fatto pensare subito allo spaccio.
L’udienza ha inizio. E ieri quell’aula aperta tra sbarre e poliziotti, tra avvocati e pm. Troppo per uno sbaglio commesso da un 18enne?
Il giudice Beatrice Dani entra con i fascicoli sotto il braccio, i genitori provano ad accompagnare il figlio dentro l’aula ma arriva lo stop del magistrato: qui non si può entrare. Ed è ancora solitudine. Mamma e babbo fuori dall’aula, lui dentro con l’avvocato Misiti e tante, troppe carte che lo circondano. E quell’agente di polizia penitenziaria che saluta gentilmente dopo averlo accompagnato all’appuntamento con il suo destino.
Il racconto del 18enne davanti al giudice. In aula lo studente vuole parlare, vuole raccontare la sua storia. “Quando sono entrati i carabinieri – spiega il 18enne al giudice – stavo preparando uno spinello che dovevo consumare insieme ad un mio amico. Il fondo di via Verdi? In effetti lo utilizzavamo come una fumeria ma era anche un ritrovo per giocare alla playstation insieme agli amici”.
Il racconto va avanti, il ragazzo spiega che il “fumo” lo aveva trovato in piazza Magenta da uno spacciatore straniero di cui conosceva soltanto il nome. “Ne avevo preso di più per non tornarci in seguito e per fumarlo insieme ad un mio amico. Quei 60 grammi li avevo pagati 400 euro il sabato precedente”. Come, sempre quel sabato, è datato l’acquisto della bilancina comparata in un negozio del centro.
L’alunno del Vespucci spiega che i soldi li aveva messi da parte dalle paghette dei suoi genitori, facendo anche qualche lavoretto per il padre. Così era arrivato alla cifra che serviva per comprare lo stupefacente.
L’attesa prima della decisione del giudice. Dura un’ora circa l’udienza di convalida dell’arresto. Un’ora in cui l’avvocato Misiti chiede che vengano revocati gli arresti per far tornare a “vivere” il suo assistito. Scuola, sport e tutto quello che ruota intorno ad essere 18enne. Il giudice Dani esce dall’aula e si ritira per decidere il da farsi.
L’attesa è più lunga del previsto. Quando il campanile della chiesa di Santa Caterina che si affaccia sull’aula del tribunale batte il rintocco delle 13 ancora nessuno all’orizzonte. Ma basta attendere pochi minuti per scoprire il finale.
Il Gip stabilisce che il 18enne può tornare a scuola revocando così gli arresti domiciliari. Per il 18enne viene applicata la misura dell’obbligo di presentazione alla stazione dei carabinieri più vicina una volta al giorno.
Per adesso nessuna data ancora per il processo. Le indagini non sono chiuse, l’iter giudiziario andrà avanti. Per lo studente rimane la consapevolezza di aver sbagliato e la voglia di  provare a correggere la rotta.

Riproduzione riservata ©

76 commenti

 
  1. # Jhonfante

    60gr 400 euro? Oggi tutti in piazza magenta

  2. # liburnico

    speriamo che la corregga veramente la rotta e metta la testa a posto… vedo che i soldi al “giovinetto” non gli mancano, forse si annoiava e basta… poverino…

  3. # Ale

    Secondo me voleva provare a fare il business. Penso che un paio di storcidiollo dati da babbo e la caona presa davanti al giudice li passi le ruzze. Hai capito 400 euri di fumo per farsi du fistioni con l’amici. Bimbo ma chi la racconti!!! Metti la testa a posto vaii.

  4. # Andrea

    Esagerazione totale su tutto!!!! L’unica sua sfortuna, è Italiano e sopratutto Livornese!!!! Sugli scali saffi tutte le sere da oltre 2 anni stranieri spacciano, consumano, si ubriacano e infastidiscono… DA OLTRE 2 ANNI!!!

  5. # Giustizialista Sceriffo

    E poi l’altro giorno c’era pure qualche buonista che lo difendeva questo delinquente…

  6. # Pniell

    400 euro a 18 anni solo per fumare e poi dicono che c’è crisi sti cavoli alla faccia della crisi

  7. # mima

    la mia paura è che il fatto che sia tornato alla vita di tutti i giorni gli faccia credere che può fare tutto e magari si fa grande tra gli amici

  8. # Federico

    Sto lontano dallo stress fumo un po’ e dopo gioco a PES.

  9. # fred

    Vai a fare volontariato alla misericordia o all’svs, vedrai che il tempo ti passa meglio ed è molto più positivo!

  10. # Virgola

    Finalmente possiamo leggere un articolo! …credo sia la seconda volta, anche l’altro a firma del Sig. Niccolini.

  11. # dez

    Sinceramente non sono d accordo con lo stile buonista e quasi paterno dell articolo sembra quasi che il ragazzo sia una vittima e la legge il colpevole ( con alcuni passaggi sottolineati dalle figure ( es : . Ed è ancora solitudine. Mamma e babbo fuori dall’aula – / E quell’agente di polizia penitenziaria che saluta gentilmente dopo averlo accompagnato all’appuntamento con il suo destino )

  12. # FrancoR

    E l’affitto della “fumeria” anche quello usciva dalle paghette?
    Io e i miei amici usavamo la mansardina per andare con le bimbe… altro che spinelli e playstation….

  13. # roberto

    Benvenuti sulla terra!
    Finalmente oggi sappiamo che in piazza magenta si spaccia, all’ombra dei lampioni sapientemente oscurati di vernice blu, tutte le sere e anche di giorno,nonostante più volte sia stata segnalata questa situazione.
    personalmente a due vigili che davano la caccia ai padroni dei cani ho fatto presente la faccenda dei lampioni ottenendone un vago impegno a provvedere.
    tutti conoscono lo spacciatore di cui fa cenno il ragazzo ma di polizia,carabinieri,vvuu (tranne che per i cani,noti spacciatori) manco l’ombra
    complimentoni a tutti e’ cosi’ che si combatte il crimine

  14. # star

    ma quanti perbenisti ci sono a Livorno……

  15. # matteo

    Quante storie per un po’ di erba….e se lo avessero trovato con 30 litri di vino ?? Conosco uno spacciatore di vino a porta a terra che si chiama ipercoop Ah no è vero siamo in Italia e lo stato con l’alcool ci guadagna…….

  16. # Nino

    Ebbene la realtà è proprio come sembra a te. Basta fare qualche chilometro a nord, in Svizzera, o in molti altri paesi europei e il comportamento del ragazzo diventa magicamente, completamente legale. Come lo spiegate voialtri che lo volevate mettere alla gogna?

  17. # Il Messicano

    Invece di rilasciallo alla volè, se li davano 12-13 anni di galera, la prossima vorta c’avrebbe pensato prima di rispaccià.

  18. # mau

    ma inventane meno..cosa avresti detto ai vigili che cercavano i padroni dei cani? se non lo sai i migliori padroni di cani sono proprio in piazza magenta e i vigili ci passano solo per controllare i parcheggi…se sei un perbenista stattene dalla parte della coin che c’è i giochini apposta per te.

  19. # Nino

    Messicano, ma lo vuoi sapere meglio del giudice cosa bisogna fare? Vedi, le forze dell’ordine sono robottini, fanno rispettare le regole, poi ci sono degli esseri umani, i giudici, che applicano la giustizia. Se il giudice ha ritenuto di “rilasciallo alla volè” come dici te, avrà avuto i suoi motivi. Alla luce di questo, tale vicenda non rimane solo uno spreco di forze pubbliche quali forze dell’ordine, aule di tribunale, giudici?….
    PS: Messicano, i messicani sono famosi per il loro largo uso di Marjiuana, vedi un po te, il tuo controsenso.

  20. # Gianluca

    La legge italiana è una delle più dure al mondo sulle droghe leggere. Peggio di noi solo i paesi arabi.

    USA, Francia, Germania, Stati Uniti, Paesi Scandinavi, Paesi Iberici, Australia, Olanda, Danimarca, hanno tutti una differente legislazione in tema di droghe leggere e molti di quegli stati ne permettono il consumo, la coltivazione, o addirittura loro stessi ne traggono profitto.

    In italia il profitto è lasciato alla criminalità ed il costo delle repressione fallimentare alle tasche dei contribuenti.

    Lo spaccio è bene che sia punito ma in Italia, se vi documentate su google leggendo le leggi in materia, basta una quantità irrisoria, circa 50 euro (ma dipende dalla qualità della sostanza), per essere considerati spacciatori.

    Il problema della legge Italiana è che la detenzione di un quantitativo superiore a pochi grammi, presume i fini di spaccio.

    Una legge fatta bene per punire gli spacciatori e disincentivare i consumatori abituali, dovrebbe indagare le abitudini comportamentali di questi ultimi ma questa legge l’ha fatta Giovanardi con Fini…voglio dire, un leghista ed un ex fascista dichiarato.

    La cosa ancor più grave è che il penultimo referendum che raggiunse il quorum in Italia abrogò il reato penale per il consumo di stupefacenti ma il parlamento a meno di 10 anni da tale referendum lo ripristinò.

    Comunque quanti forcaioli a Livorno… oppure è solo gente che su internet veste dei panni diversi da quelli di tutti i giorni ?

    Aprite gli occhi, a livorno c’è spaccio e consumo ovunque e siete qua a crocifiggere un 18enne che ha fatto un errore e sicuramente lo pagherà. Gli basti questo, non ha bisogno anche della vostra cattiveria, stupidità ed iprocrisia.

  21. # Samarcanda

    che qui non siamo in Svizzera, paradiso bancario di frodatori ed evasori, ma voi in Italia vorreste metterli alla gogna. e ora come la mettiamo?

  22. # BARBARA

    Boia…sei deli’ato…e per gli stupri cosa daresti…ma vai vai…per non dire di peggio!

  23. # Gg

    Si ma non giocano alla play station

  24. # Gg

    …Invece in altri paesi , non e’ per niente legale .
    E non sarebbe andato a casa agli arresti domiciliari.
    …….

  25. # Giovannielle

    E’ spaccio(per la quantità) e basta.
    Un bel giochino che e’ stato interrotto.
    Spero per il suo bene.
    Se fumava una cannetta no problem nemmeno una pisciata gli facevano fare.

  26. # dez

    attenzione in olanda svizzera è legale il consumo di sostanze leggere e non lo spaccio, se ti trovano a spacciare passi dei guai più grossi dei nostri , se ti trovano a consumare sostanze pesanti hanno la mano altrettanto pesante .

  27. # francesca

    visto che è maggiorenne si potrebbe sapere il nome? almeno sappiamo i nostri figli chi frequentano e cosa fanno.

  28. # save

    agli stranieri che danno noia alle ragazze ,che rubano e che ti costringono a dire”un passo da piazza della repubblica la sera senno m’accortellano” gli fanno il cazzatone in questura e poi dopo 3 ore sono a casa(perche a loro le danno ) e a questo bimbetto gli daresti 13 anni per una bischerata? non che lo difendo ci mancherebbe altro pero de…12 – 13 anni l’hai buttata fori dar vaso de!!!

  29. # Nedo

    Grande Dez, ho pensato la stessa cosa, l`articolo palesemente fazioso, assolve a priori il ragazzo, che per l`amor di Dio e un giovanotto e puo saver sbagliato, ma sicuramente non e` una vittima della legge! Patetico buonismo come spesso si legge………

  30. # Nedo

    Che commento ignorante! da colui che ignora e non riflette! In alcuni stati non puoi acquistare alcol se hai meno di 21 anni, in altri non vendono alcol prima delle 18 di sera, in altri il fumo e` legale in altri no……..si chiamano leggi bello mio, impara a conoscerle e rispettarle, e capirai che ogni stato sovrano fa le leggi che ritiene giuste….possono piacere o no, ma vanno rispettate comunque! Come lo spiegate voi altri che parlate sempre a caso??

  31. # tommicche

    E continuiamo. Siamo tutti con te, quando tutto questo sarà finito potrai ricominciare a fumarti le tue canne in santa pace, sperando che in un prossimo futuro questo obrobrio di legge che ci ritroviamo venga definitivamente cancellata. LA CANNABIS NON è IL MALE!!

  32. # Nino

    Gg forse non hai letto bene: “Il Gip stabilisce che il 18enne può tornare a scuola REVOCANDO così gli arresti domiciliari.” Quindi secondo il giudice, lo spaccio, non sussisteva. O sbaglio? Lo stesso vale per il commento qui sotto di Dez.

  33. # ora basta

    ripeto, nei paesi occidentali non ce n’è uno che reprime la cannabis come l’italia. l’unico in cui il posseso di piccole quantita di stpefacente è considerato reato penale, con presunzione di spaccio anche senza essere colti sul fatto o con prove evidenti. la cannabis non è il male

  34. # ora basta

    ed è giustissimo, solamente che alla Svizzera e all’Olanda bisogna aggiungere la spagna, la Repubblica Ceca, il Portogallo, la Francia, la Germania, l’Uk, Usa etc etc. Italia? REATO PENALE!

  35. # Nino

    Nedo, il ragazzo è stato assolto non solo dall’articolo ma anche da un giudice, e non credo che l’abbia fatto “a priori” come invece risulta essere il tuo giudizio.

  36. # Asciaweb

    io quando fumavo le sigarette compravo due o tre pacchetti per volta, mica una sigaretta ogni 15 minuti. quando compro la birra ne prendo una o due casse da 6. non vedo perchè uno si dovrebbe comprare una canna piuttosto che fare un po’ di scorta con 60g, oltretutto che sarebbe stata da dividire con gli amici. questo a te basta per accusare un ragazzo di spaccio? è come ti entrano in casa i carabinieri ti trovano con un coltello e ti accusano di omicidio. sarebbe ridicolo non trovi?

  37. # Carlo Campolo

    Ma cos’è, la sceneggiatura di un film?!!?

    “E ieri quell’aula aperta tra sbarre e poliziotti, tra avvocati e pm. Troppo per uno sbaglio commesso da un 18enne?”

    E ancora

    “Un’ora in cui l’avvocato Misiti chiede che vengano revocati gli arresti per far tornare a “vivere” il suo assistito. Scuola, sport e tutto quello che ruota intorno ad essere 18enne. Il giudice Dani esce dall’aula e si ritira per decidere il da farsi. L’attesa è più lunga del previsto. Quando il campanile della chiesa di Santa Caterina che si affaccia sull’aula del tribunale batte il rintocco delle 13 ancora nessuno all’orizzonte.”

    Giornalismo o alterazione della realtà?

  38. # Nino

    Sii preciso fino in fondo allora….In Svizzera e nei principali paesi Europei e del Mondo, anche in America che tanto amate e sognate, è legale il consumo e l’autoproduzione. In Svizzera nel dettaglio è legale l’autoproduzione fino a 4 piante per inquilino. Questo vuol dire che se in un appartamento ci stanno, per esmpio, 3 persone, in quell’appartamento ci possono essere fino a 12 piante. E come faranno a guidare l’auto?!?! Chissà quanti incidenti e morti!!! Quanti criminali!!!….. Mah…

  39. # mi par mill'anni

    sono errori che si commettono a quell’età …
    è una lezione di vita

  40. # Nino

    Scusa ma per te non ho risposta, non mi resta che pronarmi di fronte alla evidente onniscienza dei vari commentatori seriali.

  41. # tizioincognito

    ma quale errori? nel fumare cannabis non c’è niente di male, in errore è la legge! e non mi dite che la legge è legge, ci sono svariati casi in cui la legge è in errore, a volte motlo avolte poco

  42. # Nedo

    Nino ma ci fai o ci sei?? hai letto l`articolo?? leggilo bene, il giudice non ha assolto nessuno ha solo revocato gli arresti domiciliari, questa era un udienza per la convalida dell`arresto, resta di fatto l`obbligo di firma alla stazione dei CC! E` scritto nell`articolo: (Per adesso nessuna data ancora per il processo. Le indagini non sono chiuse, l’iter giudiziario andrà avanti.)…secondo te cosa vuol dire che e` stato assolto??….Basta sparare cavolate passate per ignoranti!

  43. # dez

    attenzione il ragazzo non è stato assolto … è in attesa di giudizio con obbligo di firma … per la legge rischia fino a 3 anni ( 2,5 ai domiciliari )

  44. # libera

    Che commento ridicolo, ti vorrei ricordare le leggi razziali. O il legittimo impedimento

  45. # Gianluca

    genitore 2.0 : per sapere cosa fa il figlio, ha bisogno di farsi dare i nomi dei ragazzi che si fanno le canne da quilivorno ? complimenti davvero. Forse questo ragazzo si sfaceva di canne indisturbato proprio perché la mamma forcaiola era caccia di streghe su quilivorno.

    Ad ogni modo signora, a Livorno i luoghi noti di spaccio e consumo droga sono tanti : venezia, piazza magenta, piazza attias, tutti i moletti (antignano, ardenza, naziario sauro), stadio, e fondi sparsi in città (come in questo caso).

  46. # matteo

    eccone un’altra che vive sulla luna….

  47. # DANIELA

    Sentì questa, vorrebbe il nome sul giornale, io del mio figliolo conosco gli amici , ma poi lui ne conoscerà altri 1000 tra palestra, mare, scuola, ma deh questo ragazzo ha fatto una cosa gravina , ma ora deh fatela finita ! Gli servirà di lezione! Ma ora chi ruba una mela gli staccate il collo dalla testa! Vieni Bonini . Non puniscono di dovere stupratori di figlioli puniscano lui? Ma accendete le lampadine!!! Boia tagliateli la testa in piazza vai.

  48. # Il Moralizzatore

    Nessuno ti vieta di fumarla, una cos è fumarla una cosa è la detenzione di 60 grammi! Non fate i vittimisti la legge è chiara e non vi proibisce di fumare

  49. # DANIELA

    Ma ci pensate mai ! Che un giorno una… Del genere la potrebbe fare un nostro figlio, no ! Sarete mica quelli che dicano io le corna non le ho ehhh… Allora voglio vedere se parlereste così dei nostri figli! Ma va’ va’ .

  50. # Il Moralizzatore

    60 grammi non mi sembra un piccolo quantitativo, e anche nel resto d’Europa un quantitativo del genere è illegale.

  51. # libera

    Io non capisco proprio i pollici rossi, questi sono dati certi, non opinioni personali. O volete negare anche la realtà?

  52. # Il Moralizzatore

    Il giudice non l’ha assolto. ha solo revocato gli arresti domiciliari, poi ci sarà il processo. per il ragazzo i guai sono solo iniziati. Visto i tempi dei processi in italia vivrà diversi anni con l’angoscia del suo futuro, inoltre la sua fedina penale è compromessa per sempre. Qundi ragazzi state attenti che rovinarsi la vita è un’attimo.

  53. # Alex

    Strano…..spaccio in piazza magenta???
    La notte ci sono soltanto persone in giacca e cravatta in giro….

  54. # silvia

    per me invece leilì non ce n’ ha neanche figlioli, vole sape’ il nome solo per ciaccia’ sull’uscio con le vicine di ‘asa.

  55. # Francesco R.

    Nell’articolo di oggi addirittura avevano scritto pure il nome di questo ragazzo… Vedo che adesso lo hanno tolto… Forse qualcuno alla fine ha pensato che poteva essere “a rischio incolumità”, pubblicando il suo nome, visto che dalle parti di P.zza Magenta ( e non solo…), i ragazzi così sono targati per sempre a vita come “infami”. Spero che essendo 18enne, metta la testa a posto. Di tempo ne ha quanto ne vuole, ha una vita davanti…

  56. # Legalizzala

    Se l’Italia fa la cosa piu giusta sia per la sua economia e comunque anche per il popolo , legalizzando la canapa ed i suoi derivati ( ottimi in ambito medico, industriale e molto altro ) non avremmo questo tasso di criminalita’ cosi “alto” anche perche’ come tutti noi sappiamo le carceri son piene di spacciatori e non di stupratori od assassini o altra gentaccia, dovremmo aprire le porte alle nuove frontiere in modo da guadagnare da questa cosa e non solo spendere soldi e condurre indagini spesso lunghe e difficili quindi costose per nulla. il fatto e’ che gli altri paesi sono piu avanti di noi e questo anche per le piccole citta’ , le persone sono libere di decidere se utilizzare la patente ed un mezzo proprio e quindi magari non fare uso di sostanze stupefacenti leggere come la cannabis, ma le altre quelle che magari decido di farne uso , usano i mezzi pubblici che non fa schifo prenderli , perche’ non sono lezzi mal messi e sempre in costante ritardo come in Italia. ma tornando al punto della situazione dovremmo pensarci un po tutti al fatto che stiamo mantenendo la corruzione e la malavita italiana, loro gestiscono lo spaccio, invece di guadagnarci come fa ad esempio l’Olanda o l’America noi italiani si lascia MILIARDI alla Mafia ed altri. LEGALIZZATELA .

  57. # DANIELA

    Ah pure! Avevano messo il nome ! Che teste. No qui siamo avanti solo per aver messo l’euro a rovinarci la vita! Io non sono favorevole però deh legalizzatela la voi la compri un la voi ciao . E si levano di torno pure li spacciatori deh che…

  58. # nancy botwin

    evidentemente non sei bene informato. averne 60 grammi o 5 non cambia per la legge, c’è sempre la presunzione di spaccio. quindi come si può fumare senza andare nel penale? comprando due briciole per volta. fai cosa, quando vai alla coop, prendi un bicchiere di vino, e tornaci ogni volta che te ne va uno.

  59. # nancy botwin

    mio figlio è libero di fumare se gli va, essendo persona con la testa sulle spalle se ha fumato o bevuto non si mette certo alla guida o non va certo al lavoro. non vedo altri fattori negativi oltre a questi. sarei invece molto contrario se fumasse del tabacco, sostanza di gran lunga più nociva della cannabis

  60. # nancy botwin

    dovete mettervi l’animo in pace, il futuro per la cannabis è quello di libertà, forse ci vorranno pochi anni, forse qualcuno di più, ma l’era del proibizionismo ha i giorni contati, tra poco gli amanti della cannabis non saranno più considerati come terribili delinquenti e non avranno più bisogno di nascondersi. VIVA LA CANNABIS SATIVA L.

  61. # nancy botwin

    ma senti con cosa si esce fuori. magari il fondo è frequentato da 15 ragazzi e con 20 euro al mese ci pagano l’affitto. che ne so allora chiudiamo tutti i fondini dei ragazzi, tanto visto che non lavorano è chiaro che spacciano per pagarsi l’affitto! ma fammi il piacere, contate fino a 10 prima di scrivere vai

  62. # nancy botwin

    dovete stare attenti ma quando andate a votare, perchè se il ragazzo si è rovinato è solo colpa dei signori fini giovannardi e tutti quelli che l’hanno votati! tra l’altro il secondo tanto per cambiare ha fatto una legge terribile sulle droga e guarda caso la famiglia gestisce diversi centri per tossicodipendenti. c’entrerà mica qualcosa?

  63. # nancy botwin

    veramente caro moralizzatore per esempio in spagna si può acquistare presso i csc ben 40 grammi al mese. non è molto meno dei 60 in questione. ma il punto è che tra 60 o 10 non c’è differenza nella pena, quindi meglio rischiare una volta sola acquistando quello che si può. se fosse legale acquistare quei 40 grammi, nessuno verrebbe mai tratto in arresto con 60 grammi.

  64. # nancy botwin

    in Olanda invece sono 5 grammi al giorno, che al mese fanno 150 grammi

  65. # nancy botwin

    ma sai che c’è anche chi fa il volontario e si fuma le canne? lo sai che ci sono medici all’ospedale di pisa e anche in quello di livorno che si fumano le canne? lo sai che ci sono membri delle forze dell’ordine che si fumano le canne? ed anche professori. ho fatto questi piccoli esempi solo perchè posso dirlo con sicurezza. potrete anche non essere d’accordo, ma questa è la realtà, che vi piaccia o meno. la differenza è che i ragazzini lo fanno in giro, esagerando come fanno in tutto quello che fanno. gli adulti lo fanno tranquillamente a casa, in maniera corretta. esattamente come con l’alcol. i ragazzini abusano. il problema è l’educazione, non sono le sostanze

  66. # nancy botwin

    scusa daniela ma avevo inteso male il tuo commento

  67. # Legalizzala

    Se dovessero legalizzarla, i ragazzi le persone adulte e comunque chi ne fa uso, qualsiasi sia il loro scopo, la potrebbero’ benissimo comprare in un negozio, coffee shop o in qualsiasi negozio autorizzato e magari i commercianti avrebbero’ un futuro e ci sarebbe un giro di soldi PULITI su una cosa COMPLETAMENTE NATURALE, un ricavato a mio vedere che puo’ portare solo cambiamenti positivi se applicato nel giusto modo.
    Ma fino a che non si rinnovera’ lo stato italiano parlamento deputati chiesa ecc. noi resteremo indietro a tutti continuamente sepolti dalle vecchie “tradizioni” ( non che siano tutte in male ) ma dall altro canto con un governo vecchio.

  68. # Comunista contro la droga

    Ma basta! Lo vuoi capire che i giovani hanno bisogno di studiare, hanno bisogno di conoscenza e non hanno bisogno di sfuggire dalla realtà e di alienarsi con droghe, pesanti o leggere che siano! E magari tu sei pure uno di quelli che crede di essere contro il sistema…fai pena, lasciatelo dire.

  69. # assurdina

    ok, il futuro sarà per la cannabis libera ma per ora non lo è e quindi chi sa di contravvenire alla legge deve essere pronto a subirne le conseguenze. 18 anni sono sufficienti per capire cosa si deve o non si deve fare e non è certo il permissivismo che aiuta a capirlo. Poi una piccola considerazione del tutto personale per l’autore dell’articolo: sembra una pagina del libro cuore… manca l’immagine del ragazzo con il tascapane a tracolla con dentro un tozzo di pane secco. Ma facciamola finita di giustificare tutto e tutti. A me personalmente, nonostante la descrizione della sua mattinata strappalacrime, non fa per niente pena: a 18 anni sono maggiorenni, possono guidare l’auto e possono votare. Sanno molto bene quello che fanno

  70. # DANIELA

    😉 ciao.

  71. # Legalizzala

    Ho studiato sono laureato ed ho un lavoro ed ho fumato nei miei anni scolastici ed anche parecchio e non mi sembra di aver fatto una brutta fine anzi…. non fuggo dalla realta’ anzi ci convivo tutti i giorni eppure ho fumato e se mi capita tra le mani 2 tiri li faccio! E caro ”COMUNISTA” CONTRO LA DROGA ti faccio pena per il fatto che sono a pro della legalizzazione di una cosa naturale con cui puoi produrre qualsiasi tipo di cose ? l alternativa migliore al petrolio!
    Farmaci , carburanti , abiti , case , auto , olio sia per motori che per cucinare e moltissimo altro ancora. e non sai i MILIARDI che ci guadagnerebbe lo stato invece di lasciarla ai mafiosi. ma ovviamente poi subentra l ignoranza delle persone come te e puff i soldi vanno in mano a queste persona qua.

    E magari fumi sigarette o ti bevi il caffe la sera o la mattina , o ti bevi una birra, sappi che anche quelle sono droghe ed uccidono persone in continuazione, ma la differenza sta nel dove le compri, e lo fai al supermercato! fatti du conti! 😉

  72. # Seb

    18 anni, 400 euro per fumarsi i joint e qualcuno ha il coraggio di chiamarlo “poverino”…mi viene da vomitare!

  73. # Il Moralizzatore

    Dai non diciamo fesserei legge permettesse 60 saremo qui a parlare di 100, se permetesse 100 saremmo qui a parlare di 200. la legge è quella e dentro i paletti della legge ti devi muovere, nessuno va nel penale se viene trovato con due spinelli in tasca, se si vuole fare un dibattito serio ok, se si vuole dire menzogne io mi tiro indietro.

  74. # Arbe

    Da una ricerca portata avanti da oltre 1000 medici nel mondo, è risultato che la droga con il più alto indice di assuefazione è il tabacco e la droga che conta più morti (direttamente o indirettamente) è l’Alcool. Il tabacco al 2° posto. Al contrario invece non esiste al mondo un certificato di morte attribuibile alla Marijuana.
    Come vi spiegate che le 2 droghe al primo posto tra assuefazione e mortalità siano proprio quelle legali?
    Sapete che i produttori mettono nel tabacco dai 400 ai 600 additivi (sostanze chimiche) ed alcuni dei quali servono per addirittura per umentare la già alta assuefazione alla sostanza?… E il vostro amico stato non fa niente per tutelarvi? Ah già… Lui ci guadagna, ben vengano gli additivi e i morti.
    Questo commento, non tanto coerente con l’articolo, l’ho fatto per far sentire un po’ tutti, compresi perbenisti e puritani, correlati al fenomeno droga in maniera addirittura maggiore di chi si fuma qualche canna.

  75. # Nedo

    Hihihi da questi commenti si vede che Livorno è na città d’avvocati… paura di perde il posto è??

    Come si fa se un si pole più chiede 2000 euro a lettera a qualche genitore di qualche ragazzetto beccato a fumà?

    Ma poi voi mette andà in un fondo di 18anni con l’andà a controllare un campo rom? eheheh Li ci stanno quelli seri, quelli con la coca, quelli con la roba, quellicon le armi, li e in tanti altri posti.

    Ma no, andiamo a beccare il pericolosissimo SPACCIATORE DI ERBA.

    Mi fa ride anche chi scrive “è vabbè fumare sono d’accordo, ma quì siparla di spaccio, 65 grammi d’erba!!”

    No ma scusate è uno che vole fumà come dovrebbe fare se non comprarsela? fatemi capire…

    Semplicemente se ci fossero delle leggi decenti e meno ipocrite lo spacciatore di marijuana si chiamerebbe “commerciante” e la piazza di spaccio “dispensario”.

  76. # Giovannielle

    60 grammi per la quantita’ non e’ uso personale , per legge e’ spaccio.
    poi se la fumavano tutta o meno se la vendavo per ricomprarsela o cavoli loro, a me non me ne viene nente.
    Penso ed un bene per loro che questo giochino sia stato interrotto.
    Poi se per te va bene che uno si fumi 60 grammi di mariuana in compagnia e un altra cosa per la legge no.
    Sad but true

I commenti sono chiusi.