Gdf, in beneficenza i capi contraffatti sequestrati

Mediagallery

La Guardia di Finanza di Livorno, grazie alle autorizzazioni rilasciate dalla competente Autorità Giudiziaria nella persona della Dottoressa Beatrice Dani, ha donato centinaia di capi di abbigliamento in sequestro in favore del “Sovrano Militare Ordine di Malta” – delegazione di Pisa – Sez. di Livorno.
I capi di vestiario contraffatti, opportunamente privati delle “false griffes”, sono stati consegnati al Dottor Nannipieri Amedeo del Sovrano Militare Ordine di Malta e a Don Placido Salvatore Bevinetto, parroco della chiesa della Madonna, da anni impegnato a collaborare proprio con il Sovrano Ordine per iniziative umanitarie, e saranno devoluti a persone bisognose.
Non è la prima volta che la Guardia di Finanza destina in beneficenza i prodotti contraffatti sequestrati che, in alternativa, verrebbero distrutti.
L’altissimo valore etico che ben si inserisce nel contesto di solidarietà, evidenzia una forte sinergia e comunione di intenti tra le varie istituzioni, militari civili e religiose, operanti sul territorio labronico.

 

Riproduzione riservata ©