Maxi furto di pellame. La polizia scopre il nascondiglio della refurtiva

Mediagallery

Furto di pellame per 80mila euro in una ditta di import-export, la General Express, in via Salvatore Orlando. La polizia lo ha scoperto intervenendo per un sopralluogo in una carrozzeria, su segnalazione del titolare, il quale aveva riscontrato segni di effrazione sul cancello principale che dà accesso al piazzale antistante la struttura. Inizialmente è emerso che era stato consumato il furto del carburante contenuto nel serbatoio di un furgone Iveco. Ma nel perlustrare il piazzale gli agenti hanno rinvenuto, in un angolo nascosto, 5 bancali di pellame e due muletti da carico che il titolare della carrozzeria non riconosceva quale materiale di sua proprietà. E’ così emerso che dalla ditta import-export confinante con la carrozzeria erano stati sottratti altri 11 bancali identici a quelli rinvenuti, provenienti da una conceria della provincia di Vicenza, contenenti pelli per un peso di due tonnellate e per un valore di circa 7000 euro per ogni singolo bancale.
I ladri, evidentemente, non erano riusciti a recuperare la refurtiva lasciandola sul posto in previsione di portarla via in un secondo momento ed avevano sottratto il gasolio dal furgone per il rifornimento del proprio veicolo. E’ stato quindi predisposto un servizio di appostamento da parte del squadra mobile per potere sorprendere i malfattori durante le operazioni del secondo carico della merce, ma non vi è stata alcuna traccia dei ladri.

 

 

 

Riproduzione riservata ©