Furto alla “Guess”. La titolare insegue la ladra e recupera la merce rubata

Mediagallery

Le volanti ieri pomeriggio, giovedì 29 agosto, sono intervenute in via Ricasoli all’interno del negozio  “Guess” in quanto una commessa aveva sorpreso due giovani donne che si stavano appropriando indebitamente di alcuni capi di abbigliamento. I dipendenti riferivano che poco prima di chiudere avevano visto uscire dal negozio due giovani donne, già notate prima in atteggiamento sospetto, che una volta fuori prendevano opposte direzioni. La responsabile del negozio decideva di mettersi sulle tracce di quella diretta verso piazza Cavour in quanto in possesso di una grossa borsa di similpelle a scacchi marrone presumendo che all’interno avesse occultato della refurtiva. La responsabile inizialmente provava a fermarla chiamandola più volte, senza successo, fino a che riusciva ad avvicinarsi e quasi bloccarla.

La donna vistosi scoperta, abbandonava la borsa in via delle Bandiere e si dava, senza l’ingombro della borsa, a una precipitosa fuga, facendo perdere le tracce. La borsa consegnata e posta sotto sequestro dalla volante, una volta aperta, conteneva sia vestiti usati, molto probabilmente per cambiarsi dopo aver commesso il reato, sia la tipica attrezzatura atto allo scasso (cacciaviti grandi e piccini, un paio di forbici una chiave inglese ), sia una gonna in jeans con ancora attaccato il cartellino di vendita del negozio a cui era stato strappato il dispositivo anti-taccheggio.
Allo stesso modo veniva posto sotto sequestro un’altra borsa con schermatura usata per compiere un tentativo di furto presso il negozio Foot Locker. Furto non andato a buon fine per l’occhio attento del personale che, notando una giovane donna che all’interno del negozio si muoveva in modo sospetto, decideva di fermarla ma vistosi scoperta si dava a precipitosa fuga , abbandonando la borsa con la refurtiva, tre maglie da basket americano. Tutta la merce rubata e rinvenuta in entrambi gli episodi veniva restituita ai legittimi proprietari.

 

Riproduzione riservata ©

27 commenti

 
  1. # mario tellini

    Siamo proprio circondati da brava gente!! Purtroppo però questi fenomeni sono destinati ad incrementarsi stante la nostra attuale legislatura!

  2. # Nedo

    Chissà chi saranno queste ladruncole.. chissà chissà…

  3. # Alì

    Brava Maura ci vorrebbero tutte come te! La prossima volta usa lo sgambetto

  4. # la livorno oltre il boia deh!

    un ti tengono in galera nemmeno sei fai le bombe!

  5. # asdrubale

    Stai a vede’ son stato io…….

  6. # Francesco R.

    Due donne ok… Livornesi? Sarei proprio curioso di saperlo…

  7. # marottan culotu

    Sicuramente livornesi, se erano romene lo avevano già scritto.

  8. # Sorgentiii

    Mettete le foto, aiutereste gli altri commercianti.

  9. # AndreA

    Allora anche le italiane rubano! Pensavo solo le straniere! La prossima volta ricordatevelo

  10. # Polemicone

    SI… si, con l’attrezzatura tipica del mestiere uguale a quelle altre due prese nel palazzo la scorsa settimana…magari sono le solite …tanto son già fuori. ahoo marmotta!

  11. # Boscorelli

    Scusa, forse mi sono distratto o non ho letto bene , ma dove sta scritto che erano due italiane? Non mi sembra che sia specificato nel presente articolo. Questo tuo essere prevenuto nei confronti di noi ITALIANI mi sembra alquanto RAZZISTA. ps: prova a rileggerti l’articolo.

  12. # Danielmaries

    “…La borsa conteneva la tipica attrezzatura atto allo scasso (cacciaviti grandi e piccini, un paio di forbici una chiave inglese…”
    Ma quante volte abbiamo letto di questa ” tipica attrezzatura” nei vari furtarelli nei negozi e nelle abitazioni? Qua non si parla del furto occasionale di qualche bravata, ma dei ” soliti noti” che vivono dei soliti espedienti….

  13. # IMPARA A LEGGERE

    ma dove lo leggi che sono italiane ???

  14. # Francesco R.

    La mia era soltanto una domanda, visto che stavolta nell’articolo non si menziona nulla a riguardo… La risposta è chiaro che sarà scontata… 😉

  15. # alfio

    ..boia meno male è arrivato il tenente Colombo eh..

  16. # vasco

    noi livornesi fin da piccoli ci abituano ad uscire con con l’attrezzatura atta allo scasso. Hai visto mai che passiamo davanti ad un campo nomadi momentaneamente incustodito perché sono tutti a lavorare e non gli freghiamo qualcosina?

  17. # lupo

    se avevano una chiave inglese probabilmente sono inglesi! lo sapevo io che c’entravano gli stranieri …

  18. # nicola

    Guarda che se ti senti discriminato puoi sempre tornare nel tuo bellissimo paese, nessuno ti tiene in italia con la forza.

  19. # Extra Omnes

    Ritornatene a casa tua se ci stai male, tanto non mancherai a nessuno.

  20. # Extra Omnes

    Devi essere un veggente se riesci a dire che sono italiane senza averlo letto nell’articolo, mi diresti anche 6 numeri fortunati visto che ti vedo in vena?

  21. # AndreA

    La gente scrive che noi italiani non nasciamo con gli attrezzi per rubare in mano ed io non posso dire che sono italiane?Se fossero straniere lo avrebbero scritto,anche perchè se insegui una ragazza lo vedi se ha i lineamenti stranieri o italiani.Noi non nasciamo con gli attrezzi in mano,ma nasciamo con la mafia,la corruzione e il razzismo nel sangue.Bella gente!

  22. # Erik62

    Adesso nei giornali è vietato usare i termini rom o nomadi o zingari, poverini sennò si offendono…

  23. # Accio

    Non è stato scritto in quanto le due DELINQUENTI non sono state identificate, anche se a te farebbe molto piacere che fossero italiane….. tipico esempio di RAZZISMO SINISTROIDE. ps: in quanto a nascere con la mafia e la corruzione nel sangue parla per te e non per gli altri

  24. # Pierino

    ah! ah! ah! che burlone che sei ah! ah! sei proprio… comico una macchietta da cabaret…

  25. # Extra Omnes

    Concordo pienamente, lo stesso RAZZISMO SINISTROIDE che ha rovinato la nostra bellissima città creando delle zone “franche” destinate ad etnie non proprio labroniche: vedi via Terrazzini, piazza della Repubblica, stazione, ecc…. per non parlare del fenomeno dei lavavetri ai semafori che se ne approfittano dei turisti fermi ai nostri semafori e quindi facendo una bruttissima pubblicità alla nostra città.

  26. # princi53

    per curiosità voi parlate di due giovani donne, per caso nomadi???? se si dovete scriverlo!!!!!

  27. # POVERALIVORNO

    Aibo’

I commenti sono chiusi.