Frana, riaperta la strada

Il distaccamento è avvenuto intorno alle 14,30, del 28 febbraio, in direzione Nugola-Livorno all'altezza del bivio per Parrana

Mediagallery

LE PREVISIONI METEO

Come di consueto potrete trovare il link alla fotogallery e alla videogallery cliccando sul link in fondo alla pagina

e qui la foto del fulmine del nostro lettore

Un pezzo di collina è franato in via delle Sorgenti. E’ accaduto intorno alle 14,30, del 28 febbraio, in direzione Nugola-Livorno all’altezza del bivio per Parrana. Un distaccamento, che fortunatamente non ha provocato incidenti visto che in quel momento non stavano transitando vetture. La frana, nel corso della notte, a causa delle abbondanti piogge, si è estesa fino ad occupare un fronte di circa 100 metri (ieri era di circa 40 metri).
Su decisione del Comune di Collesalvetti, via delle Sorgenti (direzione Livorno-Nugola e Nugola-Livorno) era stata chiusa al traffico fino al 2 marzo alle 8. 
La strada provinciale Sp4 (via delle SorgentiI è stata definitivamente riaperta intorno alle 14.45 del 2 marzo.
Sabato mattina il sindaco Lorenzo Bacci aveva fatto visita al cantiere postando due foto e fornendo il quadro della situazione: “Proseguono i lavori per la messa in sicurezza lungo la strada provinciale delle Sorgenti che andranno avanti per tutta la giornata. La strada resterà chiusa sicuramente fino a domani mattina, 2 marzo,  per rimuovere nuovi accumuli di fango che si sono verificati lungo la carreggiata stradale (chiusura totale dal km 7.3 e 7.4), quando i tecnici della provincia valuteranno se ci sono le condizioni per una riapertura almeno a senso unico alternato. Si ricorda che la strada è percorribile solo per il traffico locale tra Collesalvetti, Nugola e Parrana (da Collesalvetti per Nugola e Parrana, e viceversa)”.

 

Riproduzione riservata ©

14 commenti

 
  1. # anarchico

    Basta acquaaaaa un se ne pole più

  2. # nugola-nugola

    Sono anni che lì sta franando tutto, e le canalizzazioni di cemento armato fatte in mezzo alle acacie anni fa sono stati soldi sprecati; occorrerebbe, sempre che ci siano risorse, fare il proseguimento del “muro a retta” come 100 metri dopo, (proveniendo da Livorno) cioè al bivio per Parrana.
    Stessa situazione di pericolo tra i due argini in fondo al rettilineo di Nugola prima delle “Panzane”, le reti non reggono più.

  3. # traf

    è smottata la terra non la pietra

    significa che ci vuole solo un pò di furbizia non le grandi opere

  4. # Francesco R.

    Ci sono passato mezz’ora fa, circa le 17.30. E’ ancora tutto come in foto sopra… Gli alberi tutti in piedi sopra la punta di quella collina ed il tutto in mezzo alla strada… Brutte cose…

  5. # fabrizio

    non solo occorre che vengano riguardati gli argini, ma si dovrebbe vietare il transito degli autotreni che rovinano una strada cosi’ transitata e molto pericolosa

  6. # ioannis

    Visto è considerato che si paga per la bonifica delle colline, ma a quanto pare i soldi non vengono spesi per bonificare le colline visto i risultati. Chi incassa i soldi dovrebbe spiegare a cosa servono, visto e considerato che la tassa non é del tutto regolare.

  7. # Burrasca

    Mi ci sono trovato! avevo appena fatto festa da lavoro è andata bene!!

  8. # Carlo

    C’è la siccità per l’effetto serra!

  9. # Baccello

    Passo di lí quasi tutti i giorni con i miei colleghi per andare a lavoro.
    Menomale non è successo niente a nessuno.

  10. # Fabio

    La strada e’ di nuovo transitabile dalle ore 20,45 ma con limiti di velocita’ in quel tratto

  11. # Fabio

    La strada SP 4 sara’ chiusa al traffico al km 7+300 almeno fino a domani alle 8. Poi sara’ presa una decisione per l’eventuale riapertura in giornata

  12. # fabrizio

    utilizzate bene i nostri soldi per la bonifica delle colline! E’ questo il momento di tirarli fuori

  13. # elena meniconi

    una volta ho chiesto aiuto all’ufficio delle colline livornesi, mi hanno risposto che non c’entrano perché sono fiumi e fossi

  14. # davide

    hanno costruito una massiccita di contenimento lato dx dir.livorno davanti al bivio per parrana, non si sa a cosa è servita perchè in 30 anni che faccio questa strada le frane sono avvenute sempre vicino o in prossimità della sommità della collina. pochi metri prima della franan attuale hanno installato degli scoli in cemento per il deflusso delle acque meteoriche. dove in quel punto tanti anni fa crollò un bel pezzo di collina, ora vorrei sapere se i geni ingegneri che hanno avvallato il progetto della massicciata hanno pensato bene di arrivare con il muro fino in cima, perchè senno si potrebbe togliere i soldi che hanno preso (l.merloni sul 2% dei progetti) e rinvestirli per i prossimi lavori di finimento massicciata. la situazione è risolta, non diamo colpa lla crisi per piacere, facciamola finita co i lavori di somma urgenza, qui non si è pianificato per bene la situazione, siamo andati a toppino…..e menomale non si è fatto male nessuno, buona giornata a tutti.

I commenti sono chiusi.