Finge di voler comprare la villa e lo svaligia: ruba rolex e soldi per 56 mila euro

La squadra mobile è sulle tracce della truffatrice: alta un metro e 60, corporatura normale e di età compresa tra i 35 e i 40 anni

Mediagallery

Cinquantaseimila euro. E’ questo il bottino di un raggiro perpetrato ai danni di un anziano di 91 anni, vittima di una truffa all’interno della propria casa. Il fatto è accaduto la mattinata della scorsa domenica, 2 febbraio, quando intorno alle ore 11.15, gli agenti delle volanti e della squadra mobile di Marco Staffa sono stati chiamati ad intervenire all’interno di una villetta del quartiere di Ardenza.
L’anziano aveva fatto entrare nella sua abitazione una donna che si era introdotta all’interno con la scusa di esser interessata all’acquisto della villetta (in vendita). In un primo momento la sconosciuta ha chiesto al 91enne di visionare l’immobile per un eventuale acquisto e subito dopo, una volta entrata in confidenza con il padrone di casa, ha iniziato a raccontare all’anziano di abitare anche lei nello stesso quartiere.
E’ in quel momento che la donna ha iniziato a confidarsi alla vittima dell’imminente raggiro raccontando di avere un padre alcolizzato e lamentandosi dei furti di denaro, ad opera della stesso, per soddisfare le sue esigenze di alcolista.
Il 91enne, allora, ha subito consigliato alla (im)probabile acquirente di tenere i soldi in cassaforte ma la donna ha subito spiegato che non avrebbe saputo dove nascondere la chiave.
Ed ecco la chiave del raggiro. Ingenuamente il padrone della villetta si è aperto quasi come fosse un nonno dispensatore di consigli saggi ad una nipote spiegandole che doveva trovare un posto sicuro proprio “come faceva lui”, e così facendo le ha rilevato il luogo in cui egli nascondeva la chiave della propria cassaforte.
Come se non bastasse è addirittura arrivato a mostrarle il punto esatto del suo “forziere”. Quindi , dopo aver visionato la casa, il giardino ed il garage, la donna si allontana.
Solo nel pomeriggio l’anziano, si è accorto che sul pavimento della camera da letto c’era una custodia che lui teneva all’interno della cassaforte. Quindi si è subito accorto che la chiave della cassaforte non si trovava più nel luogo in cui l’aveva nascosta e, aprendo la cassaforte con una chiave di riserva, ha potuto a malincuore constatare che dal suo interno erano stati asportati monili in oro, 3 orologi, tra i quali un Rolex in acciaio, contanti e buoni postali, per un valore complessivo di circa 56.000 euro. La donna ( si ritiene aiutata da un complice, che ha realizzato il furto mentre la donna distraeva l’anziano), veniva così descritta dall’anziano padrone di casa: alta 1 metro e 60 centimetri , di corporatura normale, di età compresa tra i 35 e 40 anni, con un piumino di colore beige addosso, un paio di fuseaux e un berretto di lana color beige, che di fatto non permetteva di vedere il colore e il taglio di capelli. Parlava in italiano, privo di inflessioni dialettali, Sul posto è intervenuto anche il personale della polizia scientifica per i rilievi tecnici.
Le indagini sono in mano alla squadra mobile di Livorno il cui dirigente Marco Staffa raccomanda massima prudenza e cautela nel far entrare estranei nelle proprie abitazioni.

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # sfrattato23

    Speriamo che che colui che ha raggirato il povero anziano, spenda il bottino in interferone H

  2. # liburnico

    91 anni… per quanto in gamba, ha 91 anni!!! Il predatore che si rifa’ con questi anziani… non ho parole…

  3. # BEN

    Una cosa e’ certa: il novantunenne a colazione non mangia pane e volpe !

  4. # Luca

    Siamo messi benone.
    Se uno tiene i suoi averi in banca glieli frega il governo mentre in casa glieli frega
    il ladro od il truffatore di turno.

  5. # fabrizione

    Mah, la dinamica descritta mi sembra un po’ strana…… vedremo, ma io avrei dei dubbi

  6. # marco

    raggirare gli anziani e per di piu’ soli e’ proprio un’azione da veri s…..i, spero che la refurtiva serva alla gentile signora ed eventuali complici a comprarsi una scorta di enterogermina

  7. # Patrizia

    In un primo momento mi era venuto il sospetto che potesse esserci un collegamento con l’evasione di quel pericoloso ergastolano dal carcere di Gallarate…

  8. # mata

    Sono daccordo con fabrizione,addirittura spiegare dettagliatamente dove tiene i soldi, la chiave……Mah!…………

  9. # mau

    ma bisogna ridere o cosa?

  10. # Patrizia

    Ridi solo se tua madre ha cucinato gnocchi,
    come si suol dire…

  11. # PITTARO

    Sai osa… e devi esse RUBBIA…. con questo tuo commento hai appena dimostrato che sei un grande mangiatore di pane e volpe….

I commenti sono chiusi.