In fuga dopo l’incidente: inseguito e preso

Mediagallery

Nella serata di martedì 15 settembre, mentre stava transitando libero dal servizio in via delle Cateratte, un maresciallo della guardia di finanza appartenente alla Squadra Cinofili del Gruppo di Livorno, si è accorto che era avvenuto un incidente stradale nel quale un’auto aveva mancato di precedenza ad uno scooter. Immediatamente si è prodigato per prestare le prime cure al ferito riverso a terra e visibilmente dolorante e ha subito chiamato la centrale 117 per l’invio degli agenti della polizia municipale per i rilievi dell’incidente appena avvenuto.
Durante le operazioni di gestione della circolazione stradale, ad opera dello stesso sottufficiale, il ferito si è dato subito alla fuga sottraendosi anche alle cure dell’ambulanza giunta sul posto per i soccorsi. A questo punto il finanziere, in collaborazione con una pattuglia motociclista della polizia municipale intervenuta prontamente sul posto, si è messa sulle tracce dell’uomo che è stato fermato all’altezza del Mercatino Americano.
A seguito di ulteriori accertamenti il veicolo sul quale stava viaggiando lo straniero, privo di documenti di identità e permesso di soggiorno, risultava essere stato rubato il giorno prima a Pisa. Accompagnato prima al pronto soccorso di Livorno per le cure, dove dava in escandescenza rifiutando l’intervento dei medici e opponendo resistenza agli agenti di polizia municipale che lo tenevano in custodia, è stato successivamente portato al comando di Polizia Locale dove è stato trattenuto fino al giorno seguente per le operazioni di identificazione.
Al termine delle operazioni il conducente del veicolo rubato, risultato di nazionalità tunisina, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di ricettazione, violazione delle norme sull’immigrazione, guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, guida senza patente e resistenza a pubblico ufficiale.
Il motociclo oggetto di furto veniva restituito al legittimo proprietario. Allo straniero veniva inoltre notificato un decreto di espulsione dal territorio dello Stato.

Riproduzione riservata ©

48 commenti

 
  1. # Giuliano

    Ma poverino e capace girava per cercare lavoro…….

  2. # adriano

    ma smettetela lasciateli fare si devono integrare

    per il decreto di espulsione lo ha strappato mentre usciva dalla polizia

  3. # Lorenzo65

    MA che decreto di espulsione, questo lo ritrovi fra qualche giorno all’ Hotel **** con vitto , alloggio e tant avolontà di darsi ai lavori socialmente utili !

  4. # Giulia Fox

    E poi stamani ha prenotato aereo per tornare a casa . Sì.

  5. # Sergio

    Sono in vacanza a Mosca e sto guardando questa notizia.
    Se questo bel soggetto era qui, adesso si trovava già in Siberia a sciogliere la neve con l’alito!

  6. # Francy

    Il motorino distrutto al proprietario e il tizio verso le 15 di oggi camminava tranquillamente in via della Cinta Esterna. Dato che lavoro in zona ho visto l’ incidente già avvenuto ma ho visto quando il tipo era stato fermato nei pressi del mercatino americano. Oggi aveva la stessa maglia verde e il braccio tenuto da una fascia.

  7. # ema

    Povero tunisino,era arrabbiato con se stesso perché al posto dello scooter voleva rubare una moto,così nessuno l’avrebbe mai preso!!!

  8. # floyd

    Eh, ma vanno integrati, e poi se uno si ritrova in quella condizione la colpa è della società, mica sua, inoltre tali persone sono apportatrici di culture “altre”, per cui trattasi di un imprescindibile, nonché ineluttabile, arricchimento… Ah, quasi dimenticavo, questi ci pagheranno persino le nostre pensioni (lo so, questa è incredibile ma qualcuno lo dice davvero…).

  9. # luca

    Lasciate stare le risorse…razzisti!!! Loro sono il futuro!!!

  10. # martina

    lo sai che se al posto di questo delinquente c’ero io, buttavano via la chiave! Una cosa davvero schifosa….ma tipo se ammazzava uno? forse se la cavava con una denuncia e se trovava un avvocato connivente, aveva la ghigna di chiede i vaini alla famiglia della vittima! aibò!

  11. # orso

    Ubriaco…Poi se a questi offri carne di maiale si scandalizzano e la buttano via…
    E noi imbecilli ad accontentarli.Quando li vedi ubriachi in giro si dimenticanio della religione…

  12. # andrea

    Propongo di dargli asilo politico; tanto uno in e uno in meno per ci governa e affini non cambia nulla.
    Cambiano solo le nostre tasse che crescono.

  13. # andrea

    Propongo di dargli asilo politico;tanto per i nostri governanti e affini non cambia nulla.
    Cambiano le tasse che aumentano

  14. # Fabio

    Qualcuno dovrà giustificare il proprio operato, per il furto, resistenza e’ previsto l’arresto, perché lo rimandano a giro? Capiterà prima o poi un incidente dove rimane coinvolto un giudice…. Capiterà ….speriamo …..

  15. # susy

    Sapete che ci fa col foglio di espulsione?

  16. # chikungunya

    MA LASCIATELO STARE E’ UN RIFUGIATO…

  17. # Votiamo..

    Sindaco ascoltaci…. perché non metti sul sito del comune un bel “referendum” on line e fai esprimere i cittadini… Così vedi quanti ne ospiterebbero uno in casa propria… (Ah ovviamente con nome e cognome in modo che poi se lo prendano davvero..)

  18. # Angelica

    Mi presento, sono la ragazza coinvolta nell’incidente, e visto che non sono stata interpellata per la scrittura dell’articolo ci tengo a precisare come sono andati i fatti.

    Ore 19:20 provenivo da Via delle Cateratte in direzione Via della Cinta Esterna in auto, con mia figlia.
    Cinture di sicurezza allacciate, assicurazione, patente e bollo in regola.
    Dovendo procedere verso Piazza San Marco, mi fermo per dare precedenza per poi svoltare a sinistra.
    Una macchina si ferma alla mia sinistra per farmi passare, non vedendo veicoli provenire da destra, mi immetto nella strada.
    Superata la metà dell’incrocio, avevo quasi finito la mia manovra, il muso della macchina era già in direzione Piazza San Marco, sento urtare lo sportello posteriore sinistro della mia auto.
    Premessa che lo scooter andava talmente veloce che non l’ho neanche visto arrivare, stava sorpassando la fila che mi permetteva di passare, oltre la linea bianca.

    Io e mia figlia ne usciamo illese. Il Tunisino cade a terra, lo scooter va in mille pezzi (è evidente che non abbia neanche provato a frenare), io ed altre persone presenti incitiamo il ragazzo a restare a terra col casco e nel frattempo chiamiamo l’ambulanza. Il ragazzo si alza, toglie la chiave dallo scooter, si toglie il casco e dicendo di dover prendere aria, si allontana a piedi dal luogo dell’incidente.

    Arriva l’ambulanza, che fa il giro del quartiere senza trovarlo. Chiamiamo la polizia municipale, che interviene sul posto e spiego la situazione. Sento dire dagli stessi che lo scooter è stato dichiarato rubato il giorno prima. Ricevono una chiamata e i due poliziotti in moto partono alla ricerca del ragazzo, lasciando me da sola sul posto dell’incidente.

    Dopo venti minuti arriva un’altra macchina della polizia municipale. Anche a Loro spiego i fatti e vengo a sapere che il ragazzo è stato trovato al Mercatino Americano con 7 buste di droga gettate per terra.

    Dopo rilevamenti e controlli dei documenti, mi prendo una multa per mancata precedenza e ritiro della patente in quanto:
    Morale della favola: auto danneggiata, patente ritirata e multa. Per ottenere un po’ di risarcimento dovrò anche interpellare un avvocato a mie spese: W l’ITALIA

  19. # Vince85

    Come mi fanno arrabbiare anche i giornalisti: “Inseguimento da Film nella notte”
    1. Non era notte
    2. Era Livorno e non New York
    3. Non c’erano Ferrari
    4. Inseguimento di uno che era a piedi

    Aspetto la versione di qualcuno che abbia visto davvero l’incidente, conosco qualcuno che era lì, e certi fatti mi hanno detto esser diversi, purtroppo peggiori per chi guidava l’auto.

  20. # PITTARO

    Angelica, per quel che può valere hai tutta la mia solidarietà, purtroppo viviamo in un paese governato da INCOMPETENTI / LADRONI / MANGIA PANE A UFO

  21. # Angelica

    Dopo rilevamenti e controlli dei documenti, mi prendo una multa per mancata precedenza e ritiro della patente in quanto:

    Messaggio non riportato correttamente nel commento precedente

  22. # Luca

    Pazzesco, ti do la mia solidarietà, contesta la multa e rendi pubblica questa storia sui giornali nazionali….. Qualsiasi cosa succeda quando c’è coinvolto un extracomunitario, chissà perché a rimetterci sono sempre gli italiani…… rendiamocene conto tutti!!!

  23. # fe

    leggendo i vostri commenti c’è ancora chi difende il tunisino???? voi siete malati! se c’era un vostro parente in macchina o un vostro amico??? lo avreste comunque difeso? in più motorino rubato, droga alcol… è questo il futuro che volete dare all’Italia? promette proprio bene.. e chi paga le conseguenze? solo la ragazza in macchina.. All’Italia di buono è rimasto solo il cibo!

  24. # jj

    non capisco cosa c’entri averti sanzionato per la mancata precedenza, se (a quanto ho capito) lui veniva da dietro di te e stava superando le auto in fila (cosa non consentita). Paradossalmente, se lo scooter era rubato, ti è andata bene che vale la assicurazione originaria (sperando che il proprietario la avesse fatta), anche se rubato, fino alla sua scadenza. Se fosse stato di proprietà del profugo, difficilmente sarebbe stato assicurato

  25. # Meglio populista che pidiota

    Che repubblica delle banane con presidente il burrattino fiorentino hanno fatto diventare questa nostra povera ITALIA

  26. # Meglio populista che pidiota

    Cara Angelica purtoppo hai avuta la sventura di aver avuto a che fare con questo personaggio che purtroppo hanno la licenza di fare cio’che vogliono e tutte le autorita’ sono schierate con loro.Tutta la mia solidarieta’e la prossima volta che ci saranno le votazioni Salvini sara’ l’unica nostra speranza

  27. # orso

    Emblematico.Italiani tartassati da tasse,balzelli,multe.Se non le paghi Equitalia ti distrugge .Uno stato NEMICO del cittadino.Per clandestini e delinquenti tutto e’ lecito.Uno stato ALLEATO ,con pd e cgil schierati in prima fila contro gli Italiani.

  28. # Angelica

    Grazie a tutti. E condivido in pieno con la tua opinione

  29. # Mirko

    Buongiorno a tutti io sono il marito della sfortunata Angelica se qualcuno fosse in grado di fornire una testimonianza di come sono andati i fatti ci farebbe un grande favore, dato che per la contestazione sarebbe meglio avere almeno un testimone.

  30. # Amico di Angelica

    Volevi dire che basta che uno tocchi l’ospedale e tolgono la patente a prescindere?

  31. # Federigo II

    Visto che la Polizia Municipale le ha attribuito la responsabilità dell’incidente, adesso il tunisino le chiederà risarcimento per la perdita dello scooter rubato e per le buste di droga sequestrate. Avanti cosi…

  32. # Angelica

    Esatto, grazie, stanno cancellando quella parte del messaggio e non capisco il motivo

  33. # La Redazione di Quilivorno.it

    Gentile Angelica, le abbiamo scritto una e-mail privata ma non vedendo risposta lo facciamo qui in pubblico. Non abbiamo cancellato niente. Non riusciamo a capire dove sia il problema. Ci contatti su [email protected] o rimandi il commento per intero che lo pubblicheremo volentieri senza problemi. Se qualcosa è andato perduto o cancellato è stato senza la nostra volontà

  34. # Angelica

    Salve,
    Ho provato a riscriverlo anche dopo, con lo stesso risultato, lo incollo adesso:

    Dopo rilevamenti e controlli dei documenti, mi prendo una multa per mancata precedenza e ritiro della patente in quanto: Sono cambiate le leggi, in un incidente, a prescindere dal fatto che tu abbia ragione oppure torto, se l’altra parte tocca l’Ospedale, avviene il ritiro immediato della patente

    Grazie mille

  35. # Calvax

    Profugo un par di ciuffoli. Era un clandestino. Capito? CLANDESTINO. Charlie Lima Alfa November Delta Echo Sierra Tango India November Oscar. Ma si sa, il lavaggio del cervello del sistema e’ talmente forte che ormai qualunque immigrato e’ profugo per definizione

  36. # France

    RUSPA RUSPA E RUSPAAAAAA

  37. # cuorelabronico

    Buongiorno a tutti, da italiano e livornese dico che bisogna far sentire la nostra voce alle istituzioni sia locali che nazionali. Basta che il popolo sia sempre non tutelato il futuro dell’Italia siamo noi e i nostri figli e per questo che dobbiamo unirci senza pensare alle ideologie politiche diverse che ci possono essere ma tutelando in primis i nostri diritti.

  38. # Marco Sisi

    Purtroppo le regole riguardo alla precedenza negli incroci sono queste: Certo, il sorpasso della striscia di mezzeria e l’eccesso di velocità dello scooter hanno la loro importanza nella dinamica del sinistro, per cui non posso far altro che esprimerti solidarietà. Anni fa, im una circostanza simile (veicolo che a causa dell’elevato traffico mi lasciava spazio per svoltare a sinistra e auto che partiva a razzo da un distributore prossimo all’incrocio) mi sono ritrovato torto marcio, veicolo danneggiato e assicurazione maggiorata.

  39. # Rino

    Basta con questa storia che non ti mettono in galera e non ti rispediscono a casa tua!!!Povera Italia, semplicemente Vergognoso!!!

  40. # Fulmine

    concordo pienamente con le ruspe…….

  41. # rulles

    SOLIDARIETA’ A ANGELICA RIBELLIAMOCI SCENDIAMO TUTTI IN PIAZZA PER DIMOSTRARE I NOSTRI DIRITTI

  42. # ceffo

    sig.ra Angelica si faccia seguire da un avvocato con esperienza. Ne cerchi uno che non chiede anticipo e che accetti di essere pagato quando lei riscuoterà dall’assicurazione.
    Auguro volentieri che il figlio del magistrato venga investito da uno dei tanti clandestini.
    Prima o poi qualcuno si farà giustizia da solo.

  43. # brunero48

    Purtroppo la Sig.ra Angelica è stata sfortunata due volte:una per aver fatto un incidente con un clandestino. Sottolineo clandestino. La seconda per essere italiana e in regola con i documenti e tutto.Fosse stata anche lei clandestina non le avrebbero fatto niente.Della serie:forti con i deboli e deboli con i forti.In ultima analisi concorso con il commento di “ceffo”:la colpa è di chi applica le Leggi che usa il manuale senza il buonsenso.

  44. # Calvax

    Mi scusi Sig Sisi, ma non c’entra niente la precedenza degli incroci. Da quello che si capisce leggendo la dinamica, il motociclo veniva dalla stessa direzione della signora e stava sorpassando illegittimamente in prossimità di intersezione. Il fatto poi che la signora Angelica sia stata colpita sul fianco sinistro significa che Angelica era a destra rispetto al tunisino quindi in nessun caso il Tunisino avrebbe avuto la precedenza sulla signora angelica. A meno che non abbia capito male la dinamica, ovviamente. Comunque il problema è un altro: questo signore è clandestino, con motociclo di provenienza furtiva e le altre cose scritte nell’articolo e non è stato espulso coattivamente. Povera Italia e poveri noi

  45. # vale

    Basta! Dobbiamo davvero fare qualcosa! Ogni giorno ci sono diversi episodi e LORO sempre protagonisti. Mandiamoli via dal nostro paese, qualcuno proponga qualcosa.

  46. # franco

    credo che il popolo si possa esprimere con un referendum… in cui si impone al nostro governo non solo l’ espulsione dei clandestini… ma soprattutto la REALE espulsione… non quella virtuale.
    Probabilmente un legale saprebbe proporlo in modo da non violare nè costituzione nè diritti umani.. come deve essere

  47. # Salus

    E ci risiamo…qualche giorno fa Viale Carducci davanti al Parterre un nero ubriaco si è fiondato in strada sono caduti rovinosamente tre persone in scooter, uno sopra l’altro…peccato che nessuno ne abbia parlato….c’ero e d ho visto tutto…un saluto cara Angelica.

  48. # Marco Sisi

    A meno che la grammatica e la sintassi non siano opinioni, provi a rileggere bene quanto scritto dalla signorina Angelica e forse la cosa le sembrerà un po’ più chiara. Ha spiegato che lo scooter sorpassava la fila che la stava facendo passare. Più chiaro di così non potrebbe essere. La ragazza da via delle Cateratte si è immessa in via della Cinta Esterna svoltando a sinistra verso San Marco. Il tunisino veniva da San Marco diretto verso l’incrocio con via Leonardo Da Vinci.

I commenti sono chiusi.