Ex Caserma, 16 indagati. Sabato il corteo. Il sindaco: “Toni inaccettabili”. La Procura: “Non agiamo per conto di nessuno”

Le perquisizioni sarebbero state effettuate di primissima mattina anche all'interno delle abitazioni di alcuni indagati

Mediagallery

Circa 100 persone in corteo da piazza Cavour e al grido di “Ci sfruttano, ci sfrattano, ci danno polizia. E’ questa la loro democrazia”  si sono presentate in Comune, intorno alle 18, per avere un confronto con il sindaco Cosimi su quanto accaduto in mattinata, quando polizia e carabinieri hanno effettuato un blitz congiunto in via Ernesto Rossi, dove si trova l’ostello autogestito dai ragazzi dell’Ex Caserma Occupata, ex sede del distretto Asl.
Carabinieri e polizia sono arrivati in assetto antisommossa con tanto di camionette e hanno chiuso l’ingresso della strada dai quattro accessi possibili con circa 100 tra poliziotti e militari. Nel corso dell’operazione sono stati effettuati controlli e perquisizioni all’interno della struttura. Le attività delle forze dell’ordine sono durate fino alle 13 circa, quando i blindati hanno liberato la strada dopo circa sei ore. Il blitz era infatti iniziato prestissimo, intorno alle 7.
Al termine del blitz si apprende che ci sarebbero 16 persone indagate per occupazione abusiva. Le perquisizioni, effettuate di prima mattina anche nelle abitazioni di alcuni soggetti, sono scattate a seguito dell’ordinanza firmata dai magistrati Luca Masini e Giuseppe Rizzo. Sul posto anche i vigili del fuoco e i tecnici del Comune di Livorno per verificare la regolarità strutturali dell’ostello occupato.
L’Ex Caserma Occupata ha organizzato un corteo che partirà sabato 9 novembre alle 17 da piazza Cavour per arrivare davanti al Comune.

 

PARLA IL SINDACO
Il sindaco Alessandro Cosimi ha fatto in Consiglio Comunale, nella seduta di questa mattina, una comunicazione sulla vicenda delle perquisizioni effettuate dalle forze ordine nella mattinata di ieri presso l’immobile ASL di via Ernesto Rossi. “Intendo dividere il mio intervento, anche in risposta a molte cose che ho letto sui giornali, in tre punti”, ha esordito il sindaco introducendo la questione. “Primo punto: la Magistratura non deve informare l’Amministrazione delle proprie azioni, agisce secondo la propria autorità. Riteniamo che siano partiti sulla base di una loro indagine, non sappiamo che cosa cercassero con la loro azione. Non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione su fatti tecnici che riguardano solo la Magistratura. Secondo punto: non sono in grado di giudicare quello che qualcuno definisce “scatenamento delle forze ordine e militari”. Probabilmente ne avremo comunicazione all’interno Comitato per l’Ordine Pubblico, ma la politica non c’entra niente. Terzo punto: abbiamo letto comunicati da parte degli occupanti dell’immobile sulla politica locale e su rappresentanti della Giunta Municipale davvero inaccettabili. Toni e parole dure contro chi governa questa città che non possiamo accettare. O il comunicato dell’Ex Caserma Occupata viene sconfessato o agiremo di conseguenza per vie legali. Certe affermazioni si pagano. Noi dialoghiamo con tutti ma non con chi dice che siamo criminali, con chi parla di dubbia moralità a nostro riguardo e nemmeno con chi chiede interventi fuori dalla legalità. Discutiamo con tutti ma sul terreno della legalità, altrimenti, sia chiaro, nessuna scelta da parte di questa Amministrazione in sostegno degli occupanti. Se il problema consiste nel trovare soluzioni per soggetti che si aggregano, le porte sono ovviamente aperte – ha chiuso il suo intervento il Sindaco – ma se le richieste vengono avanzate e pretese con malagrazia non mi farò intimidire”.

 

LE PAROLE DEL PROCURATORE DE LEO: “Non agiamo per conto di nessuno”
Il Procuratore capo della Procura di Livorno, Francesco De Leo, alla luce di quanto dichiarato dai membri dell’Ex Caserma Occupata sul blitz di ieri ha voluto precisare che: “La Procura non agisce su mandato di nessuno, la Procura della Repubblica non ha agito e mai agirà su mandato di nessuno. Lo spiegamento di forze?Non dipende di certo dalla volontà dei magistrati e forse è stato messo in atto un quantitativo ingente per paura di alcune reazioni. La volontà delle operazioni di ieri – conclude il Procuratore De Leo- era quella di fare un controllo pacifico volto a capire cosa accadesse là dentro e che tutto fosse in regola”.

L’INCONTRO IN COMUNE (di Letizia D’Alessio)
Intorno alle 18,30 era trapelata la notizia dell’arrivo del sindaco Cosimi, tuttavia alle 19 sono entrate nella sala consiliare solo gli assessori Paola Bernardo e Carla Roncaglia, che hanno avuto un confronto, durato circa 30 minuti, con i ragazzi dell’ex Caserma Occupata.
Paola Bernardo da parte sua ha chiesto al comitato di formalizzare le loro istanze, che verranno poi presentate al sindaco e alla giunta. Le richieste fatte dai ragazzi dell’ex caserma occupata, dopo il blitz di stamani fatto congiuntamente da Polizia e Carabinieri e visto come un attacco alla loro presenza nella struttura di via Ernesto Rossi, dove oltre all’ostello e centro del riuso e del riciclo, da un mese è stato attivato anche un consultorio, sono principalmente due: la prima è quella che l’amministrazione comunale faccia da mediatore con l’Asl, affinché l’azienda sanitaria conceda temporaneamente la struttura di via Ernesto Rossi, per permettere alle 14 famiglie di rimanere lì.
L’altra richiesta è quella di trovare ai ragazzi dell’ex caserma occupata un edificio alternativo in cui poter svolgere le loro attività, riaprendo la trattativa, riguardo al centro di riuso e riciclo e l’ostello, con l’assessore Gulì. “Il Comune è disposto- ha detto Carla Roncaglia, con delega all’emergenza abitativa- a interloquire con Asl per fare concedere (tra le ipotesi ci sono la convenzione o il comodato d’uso) l’ex distretto di via Ernesto Rossi, fin quando le famiglie che ci vivono non avranno trovato una sistemazione definitiva. A molte di queste famiglie, già dalle prossime settimane, vista la posizione nella graduatoria per le case popolari, potrebbe già essere assegnato un alloggio”.
L’amministrazione comunale tuttavia ha bisogno di tempo per avviare la trattativa, per le altre attività Roncaglia ha confermato la disponibilità di Gulì di “ incontrarsi e vagliare insieme tutte le possibilità per trovare una soluzione”. Resta l’incognita però su quello che potrebbe fare la magistratura: perché se la struttura di via Ernesto Rossi venisse messa sotto sequestro o fosse sgomberata, verrebbe meno ogni possibilità di trattativa.

 

LA RISPOSTA DEL PD
Quanto accaduto oggi in Via E. Rossi all’ex-distretto sanitario, oggi sede dell’Ostello Occupato, merita una spiegazione sotto diversi punti di vista. Crediamo che la città meriti una spiegazione per quella che è stata un’operazione di cui ancora non se ne capisce il motivo, che ha visto una delle vie principali del centro bloccata per ore e che ha coinvolto famiglie e bambini, in emergenza abitativa, che vivono nella struttura dell’Ostello Occupato.
Chiediamo alle istituzioni e alle autorità preposte un chiarimento, vogliamo capire perché un’operazione di controllo ha visto una così estesa mobilitazione di forze dell’ordine e soprattutto vorremmo capirne il motivo. Le persone che abitano nella struttura sono famiglie in difficoltà che meritano anch’esse di comprendere i motivi dell’azione. Certo, esiste un limite, che per noi è quello della legalità e del rispetto delle regole, ma c’è anche un limite di buon senso e di comprensione di alcuni fenomeni di disagio e criticità che devono essere affrontati cercando almeno di comprenderne la profondità. Questo non per giustificare azioni di illegalità ma per capire che il mondo che ci circonda è più complesso di un singolo enunciato di principio. Soprattutto per capire che la casa è un diritto e che è indispensabile costruire percorsi di sostegno e di accompagnamento a chi si trova in condizioni di emergenza abitativa. Non serve e non basta relegare il problema ad una questione di ordine pubblico. Allo stesso tempo rispediamo al mittente le dichiarazioni che accusano il Partito Democratico di Livorno di essere il “mandante” di quest’azione: il PD non controlla e non fa pressione sulle forze dell’ordine e non accettiamo basse strumentalizzazioni politiche difronte a questioni che coinvolgono cittadini in difficoltà.

 Yari De Filicaia Segretario Partito Democratico Unione Comunale di Livorno

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO DELL’EX CASERMA OCCUPATA
“Da stamani presso l’edificio occupato in via Ernesto Rossi, l’ex mutua di cui l’Asl sarebbe proprietaria, sono in corso perquisizioni a tappeto, sia nelle abitazione che nei luoghi, sempre interni alla struttura, in cui sono organizzati i progetti sul reddito, come l’ostello ed il centro di riciclo e riuso. La perquisizione è stata accompagnata da uno spiegamento inspiegabile di forze dell’ordine, tale da lasciare intendere la volontà di procedere verso uno sgombero dell’edificio. Oltre ad i progetti sul reddito la struttura da asilo ad almeno 14 famiglie per un totale di circa 50 persone. Le ragioni delle prepotenze sono sicuramente politiche ed è facile supporre quale volontà si nasconda dietro l’intervento delle forze dell’ordine e militari. Il Partito Democratico livornese ha deciso di favorire un intervento mirato a colpire l’ Ex Caserma, dato che questa negli ultimi due anni si è proposta alla città come autentica forza di opposizione. Chi siano i mandanti è chiaro, poiché sta scritto negli ultimi due anni di politica cittadina chi siano i nemici. Un Pd indebolito e spaventato che reagisce in maniera isterica e prepotente. Il centro di riciclo e riuso è stato un argomento molto discusso. Furono aperte anche delle trattative con le istituzioni, redatti dei progetti credibili presentati all’assessorato all’ambiente. Come sia meschina la politica di chi ci governa emerse però a trattativa in corso, quando venimmo sottoposti a ricatto dallo stesso assessore Gulì, che ci intimò di abbandonare una politica di opposizione, di sanare le ferite aperte magari durante l’estate con iniziative come la contestazione a Bruno Picchi, tesa ad occultare le porcate realizzate nel corso degli ultimi mandati amministrativi dallo stesso. Evidentemente il destino di 14 famiglie interessa meno di una disputa capricciosa.
Ricordiamo come prima dell’occupazione della mensa sia stato organizzato un dibattito sul tema del reddito che vide la partecipazione di numerose forze politiche, con risultati soddisfacenti e convergenza di vedute. Ebbene questo è il momento di fare quadrato nel tentativo di isolare politicamente quei criminali che con il loro lavoro a perdere, in tutti questi anni, hanno causato la degradazione economica, sociale e politica del nostro territorio. Invitiamo tutta la città a partecipare al percorso di resistenza che da questa mattina ha impegnato decine di persone presso la struttura di via Ernesto Rossi. L’appuntamento è per un presidio ad oltranza presso via Ernesto Rossi, angolo via Fagioli, da ora fino a che le forze dell’ ordine non avranno abbandonato la struttura lasciando a vita pacifica gli occupanti. Noi resisteremo finchè non sarà pensata una soluzione alternativa, sia per le famiglie che per il centro di riciclo e riuso”.

Ex Caserma Occupata

 

IL COMUNICATO DEL PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
ll Partito della Rifondazione Comunista di Livorno esprime la propria preoccupazione, non senza mostrarsi perplesso e critico, riguardo al blitz che le Forze dell’ordine hanno portato a compimento questa mattina (martedì 5 novembre, ndr) nell’ex distretto sanitario dell’Asl situato nella centralissima Via E. Rossi. A quanto è dato sapere lo scopo sembra essere stato quello di effettuare perquisizioni e riconoscimenti delle persone presenti nella struttura stessa. Ma la cronaca, ormai conosciuta dai più, lascia il posto a doverose riflessioni sul metodo adottato e sulle ragioni che l’hanno motivato. Qual è il motivo che può giustificare la messa in opera di una vera e propria militarizzazione di un’area centralissima come quella sopra indicata? Crediamo sia difficile parlare di quanto accaduto senza trovare un nesso con una situazione politica che sembra, almeno a livello di Amministrazione Comunale, non aver dato finora risposte sufficienti a problematiche sociali rilevanti come la questione abitativa, l’inclusione sociale ed il diritto al reddito. Ricordiamo che nell’ex distretto “occupato” si trovano 16 famiglie senza dimora ed un gruppo di giovani che hanno dato vita ad una attività di raccolta e recupero di materiali vari al fine di un loro riutilizzo in ambito sociale. In virtù di questo riteniamo che sia doveroso, da parte della stessa Amministrazione, dare risposte esaurienti ai tanti dubbi che scaturiscono in maniera più che legittima.

Per PRC Livorno Franco Frediani

 

L’INTERVENTO DI SEL
Il conflitto, nella nostra città, assume giorno per giorno contorni preoccupanti. Soluzioni parziali – che spesso contrappongono bisogni e desideri diversi -, teorizzazione dell’azione diretta, individuazione nell’ “altro” dell’avversario, rischiano di disintegrare il sistema di relazioni culturali e sociali su cui si è basata per anni la nostra convivenza civile. Non basta autoassolversi rimandano tutto alla causa principe, un attacco al sistema dell’inclusione democratica portato avanti in maniera ideologica dal sistema finanziario internazionale con la copertura della crisi economica. In modo particolare è evidente l’assenza di un autonomo punto di vista delle istituzioni locali. Vogliamo essere chiari. La legalità democratica, il rispetto della trasparenza sull’uso dei beni pubblici, è per noi valore fondante della nostra democrazia. Ma è un valore vissuto, che non consente le risposte che abbiamo visto ieri. Non ci convince – oggi come ieri – una risposta repressiva alla scorciatoia dell’occupazione di beni pubblici e privati. Così come non ci convince una trattativa diretta, che vive comunque come una eccezione il rapporto tra istituzioni pubbliche – che in quanto tali sono di tutti – e occupanti. SEL Livorno crede, e non da oggi, nello sforzo di disegnare e costruire percorsi trasparenti e condivisi di messa a valore pubblico di iniziative auto organizzate di cittadini e cittadine. Per questo cogliamo l’occasione dei fatti di ieri, francamente più simili ad una “sceneggiata napoletana” che ad un intervento di ordine pubblico, per rilanciare la nostra proposta sull’utilizzo dei beni pubblici. Si individuino rapidamente i beni pubblici dismessi, oggettivamente invendibili anche per le condizioni del mercato immobiliare. Si disegni una tabella di priorità di uso di interesse pubblico (sociale, culturale, sanitario, abitativo) così come vissuto dalla città ed indicato dal governo delle comunità. Si aprano bandi pubblici di auto recupero su progetti aperti, dove si indichino percorsi, asset e soggetti partecipanti e su questo si proceda ad assegnazione a tempo determinato tramite convenzioni. E’ uno “sfondamento” possibile di un quadro che ha reso sempre più difficoltosa una politica delle autonomie locali sull’emergenza sociale; uno sforzo concreto di governo che tiene conto della fase che viviamo e della necessità di riutilizzare per un fine sociale la spinta di autoorganizzazione della società civile solidale. Contro la repressione, contro la demagogia.

 

UNIONE INQUILINI
L’’Unione Inquilini esprime sconcerto per il grave episodio di stamattina in Via E. Rossi, alla struttura ex Asl, mai abbiamo visto un tale dispiegamento di forza pubblica per una perquisizione di una struttura occupata, di cui si conosce bene ogni attività, e che certo non è un covo di violenti. L’operazione si è conclusa con 16 denunce.
Questa struttura che rappresenta un’alternativa alla disperazione non solo per le famiglie (con minori) occupanti dopo essere stati sfrattati dalle loro case con forza pubblica, a causa della morosità incolpevole, (oggi in lista nella graduatoria generale in attesa di un’assegnazione definitiva), ma anche per le giovani generazioni senza futuro, per le quali si è creato un Consultorio, il centro di Riciclo e l’Ostello della Gioventù. Da qui vengono lanciate sfide per nuove economie e opportunità di lavoro per una generazione senza futuro. Non si capisce davvero il senso politico di questo blitz. Viene il dubbio che sia un tentativo di far cessare le polemiche e le accuse di essere tolleranti con gli occupanti, in fondo, siamo in campagna elettorale! Occorre che il centro continui la sua attività vista la solidarietà di queste ore da parte della cittadinanza attiva; le istituzioni anziché usare la forza pubblica avviino un tavolo di confronto riconoscendo l’utilità sociale della struttura occupata, per un accordo di comodato gratuito.

Unione Inquilini Livorno Paolo Gangemi – Daria Faggi

 

Riproduzione riservata ©

170 commenti

 
  1. # Antonella

    Finalmente le Istituzioni si fanno vedere, il prossimo controllo spero che sia per la Ex caserma occupata in via Adriana.

  2. # Federico

    Aspetto maggiori informazioni, ma a leggerlo così mi sembra una manifestazione di forza gratuita contro chi sta utilizzando socialmente degli spazi pubblici altrimenti inutilizzati. Se questo concetto comincia a passare a Livorno, mi chiedo cosa rimanga della nostra tradizione sociale di città attiva. Ad ogni modo esprimo la mia solidarietà ai compagni dell’ex caserma occupata.

  3. # Stai a vedè

    Come minimo tutto questo casino per du’ spinelli e un paio di bottiglie di china martini… spero tanto di sbaglarmi… ma vedrai …

  4. # PITTARO

    Come mai NON fanno la STESSA COSA in piazza dei MILLE… e zone attigue?

  5. # roberto1

    A me personalmente spiace la situazione spiacevole in cui gli abitanti di Via E.Rossi stanno subendo da quando è stato aperto tale ostello: oltre alla svalutazione degli immobili della zona, più della media cittadina, devono “sorbirsi” anche schiamazzi notturni, via vai della più disparata tipologia di gente. Invece di dar tale ostello a famigle che necessitano realmente di una casa, se andiamo a far la conta delle persone all’interno non so quanti livornesi troveremo…..e sinceramente non è un’affermazione qualunquista, ma è realista ! Passateci o informatevi da chi sta nei dintorni e sentirete cosa vi rispondono

  6. # Antonella

    “Stai a vedè”…….. come minimo la gente che abita in zona ne ha le tasche piene dell’Ex Caserma Occupata….spero tanto di sbagliarmi… ma vedrai …

  7. # cancellatevi

    ma cosa ne sai tu delle informative che hanno le forze dell’ordine?

  8. # Daniele

    ma se dedicassero le loro energie ai problemi veri della città???

  9. # karl

    Era ora che la giustizia facesse il suo percorso…
    La legge deve essere uguale per tutti

  10. # PITTARO

    io non ne so niente, infatti ho fatto una DOMANDA? è lecito farlo?

  11. # Io ci sto accanto

    Io ci abito accanto è un questo periodo non ho avuto problemi, anzi hanno ristrutturato e reso abitabile una struttura chiusa a luglio 2010 che iniziava a dare cenni di cedimento

  12. # jacklafuria

    il blizt andatelo a fare la notte in piazza garibaldi e via terrazzini cosi e” troppo facile.

  13. # PITTARO

    La legge deve essere uguale per tutti? ok mi sta bene, allora anche per i NON italiani, per me SIAMO TUTTI UGUALI è il mio pensiero da SEMPRE, ma lo dobbiamo essere in qualsiasi caso ( positivo / negativo ) ed invece “ultimamente” non è così, ci sono distinzioni anche tra cittadini locali…vedi alcuni quartieri come sono serviti a differenza di altri…
    LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI, come i diritti ed i doveri

  14. # MAURO

    IO SONO UN COMPAGNO, MA NON VADO AD OCCUPARE LE PROPRIETA’ DEGLI ALTRI.
    IL DIRITTO CIVILE DICE CHE LA PROPRIETA’ E’ INVIOLABILE

  15. # Ade

    Ma queste offese gratuite all’Ex Caserma??? Cosa v’hanno fatto? v’hanno picchiato? v’hanno rubato in casa? Stiamo parlando di ragazzi che aiutano il prossimo in difficoltà, dovremmo prendere esempio da loro e sostenerli e invece qui ci sono persone che hanno da ridire su questi ragazzi…Continuate a fare l’indifferenti e i lecchini delle istituzioni

  16. # Stefano

    Il controllo DEVE essere fatto, all’interno c’è un ostello abusivo non solo famiglie. Una normale struttura ricettiva deve indicare alla questura gli ospiti (quando vi chiedono il documento negli hotel), in questo caso chi controlla?? Mi sembra il minimo che le istituzioni si occupino della questione, è necessario un controllo anche sullo stato dell’immobile per la sicurezza di chi lo occupa e di chi abita vicino. Il resto sono parole al vento qualunquiste.

  17. # Stefano

    SI!

  18. # alessandro

    Quoto, sempre più le istituzioni combattono “il popolo” perchè questo è quello che di fatto avviene

  19. # Io ci sto accanto

    La proprietà è inviolabile…. In effetti la caserma di via Adriana era meglio quando era abbandonata che adesso che è stata ripulita ed aperta a disposizione del quartiere

  20. # Alessandro

    Personalmente la penso come per le intercettazioni, privacy, tessera del tifoso etc etc….Se uno non ha niente da nascondere sta tranquillissimo….Possono anche intercettarmi, ma sentiranno dire che chiedo cosa c’è per cena. Possono dire che la mia privacy va tutelata etc etc, ma sono il primo a sapere che sono iscritto a Facebook, che ho carte di credito, e altri mille servizi per la quale se vogliono sapere dove sono, lo sapranno. Possono anche dirmi che la tessera del tifoso è una schedatura in questura; bene, io non vado per fare casino allo stadio, problemi non ne ho. E così possono anche fare una perquisizione in una struttura OCCUPATA ABUSIVAMENTE (parti già nel torto, perché tanto se davi noia, anche in via adriana ti sfollavano con niente, solo che evidentemente era un biscottino per farli stare buoni), ma se non hai niente da nascondere, non ti fai problemi 🙂 Punti di vista eh…..

  21. # bruno tamburini

    non sono cosi sciocco da non vedere alcuni elementi positivi nell’azione dei centri sociali, ma non e’ accettabile l’occupazione abusiva di strutture pubbliche e/o private. Neppure l’inerzia ed il menefreghismo dell’Amministrazione possono’ giustificare questo comportamento al di fuori della legalità. E poi una domanda un tantinello provocatoria. se fossero stati i ragazzi di Casa Pound , in altre città hanno comportamenti analoghi con le stesse finalità ,ad attuare azioni del genere , cosa sarebbe successo nella rossa Livorno ?

  22. # daniele lelli

    Vieni ad abitare in viale Caprera in venezia, vedrai che rimpiangerai l’ostello occupato

  23. # ALEX71

    PERCHE’ NON VANNO A FARE LE PERQUISIZIONI E CHIUDONO TUTTE LE STRADE NEL TRIANGOLO D’ORO VIA TERRAZZINI – VIA DELLA PINA D’ORO E PIAZZA DELLA REPUBBLICA PER LEVARE UN PO’ DEL MARCIO CHE STA GALLEGGIANDO IN QUELLA ZONA (GUARDA CASO LA RAPINA ALLE POSTE DI IERI E’ IN QUELLA ZONA).

  24. # daniele lelli

    Casapound affonda le sue radici nel Fascismo e come tale in Italia non è lecito.

  25. # Anna

    Piena solidarietà ai ragazzi

  26. # Gianni

    Infatti ti sbagli, si parla di occupazione abusiva…

  27. # Ma falla finita

    Io ci sto accanto abiti vicino anche alla ex caserma occupata di Via Adriana? …..ma falla finita!

  28. # Gianni

    A parte il fatto che qui nessuno ha parlato di “forza gratuita”… forse ti sbagli con gli episodi alla Diaz. Si parla semplicemente di controlli, non mi pare che abbiano preso nessuno a manganellate ne’ legato gente alle sedie. In più utilizzare “socialmente spazi pubblici altrimenti inutilizzati” non vuol dire farlo abusivamente, lo capisci che e’ un reato?!?

  29. # il polemico

    se fossero stati quelli di casa pound avrebbero preso quello che si meritavano: botte

  30. # gabriele

    te parli di svalutazione a delle persone che non hanno più casa??

  31. # emilio

    BRAVI GRANDI CHE EROI !!!! AZIONE REPRESSIVA VIGLIACCA CONTRO CHI SI MUOVE VERAMENTE IN STRADA PER IL SOCIALE….ORMAI E’ DIVENTATA UNA BATTAGLIA PERSONALE DEL QUESTORE CONTRO I COMPAGNI…..VERGOGNA ! E ORA FACCIAMOCI SENTIRE COMPAGNI BASTA SOPRUSI DEL POTERE !

  32. # Vanni Viviano

    Io parlo dell’Ex caserma di via Adriana ma siete sicuri che sia tutto negativo quello che fanno? la struttura è abbandonata da anni vengono svolte attività con fini sociali non è che a Livorno siamo diventati un po’ troppo intolleranti e razzisti non è possibile fare di tutta un erba un fascio. Le istituzioni sono assenti e chi si muove autonomamente facendo cose anche buone è da criticare e per qualche fascista anche da manganellare! Livornesi guardatevi dentro e ricordatevi da dove veniamo.

  33. # Elmo

    La sua domanda non è provocatoria, è inutile.
    Casa Pound fa apologia di fascismo, che è reato. Punto.

  34. # pracchia

    L’ex Caserma è il centro sociale più bello d’Italia, bisogna essere orgogliosi

  35. # fox65

    E chi se ne frega non ce lo metti?…sempre più vicini ai metodi squadristi della guerra

  36. # emilio

    MA LA VUOI SMETTERE TAMBURINI ! IL FASCISMO IN ITALIA “DOVREBBE” ESSERE REATO PER LEGGE ! TI VA GIA’ BENE CHE DI FATTO NON VIENE CONSIDERATO TALE DA ISTITUZIONI E TUTORI DELL’ORDINE E SAPPIAMO PERCHE’……QUINDI GODITI I TUOI AMICI FASCISTI DICHIARATI, AIUTATI, PROTETTI DI CASAPOUND QUANTO VUOI MA NELLE ALTRE CITTA’ E A LIVORNO CHE ABBIANO PAURA A FARSI VIVI !!!!!

  37. # Pettirosso

    Per fare un minimo di chiarezza su cosa c’è dentro alla Ex Mutua Occupata di Via Ernesto Rossi ecco un piccolo contributo video che ho trovato sul web.

    http://www.youtube.com/watch?v=d-6ajUawOEU

    Prima di fare tanti discorsi sul web invito alla visione e poi alla partecipazione ad una reale discussione, magari non via web.
    Posso capire se si parlasse di cose che avvengono fuori città o fuori dall’Italia, ma qui si parla di famiglie, ragazze e ragazzi e progetti che si possono incontrare uscendo di casa e capendo sulla propria pelle il disagio di tutti.

  38. # libecciata

    in 100 tra polizia, vigili urbani, vigili del fuoco… all’alba, in tenuta antisommossa..
    chiedetevi quanto è costata questa operazione!!

  39. # osservatore

    Sono favorevole ad aiutare il prossimi, ma forse solo all’inizio quando le prime famiglie si sono stabilite all’usl ne avevano davvero bisogno. Adesso non lo so, io abito li vicino ed è pieno di gente che va e viene in ogni momento, persone con smartphone e tablet di ultima generazione che fumano sigarette come turchi. Ecco io penso che se uno è davvero nel bisogno queste spese si possono tagliare, quindi mon andiamo a dire che sono tutti dei bisognosi perché non è proprio la verità.

  40. # LIVORNO

    ma lei non lavora mai???? mi piacerebbe sapere se la paga che prende, (che sono soldi miei) la prende per scrivere su quilivorno!

  41. # Ric

    Compagno, leggi sotto:
    K. Marx, Manoscritti economico-filosofici del 1844, Primo manoscritto

    Se il prodotto del lavoro non appartiene all’operaio, e un potere estraneo gli sta di fronte, ciò è possibile soltanto per il fatto che esso appartiene ad un altro estraneo all’operaio. Se la sua attività è per lui un tormento, deve essere per un altro un godimento, deve essere la gioia della vita altrui. Non già gli dèi, non la natura, ma soltanto l’uomo stesso può essere questo potere estraneo al di sopra dell’uomo.
    Si ripensi ancora alla tesi sopra esposta, che il rapporto dell’uomo con se stesso è per lui un rapporto oggettivo e reale soltanto attraverso il rapporto che egli ha con gli altri uomini.
    Se quindi egli sta in rapporto al prodotto del suo lavoro, al suo lavoro oggettivato come in rapporto ad un oggetto estraneo, ostile, potente, indipendente da lui, sta in rapporto ad esso in modo che padrone di questo oggetto è un altro uomo, a lui estraneo, ostile, potente e indipendente da lui. Se si riferisce alla sua propria attività come a una attività non libera, si riferisce a essa come un’attività che è al servizio e sotto il dominio, la coercizione e il giogo di una altro uomo.
    […]
    Dunque, col lavoro estraniato, alienato, l’operaio pone in essere il rapporto di un uomo che è estraneo e al di fuori del lavoro, con questo stesso lavoro. Il rapporto dell’operaio col lavoro pone in essere il rapporto del capitalista – o come altrimenti si voglia chiamare il padrone del lavoro – col lavoro. La proprietà privata è quindi il prodotto, il risultato, la conseguenza necessaria del lavoro alienato, del rapporto di estraneità che si stabilisce tra l’operaio, da un lato, e la natura e lui stesso dall’altro.
    La proprietà privata si ricava quindi mediante l’analisi del concetto del lavoro alienato, cioè dell’uomo alienato, del lavoro estraniato, della vita estraniata, dell’uomo estraniato.

  42. # vladi

    addirittura mettere a reddito una struttura occupata abusivamente, ovviamente senza essere in regola per quanto riguarda le norme che regolano l’apertura di un ostello…mi pareva un po’ troppino.
    finalmente le forze dell’ordine sono intervenute

  43. # ilaria

    ma io mi chiedo come si fa a stare dalla parte delle forze dell’ ordine in questo caso…ma lo sapette chi ci sta li dentro??? famiglie con bambini che altrimenti andrebbero sotto a un ponte o in mezzo a una strada…sono già abbastanza provati non hanno soldi lavoro cibo e non garantiranno mai un futuro ai propri figli…e i carabinieri fanno tutto sto casino perché hanno occupato un edificio abbandonato/ inutilizzato???

  44. # andrea

    vergnogna……se ero in loro andavo con i caccia!!! codardi

  45. # MAURO

    IN DEMOCRAZIA BISOGNA RISPETTARE LE REGOLE SIA CHE SIANO GIUSTE O SBAGLIATE. QUI C’E’ STATA UN OCCUPAZIONE SU UNA PROPRIETA’ STATALE. PER QUALE MOTIVO LE AUTORITA’ NON DEVONO AVERE L’AUTORIZZAZIONE A FARE DEI CONTROLLI IN CASA LORO ????

    SE TUTTO E’ RISPETTATO ED E’ IN REGOLA, GLI OCCUPANTI NON DEVONO TEMERE NIENTE.

  46. # Federico

    La proprietà è inviolabile. Non sono totalmente d’accordo ma in linea di massima si. Ed allora una parte della struttura di Via Ernesto Rossi e della Caserma di Via Adriana, essendo esse pubbliche è anche mia. Ed allora ben vengano quelli che le forzano, ci entrano, le occupano e le rendono alla collettività come strutture di servizio sociale.

  47. # BEN

    Bene !!! E’ così che si fa’ !!! L’occupazione di appartamenti ed edifici e’ un reato !!!
    Ottimo lavoro di polizia e carabinieri.

  48. # Federico

    Se i ragazzi di Casa Pound, come li chiama lei, non commettessero un reato ad ogni piè sospinto (l’apologia di fascismo, per la Repubblica Italiana, continua ad essere tale) non ci vedrei niente di male, sempre meglio che vedere marcire quelle strutture pubbliche. Ma lo fanno e quindi ne penso tutto il male possibile.

  49. # Io ci sto accanto

    Boia e poi dite all’altri populisti???? Ma il fascismo è stato di nuovo legalizzato??? A già ma quelli di casa puond un so’ mia fasci?!?

  50. # Gianca

    fra razzisti benpensanti e bigotti sinceramente mi fate venì ‘onco dal primo all’ultimo, ecco il classico lettore medio di quilivorno..ricordatevi, chi semina vento racccoglie tempesta..

  51. # yoghi

    te invece sai tutto?
    illuminaci allora

  52. # yoghi

    rispondevo a “cancellatevi”

  53. # Marcovaldo

    Tamburini, ma perche l’occupazione va bene a secondo di chi la fa? Hai una concezione del Diritto abbastanza antiquata, direi veteromissina…..

  54. # Gianni

    Era l’ora, così come sarebbe l’ora che anche a Pisa le forze dell’ordine sgobmerassero la mattonaia dai delinquenti che l’hanno occupata e ripristinassero la legalità.

  55. # Manlio

    Speriamo perché non se ne pole più!

  56. # amaranto67

    quando sento parlare di “nemici” mi viene la pelle d’oca… linguaggio simile a quello utilizzato negli anni di piombo dagli estremismi militanti e soprattutto armati che hanno caratterizzato gli anni ’70… mi vengono in mente pure le minacce ai danni del sindaco , coincidenze?

  57. # Mario

    ma qualcuno gli ha dato il permesso di farlo ???

  58. # mako

    quindi tutti contro per partito preso… dietro una foglia di fico per razionalizzare

  59. # max70

    Per quanto ne so io “gli occupanti” hanno chiesto più volte incontri con le istituzioni per regolarizzarsi ma nessuno ha risposto!!….poi fermo restando che l’ occupazione di una cosa privata può non andar bene ma se la cosa è comunale ed inutilizzata è un’ altra cosa ….soprattutto se l’ uso è incentrato a cercare di aiutare i più poveri e sfortunati! Credo che chi ha mandato questo plotone di agenti dovrebbe un po’ interrogare la propria coscienza!!! Solidarietà al Centro

  60. # Io ci sto accanto

    In via Adriana no, ma in via Rossi si… Quindi falla finita te

  61. # Federico

    si parla di assetto antisommossa, se dovevano fare dei controlli ci mandavano due vigili urbani…

  62. # max70

    Visto che l’ ha specificato per non sentirsi attaccato credo proprio che non sia vero che quelli di Casa Pound abbiano le stesse finalità

  63. # Aeklivorno

    Andate in assetto antisommossa in via dei Terrazzini…poi se ne fa una di risate!! Rispetto per chi lotta nell interesse del nostro futuro cittadino…! Forza ragazzi

  64. # dat

    Ma che “ragazzi” CasaPound sono “fascisti del terzo millennio”, le loro “idee” sono vecchie e sconfitte dalla storia, vogliono solo rifare il trucco all’estrema destra neofascista, provando a renderla presentabile, peraltro con scarsi risultati.

  65. # Topazio Frittelli

    E dovete anda’ a prende ir figliolo di Licresti!!!

  66. # livorno 74

    Perchè non vanno pure alla vecchia stazione di San marco o all’Ex deposito in via Masi??? Facile agire contro chi vuole fare qualcosa di buono per gli altri

  67. # michelecheli

    Fa bene il comune ad intervenire su un luogo che da anni era abbandonato e buttato nel niente, come molti luoghi di livorno e bonificato e reso socialmente importante nella nostra città da delle persone che spendono energie, idee e professionalità per una causa importante.

    Ora riprendetelo e movetevi che tra poco ci sono le elezioni, dovete fare bella figura come per le fortezze e via dicendo magari 2 voti in più li prendete.
    Vi do una bella idee fateci un bell’ostello della gioventù come Villa Morrazzana…siete vergognosi.
    Piena solidarietà all’ Ex Caserma Occupata.

  68. # adriano

    Viviano,

    le mura sono tutte imbrattate da scritte spray, con lo skate hanno disturbato chiunque, con la musica uguale, vomito sui marciapiedi, sporcizia. Quella struttura è una opportunità per il quartiere mi sembra si possa gestire meglio.

    Magari ristrutturandola e dando lavoro a qualche ditta onesta in città. Così si riqualifca il quartiere come chiedono gli abitanti da anni..

    Vai a vedere di persona.

  69. # Riccardo 1

    Tu nn 6 un compagno e si sente, ma ti ricordo che quella propietà nn è privata ma pubblica, dal momento che è pubblica e chi l’amministra nn è in grado di gestirla se non solo (in maniera Privata) trovo normale che qualcuno ci provi (visto che è anche sua) a gestirla in maniera Sociale

  70. # Riccardo 1

    Il controllo in questo caso,nn si fa con la Forza Pubblica ma ascoltando le ragioni e aprendo un dibattito

  71. # libero pensiero

    La presenza della “ex-caserma” è un problema oggettivo per gli abitanti di via Ernesto Rossi e via Adriana. Solo a titolo di esempio in queste zone vendere casa è sicuramente più difficile a causa della occupazione, ed in questo periodo se un padre di famiglia si trova strozzato nel pagare un mutuo oppure vuole spostarsi per dare una casa più grande alla sua famiglia sicuramente è penalizzato. E già questo è un elemento che non può essere ignorato. Ma il discorso non si chiude qui:

    l’attività dell’ex caserma trova giustificazione SOLO nella inettitudine dell’amministrazione comunale.
    Le strutture non impiegate rappresentano una risorsa ovunque, a Livorno viene tenuta chiusa persino la fortezza e questo è inaccettabile.

    Detto questo le buone intenzioni, che non sono certo esclusive dell’ “ex-caserma”, non sono una giustificazione per le proprie azioni: anche avendo buone intenzioni si possono commettere errori.

    Ad esempio se le 14 famiglie cucinano, dovrebbero essere garantiti i requisiti minimi di sicurezza.. altrimenti qualcuno (l’eventuale responsabile in caso di incidente) dovrà intervenire.
    Certo è che altrimenti le famiglie dovrebbero cucinare per strada e qui si torna alla inefficienza comunale. Infatti strutture comunali per i senza casa ci sono ma sono abbandonate, tipo casa Firenze..

    I limiti dell’ “ex-caserma” si vedono tutti nella proposta politica dove si fa sempre riferimento ad una divisione del mondo, fascisti ed antifascisti, ormai metabolizzata dalla stragrande maggioranza delle persone.

    A livello pratico l’azione “ex-caserma” presenta soluzioni di ridottissima veduta come ad esempio l’adozione di famiglie in difficoltà in strutture che non possono accoglierle. Strutture che, guarda il caso, ospitano gli stessi della “ex-caserma”. Sembra quasi cada a proposito…

    Se a Livorno, la questione casa, fosse stata a cuore a qualcuno, avremmo sentito parlare con forza di controlli sui redditi degli occupanti delle case popolari, sulla impossibilità di acquisto delle case popolari e sui criteri delle graduatorie.

    Insomma, a quando il libero pensiero al posto dell’ideologia? Potremmo liberarci dell’amministrazione inetta e dei nostalgici della politica targata anni 70′ ed oggi manipolatori di ragazzi (con buone intenzioni).

  72. # 4luglio68

    I centri sociali mica sono zone franche.

  73. # Adolfo

    Io la casa me la stò pagando con 30 anni di mutuo !!! Non è giusto che ci siano i furbetti che prendono “vie preferenziali” per avere tutto a gratis !!! Basta parassiti che occupano e sopravvivono sulla pelle degli onesti contribuenti (sia italiani che stranieri) !!!

  74. # roba da torta

    il vero problema di livorno sono i livornesi!!! e c’avete sempre da tirà fori le mummie dall’armadio voi e stò comunismo da 2 euri e qst faziosità da barricate che vi fà vedè i fascisti dappertutto!!! le forze dell’ordine c’anno sempre torto e così via…. ma darvi una mossa no?? e ri-votaltelo il pd…. a già eravate tt x ingroia.. e poi vi siete ftt i c… vostri!! non si sà se c’è un progetto di riqualifica se c’è gente ricercata…. un sapete nulla e vi riempite la bocca di chiacchiere!!! se c’avete così tnt il dente avvelenato fate un comitato o quello che vi pare a voi e mandatelo fin dentro il municipio a prende il posto di sindaco con le prossime comunali!! almeno potrete fà le comuni e un bel gulag al limoncino x i fasci e così via…. datevi 1 patta siete indietro di 70 anni!!!

  75. # diego

    Il comunicato ex Caserma Occupata

    Da stamani presso l’edificio occupato in via Ernesto Rossi, l’ex mutua di cui l’Asl sarebbe proprietaria, sono in corso perquisizioni a tappeto, sia nelle abitazione che nei luoghi, sempre interni alla struttura, in cui sono organizzati i progetti sul reddito, come l’ostello ed il centro di riciclo e riuso.

    La perquisizione è stata accompagnata da uno spiegamento inspiegabile di forze dell’ordine, tale da lasciare intendere la volontà di procedere verso uno sgombero dell’edificio. Oltre ad i progetti sul reddito la struttura da asilo ad almeno 14 famiglie per un totale di circa 50 persone.

    Le ragioni delle prepotenze sono sicuramente politiche ed è facile supporre quale volontà si nasconda dietro l’intervento delle forze dell’ordine e militari. Il Partito Democratico livornese, realtà politica che ormai fatica nel coprire alla città le proprie mille insufficienze e malefatte, ha deciso di favorire un intervento mirato a colpire l’ Ex Caserma, dato che questa negli ultimi due anni si è proposta alla città come autentica forza di opposizione.

    Chi siano i mandanti è chiaro, poiché sta scritto negli ultimi due anni di politica cittadina chi siano i nemici.

    Un Pd indebolito e spaventato che reagisce in maniera isterica e prepotente. Il centro di riciclo e riuso è stato un argomento molto discusso. Furono aperte anche delle trattative con le istituzioni, redatti dei progetti credibili presentati all’assessorato all’ambiente.

    Come sia meschina la politica di chi ci governa emerse però a trattativa in corso, quando venimmo sottoposti a ricatto dallo stesso assessore Gulì, che ci intimò di abbandonare una politica di opposizione, di sanare le ferite aperte magari durante l’estate con iniziative come la contestazione a Bruno Picchi, personaggio di dubbio spessore morale e per questo soggetto da parte del primo partito cittadino ad una difesa ad oltranza, tesa ad occultare le porcate realizzate nel corso degli ultimi mandati amministrativi dallo stesso.

    Evidentemente il destino di 14 famiglie interessa meno di una disputa capricciosa. Ricordiamo come prima dell’occupazione della mensa sia stato organizzato un dibattito sul tema del reddito che vide la partecipazione di numerose forze politiche, con risultati soddisfacenti e convergenza di vedute.

    Ebbene questo è il momento di fare quadrato nel tentativo di isolare politicamente quei criminali che con il loro lavoro a perdere, in tutti questi anni, hanno causato la degradazione economica, sociale e politica del nostro territorio. Invitiamo tutta la città a partecipare al percorso di resistenza che da questa mattina ha impegnato decine di persone presso la struttura di via Ernesto Rossi.

    L’appuntamento è per un presidio ad oltranza presso via ernesto rossi, angolo via fagioli, da ora fino a che le forze dell’ ordine non avranno abbandonato la struttura lasciando a vita pacifica gli occupanti. Noi resisteremo finchè non sarà pensata una soluzione alternativa, sia per le famiglie che per il centro di riciclo e riuso.

    Ex Caserma Occupata

  76. # libertassino

    ORA STARA’ A COSIMI ED AL COMUNE DI LIVORNO TROVARE UN LETTO PER QUESTE PERSONE. TANTI SONO VITTIME DELLA CRISI, ALTRI SI TROVANO IN QUESTA DIMENSIONE A CAUSA DEGLI SBAGLI COMMESSI. MA DI TOTO’ RIINA O DI VALLANZASCA NON CE NE SONO. BISOGNA AVERE BUONSENSO E RISPETTO DELLA DIGNITA’ UMANA, ANCHE SE SI INDOSSA LA DIVISA O SI E’ UN MAGISTRATO BISOGNA RICORDARSI CHE LA FINE E’ PER TUTTI NEL CAPPOTTO DI LEGNO E CERCARE DI VIVERE UN PO’ PIU’ SERENI. VERGOGNA TUTTA QUESTA PREPOTENZA!!!!!

  77. # Morgiano

    Fra poino a Livorno a usci per mezzora di ‘asa rischi di trovacci gente dentro, la ex circoscrizione 1 alle sorgenti è stata occupata da 6 mesi, luci accese tutta la notte tanto poi ce le fanno pagà a noi

  78. # io

    Strade chiuse, camionette,assetto anti-sommossa… Mi sa che avete confuso via E.Rossi con il Kosovo!! Ma chi le gestisce queste operazioni Badoglio?!? Avete perso l’ennesima occasione di evitare enormi figure di… e di risparmiare fondi…solidarietà per i ragazzi dell ex Ex Caserma Occupata

  79. # yoghi

    ho appena visto il filmato….. e sarebbe il caso che lo guardi anche chi non l’ha ancora visto,poi per far contento il Sig Tamburini guardare anche un filmato di caspound, almeno si capiscono meglio le differenze…….Ci dia un occhiata anche Lei Sig.Tamburini, specialmente a quelli di casapound

  80. # baccio

    CasaPound non esisterà mai a Livorno , mettitelo in testa!

  81. # Riccardo 1

    Sarebbe bello sapere cosa pensa in merito il sindaco e tutti i consiglieri comunali visto che ( perchè roma può avere i suoi centri sociali e Livorno no? ) : La prima occupazione fatta utilizzando il nome CasaPound, fu quella del 26 dicembre 2003 a Roma.Con una delibera approvata nel 2007 dalla giunta Veltroni CasaPound viene riconosciuta tra le “occupazioni storiche” di Roma ed inserita nella graduatoria speciale per l’emergenza abitativa[33]. Nel maggio 2011 il Comune di Roma, attraverso una delibera di giunta, si è impegnato a trovare un accordo con l’Agenzia del Demanio, proprietaria dell’immobile occupato di via Napoleone III, ipotizzando un permuta patrimoniale dello stabile per un corrispettivo di 11,8 milioni di euro[34][35]. In seguito alle polemiche dell’opposizione di sinistra[36] ed alla contrarietà di CasaPound stessa[37], il Comune decide di non procedere con la permuta[38].(tratto da wikipedia)

  82. # Marcovaldo

    Possibile che lei Tamburini fa sempre riferimento alla Destra estrema, non lo sa che il PDl dovrebbe essere fatto anche dai moderati, lo votavano anche ex PSI, ex DC ex PRI, con gente estremista come lei Matteoli la Amadio e tutta la combriccola postmissina non vi vota più nessuno!!!! Avete fatto una Alba Dorata cacciuccata!!!

  83. # donatella

    gli”occupanti” in tutti questi mesi hanno fatto un lavoro sociale nei confronti di chi ha perso tutto che non va’ sottovalutato; se i controlli
    della polizia ,carabinieri hanno lo scopo,come credo, di identificare chi
    si trova all’interno per scongiurare i soliti giri legati allo spaccio,ben vengano.Aiuteranno e tuteleranno chi in tutti questi mesi ha lavorato duro,perche’ se e’ vero che l’area e’ abusivamente occupata ,sara’ il
    momento di leggittimare “l’ostello”

  84. # Marco

    Caro Mauro, devi sapere che a livorno non vige la “democrazia” ma la COMUNISTOcrazia: quindi è lecito solo ed esclusivamente ciò che è di colore rosso.
    Tutti i signorotti che hanno parlato di repressione ed ingiustizia, per dei SEMPLICI controlli, a quanto pare sono a favore dell’occupazione abusiva. Che non è reato. Perchè se lo fanno i centri sociali non è reato. Se lo fanno gli zingari magari si

  85. # Allibitaaaaaaaaaaaaaaa

    In tutti questi commenti non ne vedo nemmeno uno oggettivo sulle condizioni di livorno… E su come invece questi ragazzi hanno reso questo spazio.

    A. Spazio occupato abusivamente: da cosa è stato privato questo spazio? Da quale vita o attività é stata privata con l’occupazione?! La risposta è una: nessuna. Prima c’era lo schifo e il nulla. Ora ci sono tante attività e uno skate park che é riportato perfino nei diari della scuola ( non di credete? Andate a scuriosare tra i diari per ragazzi, non quello delle tartarughe ninja ovvio.. Ma potrete trovare una mappa degli skate park di italia… È c’è scritto ” ex caserma occupata livorno” … Vergogna!!! C’hanno pensato dei ragazzi che un recepiscono nemmeno soldi infondo al mese a sollevare dal collasso Livorno… Mentre chi viene stipendiato… Pensa al collasso). Poi, il comune che ha uno spazio vuoto dovrebbe donarlo a chi ha voglia di fare . Non lasciar.o riempire di … NULLA.

    B. Vi lamentate di questi ragazzi, della loro creatività e delle loro iniziative… Io invece mi lamento che ancora una volta gente sputa nel lavoro di individui . Che hanno risolto tanti casi di emergenza abitativa. Emergenza che doveva risolvere il comune. Invece la gente si è rivolta a loro che con una giovane età e la forza interna di continuare nonostante la merda ricevuta da chi sta a sedere sul suo divanuccio… Hanno dato un tetto a chi stava su un marciapiede. ( e chi dice: facile occupare vero?!? Io gli dico : ” abita in macchina o tra un albergo e una macchina x tre anni e riempito di promesse e di poi…. A quel punto bello o bella mia… Se ne riparla!!! Stacci vai!!!)
    Sono Persone che noi vediamo comparire come numeri sul tirreno, in qualche articolo riguardanti gli sfratti livornesi e l’emergenza abitativa. Però questi numeri cari miei sono persone. Hanno un nome … Per la miseria!!!! Hanno un cognome!!! Hanno una storia, hanno figli, amici e senza farla troppo sdolcinata.. Hanno una loro vita che vale la pena essere vissuta in una casa. E se loro guadagnano meno di noi e la casa non ce la fanno ad averla. È la collettività che deve aiutarli.. Perchè così funziona. Ma in primis è un organo addetto all’interno della collettività che deve darli una mano : le istituzioni politiche.

    C. : una persona può avere anche un pensiero politico diverso rispetto a questi ragazzi: ma se una cosa è fatta bene è fatta bene! ( per la miseria!!! Ho sentito dire ” Mussolini avrá sbagliato eh… Ma le strade,strutture,etc l’ha fatte bene!!!”. Mussolini !!!!!!! Quello schifo d’omo che ha piegato in due l’Italia!! Che mandava soldatini a prendere l’oro nelle nostre case ( come ci raccontano i nostri nonni), che se non avevi la tessera … Ti faceva chiudere l’attività e il tuo lavoro!!! Che appoggiò e diffuse in italia le leggi nazziste!!! Mussolini viene elogiato x le sue doti architettoniche!!!!!! Mussoliniiii!!!! Ma ce ne rendiamo conto?!?!?!?! E dunque ho sentito dire questa frase e non ho mai sentito dire ” questi ragazzi , nonostante il mio pensiero politico, sono ragazzi che marciano per il bene comune… Non per il bene del portafoglio”. Ma maremma strabona!!!! Ma come si fa?!?! Cosa ci dice il cervello?!? E la storia ci parla o no?!? Sento dire ” anni di piombo” … Ma chi ci vole tornare a quegli anni!!!!!!! Sarebbe bono raggiunge dei compromessi , sarebbe bono vedere in questi ragazzi una risorsa per livorno!! Non hanno intaccato nulla…. Se non restituito a chi senza casa una casa. A chi aveva voglia di suonare un luogo IN CENTRO ( e non a stagno dopo la chiusura dei fondi in piazza cavallotti) dove provare. A chi ha voglia di parlare delle tecniche di aborto… Un luogo dove parlare liberamente … Con dei soggetti specializzati di queste operazioni e quant’altro ( annullando ogni logica cattolica e obiettrice che non deve determinare le scelte altrui… Come l’aborto non priva nessuno nell’ avere figli!) . Hanno donato uno skatepark riconosciuto in ogni parti di Italia . Una mensa popolare!!!!! Una mensa per chi non c’ha tanti soldi per andare a mangiare i
    Frittino bono in un bel ristorantino. ( che ci possiamo permette noi, che rispondiamo a questi mex ma non tutti!!!!!)

    D. In “democrazia”….. io la democrazia l’ho letta ma mai vista. In primis … Nei volti di chi è la legge ( gente corrotta fino al midollo… Gente che si fa le leggi x se gente che non l’ho mai vista avere rispetto di una situazione x… Gente che fa show televisivi invece di fare politica!!!) e poi : un luogo vuoto dato a chi è senza casa, riconvertito a esigenze e divertimenti sociali…mi pare un comportamento non nocivo . Anzi!!!

    Pensiamoci su vai… Prima di accusare. Buon pensamento .

  86. # Simo

    Chiamatevi pagati voi che commentate, fate ridere, questo sarebbe reato? 15 famiglie senza casa che si prendono un tetto perchè le istituzioni non fanno niente per loro? andate a letto !!!

  87. # silvio pro livorno

    APPUNTO IN ITALIA NESSUNO PUO’ OCCUPARE NIENTE SPECIALMENTE LE EX CASERME CHE SEMMAI VASNNO RIOCCUPATE DAI MILITARI E NON DAL PRIMO CAPELLONE SUDICIO CHE CI SI ISTALLA ABUSIVAMENTE.

  88. # Boldrienge

    Disoccupati e sfrattati dell’ex caserma, vi è andata male. Se eravate rom o extracomunitari, magari un occhio lo chiudevano, ma voi continuate a dichiararvi italiani disperati e allora fanno bene le istituzioni politiche a buttarvi di nuovo in mezzo alla strada. Imparate e provvedete per il futuro.

  89. # REDAZIONE

    E POI DITE CHE NON SIETE FAZIOSI E DA UNA SOLA PARTE….SBAGLIATA PERCHE’ MANCINA. (VEDESI ALLIBITA che non sa neanche quello che dice ma SOLO PER SENTITO DIRE)

  90. # nasello

    il centro sociale a cosa serve c’è qualcuno che me lo puo’ spiegare ????????

  91. # comment

    no comment sulla faziosita’ di allibita e sulla redazione che ovviamente asseconda e pubblica elucubrazioni sul passato non vissuto ma per sentito dire.

  92. # Gianni

    Quindi?!? Hanno fatto cariche?!? Hanno minacciato qualcuno?!? Hanno abusato dell’essere in tenuta antisommossa?!? Non mi pare di aver letto niente di simile. Mi sembri un pelino prevenuto.

  93. # JC

    Qui siamo arrivati al ridicolo. Il loro comunicato è qualcosa tipo “non dovevamo occupare la caserma, ma loro non dovevano essere così tanti per buttarci fuori”. Che abbiano ristrutturato, che non abbiano fatto casino o cose simili tanto di cappello, ma un posto che appartenga al privato o al pubblico che sia non ha diritto ad essere occupato. Siamo in anarchia? Questa “disoccupazione” doveva arrivare tanto tempo fa. Non sto facendo un discorso politico bensì di senso civico.

  94. # Com'eri bella Livorno

    Sono sconcertato da quello che ho letto. Le falsità soprattutto.
    Condannabili i metodi? Forse si: ma poi basta!
    Io abito in via Ernesto Rossi da anni, la struttura è stata abbandonata tempo fa e lasciata morire, forse qualcuno qua preferiva che si lasciasse vuota o alla mercé di una altro tipo di occupazione?? Invece questi ragazzi, senza MAI dare il minimo fastidio a chi vive nella via, hanno rivalutato la struttura, ne hanno fatto qualcosa di utile anche e soprattutto a livello sociale. Nessuno, mai ha detto: “stai in via E. Rossi?! Quella con la struttura occupata?!”
    Da questi ragazzi ho visto attività come:
    Mercatino dell’usato, aperitivi gratuiti e aperti per sensibilizzare la popolazione sul loro lavoro e ripeto fino alla noia, MAI MAI MAI un problema! Fino a stamani, quando uscendo di casa ho trovato 100 persone a bloccare la via per 16 ragazzi, mi pare un po’ sproporzionata l’intervento e la spesa conseguente.
    Ripeto si può condannare la modalità occupazionale, ma certo non mi parlate di esasperazione, perché loro non hanno esasperato nessuno! Non li conosco personalmente, ma li ringrazio per averci messo la faccia e aver mostrato agli struzzi in che stato è Livorno. Quali sono le vere problematiche della città e le uniche soluzioni.

  95. # MAURO

    per favore redazione allega la risposta a RIC. QUINDI ?
    PAGARE REGOLARMENTE L’AFFITTO E IL MUTUO SECONDO TE E’ UN REATO ? METRE L’OCCUPAZIONE ABUSIVA E’ LECITA ? MA FINITELA DI FARE DISCORSI A VANVERA.

  96. # MAURO

    GIANCA, prima di scrivere cavolate pensa a cosa vuoi scrivere.

  97. # lorenzo

    Onestamente non mi sembra il momento di infuocare la piazza piu’ di quanto gia’ lo e’; l’intervento delle forze dell’ordine doveva essere rimandato. Le violazioni del gruppo di autogestione non sono poi cosi’ gravi, attenzione a non compiere errori madornali nei confronti di coloro che non soltanto si vedono tagliati gli spazi che gli sarebbero dovuti per diritto ma anche quelli che si inventano loro stessi. In Germania, ad Amburgo, la municipalita’ bandisce dei veri e propri concorsi tra i vari centri sociali per assegnargli la creazione di un “Jungenderwekun”, una sorta di rinascita giovanile. Qui da noi invece, nel miglior stile di paese arretrato arrivano i poliziotti con i manganelli.

  98. # lorenzo

    Io non sono un compagno ma non per questo posso allinearmi alle posizioni di coloro che plaudono l’intervento delle forze dell’ordine contro quei giovani, che a quanto mi risulta, non hanno costituito problemi particolarmente gravi. Fossi stato il sindaco avrei in qualche modo cercato di supportare “politicamente” quel gruppo di giovani ai quali riserviamo almeno il diritto di creare uno spazio per loro visto che a Livorno i giovani sembrano essere dimenticati.

  99. # renato

    Il reato era lasciare una struttura come era stato fatto, io abito nei pressi e quelle persone e quei ragazzi nn hanno ma i creato problemi, anzi hanno reso abitabile alcuni appartamenti per famiglie insieme ad altre iniziative socialmente utili, se poi stamani per caso capitavi li, avresti visto con i tuoi occhi,sembrava una caccia. Vergogna

  100. # renato

    Io abito vicino,quotidianamente passo proprio di li e ultimamente ,soprattutto dopo la fase di assestamento e ristrutturazione ,non c’era alcun problema anzi persone da ammirare,ma chi è che ti ha dato questo tipo di notizie, basta con questa storia ipocrita

  101. # asciugati

    meglio edifici pubblici abbandonati da anni che occupati per iniziative sociali ? non credo che si debba essere estremisti per riconoscere quello che questi ragazzi stavano cercando di fare. Nessuno si interroga come mai tutto nell’indifferenza generale delle autorità fino a quando non hanno occupato i 20000 metri quadri dell’area incolta di Via Goito per farci degli orti sociali ? Come mai ?

  102. # simonesalviano

    aaahhhhh com’è bello poter contare sulle forze dell’ordine… in questi casi ci sono sempre!! ed in spolvero!!

  103. # Serena

    ti auguro di non subire mai uno sfratto,perchè alla ex caserma puoi trovare un alloggio, ti auguro di non avere mai fame, perchè da loro trovi un piatto caldo, ti auguro di avere sempre i soldi per fare i regali di natale ai tuoi figli,perchè da loro trovi giocattoli usati e materiale didattico riciclato….
    Vorrei vedere te cosa fai per il prossimo (leggi: per i tuoi concittadini) che resta col sedere per terra.

  104. # Serena

    visto che si pensa solo a costruire casermoni in classe energetica G ma che costano quanto una villetta a antignano, e l’emergenza abitativa della gente comune aumenta, mi pare doveroso usare spazi inutilizzati per aiutare le persone che non hanno una casa. Quei locali sarebbero inutilizzati se fosse per il Comune.

  105. # Jean Pierre Cardin

    Casapound non verrà mai a Livorno ? Fossi in te non sarei così sicuro …. 😀

  106. # dave

    sai cosa ti dico ….. io son della PIELLE ma il tu discorso è il mejo . succinto e nobile .

  107. # matteo

    Non ha senso,100 tra polizia e militari…. sti ragazzi al di là del lato che poteva dar noia come manifestazioni e roba simili hanno tirato su un qualcosa di bello, skatepark, eventi, posti per chi viene sfrattato e potrei andare avanti elencando un papiro. 100 tra polizia e militari che fanno un blitz ai campi rom però un si sente mai dire. Città del cavolo.

  108. # dave

    dott. Tamburini lei conosce l’apologia di reato legata al fascismo ?…. penso di no e si che ha studiato ehh.

  109. # livorno 74

    VI VORREI VEDERE IN VIA TERRAZZINI O ZONE LIMITROFE OPPURE IN VIA MASI O ALLA VECCHIA STAZIONE DI SAN MARCO.PERCHE’ LI NON CI ANDATE????

  110. # dave

    Dott. Tamburini … nave a babordoooooo

  111. # falco

    Prima o poi qualcuno dovrà studiare la tipologia umana del commentatore professionista di questo sito, allora dovrà chiedersi come sia stato possibile trovare tanta ignoranza, razzismo, bigottismo, malafede, rancorosità negli abitanti della vecchia città nata per accogliere e comprendere. La Proprietà? Di chi, palazzi lasciati nello sfacelo e nell’incuria dall’esercito (c’era un bosco dentro, chi l’ha visto prima lo sa) e dall’USL che vuole fare gli opedali indebitando i cittadini per decenni, ma chiude e lascia nell’abbandono le strutture sul territorio; Gli stranieri? Ma cosa ci combina tirarli sempre sempre fuori, anche quando non c’entrano NULLA di NULLA come in questo caso, livornesi cari, rassegnatevi, abbiamo antenati marrani, sefarditi, olandesi, inglesi, levantini, turchi, siamo schiatta di pirati, contrabbandieri e tegami. Arrabbiatevi col Cosimi e con la sua gente di malversatori che hanno azzerato questa città, inc…. con il Pd che devasterà definitivamente la nostra povera città quando gli ridarete il voto, come sempre, come dei bravi pecoroni, magari perché l’amico del circolo vi ha fatto avere il mutuo in banca senza garanzie, o quell’altro la casa poplare, o lo zio del cugino del nipote amico vi trova il posto da cassiera precaria alla Coppe per la “bimba”

  112. # Francesco R.

    Altra operazione “ridicola” contro chi cerca di “sopravvivere” giorno dopo giorno, a partire dall’avere un tetto sopra la testa fino ad arrivare a mantenersi in forze col poco cibo che riescono a procacciarsi e donandolo pure a chi sta peggio di loro. ANDATE A PRENDERE I VERI DELINQUENTI E RIPULITE UNA VOLTA PER TUTTE LA NOSTRA CITTA’ CON QUEI 100 AGENTI!!! Vergogna!!!

  113. # PIO

    Livorno sei alla frutta….!!!! Ma perché allora in assetto antisommossa in via dei Terrazzini, in Piazza Cavallotti contro il commercio abusivo, per sgomberare i numerosi campi nomadi abusivi, per bonificare il centro di Livorno sempre più in mano al crimine?

  114. # Donna Letizia

    Prescindendo dal fatto se sia giusto o no appoggiare l’occupazione di una struttura in abbandono,sia essa pubblica o privata…la domanda sorge spontanea:com’e’ che nessuno e’ intervenuto nell’immediato quando in via Cambini un demente ubriaco faceva sfracelli, per mancanza di uomini e mezzi, e qui si sono presentati in tenuta antisommossa per 4 gatti perdipiu’ pacifici?Questo fa inorridire…

  115. # PIO

    Se questi ragazzi avevano accortezza di realizzare nell’ ex ostello un qualcosa come una MOSCHEA allora si che non intervenivano in assetto antisommossa…..

  116. # Semprepositova

    Che schifo io abito in via Maggi e sembrava d’esse in Afghanistan! Ma andate a fa queste goggianate in quelle che definite missioni di pace. Cosa pensavate di trovarci renatino de pedis ??!!

  117. # Ste

    Salve, sono un abitante della zona confinante alla ex caserma del fante. Non posso che condividere quello che hai appena detto, non avere casa e difficoltà economiche specie se abbiamo figli è veramente devastante. Questo non lo mette in dubbio nessuno. Il fatto che l’ immobile in questione è stato occupato con l’ intento di arginare il fenomeno degli sfratti e quindi di essere convertito ad emergenza abitativa fa onore ai ragazzi del centro sociale. Lo ammetto. Però, non è possibile. Non è possibile per noi confinanti all ‘ex caserma convivere tutti i giorni anche il sabato e la domenica con rollii di skate, per non parlare di cene contornate da cori da curva e ancora peggio dei concerti che vengono svolti fino alle 2,30 di notte. Non è veramente accettabile. Qui nel quartiere siamo per lo più operai che con un grande sacrificio di mutuo si sono magari potuti fortunatamente permettere un buo di casa. So che ora magari direte che magari casa ce l’ hai ecc…. ma non è giusto sorbirsi queste cose cmq. Io mi rivolgo ai ragazzi dell ex caserma. Togliete lo skate park e adibite tutta la zona ad emergenza abitativa, cercate di fare tutte le cose nel rispetto delle persone che abitano attorno…..e vedrete che tutto il quartiere si stringerà attorno a voi. Fino ad allora sarà inevitabile lo scontro con i cittadini abitanti ai confini.

  118. # Riccardo 1

    Solidarietà ai Ragazzi della ex Caserma Occupata. Un ringraziamento particolare ai politici (alla frutta) di questa bella città, per i loro sforzi atti a renderla invivibile. No al Rigassificatore, No al nuovo Ospedale e al nuovo Centro Commerciale, No al Mega Inceneritore di Morte, No alle discariche Abusive, No alla Cementificazione Selvaggia e Inutile

  119. # billy

    le banche tue amiche ti dovrebbero togliere la casa e gettare la tua famiglia,figli compresi ad abitare per la strada, cosi forse impareresti ad essere rispettoso per gli altri… ed a pesare le parole W L’ITALIA DEI POLITICI DELLE BANCHE

  120. # RONNIE

    E’ il commento più serio sereno e pacato NON aggiungo altro.

  121. # billy

    Ma che discorsi fai sulla privacy ? cioe tu acconsenti ad essere intercettato anche se sei incensurato o non indagato per reato ?? E sbagliato e basta!!!!! Gente tranquilla come te in USA che chiamava amici ,la moglie e che non aveva niente da nascondere si e fatta fino a 2 anni di galera per TERRORISMO !!!!!!!!!! hai capito ??? ci son voluti 2 anni prima che lo capissero che era uno tranquillo come te…. nel frattempo diciamo anche che la tua vita finisce li e che sei un uomo finito.

  122. # costanzo

    Sei solo un libro stampato, peraltro anacronistico.Ti era stato chiesto, semplicemente, di esprimere una opinione personale, con parole naturalmente proprie. Se non ne sei in grado non devi sentirti obbligato a dire comunque qualcosa.

  123. # animaaffrantaestanca

    Era il 15 agosto 2012 quando un gruppo di ragazzi con cani al seguito del centro sociale dell’ex-caserma di via Adriana, con cani al seguito, hanno fatto irruzione in un normale condominio e hanno occupato un appartamento di proprietà dell’usl..un condominio come quello dove vivono questi ragazzi, dove i loro genitori hanno comprato le case che poi gli lasceranno in eredità, dove portano gli amici per guardare le partite e i loro amori…..un condominio come tanti, con famiglie con mutui da pagare, bollette inevase, figli piccoli…..è passato un anno e mezzo e l’appartamento è sempre occupato….il comune lo sa, l’usl pure…è guerra civile?? dobbiamo andare tutti ad occupare case chiuse e sfitte?? ….il diritto alla casa è costituzionale, anche per chi acquista all’interno di uno stabile con immobili degli enti.

  124. # michelecheli

    Segnalo che da circa un anno il mio gruppo musicale, che è costituito da persone con disabilità e non, ogni martedì fa delle prove in un luogo nel quale ha trovato accoglienza, gentilezza e rispetto.
    Rispetto che alle volte non sento in molte persone e nelle nostre istituzioni.
    Quel luogo è l’ex caserma.
    Quelle persone sono coloro che hanno reso possibile questo. Grazie.

  125. # andrea

    Senza lavoro,senza casa,senza soldi….SENZA UN FUTURO….ben vengano questi posti creati da ragazzi socialmente utili. facile per coloro essere contrari,sicuramente la vita li gira in maniera diversa,dispiace invece per chi vive nei dintorni e non usufruisce di un vero e sano riposo,ma non fatevela con loro…e poi non scordiamoci,cari benpensanti…finche’ avete denti in bocca,non sapete quel che vi tocca….oggi IO…domani chissa’!!!!!!

  126. # Maria Assunta

    vorrei essere presente quando qualcuno dei tuoi cari o tu stessa piangerai per un’ingiustizia subita dal destino che non ti dà un posto fisso un pasto sicuro un sorriso ogni giorno …. vorrei essere presente per dirti ecco capisci cosa vuol dire lottare per un diritto che si ha dalla nascita e che ti viene privato perchè altri decidono che non meriti una vita dignitosa! Sarei disposta a tenderti la mano a differenza del tuo cuore arido ed egoista!

  127. # residente viale caprera

    Allucinante, sul viale caprera non manca nulla, casino, alcool, fumo, urla fino alle tre di notte, ma nessuno fa niente. Spero solo che durante il fine settimana nessuno abbia bisogno di un’ambulanza perche’ in piazza del logo pio non ci passa. CHe schifo di societa”, incivile ed obsoleta.

  128. # francy

    domani voglio occupare qualcosa anch’io!!!!! ristrutturo e tengo pulito occupo un immobile un pò grande cosi trovo posto anche a qualcuno che ha bisogno, astenersi extracomunitari a lor ci pensa lo stato italiano e la kenge…..(o come si scrive)

  129. # Jean Pierre Cardin

    Se questi “ragazzi” (anche se la maggior parte viaggia verso la quarantina, sempre i soliti) venissero attenzionati con puntualità, e severità, magari questa città sarebbe più sicura e più presentabile, magari solo un pochino, invece di ritrovarsi nelle condizioni cenciose in cui si trova.

  130. # Dmitri

    Be’ mi vaini!!!

  131. # Jo

    Allibitaaaaaaaaaa, sei al corrente che lo skate park riportato sui diari dei ragazzi fa tremare i muri delle case delle persone che ci abitano a fianco???? Credo di no. E’ una bella struttura, anche coperta, ma purtroppo non è ubicata nel posto giusto, in mezzo alle abitazioni non ci può stare.

    p.s. quando dico fa tremare i muri non esagero!

  132. # amaranto67

    marx… vissuto in un mondo che non esiste piu… totalmente diverso nelle opportunità , sensibilità, nella struttura sociale e nell etica del lavoro .. gia che c eri potevi citare seneca, democrito o diogene…

  133. # amaranto67

    scusa ma proprio perche pubblica , ovvero di tutti, non è giusto che se ne approprino pochi… che certe situazioni possano e debbano essere sfruttate meglio puo essere tendenzialmente giusto, ma non è con la “forza” con l’irruzione, che è comunque una prevaricazione del diritto, che si fa la cosa giusta.

  134. # amaranto67

    scusa ma di cosa stai parlando? il controllo si fa chiedendo il dibattito? lo voglio di alla volante quando mi ferma per la strada…. ragazzi il controllo si fa quando non è atteso… se vengono ospitati terroristi di al qaeda non è che posso avvisare prima … del resto chi non ha nulla da temere non dovrebbe aver problemi ad accettare un normalissimo controllo… del resto siete sempre a dire che la struttura è pubblica no? anche i carabinieri ne avranno una parte? loro un ci possono entra?

  135. # amaranto67

    credi male fanno interventi per le famiglie e per gli sfrattati.. l’unica differenza è che loro magari non lo fanno per gli extracomunitari

  136. # Alex1

    i commenti che leggo sono quasi tutti politici e prevenuti, detto questo quando si parla di emergenza abitativa dovete togliervi i prosciutti dagli occhi e andare sotto le molte case popolari dove troverete concessionarie di auto di grossa cilindrata e se osservate le targhe molte sono nuovissime, vorrei ricordare alcuni recenti scandali di case popolari date a persone non indigenti con società in porto. detto questo è giusto usare beni comuni e non lasciarli decadere, ma questa è una grossa mancanza di chi governa questa città da oltre 60 anni e come dico sempre sono stati votati non ci sono andati da soli. ultima cosa le forze dell’ordine meritano solo rispetto sappiamo come funziona nella nostra città danno noia quando non ci servono ma al momento opportuno le vogliamo subito e con la bacchetta magica devono e ripeto devono risolverci il problema. questa è la nostra coerenza.

  137. # arpuli

    Almeno quei ragazzi fanno del bene senza scopo di lucro…..perche in p.della repubblica, p.garibaldi , 4 fonti, p.barriera garibaldi e …….non fanno quello che hanno fatto stamani????
    Non occupano locali, ma intere strade e piazze dove non possiamo piu passare.

  138. # Alpassa

    certo che non ho proprio capito nulla nella vita. Mutui di 30 anni l’uno, acqua, luce, gas, bollette, tasse di ogni genere, scarpe e vestiti ogni tre anni, la sveglia alle 6. 30, l’educazione ai figli, con tante RINUNCE e poche pochissime soddisfazioni. Mah! …. Sapete mica se ci sono altre strutture pubbliche da occupare? Pero ‘ mi raccomando con luce acqua e metano attivi e pagati da pantalone e magari uno spazio un po appartato. Si mi sono rotto di questa vita da nuovo povero e magari poi mi dovrò arrangiare e gli spazi al coperto mi serviranno.

  139. # Stefano

    Non faccio nessun commento politico, voglio solo dire che anche il poliziotto è un uomo con il cervello, quindi dovrebbe anche capire la cosa giusta da fare, a volte anche non eseguendo un ordine!!!
    Rifiutare di presentarsi in assetto antisommossa in un edificio dove ci sono anche bambini che non hanno ancora compiuto il proprio primo anno di vita potrebbe essere uno di questi casi, ma potrei sbagliarmi!!!

  140. # Michele

    Vorrei prendervi per le orecchie voi benpensanti e farvi uscire dal vostro egoismo

  141. # mino

    A Cosimi e al Pd li ci vorrebbe che per qualche anno a livorno governasse il centro destra… vedrai poi come cominciano a fare le cose fatte bene. E’ inutile a Livorno negli ultimi 20 anni siamo stati amministrati di merda, solo perchè il centro sinistra ha sempre avuto la certezza di governare, ma è ora di finirla…avete rotto.
    abbiamo una città meravigliosa, ma sporca è piena di delinquenti e buche… 100 poliziotti per far sgomberare 20 disgraziati da una palazzina in disuso… VERGOGNATEVI!!

  142. # memedesima

    vergogna. è meglio lasciare uno spazio inutilizzato all’abbandono totale, che costruirci qualcosa di giusto e utile? nell ‘ ex mutua c’erano consultori , ostelli, case. ma stiamo scherzando? con tutti i problemi che ci sono in giro, vengano mandati 3 blindati in via Ernesto rossi. perché non mandarli dove si spaccia droghe pesanti, o dove la gente beve come se non ci fosse un domani? perché non mandarle dove vengano commessi veri atti di ingiustizia? siamo un paese di RIDIOLI!

  143. # Pagatene VOI

    assumetevi le vostre responsabilità, sapevate che assaltare la questura, come occupare spazi CHE NON SONO VOSTRI, sono REATI in Italia, quindi, prendetevene le conseguenze, dalle perquisizioni, ai controlli fino anche ai processi… facile vivere con un tetto sopra la testa e tutte le relative bollette e altre stronzate varie, pagate dalla collettività…

  144. # Benito2

    Dico solo questa cosa
    Lodevole il fatto che diano Casa ai bisognosi (c’è anche la Caritas) comunque
    Avete mai frequentato questi posti?
    e il fatto che all’interno possono fare tutto quello che vogliono in barba alle minime regole di convivenza… una cosa è dare una mano ai bisognosi, un’altra cosa è usare questi luoghi dove promuovere l’anarchia in nome della Libertà.
    grazie alle forze dell’ordine spero il prossimo punto sia la pulizia nella zona Piazza della repubblica…

  145. # karl

    Ma quasi quasi..occupo lo stadio cosi guardo le partite gratis..dato che è lecito occupare tutto..quello che è statale.. e messo in discrete condizioni però a casa mia se per caso mi dimentico di pagare il gas.. come corre. l’ASA a chiuderlo.. e li in via Ernesto Rossi chi paga i servizi.. e in via delle sorgenti alla ex circoscrizione 1 chi paga — che è sempre tutto acceso sempre la comunità..?? Ieri a TeleGranducato..
    hanno.. fatto vedere che questi occupanti.. entravano in comune.. però con il cane.. pure..in sala consiliare..e chiaramente iphone…e chiamalo sociale..

  146. # Stella

    Della caserma non so niente, non ci sono mai stata. Ma abito nel quartiere dell’ex ASL, sono stata diverse volte a vedere il mercatino, comprare qualcosa, dare oggetti; ho visto la riapertura della mensa vicino alle Benci, e credo che queste persone non siano affatto dei delinquenti, dei drogati, dei terroristi: cercano solo di darsi una mano e di darla a chi è più “per le buche”. Nel mercatino non ho mai visto giri strani, facce poco raccomandabili, droghe, ecc., solo ragazzi che lavoravano, e con me sono stati gentili ed educati. E riaprendo la struttura di via Ernesto Rossi hanno avuto l’indubbio merito di salvarla dal degrado, dai topi, e peggio. Io credo che certi dispiegamenti di forza andrebbero riservati a ben altre cause….!

  147. # Teseo

    La solita guerra fra compagni. I papà in cerca di propaganda elettorale contro i loro figli… ma soltanto per finta… Dopo le elezioni, di nuovo tutti insieme appassionatamente.

  148. # roberto5

    peccato un dispiegamento delle forze dell’ordine per questa cosa… soltanto famiglie con problemi di casa…io sono passato di li alle sei e mezzo del mattino credendo che ci fosse un terrorista o un camorrista ma poi mi hanno riferito di famiglie che occupano l’ex asl….ci sono molte cose più importanti e pericolose per la città …lasciate stare questi ragazzi che sono l’ultima cosa da pensare…saluti

  149. # roba da torta

    se nn ve ne siete accorti al momento motivi politici non se ne vedono… poi ancora con questi 100 in bocca… ma se entri in un edificio gestito da un centro sociale sai già da prima qnt gente ci trovi?? e se per caso ci trovavano 200 persone radunate là per un qualsiasi motivo anche benefico??? che facevi chiamavi i passanti per farti dare una mano?? voi amate definire le forze dell’ordine servi e cani dello stato… ma a voi al lavoro ordini nn ve li dà nessuno?? e un vi rode il quando sono compiti ingrati? vi rifiutate battendo i piedi o pensate a lavorà per mantenè il posto?? Col sommo dispiacere di tutti il Comune nn se sapeva nulla e ora con chi ce la prendiamo??? io direi di fermà le lingue e d’aspettà che chi di dovere dia spiegazioni… e spero per le famiglie senza un tetto una prnta sistemazione…. per ttt l’altri il pepe per la torta è finito!!!

  150. # alessio75

    LO STESSO NUMERO DI FORZE DELL’ORDINE ANDREBBE MANDATO PER SGOMBERARE O CONTROLLARE I CAMPI DEI ROM! E MANDARLI VIA DAI SEMAFORI! AH DIMENTICAVO…MA LORO VANNO INTEGRATI….

  151. # RABAGLIATI DOC

    …ANCHE IL COMUNISMO è UNA VERGOGNA ASSOLUTA PER L’UMANITA’ RICORDATELO E RILEGGITI LA STORIA…

  152. # enzo bilanceri

    Don Milani scriveva che non esiste ingiustizia più grave di quella di fare parti uguali tra chi ha risorse differenti
    Andate a rileggere le lettere ai giudici

  153. # vincenzo

    Il Sindaco Cosimi che deve aver fatto il Liceo Classico parla di malagrazia, ma non è lo stesso tono che usa l’ex Presidente del Consiglio Comunale di Livorno ed ex Presidente della Margherita Davide Cecio quando parla di intreccio tra lobby affaristiche e politica in città? Eppure non mi risulta che Cosimi abbia denunciato Cecio.

  154. # maila

    ai commenti contro quei ragazzi che mi sono stati vicini nel periodo mio e della mia famiglia nero dove si perse tutto lavoro casa eravamo senza speranza ma con l aiuto dei ragazzi ex gozzilla e refugio ne cito alcuni,grazie guido claudio(nano)lisina e tutti gli altri,non smettero mai di ringraziarvi.vi voglio bene.naturalmente un grazie anche all unione inquilini daria cangemi marino e gli altri,dopo un lungo percorso ho la mia casa.GRAZIE RAGAZZI

  155. # Dario

    Prima di parlare di questi ragazzi ti converrebbe conoscerli, a gia’ ma te hai visto granducato 30 secondi di servizio quindi puoi giudicarli!!!!!

  156. # enzo bilanceri

    Ritengo utile riportare ciò che dice la Costituzione in materia all’ art. 42 comma 2:
    “La proprietà privata è riconosciuta e garantita dalla egge, che ne determina i modi di acquisto, di godimento e i limiti allo scopo di ASSICURARE LA FUNZIONE SOCIALE e di RENDERLA ACCESSIBILE A TUTTI”
    Forse è uno degli articoli che ci si appresta a riformare, visto che pone dei limiti sociali all’uso della proprietà privata

  157. # Dario

    PECCATO CHE LUCE E ACQUA SE LI PAGANO!

  158. # Jean Pierre Cardin

    Tutte vecchie conoscenze… ex caserma occupata , chico malo , officina refugio , csa godzilla e via discorrendo . Ogni tot mesi cambian nome . Fanno la manfrina anti-pd ma poi si fanno pagare la sede in via Fagioli. A me tutta questa storia sembra quella dei ladri di pisa : litigano di giorno e poi di notte….

  159. # Lorenzo65

    Questi cittadini livornesi occupano uno spazio pubblico perché disperati dalla indifferenza da parte della amministrazione e cosa ricevono? denunce, minacce e polizia armata di scudo e manganello. A voi certo non hanno dato le villette di Coltano e di certo non andate a rubare. Provate a cambiare vita….chissà che sia la volta buona che vi portano rispetto e vi ascoltano. In Italia più che sei delinquente e più che i politici si commuovono..

  160. # Senza parole

    Vecchie conoscenze?! Te si che sei un lungimirante. . .il tuo commento sta solo a significare che non capisci proprio nulla, gli spazi che hai elencato sono tutti diversi tra loro, con attività diverse e persone diverse! Prima di parlare di cose che non conosci fai una cosa…stai zitto!
    Poi c’è tutti bravi a commentare male, ma voi avete una soluzione reale? Ecco, chetatevi pure voi prima di fare i moralisti, tutti bravi a criticare dietro ad una tastiera!
    Ci vogliono i fatti, non le parole!

  161. # Karl

    allora dato che son bravi che mettano on-line le bollette e i pagamenti per la trasparenza..cosi almeno anche il libero cittadino medio sa che pagano..

  162. # Karl

    dato che son bravi. come dici .. tu , ma non mi sembrano tanto bravi a parole,, con l’amministrazione..anzi con il primo cittadino .. (educande)

  163. # DILVO

    Siamo alle solite:
    1. Buzzo pieno non crede a quello vuoto.
    2.Ad un italiano gli metti un cappello già si sente un generale.
    Aggiungo… SONO I NOSTRI FIGLI RENDIAMOCENE CONTO

  164. # elisa

    Sindaco questi ragazzi stanno facendo quello che te e la tua giunta avreste dovuto fare da tempo e cioè prenderti carico dei problemi di queste famiglie in difficoltà, che ci state a fare voi nel palazzo comunale?? Aver ridotto LLivorno in questo modo , vi meritereste di essere mandati a casa. Invece di mandare 100 agenti in tenuta anti sommossa occupati di far controllare chi ha le case popolari con i suv parcheggiati fuori, libera le case occupate ABUSIVAMENTE e sistema le famiglie che ne hanno diritto!!

  165. # daniele lelli

    Ci avete già provato nel 2006 ma avete fatto un buco nell’acqua.

  166. # alfio

    guarda che in comune col cane ci puoi entrare eh, un iniziare a fare discorsi a caso, nei posti pubblici il cane può sempre entrare in italia..e poi le utenze per quel che ne so io (e secondo me ne so parecchio più di te che ti guardi granducato e ragioni..) le pagano..

  167. # karl

    mi sembra che per i cani ci vuole pure la museruola.. e specialmente i pittbul
    forse è meglio che ti leggi la legge tu..

  168. # grazia

    pieno sostegno al gruppo di uso e riciclo.
    esempio di aiuto veloce senza cavilli burocratici.

  169. # grazia

    mi associo anche al non inceneritore, no rigassificatore, no nuovo ospedale

  170. # alfio

    la museruola te la porti dietro, non la deve avere addosso per obbligo a meno che non ci sia l’obbligo perchè considerato cane aggressivo, comunque dopo quello che stanno subendo queste famiglie nel quotidiano con le istituzioni che restano a guardare e al massimo intervengono mandando polizia e denunce mi sembra un problema insignificante quello della museruola al cane..

I commenti sono chiusi.