Evade dai domiciliari: arrestato per spaccio di droga

Mediagallery

I poliziotti della Squadra Mobile della questura di Livorno erano da tempo sulle tracce di un cittadino magrebino che, secondo le loro indagini, spacciava droga in pieno centro, quando, venerdì sera, dopo un lungo appostamento davanti allo stabile intorno al quale si svolgeva solitamente il traffico di droga, hanno potuto fermare Mohamed Siflitihada, di 32 anni, marocchino, a bordo di uno scooter in compagnia di un italiano di venti anni.
Una rapida ricerca al terminale ha rivelato agli agenti che il marocchino, pregiudicato per stupefacenti, avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari a seguito di una precedente ordinanza di custodia cautelare del Tribunale di Livorno.

SIFLITIHADA Mohamed

SIFLITIHADA Mohamed

Non solo, l’uomo viaggiava alla guida del motorino privo di patente di guida perché mai conseguita. Ma soprattutto, nelle tasche dei suoi pantaloni, gli agenti rinvenivano  la somma di 1.700 euro in banconote da 50 euro e due telefoni cellulari tipo smartphone.
E’ scattata a questo punto un’approfondita perquisizione nell’abitazione dove il marocchino avrebbe dovuto scontare la propria custodia cautelare che consentiva di rinvenire, nascosto in un armadio, un panetto da mezzo chilo di hashish oltre a sostanza da taglio e materiale utile per il confezionamento di dosi di droga.
Per Mohamed Siflitihada é scattato così l’arresto per la detenzione di stupefacenti a fini di spaccio nonché la denuncia per evasione.

Riproduzione riservata ©

21 commenti

 
  1. # Nedo

    Anche lui profugho scappato dalla guerra?? E allora iniziamo a dire le come stanno!
    L’Italia non fa espulsioni neanche dei delinquenti stranieri recidivi e socialmente pericolosi……fanno comodo ai nostri politici, perche’ fino a quando gli italiani saranno pieni di problemi sociali, di paure e presi a sopravvivere, potranno prestare poche attenzioni alle ruberie che si svolgono nei Grandi Palazzi……questa è una bomba che sta per scoppiare, fra qualche anno sara’ veramente un far West a causa di tutti questi stranieri delinquenti che non vengono mai espulsi e mai messi in galera!!! E ne arrivano ogni giorno sempre di piu!!!

  2. # ugos

    chiamatelo muso ma……. povera italia

  3. # brigante labronico

    Bravo finalmente un commento serio mi sa che hai centrato in pieno il problema….I nostri politici purtroppo c’è ancora troppa gente ottusa che continua a credere in quel o quell’altro partito o buffone di turno nessuno escluso

  4. # freefree

    Nedo ! ci sa sempre ragione a criticare per le cose che non funzionano , ma qui tocca a tutti noi vedere di trovare una soluzione , cerchiamo tutti insieme per vedere di migliorare questa situazione , le istituzioni da sole non ce la fanno , muoviamoci altrimenti sarà sempre peggio

  5. # franco

    ecco che la rabbia monta ed il razzismo aumenta… che poi non è razzismo.. ma constatazione .. i magrebini non provengono da paesi in guerra e se non regolari vanno espulsi…presto e subito..

  6. # ross ano

    Noi per paura d’essere tacciati di razzisti siamo razzisti con noi stessi

  7. # Mario

    Ma la Polizia quante volte lo deve arrestare in flagranza di reato prima che il Giudice ne disponga la custodia in carcere? Qual’è il messaggio che viene dato? A me sembra che in questo paese non vi è la certezza della pena e per questo, i delinquenti, continuano a fare reati deridendo questo sistema assurdo!

  8. # orso

    Anziche’ mantenerlo in galera rispedirlo in Marocco ???Rimpatrio immediato per chi delinque e se ritorna una ventina di anni di lavori forzati senza sconti.Altrimenti non se ne esce.

  9. # adriano

    questo è più onesto, il suo paesano arrestato la scorsa settimana rubava anche la corrente elettrica con un allacciamento abusivo

  10. # Lorenzo65

    Le espulsioni in Italia ci sono già: pensate a quanti giovani laureati se ne vanno perché questo paese non offre nessun aiuto alle giovani generazioni!

  11. # leonardo meis

    Più o meno come quando tuo nonno andò in America…….

  12. # un se ne pole più

    un valore aggiunto

  13. # Ugoz

    Il solito razzista, ma perché’, te non sai quanti italiani spacciano in Marocco, pieno, e li loro offrono mediatori culturali, corsi di lingua, 35 euro al giorno, carte per il cellulare, alloggio in hotel garantito minimo 3 stelle superiori, colazione rinforzata, wi-fi super veloce e sky. E se poi ti da noia il muezzin, loro buttano subito giù’ la mosche e ci fanno un una bella parrocchia. Anzi ho sentito che in un carcere marocchino dove ospitavano uno spacciatore italiano che cercava di integrarsi e farsi una nuova vita, hanno vietato il ramadan perché potevano offendere la sua coscienza di cattolico.
    Ecco, te dovresti imparare da questi esempi di civiltà’ e aprire casa tua a questi profughi, no, aspetta, ho sbagliato, da questi immigrati, no no, aspetta si dice migranti, no no e’ cambiato, si chiamano profughi di guerra, no ho sbagliato ancora ora si chiamano perseguitati politici, anzi no, ora si dice migranti economici….

  14. # laformica

    al di la di giusti allamismi; cosa si prevede ora,GIUSTIZIA CERTA,oppure Guancialate a gogò ?

  15. # daniele

    un delinquente marocchino spaccia tutti indignati
    sotto altra notizia
    un livornese ruba un motorino
    “ha fatto bene”
    popolo di pecore

  16. # 0586

    caro Nedo se abbiamo le forze ,il coraggio e la determinazione che ha sempre contraddistinto gli italiani nel mondo il Far West andiamolo a fare dentro Montecitorio una volta per tutte!!!

  17. # Boskov

    Marocchino c’è quando livornese va

  18. # orso

    Era un pisano di campagna.ma lui e’ fuori categoria,ha rubato il motorino dei vigili e si e’ schiantato su un palo con quello.Cosa ti voi indigna’?Nemmeno il vernacoliere…

  19. # toro6

    COMPAGNO dove sei? Queste sono le risorse che dovremo avere in italia?

  20. # livornese

    erano mesi che non entravo piu in questo sito, ci sn rientrato ora, e ci sono sempre le solite cose, extracomunitari che entrano ed escono dal carcere, continuano a fare cosa pare loro,….belle mi ronde……

  21. # bastascuse

    beccato che vendeva un pò di fumo, niente di cosi pericoloso,
    poi ti immagini che fumaccio vendeva…

    di fatto però lui domani potrebbe vendere anche eroina e cocaina,
    che non sono due spinelli, ma sono sostanze pericolose davvero per tutta la società,
    quindi ora si rimanda in marocco….

I commenti sono chiusi.