Entra in casa, scarta e ruba i regali di Natale: arrestato dai carabinieri

L’uomo, classe '91, è incappato in uno dei posti di controllo

Mediagallery

Hai scaricato la NUOVA APP di Quilivorno.it?

Aveva preso di mira i regali di Babbo Natale il georgiano (Z.T. classe 1991) arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile nel trascorso fine settimana.
L’arresto del georgiano è maturato nell’ambito del rafforzamento dei servizi di contrasto ai reati predatori attuati in quest’ultimo periodo dalla compagnia di Pisa.
L’uomo, a bordo della sua autovettura, è incappato in uno dei numerosi posti di controllo dislocati su tutto il territorio dalle pattuglie dei Carabinieri: in particolare, il caucasico, nel transitare lungo la SS 1 Aurelia nel tratto di San Piero a Grado, è stato fermato da un equipaggio del nucleo radiomobile. Benché risultato negativo al controllo in banca dati, l’attenzione dei militari è stata attirata da due tablet e un computer portatile che l’uomo trasportava a bordo del veicolo per i quali non ha saputo dare convincenti spiegazioni circa il loro possesso. Pertanto, condotto in caserma, è stato sottoposto a perquisizioni del mezzo e personali durante le quali, ben occultati dietro il filtro dell’aria, sono stati rinvenuti numerosi monili in oro e diversi attrezzi idonei all’effrazione.
Nel dettaglio, i militari hanno scoperto dei veri attrezzi per operazioni chirurgiche di apertura dei portoni, anche blindati e muniti di serratura di sicurezza di tipo europeo. Dai successivi accertamenti si è subito risaliti ai proprietari dei tablet e del computer portatile, risultati essere anche proprietari dell’oro rubato. E’ emerso, infatti, che appena un’ora prima del controllo, ignoti avevano forzato la porta d’ingresso di un appartamento condominiale di Livorno dove, con tutta calma, avevano scartato i regali che la coppia di livornesi aveva collocato sotto l’albero di Natale per i propri figli. Un vero furto dei sogni, comprati con tanti sacrifici dalla giovane coppia per i proprio bambini. Oltre ai regali di Natale, i soggetti avevano rovistato anche la camera da letto dalla quale aveva portato via l’oro. Immensa è stata la gratitudine dei derubati, soprattutto per il valore affettivo degli oggetti, che sono stati tutti restituiti nell’immediatezza.
Il georgiano, invece, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione e  portato in carcere. Appena il giorno prima, sempre il Nucleo radiomobile, aveva fermato durante un altro posto di controllo, altri tre georgiani anch’essi denunciati per porto di arnesi atti allo scasso: nell’occasione sono stati sequestrati diversi oggetti per l’effrazione simili a quelli in possesso del georgiano arrestato.

Riproduzione riservata ©

20 commenti

 
  1. # Gino Rossi

    Tutti a delinquere in Italia ….. Tanto anche se arrestati, dopo due giorni sono fuori. E se ti difendi in galera ci via tu….e la politica pensa ai fatti suoi

  2. # Angelo

    Ma poverino, si vede che la sua psiche e’ turbata da ricordi d’infanzia, forse perché babbo natale non gli ha portato mai nulla……sara’ forse perche’ e’ cattivo ed e’ solo uno schifosissimo ladro? BOH??

  3. # Angelo

    SOLITA ROUTINE GIUDIZIARIA:
    FERMO, RAMANZINA DALLE FORZE DELL’ORDINE, TIRATINA D’ORECCHI E SE E’ PROPRIO SCALOGNATO….GLI ORMAI FAMOSI “ARRESTI DOMICILIARI” MA MI FACCIANO IL PIACERE! UN PO’ DI RISPETTO PER LA GENTE CHE LAVORA E FA SACRIFICI!!! VOGLIAMO PRENDERE O NO SERI PROVVEDIMENTI PER QUESTI DELINQUENTI??

  4. # POVERALIVORNO

    Boia de i georgiani ci mancavano, intanto oggi questo governaccio sta buttando fuori dalle galere 7000 delinquenti e brava l’amica di ligresti

  5. # Gabriel

    Ha indovinato l’albero giusto..se intoppa l’albero di natale mio ci po’ sta tutta la notte a scarta sperando di trovacci tablet e portatili

  6. # Cecco87

    Boia ma chi è il Grinch!!!…nemmeno a Natale si può stare tranquilli ora caro mio, pala e bitume che di buche ce ne sono tante da tappare vai!!!

  7. # mario3

    se arrivano al processo il giudice li libera perché rubano in stato di necessità

  8. # Nedo1

    “i militari hanno scoperto dei veri attrezzi per operazioni chirurgiche di apertura dei portoni, anche blindati e muniti di serratura di sicurezza di tipo europeo.” ORMAI RIESCONO AD APRIRE TUTTI I PORTONI BLINDATI. ANCHE QUELLI DI ULTIMA GENERAZIONE… ORMAI SI SA CHE IN ESTATE E DURANTE LE FESTIVITÀ’ SI SCATENANO…SOPRATTUTTO QUANDO SANNO CHE RESTANO A PIEDE LIBERO, CI VOGLIONO PENE SEVERE….ALTRIMENTI POI NON LAMENTIAMOCI SE LA GENTE SI FA GIUSTIZIA PER CONTO SUO..

  9. # liburnico

    rubare i regali di Natali ai bimbi… bel tipino ex CCCP!!!

  10. # Sniper70

    ma in Georgia un c’e’ la galera?? bisogna campalli noi alle Sughere,fatemi capì….un bell’aereo e via a casa sua,de no!!

  11. # Diciamo la verità

    si, pensano ai fatti loro e ancor peggio, ogni volta che cercano di gestire il fenomento immigrazione tirano fuori una bella alzata di ingegno.
    Dopo la Kyenge ora anche Renzi penza alla ius soli…mah…!!!

  12. # Simone

    Liburnico, è del ’91…
    mi sa che della Urss ha preso proprio pochino sai….
    andiamo su, un ci vole un integrale per fa sti conti.

  13. # kk

    Ma bravi a questi carabinieri non lo diciamo!?
    Grandi carabinieri!!!

  14. # Karl

    che fai lo difendi pure..è uguale anche in Russia dallo zio Putin.. vorrei vedere cosa gli avrebbe fatto..dato che i georgiani son molto amati in Russia..meditate gente questo è quello che ci meritiamo..altro che Grillo..con i rimborsi elettorali e lo svuota carceri..

  15. # Roberto-Bobbe

    Ma mi dite quale nazione del mondo non ha mandato ancora in Italia i suoi delinquenti? Mi sembra che nel nostro Paese ci sia l’ONU dei ladri dell’universo, o mi sbaglio? Aspetto conferme.. Bònaaaaa….

  16. # Lorenzo65

    Basta con le solite lamentele che la giustizia in Italia non funziona ! Prova tu a difenderti in casa tua contro un ladro e verificherai come funziona benissimo la giustizia in questo caso!!! Se invece il ladro è lui a farsi giustizia di te, vabbè, tanto fra poco c’è indulto svuotacarceri per tutti ( tranne te fesso cittadino onesto che la galera te la devi fare tutta, cosi impari a reagì)

  17. # Angelo

    Ormai fanno quello che vogliono, sono scatenati, preso possesso del nostro territorio, incontrollati ed impunibili dalle nostre leggi italiane, come italiano mi sento vergognosamente deriso in primis da questi malfattori, secondo dalle nostre leggi che tutelano loro invece di tutelare te, se facessero simili reati al loro paese, non sarebbero qui a delinquere indisturbati perche’ gia’ sanno le istituzioni italiane hanno poco potere giuridico su di loro ed intanto le nostre forze dell’ordine ogni giorno rischiano la vita per debellare episodi simili, inseguimenti, arresti per poi rivederli a “godersi” la pagliacciata e molto offensiva per noi, degli “arresti domiciliari” del menga!!!

  18. # Angelo

    Sniper70:
    Allora non l’hai capita come funziona la storiella delle patrie galere dei paesi dell’est?
    Il carcere ce l’hanno eccome e’ solo che un detenuto costa un occhio della testa alla nazione, paesi che in genere non sono florenti come l’Italia ed avranno un tot-limite di celle per detenuti dove stai tranquillo di arresti domiciliari non se ne parla nemmeno e neanche sanno cosa voglia dire, li vigono pene severe anche per piccoli reati, ecco perche’ vengono tutti qui i delinquenti abituali magari gia’ pieni di precedenti penali, perche’ gia’ sanno che possono scatenarsi indisturbati con conseguenze blande in caso di arresto. Assolutamente vomitevole e vergognoso.

  19. # ANTONIO FAVINO

    la nostra unica difesa ed ultima speranza sono riposte nell’operato delle Forze dell’Ordine, spesso sotto dosate e nonostante ciò iper impegnate. Non ce lo dobbiamo dimenticare mai. Grazie per ciò che stanno facendo, nonostante tutto.

  20. # Sniper70

    “Assolutamente vomitevole e vergognoso”,concordo con te,caro Angelo…un esempio di un paio d’anni fa’ circa:ad un giornalista italiano durante un’intervista al capo della polizia rumena quest’ultimo gli disse:”Lo sa’ perche’ qui in Romania il tasso di criminalita’ è calato del 65% circa? perche’ tutti i peggior delinquenti rumeni sono venuti da voi in Italia dove la legge non garantisce la certezza della pena…a differenza che qui da noi se ti mettiamo in galera poi buttiamo via la chiave!”….ce ne rendiamo conto come siamo messi?! :O :O

I commenti sono chiusi.