E’ ai domiciliari ma spaccia hashish in casa. Pizzicato dalla Mobile, finisce in carcere

Mediagallery

Era già agli arresti domiciliari per il reato di spaccio di sostanza stupefacente. Ma anche in regime di detenzione cautelativa ha continuato la sua attività illecita ricevendo a casa i suoi giovani “clienti”.
Così la Squadra Mobile di Livorno diretta dal dirigente Marco Staffa e su input del questore Cardona, sempre attento alla lotta allo spaccio, ha colto in flagranza di reato Riccardo Frilli, 41 anni livornese, residente in zona Corea. Proprio sotto la sua abitazione infatti sabato scorso gli agenti in borghese hanno trovato e controllato un 28enne che era appena sceso dal suo appartamento. Addosso aveva 4 grammi di hashish. Il cliente ha riferito ai poliziotti di aver acquistato la droga al piano di sopra da Riccardo Frilli. Così intorno alle 19,30 la polizia ha fatto irruzione nell’appartamento dell’uomo ai domiciliari. All’interno delle camera da letto del 41enne la Mobile ha trovato e sequestrato di conseguenza 180,50 grammi  di stupefacente (hashish), una bilancina di precisione e tutto il materiale per il taglio ed il confezionamento della sostanza stupefacente, nonché la somma di  375 euro.
Lo stesso è stato quindi portato al carcere delle Sughere, a disposizione della Procura della Repubblica di Livorno. Il 28enne trovato con i 4 grammi invece (P.C. le sue iniziali)è stato segnalato alla Prefettura per la violazione dell’articolo 75 D.P.R. 309/90 (detenzione di sostanza stupefacente per uso personale).

 

Riproduzione riservata ©

27 commenti

 
  1. # marcioss

    Chiamatelo sonato!!…Comunque il pacchetto di sigarette vuote le forbici il nastro isolante ed i portacenere,potevano anche evitare di metterli nella foto…..anche se tutto fa brodo…

  2. # Roberto

    SALUTI DA AMSTERDAM…

  3. # FACCE DA

    guarda caso il lupo perde il pelo ma non il vizio, gli arresti domiciliari non vanno dati, questa gente deve rimanere in carcere anche 50 persone in una stanza modello letti a castello a 3 piani.

  4. # Nedo1

    Fra qualche giorno e’ di nuovo ai domiciliari……semplicemente ridicolo….

  5. # Il Drastico

    Quando questo stato bigotto si deciderà a legalizzare queste cose non succederanno più ed i soldi, invece di andà nelle tasche di delinquenti come lulì, andranno a rinforzà le ‘asse dello stato.

    Scusate, mi so svegliato tutto sudato.

  6. # Mario

    E SEI POINO DURO !!!!!

  7. # simo

    ahahhahahahahah

  8. # Emiliano

    Vai… avete ri-arrestato Riina!

  9. # Malizioso Troll

    Beato te, anima candida… Il ragionamento sarebbe anche giusto, se non fosse che nonostante il monopolio di stato sui tabacchi le sigarette continuano a essere vendute di contrabbando e che l’altra grossa fonte di introiti per corrotti e corruttori sia la sanità pubblica, attraverso la quale in molti propongono di vendere le sostanze stupefacenti legalizzate.

  10. # Alice

    Di questo qui nome e foto…..altri criminali con reati decisamente piú gravi, sono invece protetti dall’anonimato… ( so che nn é colpa della redazione, volevo solo far notare l’assurditá di certe normative)

  11. # persona onesta

    non vorrai mica paragonare il contrabbando di sigarette con quello della droga? inoltre se legalizzi ognuno è libero di coltivare quello che vuole senza bisogno di comprare niente oppure si potrebbero formare dei club dove due o tre persone coltivano per tutti gli iscritti, piccoli club nei quali la crimininalità organizzata non si può infilare. cosi giusto per la cronaca io sono anni ed anni che produco quello che consumo, da me la mafia e tutti gli spacciatori non hanno mai visto una lira, sarebbe anche l’ora di dare a tutti questa possibilità, senza stare col pensiero fisso di essere beccati e messi alla gogna. io sono come te, lavoro e pago le tasse, niente più niente meno, ma mi devo nascondere. magari siamo anche amici, ma non puoi saperlo, perchè non posso certo rischiare. ti sembra normale questo? una canna non uccide, non crea dipendenza, non fa nessun fantomatico buco nel cervello e non è certo un trampolino di lancio per diventare un eroinomane. perchè tutti quanti ci vedete il male? spiegatemelo per cortesia.

  12. # beppe

    rischia 2 anni per l’ovini kinder per quel portacenere e il coltellino per il resto non gli fanno nulla.

  13. # Gianluca

    Ma infatti la notizia qual è? L’italia ha 7-8 milioni di utilizzatori (e le iene dimostrarono che circa il 25% dei parlamentari ne fa uso ). È ovvio che qualcuno fornisca la sostanza. Sulle droghe leggere io sarei per il modello olandese con monopolio di Stato così da poter finanziare con circa 20 miliardi di euro, una riduzione sull’irpef. Dobbiamo capire che tutti gli altri stati del mondo (tranne gli islamici) si stanno muovendo in questa direzione. Chi depenalizza e legalizza, chi ne fa monopolio.

    Questo soggetto magari potrebbe lavorare in coffee shop se ci fosse.

    Sui domiciliari siamo tutti d’accordo ma ragazzi miei, in carcere gli italiani non ci vanno e se ci vanno ci restano poco…qualunque sia il reato.

    Circa poi chi dice che dovrebbero stare in 50 in una stanza, dal momento che i giudici possono sempre sbagliare, il rispetto dei diritti umani è qualcosa che DEVE avere priorità su tutti. Gli istituti penitenziari devono infatti avere una natura rieducativa o sono inutili. L’alternativa è l’ergastolo o la soppressione. Circa poi il principio del giusto peso della pena rispetto al reato commesso, non vorrei suscitare in tale mente troppi concetti che il mondo sta provando a seguire da secoli.

    Ma al solito è più facile lottare per dei giusti principi che conviverci e rispettarli. Cit.

  14. # El Guero

    ti ci terrei a te in 50 in una stanza….giustizialismo dai ridicoli!

  15. # ultras liberi

    boia quel 28enne li ………..chiamatelo infame!!!!!!!!!SMERT SPIONAM

  16. # s-drogati!

    “una canna non uccide, non crea dipendenza, non fa nessun fantomatico buco nel cervello e non è certo un trampolino di lancio per diventare un eroinomane. perchè tutti quanti ci vedete il male?” ……E ce lo chiedi pure? ma fatti un bell’esamino di coscienza, vai.. e vedrai che ti rispondi da solo! Oppure chiedilo a chi non ce l’ha fatta. Auguri, ti auguro di uscirne prima che sia troppo tardi.

  17. # Off

    W il bamba

  18. # seeeeeeiiin

    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha…è bello leggere certe barzellette……

  19. # FACCE DA

    MA IO DIREI 2 ANNI IN GALERA IN 50 NELLA STESSA CELLA CON LA STESSA GENTE DIREI CHE LO EDUCHEREBBE MEGLIO.

  20. # FACCE DA

    eccone un altro che fara’ compagnia nella cella dei 50 spacciatori e consumatori.

  21. # FACCE DA

    vai in Thailandia e vedi come ti fanno marcire 30 anni in carcere se non addirittura ti fanno pendolare con una bella corda.

  22. # FACCE DA

    tu invece potevi evitare di dire cavolate senza sapere

  23. # mau

    ma perchè quando un italiano viene sorpreso a spacciare… è un poverino…. quando a spacciare è un extracomunitario e un delinquente e bisogna rimandarlo a casa….. un reato è un reato che sia un italiano o un extacomunitario la differenza non ci deve essere. poi sulla legalizzazione si o no ognuno è libero di pensarla come vuole, ma fino a quando la legge non verà cambiata si deve rispettarla che lo vogliate o no.

  24. # manu

    Diddo libero!!! Arrestate tunisini che spacciano eroina no !!! Per un po’ di fumo tutto questo casino

  25. # Nicola

    Si perche’ le Istituzioni credono che hanno risolto con gli arresti domiciliari, per me hanno peggiorato di brutto la situazione, invece di punire…INCORRAGGIANO LA DELINQUENZA.

  26. # ganjalove

    classica risposta da persona non istruita, alla quale non interessa minimamente imparare qualcosa ed a cui piace parlare con luoghi comuni inculcati da quelle persone che del proibizionismo ne hanno fatto la loro fonte di guadagno.
    cerca di essere più preciso e dicci nello specifico CHI non ce l’ha fatta! e dicci nello specifico quali sono i danni alla salute che provoca la cannabis! io facendo riferimento alle cronache recenti ed a quelle storiche non sono MAI riuscito a trovare un solo morto causato dall’uso/abuso di cannabis. inoltre è possibile trovare innumerevoli studi usciti su note riviste scientifiche internazionali che mettono in risalto le innumerevoli qualità della cannabis, sfatando molti falsi miti sui suoi danni. Non dico che dovete fidarvi di quello che dico, ma se siete persone intelligenti prima di sparare a zero cercate di farvi una piccola cultura, qualunque sia l’argomento che andrete ad affrontare, l’ignoranza è una brutta bestia. anch’io come il lettore sopra sono un consumatore/coltivatore e ne vado fiero, e vai tranquillo che in una cella con altri 50 non ci finisco, ma nemmeno solo.

  27. # ganjalove

    illegale è la legge! ed io non la rispetto. fumare cannabis è un mio diritto che riguarda soltanto ed esclusivamente me, nessuno, legge compresa ha il diritto di impedirmelo, come non ha il diritto di impedire a te di berti un bicchiere di vino.

I commenti sono chiusi.