"Domani spariamo al sindaco". La minaccia di morte intercettata nella notte dai vigili. I messaggi di solidarietà

di gniccolini

Mediagallery

“Domani spariamo al sindaco”. E’ questa la frase intercettata sulle frequenze radio questa notte dalla polizia municipale che già stamattina ha avviato le procedure, in accordo con Prefetto e Questore, per la scorta ad Alessandro Cosimi e ai suoi familiari. La sezione di polizia giudiziaria della Municipale e la digos sono al lavoro per risalire agli autori del gesto. Intanto solidarietà al primo cittadino viene espressa dal mondo politico e dal vescovo di Livorno.
Il grave episodio di oggi si somma a quello ricevuto sempre dal primo cittadino a fine giugno (clicca e leggi qui l’articolo).

RUGGERI, CAPOGRUPPO PD IN REGIONE
“Sono costernato e indignato per l’ennesima minaccia al sindaco Cosimi. Si tratta di gesti gravissimi che destano preoccupazione e che meritano un’altissima attenzione. Da parte mia e del gruppo consiliare Pd toscano, la più totale solidarietà al sindaco di Livorno, al quale rinnovo la fiducia nel portare avanti il suo ruolo di amministratore. Ottimo il lavoro delle forze dell’ordine che celermente hanno garantito la massima sicurezza: continuo a confidare nel loro operato perché venga fatta chiarezza sull’accaduto, nella speranza che atti gravissimi come questo non si ripetano più”. Così Marco Ruggeri, capogruppo Pd Regione Toscana, sulle minacce di morte al sindaco di Livorno Alessandro Cosimi, intercettate nella notte dai vigili urbani.
La Conferenza dei Capigruppo del Comune di Livorno esprime solidarietà e vicinanza al sindaco Alessandro Cosimi e alla famiglia, fatto oggetto nuovamente di indegne minacce.

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA GIORGIO KUTUFA’
“Condanno nella maniera più ferma queste minacce al sindaco, al quale esprimo totale solidarietà. E’ inaccettabile che nella drammatica situazione che attraversiamo, qualcuno pensi di fare bersaglio delle difficoltà chi ricopre incarichi istituzionali. Deve cessare quell’avvelenato clima di polemiche che alimenta inammissibili propositi di sconsiderati. Mi auguro che quest’ultimi possano essere individuati e perseguiti.”

LA CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO IN COMUNE
La Conferenza dei Capigruppo del Comune di Livorno esprime solidarietà e vicinanza al sindaco Alessandro Cosimi e alla famiglia, fatto oggetto nuovamente di indegne minacce.

 I SEGRETARI DEL PD

Il Partito Democratico di Livorno esprime assoluta solidarietà e vicinanza al Sindaco Cosimi per le ennesime minacce che lo hanno colpito. “Condanniamo fortemente il vile gesto ed auspichiamo vivamente che certi spregievoli episodi, estranei alla cultura democratica della nostra comunità, non si ripetano più”.

Samuele Lippi Segretario Territoriale PD Livorno e Yari De Filicaia Segretario Comunale PD Livorno

 LA SOLIDARIETA’ DI MONSIGNOR GIUSTI
Caro Alessandro, ti esprimo tutta la mia vicinanza in questo nuovo deprecabile episodio di assurde minacce. Le questioni si risolvono con il dialogo e non certo con la violenza. Spero che sia fatta presto chiarezza sulla vicenda. Sono vicino a te e alla tua famiglia.  Monsignor Simone Giusti

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI COLLESALVETTI
L’Amministrazione Comunale di Collesalvetti esprime vicinanza e solidarietà al Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi, a fronte delle minacce subite stanotte. “Tali episodi intimidatori, che purtroppo si verificano per la seconda volta, devono essere condannati in maniera incondizionata”, ha dichiarato il Sindaco di Collesalvetti Lorenzo Bacci. “E’ inconcepibile che un Sindaco, a lavoro per la propria comunità di cittadini, riceva minacce di questo tipo”, ha concluso Bacci, manifestando il proprio incoraggiamento nei confronti di Cosimi a proseguire serenamente le proprie attività.

IDV REGIONE TOSCANA
“Un atto gravissimo e inqualificabile, che non va sottovalutato visto che sarebbe stata intercettata una comunicazione in cui si parlava proprio di un attentato alla vita del sindaco, a cui va la piena solidarietà dell’intero Gruppo Regionale dell’Italia dei Valori e la mia personale. Confido anche che Cosimi sappia portare avanti, così come ha fatto finora, la propria attività istituzionale con la serenità necessaria”. Così il capogruppo dell’Italia dei Valori in Consiglio Regionale Marta Gazzarri dopo la notizia delle minacce di morte intercettate dalla polizia municipale di Livorno all’indirizzo del di Livorno Alessandro Cosimi, costretto da oggi a girare per la città con la protezione della scorta.

 IL GRUPPO PD IN PROVINCIA
Il gruppo consiliare del PD della Provincia esprime la propria solidarietà al Sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi e alla sua famiglia per le gravi minacce di morte ricevute. Tali atti sono da condannare con fermezza poiché minano alle fondamenta il confronto democratico che ha sempre contraddistito la città di Livorno.

Il Capogruppo Federico Mirabelli

LA CNA
La Cna provinciale di Livorno condanna fermamente le minacce di morte ai danni del Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi cui esprime la propria piena solidarietà e vicinanza, auspicando che le indagini portino in breve tempo all’individuazione dei responsabili. Tali atti intimidatori non devono trovare alcuno spazio in una società civile e democratica.

 PIU’ TOSCANA
Dai consiglieri regionali Antonio Gambetta Vianna e Gian Luca Lazzeri di Più Toscana, formazione nata per difendere gli interessi dei toscani, arriva un messaggio di «solidarietà e amicizia al sindaco di Livorno e presidente Anci Toscana, Alessandro Cosimi», nonché di «preoccupazione per i toni di barbarie, che conosce oggi la politica, e di tensione fomentata che alla fine temiamo ci riportino a pagine tristi della nostra storia».

COMUNITA’ EBRAICA
Dinanzi alle notizie apprese dalla stampa siamo a rinnovare la più’ sincera solidarieta’ al Sindaco Cosimi e famiglia,per la nuova minaccia ricevuta. Il mondo ebraico ben conosce ,per subirlo spesso (ancora in questi giorni a Roma con bersaglio il Presidente della Comunita’),questo degenerato fenomeno che dev’essere avulso da qualsivoglia,anche competitivo,tipo di confronto,ove non sia opera di squilibrati che devono comunque essere posti sotto controllo. La nostra e’ quindi una partecipazione particolarmente sentita e consola,in parte, il fatto che vi siano,sempre da quanto si legge,indizi che si spera portino presto a scoprire la fonte della minaccia.

Gadi Polacco per Bene’ Berith Livorno

I LIBERALI
La rinnovata minaccia rivolta al Sindaco e conseguentemente anche alla sua famiglia, e’ intollerabile in un ambito civile e deve essere neutralizzata,quale ne sia la fonte,la natura e lo scopo. Ove non si trattasse del gesto di una mente malata,come viene prioritariamente da augurarsi, si tratterebbe infatti di un’azione che tenta di minare alla base la convivenza civile che deve sussistere anche nel confronto. Al Sindaco Cosimi e famiglia la nostra vicinanza.

L’AMMINISTRATORE UNICO DI AAMPS
A seguito delle gravissime minacce dirette al Sindaco di Livorno, esprimo la mia totale solidarietà e vicinanza ad Alessandro Cosimi e alla sua famiglia. Auspico che gli autori, verso i quali nasce spontaneo un profondo risentimento, possano essere individuati quanto prima. Rincresce constatare, ancora una volta, che alcuni soggetti si prodighino per guastare un clima politico che, oggi più che mai, necessita di un confronto democratico di alto livello.

Enzo Chioini, Amministratore Unico A.Am.P.S. SpA

 SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’

Sinistra Ecologia e Libertà esprime la propria solidarietà e vicinanza al sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi, oggetto nelle ultime ore di minacce di morte da parte di ignoti. “E’ molto grave che, a distanza di pochi mesi, il sindaco di Livorno sia di nuovo oggetto di minacce di morte – si legge nel messaggio inviato dal segretario regionale di SEL, Giuseppe Brogi – Ad Alessandro Cosimi e alla sua famiglia va tutta la nostra solidarietà umana e politica, agli inquirenti la richiesta di fare luce su queste inquietanti e lugubri minacce, che non vanno in alcun modo sottovalutate”. “Chiunque e per qualunque motivo compia simili atti si mette fuori dal consesso civile e democratico – prosegue la nota – Auspichiamo dunque che si arrivi quanto prima all’individuazione dei responsabili, che devono essere perseguiti con rigore. Dobbiamo essere inflessibili, infatti, di fronte ad ogni manifestazione del pericoloso veleno che in Italia è stato già drammaticamente sparso”.

ANDREA GHILARDUCCI (SEL)

Esprimiamo fraterna solidarietà al Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi e alla sua famiglia, e forte preoccupazione per le gravi minacce ricevute questa notte. SEL Livorno è fortemente preoccupata di questi gravissimi gesti che meritano la dovuta attenzione ed auspica che sia individuato chi ha commesso le minacce di stanotte e le precedenti. Andrea Ghilarducci, coordinatore provinciale SEL Livorno

CLAUDIO MORGANTI “ELD”

A dare il proprio messaggio di solidarietà al sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi, è anche Claudio Morganti, europarlamentare indipendente dell’Eld. «Ferma condanna – scrive in una nota Morganti – per le minacce ricevute dal primo cittadino di Livorno. Purtroppo, chi ricopre un ruolo rilevante pubblico è sempre più soggetto a minacce, così come sono sempre più attaccati i valori della libertà e della democrazia. A noi il compito di difenderli, nonostante tutto. Mi auguro che le forze dell’ordine intercettino quanto prima i responsabili, comminando loro una pena esemplare».

BARABINO, COORDINATORE PROVINCIALE PDL

In nome del Coordinamento provinciale e di tutto il partito, esprimo piena solidarieta’ e vicinanza umana al Sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi, per le nuove minacce ricevute. Ogni comportamento intimidatorio che tenda a minare il funzionamento delle dinamiche democratiche non può essere tollerato e neppure compreso, soltanto respinto e condannato con fermezza da parte di tutti.

GIOVANNI GIANNONE DELEGATO PROVINCIALE CONI
A nome del Coni di Livorno e delle sue Federazioni, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Associate e Associazioni benemerite desidero esprimerTi la nostra vicinanza e indignazione di tutto il mondo sportivo per un così vile attacco alla Tua persona. Tale clima assurdo soprattutto verso coloro che rappresentano le Istituzioni deve terminare e deve tornare il più ampio dialogo nella certezza che gli ignobili autori di tali minacce vengano rinvenuti.
Siamo certi che tali attacchi non scalfiranno la Tua grande professionalità e nell’esprimerti piena e totale solidarietà ti siamo vicini in questo momento

 ANDREA ROMANO (IDV)

Di fronte alle nuove gravi minacce di morte contro il Sindaco di Livorno, l’Italia dei Valori esprime la propria solidarietà al primo cittadino ed alla sua famiglia, condannando l’episodio ed auspicando una veloce e risolutiva indagine giudiziaria. Non è tollerabile la personalizzazione dello scontro e l’aggressione violenta, anche quando si ferma – come speriamo – alle folli minacce. Pur augurandoci che si tratti solo della pazzia di qualche mitomane, tutte le forze democratiche sono chiamate a stringersi intorno a chi rimane vittima di questi inquietanti episodi ed alle istituzioni che rappresenta.

PORTO 2000
La Porto di Livorno 2000 e il suo Presidente, Roberto Piccini, esprimono profonda solidarietà al Sindaco Cosimi ed alla sua famiglia per le minacce subite. “Restiamo attoniti ed indignati nell’apprendere la notizia di un gesto incivile ed ignobile estraneo alla cultura liberale e democratica della nostra città. Condanniamo perciò con fermezza l’accaduto ed auspico che venga adottata ogni misura necessaria per far luce su queste minacce e sui responsabili. Al Sindaco Cosimi rivolgiamo un messaggio di sentito incoraggiamento affinché possa continuare la sua attività istituzionale in serenità e con la dedizione ed impegno che sempre lo contraddistingue”.

 

CONSULTA ASSOCIAZIONI
L’esecutivo della Consulta delle Associazioni Livornesi esprime al Sindaco Cosimi e alla sua famiglia solidarietà e vicinanza per le gravi minacce ricevute. Condanna con fermezza il grave gesto, sintomo di degrado morale e politico, negazione delle più elementari regole di democrazia, convivenza civile, rispetto. Con profonda stima

LA SESTA COMMISSIONE CONSILIARE
La Sesta Commissione tutta si associa al documento della Conferenza dei Capigruppo, condannando fermamente le minacce al Sindaco, rinnovando la stima al Primo Cittadino.

Il Presidente della Sesta Commissione Consiliare Valerio Vergili

 

IL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA LIVORNO ALBERTO RICCI
“Caro Alessandro, le sconcertanti notizie circa minacce nei tuoi confronti rappresentano un’inaccettabile violazione delle regole civili. Si tratta di comportamenti delinquenziali che devono essere respinti con ogni mezzo e in tutte le sedi. A nome mio e di tutta Confindustria la più ampia e sentita solidarietà a te a alla tua famiglia”.

Riproduzione riservata ©

69 commenti

 
  1. # alla frutta

    NON MI PIACE……. CHI NON LO VUOLE FA COME ME E NON LO VOTA. MA LE MINACCE SONO DA CODARDI

  2. # Sniper70

    concordo con “alla frutta” 😉

  3. # Michy

    Nessuno lo vuole e tutti lo votano, come Berlusconi

  4. # Combattiamo il Degrado Livorno

    Il Sindaco è la giunta sono stati votati democraticamente dai cittadini. Per quanto uno abbia idee diverse, è un dovere di tutti i cittadini difendere il volere di libere elezioni in libero stato. Quindi solidarietà al Sindaco Cosimi con la speranza che sia solo una stupida bravata.

  5. # fox

    Bóia gli vogliono bene…..magari sono gli stessi che lo hanno votato

  6. # BOBBE

    Con tutto quello che fanno i nostri politici a Roma, qualcuno ha il coraggio di prendersela in questo modo con il nostro Sindaco…roba da matti.
    Affettuosa solidarietà al Dott. Cosimi e alla sua famiglia.

  7. # livornese

    non gli darei tanto peso
    se sono stati intercettati è perche si sono voluti fare intercettare

  8. # antoniop

    Concordo, va bene la critica, e anche la contestazione forte, io sono il primo, a contestare l’attuale amministrazione. Però le minacce di morte sono da condannare e spero che le forze dell’ordine arrivino ai fautori, e che questi subiscano le conseguenze delle loro azioni.

  9. # ric

    Concordo con alla frutta. Non mi è chiara la dinamica dell’intercettazione. Qualcuno può spigarmela?

  10. # Unochelohavotato

    ..eh, le elezioni si avvicinano? 😉
    Secondo me Cosimi può dormire fra quattro guanciali, io penso non gli succederà proprio niente.
    A parte perdere le elezioni, stavolta 😛

  11. # Ceccobeppe

    che poi, perchè dovrebbero ammazzarlo? La storia, ahimè, ci insegna che sono i personaggi “scomodi” quelli in serio pericolo, quelli che fanno qualcosa che intralcia piani criminali o politici oscuri… vista la poca operosità, e dagli scarsi riultati, mi chiedo a chi possa “dar noia” un personaggio del genere… per me è una baggianata…

  12. # Silvio B.

    Brutto gesto spero rimanga
    solo una bravata da parte di
    qualcuno che non ha di meglio
    da fare.

  13. # gg

    chi minaccia é una testa di c…… forza la famiglia

  14. # nutella

    Non votarlo più è meglio che sparargli ….. per lo meno abbiamo la coscienza a posto e non lo vediamo più lo stesso… no???????

  15. # nutella

    La pace e l’amore al primo posto!

  16. # PdP

    La minaccia (e tantomeno il solo pensare di metterla in pratica) è assolutamente da censurare… viene però da pensare sull’operato della forza politica attualmente rappresentata dal soggetto in questione… se anche in quella che è sempre stata per antonomasia la “roccaforte rossa” si cominciano a verificare fatti del genere vorrà mica dire che non ne hanno imbroccata una da qualche annetto a questa parte ?!?… chissà… magari la dirigenza politica (ed economica che li tiene al potere) dovrebbero (utopia) cominciare a pensarci su ?!?…

  17. # alla frutta

    la cosa è grave e il peso deve essere dato. nessuno può togliere la vita ad un’altra persona e minacciarla di questo.

  18. # Pinello

    E anche se, ripeto le sue parole >>> non ne avessero imbroccata una da qualche annetto a questa parte <<< questo può giustificare una minaccia di morte?? So bene che lei ha scritto che la minaccia è da censurare, ma quello che scrive dopo lascia intendere che potrebbe esserci una "giustificazione alla minaccia"….. NOOOOOO le minacce di morte MAI!!!!! PER NESSUN MOTIVO

  19. # Gerone

    Attenzione con questi discorsi. Non esiste giustificazione al terrorismo, neanche l’esasperazione, piuttosto si facciano avanti a faccia aperta ed esprimano democraticamente il loro dissenso. Posso accettare (anche se aborro) la guerra aperta – faccia a faccia – come estremo gesto politico, ma il terrorismo è vigliaccheria, presunzione, arroganza e soprattutto follia e non ha niente a che vedere con la politica, qualsiasi sia il pretesto che usa per auto-giustificarsi. Chi si macchia di atti terroristici, come anche questa telefonata, deve essere punito severamente perché violenza e vigliaccheria insieme sono il peggiore dei delitti, contro l’uomo e contro l’umanità.

  20. # giancarlo bini

    mah? a me sembra una dinamica minatoria molto particolare,una minaccia cosi’ esplicita e sulla banda vhf dei vigili urbani,cioe’ deve essere il nipotino di Einstein.
    la solidarietà e’ ovvia ci mancherebbe, e per chiunque in generale venga minacciato,ma insomma pare tutto strano.
    e comunque spero acciuffino il figuro della banda larga.
    concordo poi che con quel niente che ha fatto Cosimi sia difficile pensare ad eclatanze di questo tipo,,ora ci propineranno la figura del Martire della patria e un altro mese di niente e’ sul tavolo dei cittadini

  21. # "Vento di Libeccio!"

    Io sono molto critico verso l’amministrazione Cosimi, ma la violenza MAI !!!

  22. # Malizioso Troll

    Come sarebbe a dire “frequenze radio”? Ora, se qualcuno progetta un attentato, lo fa via radio? In modo da farsi intercettare dalla Municipale? A parte il fatto che mi sembra la storia del cosiddetto attentato a Belpietro, trovo assolutamente demenziale solo pensare di sparare a Cosimi. Oltretutto, non ci sono fondi per riparare le buche nelle strade, per gli atti vandalici alla Terrazza Mascagni, ma per la scorta saltano subito fuori. “Cui prodest”? Fatene un eroe o un martire, mi raccomando!

  23. # Malizioso Troll

    Alessandro Cosimi sta concludendo il suo secondo mandato e quindi non si ripresenterà, oltretutto se vedi un po’ di telegiornali ti rendi conto che ora è “pappa e ciccia” con Fassino. Andrà da un’altra parte, tranquillo!

  24. # henry

    Ma chi sono Gianni e Pinotto della criminalità? ? Chi vuole attuare un gesto scellerato di questo genere ma chiaramente non lo dirà MAI via radio! Quelli che commettono tali ingenuità sono solo dei codardi e chiacchieroni!!

  25. # simone salvi

    c’è anche chi si fa vole’ bene però nella vita….

  26. # PdP

    Cari Pinello & Gerone, la mia non era una giustificazione… altrimenti non avrei fatto la premessa… ma uno spunto a che ci propina la stessa minestra da svariati decenni a farsi “un esamino di coscienza”… dal tono con cui rispondete temo che facciate parte o simpatiziate proprio del/con il “gruppo dei propinatori” che, ancora una volta, si rileva assolutamente incapace di mettersi in discussione… dice bene il sig. Giancarlo Bini nell’intervento successivo… siete già al vittimismo? E RIPETO, IL GESTO DI PER SE (anche se suona molto strano) E’ DA CENSURARE !

  27. # Labronico75

    Massima solidarietà al nostro Sindaco ed alla sua famiglia, nella speranza che la minaccia se così fosse veritiera, venga inertizzata dagli organi competenti, risalendo al/ ai colpevoli, e giudicandoli nella maniera più drastica che possa offrire la giustizia italiana !!! Grande Ale !!!!!

  28. # Roby

    E’ colpa dei cani e di chi non leva le cacche !!!!

  29. # Roberto

    Hai ragione, perchè ha fatto tanto per la nostra città. Sopratutto ci ha preso tanto in giro come tutti i suoi predecessori, o meglio ha preso in giro chi continua a votare questa sinistra che c’è a Livorno !

  30. # Heisenberg

    Le elezioni si avvicinano, rifacciamo il look alle strade e rendiamo più bella la città , poi arrivano queste vili minacce di morte… Che sia già campagna elettorale?

  31. # Lorenzo

    E’ colpa di Berlusconi!,

  32. # Lorenzo

    Ahahahahahahahahahah!

  33. # BOBBE

    Robyyyy, chi non leva le cacche e’ comunque un grande s…

  34. # Bruno

    Diciamo che questo sindaco non e’ esattamente il modello di sindaco ideale che noi vorremmo, ma questo tipo di minacce sono da attribuire solo a qualche megalomane psicopatico o da qualche burlone. Sindaco comunque se fosse vero: brutto segno.

  35. # ir mario

    Forza Sig. Sindaco! vada avanti e non si faccia intimidire da questi 4 ruba-galline, saluti

  36. # amaranto

    ovvia, ma che sparare….non votatelo più e basta !!!

  37. # ugo

    caro quilivorno mi meraviglio….con il casino politico che c’è in giro state dietro a queste….scemate…

  38. # DonnaVittima

    Solidarietà al sindaco per quanto mi riguarda la scorta dovrebbe essere data anche alle donne vittime di violenza la loro vita non è meno importante di quella di un sindaco io personalmente ho subito per 4 volte violenza da parte di un uomo con 4 tentativi di omicidio e un tentato investimento con l’auto da parte di lui con minaccia di morte l’ho denunciato per tutto quello che mi ha fatto lui e libero io vivo nel terrore e non ho la scorta questa non è giustizia andrò sicuramente a richiederla subito visto che la mia vita ha lo stesso valore di quella del sindaco

  39. # francesco

    certo dè…abboccano i ghiozzi??
    boia e devono esse di al qaida questi vi…. si son fatti intercettà da vigili…hai detto la cia o ir mossad…
    ma chissà cos’è successo…saranno stati 2 briai che chiacchieravano….
    ora ti pare che se vogliono sparà a qualcuno lo dicono alla radio….
    che massa di dorcioni…

  40. # mi par mill'anni

    Tutti solidali e vicini

  41. # Sasha

    Tutta la comunità ROM e’solidale con lei. Si faccia coraggio signor Sindaco.

  42. # ZENEROS ATTENToAtTORE

    Ma chi ci crede… Mi ricorda l’imitatore di Emilio Fede che diceva: “Attentato a Berlusconi…” Un modo di captare quella benevolenza che oggi a Livorno quasi più nessuno è disposto a concedere al dott. Cosimi. Se caso starei attenti al “fuoco amico” (cioè dall’interno delle fazioni che compongono il suo partito). Comunque finirà che è colpa del Berluska e per questo gli faranno un nuovo processo…

  43. # princi53

    mi spiace ma non ci credo

  44. # dedalo

    mamma mia che cosa grave… da non dormire la notte.
    e poi che scoop, che notizia!

  45. # liburnico

    ma neanche a pensarlo, non votiamolo piu’ e basta!

  46. # dedalo

    boia come ti vuoi male lasciatelo di

  47. # dedalo

    vorrei proprio vede se ti giravano come a tante persone, se eri cosi bravo con le parole

  48. # La Formica (@SergbarsSergio)

    Il Sindaco è “reale”,la “minaccia” non so;quindi solidarietà scontata.
    Però,siccome la mamma degli scemi è sempre incinta;se fosse vero questa volta vorrebbe vincere il Nobel !

  49. # francesca

    ma solo a me mi puzza di bluff…

  50. # federico

    de, ma se le palme non ti piacciono, non devi mica sparare al sindaco….

    allora a chi mette le rotatorie che devi fare??

  51. # marcioss

    boia che musi c’avete tra tutti!!….chi esprime solidarietà giù caterbe di pollici rossi…..ao bròdi…

  52. # yoghi

    No abbi pazienza di martiri ce ne abbiamo già uno, che si sta sacrificando per tutto il popolo italiano…basta e avanza

  53. # aldo

    no, scusate, a quelli che non ci credono. ma perchè mai il sindaco dovrebbe aversparso una voce del genere se non fosse vera? per avere la scorta per divertimento?
    pensate che avere la scorta eventualmente sia un piacere? è una cosa pesantissima avere la scorta, non si vive più

  54. # mima

    sicuramente hai più diritto te che chi subisce minacce di morte sulla radio dei vigili e con vigile che dialoga con colui che vorrebbe farsi giustizia

  55. # marco2000

    Quali frequenze radio?
    Quelle dei vigili urbani?

    Un po’ più di completezza su questa notizia…

    Personalmente la ritengo un bluff

  56. # Emir Faccardino

    In effetti pare incredibile che due persone s’inseriscano sulla banda dei vigili urbani per comunicare un atto omicidario. Ma che notizia è se non viene completata da particolari tecnici che confermino la notizia medesima. Supponiamo fossero due radio trasmittenti giocattolo, che facciamo?

  57. # Emir Faccardino

    Una volta tanto sono d’accordo con Zeneros, il più “cattivo” della Rete.
    Non ci prendere però l’abitudine.

  58. # Ste

    Puoi fare un altro sindaco…ma l’ignoranza,la maleducazione,la cattiveria e intolleranza di alcuni cittadini non la cambierai mai…

  59. # asciugati

    boia dè si inseriscono sul canale dei vv.uu. e un hanno paura di essere rintracciati? allora siamo conciati per benino!

  60. # Marci

    E’ già passato un quarto d’ora dalla notizia e ir tamburini un ha ancora detto nulla?!??!?!?

    Tamburiniiiiiiii un ti sentirai mia maleeeee??? Un ci fa sta in penziero Tambu, di quarcosa

  61. # anna maria

    tutta la mia solidarietà alla famiglia del sindaco ……in un paese democratico e antifascista non sono accettabili le minacce di violenza ,da qualunque parte provengono …..ho letto molti commenti alcuni li condivido altri no ……abbiamo l’abitudine di dare sempre le responsabilità a altri …..facciamoci tutti e dico tutti un esame dei nostri comportamenti …..siamo dei cittadini indisciplinati ,vogliamo far come ci pare senza rispettare lo spazio degli altri ,basta vedere ciò che viene abbandonato ai cassonetti oppure nei boschi o lungo la scogliera …….le cacche dei cani ecc…ecc.. riflettiamo ,comportiamoci bene ……

  62. # Livornese

    Stai tranquillo Marci il tamburini sta bene non ha scritto il commento perché era impegnato ha fare l articolo di protesta della pubblicità delle famiglie gay della balilla leggilo bene tutto qui livorno di oggi così oltre che leggere l articolo vedi anche la foto del tamburini ciao marci

  63. # alan

    ….mi pare una di quelle notizie volta a distogliere l’ attenzione delle masse dal vero disastro che sta travolgendo la nostra città……

  64. # vladi

    il sindaco cosimi è una persona perbene. solidarietà nei suoi confronti e condanna di ogni atto intimidatorio

  65. # brunolibero

    Dopo le teste di Modì è la bufala dell’anno…ma chi ci crede…

  66. # Aquila65

    Grande!

  67. # Libero 1°

    A nostro…………AL TUO !!!!!!

  68. # ma è vero?

    è una notizia vera o una bufala da campagna elettorale?

  69. # ZENEROS

    Va bene, non ci prendo l’abitudine, ma la mia cattiveria nasce da 50 (cinquanta) anni di amministrazione di questi personaggi che dicono una cosa e ne fanno mille diverse. Ormai diffido fortemente delle dichiarazioni

I commenti sono chiusi.