Derubava le anziane con la scusa dei lavori, scoperti altri tre casi

Mediagallery

Sfruttava i lavori in corso in condomini per entrare nelle abitazioni di anziane e derubarle. Dopo la pubblicazione della notizia con la foto altri cittadini hanno riconosciuto l’uomo.
La squadra mobile della polizia, diretta da Marco Staffa, a seguito delle nuove denunce ha così accertato altri tre episodi di truffa e sostituzione di persona, oltre ai due già accertati lo scorso anno. Per questi reati Pietro Pantano, 38 anni, originario di Partanna, nel Trapanese, ma residente in città, già noto alle forze dell’ordine per fatti legati a reati contro il patrimonio, fu condannato agli arresti domiciliari nel novembre scorso con l’accusa di furto in casa. Nel dicembre 2013 il tribunale disponeva, in sostituzione degli arresti domiciliari, la misura dell’obbligo di dimora nel Comune di Livorno (misura attualmente in atto).
Pantano suonava alle vittime fornendo loro tutte le informazioni lette poco prima nei cartelli informativi posti sui ponteggi da parte delle ditte edili che dovevano svolgere lavori di ristrutturazione, cosa che gli conferiva credibilità e gli permetteva di ottenere la fiducia delle persone truffate.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Paola

    Che lavori…invece di studiare come cercarsi un lavoro, studiano come poter far soldi senza far nulla truffando la gente, che uomo, che dignita’ !!

  2. # sergio

    Se si va avanti cosi non faremo entrare neanche il Prete per la benedizione delle casa

  3. # Lorenzo65

    Ma se continuano a dargli gli arresti domiciliari, questo qua ci arriva alla pensione a continuare a rubare agli anziani!

I commenti sono chiusi.