"Dacci il pane gratis o ti diamo fuoco al negozio". Denunciati per tentata estorsione

Mediagallery

Pretendono che il titolare di un panificio fornisca loro il pane gratuitamente e, di fronte all’inevitabile rifiuto dell’esercente, minacciano di incendiargli il locale. Protagonisti di questa vicenda sono due cittadini rumeni, il 42enne I. V., ed il 35enne G. C., entrambi pregiudicati, denunciati  questa mattina dai Carabinieri della Compagnia di Livorno in quanto responsabili del reato di “tentata estorsione in concorso”.
I militari, dopo aver ricevuto la denuncia da parte del titolare del panificio, in via Roma, hanno dato inizio alle indagini che, in breve tempo, hanno consentito di identificare i due rumeni, non conosciuti dalla vittima. I malviventi, infatti, il 10 settembre scorso, subito dopo aver avvicinato l’esercente ed averlo pesantemente minacciato, si erano dati alla fuga a piedi a causa dell’inaspettata reazione dello stesso titolare dell’esercizio commerciale, un 43enne livornese, il quale aveva immediatamente richiesto l’intervento dei carabinieri. Le indagini proseguono ora per accertare se si siano verificati, ai danni di altri commercianti, analoghe richieste estorsive.

 

Riproduzione riservata ©

63 commenti

 
  1. # PIO

    Ottimo esempio di integrazione. Questi immigrati rumeni apprendono con profitto le tecniche estorsive della Camorra… Quando si dice che gli immigrati rifiutano le tradizioni locali del paese ospitante, si dicono autentiche fesserie… Che linfa vitale e feconda…

  2. # gianluca

    ora il pane gratis lo hanno… al gabbio però..anzi no… al gabbio chi ci va oggi giorno ?

    siamo seri.. l’Italia non ha più soldi per mantenere i detenuti. Si usano i domiciliari ormai, ma se questi non hanno un domicilio, restano a piede libero.

  3. # Il Moralizzatore

    Dove finiremo…Sono cose che se non le leggi non ci credi…

  4. # sergio

    Altro che pane, bisogna reagire e denunciare immediatamente, solo che i magistrati e i Giudici non hanno il polso fermo e troppo spesso gli fanno solo una tiratina d’orecchi, devono cercare nei codici e ci sono, basta cercare, delle condanne adeguate in modo da poter essere un buon deterrente se no questi se ne approfittano, a casa loro le cose sono ben diverse.

  5. # Sniper70

    mazza da baseball nei ginocchi e via…

  6. # Nicola

    BORDA UGOOOOOOOOOOO

  7. # Roberto-Bobbe

    Lo saprei io qual’è il pane per i loro denti… ma non è digeribile perché è d’acciaio… Volere il pane gratis… ma ci rendiamo conto a che livello di sfruttamento siamo arrivati!? E quando si dice FUORI i delinquenti stranieri ti prendono per un razzista… Se è così ebbene, IO LO SONO! ! MI vergogno di appartenere ad una società senza attributi! BASTAAAA !! Livorno ai Livornesiiiiii !!!

  8. # Daniel Maries

    Ecco un bell’esempio di integrazione, dove il solito buonista dirà che in fondo quegli umili poverelli chiedevano gentilmente solo un pò di pane….. A proposito quei due soggetti son liberi o in carcere adesso? perchè se son liberi, domani leggeremo in cronaca nera l’incendio di un panificio!

  9. # Crociato

    Vogliono il pane… io glielo avrei dato: pane e acqua in una cella per una decina d’anni. Spaccio, violenza, ora anche le estorsioni, ha portato di tutto la delinquenza dilagante degli immigrati, che il buonismo di sinistra e magistrati è incapace di fronteggiare!

  10. # borghigiano

    MALEDETTO IL GIORNO CHE HANNO APERTO
    LE FRONTIERE

  11. # jAnE

    E’ troppo un giorno senza una notizia del genere su … quilivorno.it mah!!

  12. # stefano

    Ha fatto bene il panettiere ! La gente deve subito denunciare questo tipo di persone così si possono subito bloccare nei loro intenti e sopra a tutto, se trovano una resistenza del genere da tutti quanti, capiscono subito che non è ilc aso e che non attacca con nessuno altrimenti poi si crea in questi individui la convinzione di potela ottenere le cose con minaccie e violenza facendola pure franca per paura delle persone… Certo è difficile e si sta in anzia a fare come il panettiere ma è megliof arlo che non farlo. I vantaggi alla lunga sono molti di più che non dover chiudere perchè non si resiste più, non solo per la crisi, ma anche a seguito di eventuali estersioni. E’ nei climi di omertà che nascono mafie, camorre, ecc….

  13. # pipposcolopax

    Bisogna essere accoglienti!! perche’ poverini avevano fame bonaaaaa

  14. # compAgno

    Boia deh quante storie per 2 panini……..bellini voi altri che gli dareste la pena di morte per un pezzo di pane……….ma levatevi di…

  15. # Accio

    Che tutti i cittadini prendano esempio dal coraggioso negoziante in questione.SENZA PAURA contro la CRIMINALITA’ .

  16. # Barbarica

    E c’hanno rotto i ….

  17. # karl

    ringraziamo sempre .. i partiti perbenisti che hanno fatto aprire le frontiere senza leggi..e che continuano a difendere queste brave persone specialmente nell’aiutarle all’integrazione..nel fare i comodi loro senza rispettare le leggi nostre..

  18. # walter paoli

    Io probabilmente da gente come il moralizzatore o il crociato sarei subito definito un buonista, zecca comunista etc, semplicemente perché non faccio di tutta un erba un fascio. Faccio un esempio personale…ho due inquilini marocchini con figlia piccola, ed è un anno che non mi pagano l’affitto perché lui è rimasto disoccupato…fino a che ha lavorato, hanno pagato regolarmente. Ovviamente ho l’avvocato, lo sfratto esecutivo ma fino a che non avrò la forza pubblica non le butterò fuori di casa. Ora, non per questo dico che tutti i marocchini sono delle m°°°° o che gli darei fuoco, etc. Viceversa sono arrabbiato con il sistema che non mi tutela (non ho venti case, ho solo quelle, se ne avessi bisogno che succederebbe?…). Lo stesso è per l’immigrazione. Io di principio non sono contrario, però questo non comporta che tollero comportamenti socialmente non accettabili. Perché sia il crociato e sia il moralizzatore (che tra l’altro si nascondono dietro questi nickname….) non rammentano mai che il centro destra che tanto adorano non ha fatto un bel fico secco in merito all’immigrazione selvaggia che abbiamo in questo paese, che non hanno fatto altro che occuparsi dei problemi di Silvio senza legiferare anche su questi problemi? Cosi come mi chiedo come ci sono persone che subito ti danno del razzista se ammetti che il problema c’è, e che molti italiani stanno cominciando a diventare razzisti in quanto ora ci sono un competizione per gli aiuti sociali. Non siamo un paese normale dove possiamo discutere in maniera oggettiva di niente, si cade sempre nella trappola “te sei rosso, te sei nero”, senza risolvere un bel niente e continuando a fare chiacchiere da bar.

  19. # Tony

    Per 2 panini un par di ciufoli! E tanto gliel’ hanno chiesto per favore.. La prossima volta daglieli te i panini. Compagno dei miei stivali

  20. # Gino Rossi

    Forze dell’Ordine che devono combattere contro immigrati violenti e prepotenti e contro le leggi che tutela quest’ultimi. E politici e sistema giudiziario che sembrano stare dalla parte dei delinquenti.

  21. # Gino Rossi

    Se penso che la cosa giusta, a questo punto, sia rispedire a casa i rumeni, i magrebini, i sud americani, e chiunque non dimostri di avere un lavoro regolare che gli permetta di mantenersi (come fanno in Australia). È se penso che la cosa giusta, a questo punto, sia quella di non dare più il voto a chi pensa prima agli immigrati e poi (anzi, mai) agli ITALIANI, quelli che in questo paese ci sono nati, quelli che subiscono la pressione fiscale più alta di Europa, mi tacciate di essere razzista, o fascista, o nazista? A me sembra che i razzisti, fascisti e nazisti, siano coloro che vengono nel NOSTRO paese a delinquere, a rubare, a minacciare, ad uccidere, a ghettizzare i quartieri, ecc ecc. E pensare che c’è una corrente politica che pur di prendere il voto, permette loro di abusare degli Italiani onesti. Vergogna.

  22. # Gino Rossi

    Tranquillo, quella famiglia sarà ospitata da un esponente del SEL ed i soldi dell’affitto ti saranno restituiti dal PD……basta crederci.

  23. # Gino Rossi

    Questa città deve essere ripulita e non solamente dallo sporco, ma soprattutto dai delinquenti.
    Non possono muoversi solamente Carabinieri e Polizia di Stato. Serve un’azione a 360 gradi.
    La GdF potrebbe indagare a tappeto sugli immigrati per capire di cosa campa chi non ha lavoro (senza lavoro, foglio di via); la Polizia Municipale potrebbe controllare ed indagare tutti i conducenti delle auto targate Romania. Serve un’azione coordinata, pianificata e costante. Le azioni a spot servono a poco, anzi a niente. Abbiamo un Prefetto, un Sindaco, cosa aspettano?

  24. # Il Moralizzatore

    Evita di citarmi nelle tue farneticazioni e di attribuire pensieri agli altri pensa ai tuoi vai che ne hai bisogno.

  25. # Marco

    Ragioni bene “compagno”..finché non toccano nel tuo vero?!?!compagno!!mmh

  26. # walter paoli

    Gino, senza avere i tuoi toni, su diverse cose posso essere d’accordo con te. Ti voglio solo far presente che se un extracomunitario si mantiene senza avere un lavoro regolare, certamente ci sono i casi, e possono essere molti, che delinque, ma altrettanti casi possono essere lavoro al nero, dato da italiani,che assumono questa gente, sfruttandola, al posto di italiani per non pagare le tasse ed il giusto compenso.Questi italiani le ritieni tuoi degni compatrioti? per me sono delinquenti alla stessa stregua degli extracomunitari che delinquono. Il fatto è che all’estero la popolazione locale da un buon esempio di educazione civile, cosa che noi non diamo, di questo bisogna rendersene conto, E proprio per questo sono ancora meno tolleranti di noi nei confronti di chi non rispetta le regole, perché inglesi, tedeschi, australiano le regole le rispettano. Spero di spiegarmi e di non essere tacciato nè di buonismo da una parte, nè di razzismo dall’altra.

  27. # walter paoli

    Poi Gino, la pressione fiscale più alta di europa non è la nostra, ma ci sono di sicuro il belgio che l’ha più alta di noi (ne sono sicuro in quanto c’ho lavorato) ed un altro paio di paesi.Il punto è che in quei paesi oltre a pagare le tasse, hai i servizi (asili, scuole, etc). Non menziono la sanità, perchè la nostra, specie in toscana, non è poi cosi male.

  28. # Gino Rossi

    Stai rispondendo da politico, andando fuori tema……..non è importante la classifica di chi paga più tasse, ma la condizione in cui viviamo oggi noi ITALIANI, subendo la prepotenza dei molti immigrati irregolari e dei delinquenti di mezzo mondo (le notizie quotidiane ne sono l’esempio). Purtroppo Italiani onesti e Gorze dell’Ordine, devono combattere anche con le leggi che tutelano questi farabutti. Al falsa solidarietà non attacca più. La gente è stufa dei proclami. È stufa di chi come te, distrae l’attenzione dai veri problemi.

  29. # livornese

    Si sono integrati bene direi gli extracomunitari, ma diamoli anche il pane poverini già non li si dà niente.

  30. # Marco A.

    gli doveva dire di si e il giorno dopo danni una bella randellata ….A QUELLI S….!

  31. # walter paoli

    livornese, 1) rumeni non sono extracomunitari, il che, giuridicamente, complica ancora di più le cose, 2) hai ragione, si sono integrati bene, in quanto il pizzo è un’invezione tutta italiana, sotto questo punto di vista c’hai azzeccato.

  32. # walter paoli

    Gino, mi sembra che non hai capito ciò che ho detto, e che capisco che sei accecato da ravvia e odio senza ragionare più di tanto. Sono anche io stufo di gente come te che invece di proporre soluzioni fattibili, l’unica cosa che è in grado di proporre sono camere a gas e campi di concentramento. Se noi italiani siamo ridotti cosi è grazie a gente come te che per vent’anni ha votato una destra al servizio di uomo solo, che NULLA ha fatto per noi italiani. Con questo passo e chiudo.

  33. # b47

    A pedate tutti a casa sua

  34. # Roberto-Bobbe

    Walter, un mio amico ha vissuto come te la stessa esperienza, cioè famiglia di marocchini che inizialmente pagava poi ha smesso. Tra spese di avvocato per buttarli fuori, (c’è voluto quattro anni ) affitti non pagati, spese di condominio, rimessa a posto dell’appartamento lasciato come un castro di maiali, (senza contare un divano e poltrona in pelle fatti sparire), luce, acqua, ci ha rimesso 30.000 euro. Spero per te che non sia così. Io prima di affittare una casa ad uno straniero -almeno che non sia un civile europeo-, la tengo sfitta, vuota… Sta’gente non mi frega… non mi intenerisce… Possono dormire in strada o tornarsene a casa loro…

  35. # alberto

    ma sa na pippa cosa vordi compagno luili…..apre bocca.. volevo di’ la penna senza mette in moto qualcos’altro….e fa dei discorsi di nulla !!!!

  36. # AndreaD

    Grande negoziante!! Dovrebbe fare il questore a Livorno. Difendiamoci e riprendiamoci la nostra Italia!!!

  37. # Il Moralizzatore

    Alla casa ci pensa walter paoli.

  38. # Michy

    Se avercela con i delinquenti e prepotenti a prescindere dalla provenienza geografica significa essere razzisti, allora sono razzista. Ma non credo che sia questa la giusta definizione di RAZZISMO.

  39. # qwerty

    Il problema non è denunciare, il problema è che poi te li ritrovi liberi e magari si vogliono anche vendicare.
    Il problema più grave dell’Italia è che la giustizia non esiste e come raccontava un funzionario di Polizia intervistato in TV, questi delinquenti di varie nazionalità vengono in Italia perché dicono che è il paese dove si rischia meno.
    Meditate gente…

  40. # lorenzo

    L’extracomunitarieta’ alla fine non e’ quella politica bensi’ quella reale che si manifesta attraverso il modo in cui vivo e mi rapporto con gli altri e con le leggi del paese in cui mi trovo. Per quanto riguarda il pizzo, ammesso e non concesso che sia una invenzione italiana, non e’ detto che per questo che sia meno grave se a chiederlo siano degli stranieri; ai quali stranieri, extracomunitari e non, neri o gialli, belli o brutti, non mi rifiuterei mai di dare loro non 2 panini ma anche 1 kg di pane al giorno se mi fosse chiesto normalmente; ma se mi dai fuoco al negozio e minacci a quel punto ti dico di andare alla caritas e se ti fai rivedere ti mollo anche due randellate.

  41. # stefanobolgheri

    vorrei ringraziare il coraggioso fornaio,andando a comprarci la schiacciata e il pane,di preciso dovè,sapete il numero?

  42. # walter paoli

    avevo detto passo e chiudo, ma visti i commenti, ci riprovo a chiarire il mio pensiero(o farneticazioni come dice il “moralizzatore):

    1) chi delinque deve pagare,TUTTI, e il sistema giudiziario dovrebbe garantire certezza della pena in tempi brevi, per non vanificare il lavoro delle forze dell’ordine.
    2) sei italiano e infrangi la legge, in galera. Sei straniero e infrangi la legge, in galera e a fine pena espulsione e rimpatrio (certo) al paese natale.
    3) sei straniero e RIMANI senza lavoro? lo stato dovrebbe dare un lasso di tempo per trovarne un’altro, e visto che ci definiamo un paese civile, magari aiutandoti, in questo lasso di tempo, a vivere in maniera decente. Alla fine di questo lasso tempo, mi spiace, se sempre disoccupato, rimpatrio al paese natale.
    4) dire tutti a casa, indiscrinatamente, a parte l’abominio non degno di una persona con principi morali, vuol dire non rendersi conto dei costi, della logistica, della militarizzazione di una nazione, necessari per fare ciò; quindi vuol dire
    parlare a vanvera e vomitare odio.
    5) per la casa so benissimo i tempi e i costi, ma questo a prescindere dalla nazionalità degli inquilini, se erano italiani era la stessa cosa, per questo la mia rabbia è rivolta non verso gli inquilini, ma verso il sistema che lo permette.
    6) moralizzatore, io farnetico, ma almeno ho il coraggio di firmare le mie farneticazioni. Tu ti nascondi dietro un nickname che può essere di uno, nessuno, e centomila. Per me, sei un bel sig.nessuno.
    7) michy, è quello che sto cercando di dire, ma sicuramente ora qualcuno mi dirà che sono razzista per quanto ho scritto sopra, come mi danno del buonista quando dico che noi italiani dovremmo renderci conto che se gli stranieri
    delinquono più in italia che in altre nazioni, è perchè i primi a non rispettare le regole siamo noi, dal parcheggio in doppia fila, all’evasione fiscale, ad assumere gente al nero, a taglieggiare i commercianti, etc etc. Per questo non c’è una vera indignazione popolare che potrebbe non dico spaventare, perlomento intimidire che vuole infrangere le regole. Invece l’indignazione si limita a scrivere commenti razzisti e insensati che nel 99% sono anonimi, oppure sfogare in raid violenti e xenofobi tipo alba dorata.
    slt

  43. # save

    Ora basta c hanno rotto i !!! Un ci s‘entra piu!!!

  44. # Antò

    Meno male si sono limitati a minacciare solo che gli avrebbero incendiato il negozio. Ma mi dite un padre di famiglia che riceve queste minacce come deve campare???? Con l’ angoscia che qualche testa di c@@@ un giorno per ritorsione se la rifaccia con i figlioli. Non si può campare così…… Quando volete io ci sarò……

  45. # Giulia

    andateneve a casa vostra a delinquere

  46. # giovaani

    Qualcuno potrebbe spiegare il significato del discorso:” gli immigrati sono una risorsa!”. Perchè da quello che si legge e da quello che non dicono – uffici degli assistenti sociali ed altre istituzioni – sono più una spesa a fondo perduto che un beneficio

  47. # Dario

    vedo che i livornesi hanno abboccato alla grande, come sempre dell’altro

  48. # piratatirreno

    Ma levati di …. te. Cosa fai di lavoro? Infissista, fioraio, pizzaiolo, ristoratore ecc.???
    Chiamali e digli che sei disposto ad offrirgli infissi, fiori, pizze, o pasti gratuiti.
    Che c’è di male, se TE vuoi offrirglieli fallo pure, ma non contestare chi non ha le tue stesse idee. Poi una cosa è offrire ed un’altra è estorcere e minacciare!

  49. # mau

    Oggi il pane……domani il pane con la mortadella e un bel rosso di chianti

  50. # Marco A.

    PORTALI A CASA TUAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  51. # Daniel Maries

    Per Waltr Paoli- dalla sua amata Russia :
    Vladimir Putin, il presidente russo, ha indirizzato alla Duma (il Parlamento russo) un discorso riguardante le tensioni con alcune minoranze:

    In Russia vivono i russi. Qualsiasi mino­ranza, da qualsiasi luogo, se vuole vivere in Russia, per lavorare e mangiare in Russia, dovrebbe parlare russo, e dovrebbe rispet­tare le leggi russe. Se preferiscono la legge della Sharia, allora noi li consigliamo di an­darsene in quei Paesi dove questa è la legge dello Stato. La Russia non ha bisogno di minoranze. Le minoranze hanno bisogno della Russia, e noi non concederemo loro privilegi speciali, o provare a cambiare le nostre leggi per soddisfare i loro desideri: non importa quanto forte urleranno ‘ discr­i-minazione’.

  52. # princi53

    magari nei denti, cosi’ il pane on gli serve più. A CASA VIA SIAMO STUFIIII

  53. # Susanna

    Ha fatto bene il commerciante non è il fatto di dare due panini o chiederli, il fatto sono le gravi minacce per averli!

  54. # lorenzo

    A me sembra si siano perse le capacita’ di riflettere, possiamo mettere da parte il razzismo una volta per tutte??? Dunque, se io denuncio 2 tipi, NON HA IMPORTANZA CHI SONO E DA DOVE VENGONO, perche’ minacciano di dare fuoco al MIO negozio se mi rifiuto di dare loro qualcosa SONO RAZZISTA?

  55. # Il Moralizzatore

    Sinceramente di sapere chi sei me ne può fregare di meno. su internet si usano i nickname aggiornati, o vuoi sapere il mio nome per venire sotto casa fammi capire? Ti sei fatto tutto un film da solo, metti discorsi in bocca alla gente

  56. # compAgno

    Bada li deh, ir giustiziere…….

  57. # walter paoli

    Daniel, cosa ci combina “la mia amata russia”? al limite potevi dire ussr, ma in ogni caso non ci combina niente, e vedi cosa ho scritto nell’ultimo post. Io, in quanto coglione, rispetto tutte le leggi, non parcheggio in doppia fila, faccio raccolta differenziata, rispetto i diritti altrui e la proprietà pubblica la sento mia. Per questo non tollero assolutamente chi non rispetta le leggi o non ha un comportamento socialmente accettabile. Ma da qui a fare lo xenofobo o discorsi tipo “tutti a casa”, per me è un passo lungo, per motivi che ho cercato di spiegare, almeno alcuni. Putin, in effetti, ha un comportamento nazista che sicuramente piace più a te che a me, ed è amico del vostro amico Silvio che in vent’anni non ha fatto altro che distruggere quel poco che avevamo, facendoci fare ora la guerra tra poveri.

  58. # walter paoli

    ci mancherebbe che voglio sapere il tuo nome per venirti a cercare o cosa. Uso internet dal 94 e non ho mai smesso di aggiornarmi, ma quando esprimo le mie idee non mi nascondo dietro uno pseudonimo, tutto qui.Se mi sono sbagliato ad associarti agli altri, chiedo scusa. Slt

  59. # walter paoli

    crociato, i magistrati applicano le leggi, non le fanno, e probabilmente negli ultimi vent’anni te hai votato chi ha fatto le leggi per far rientrare i miliardi degli evasori facendogli pagare il 4% e garantendo l’anonimato, e viceversa su questi problemi non hanno fatto niente, probabilmente per avere gli argomenti per avere voti dalla gente piena di negatività come te. Detto questo, ribadisco, NON TOLLERO QUESTI

  60. # walter paoli

    Roberto, come ho detto in altri commenti, bianchi, neri, gialli, rossi etc si dividono tutti in due categorie principali, onesi e disonesti. Chi mi assicura che un civile europeo come dici tu, manterrà gli impegni? perchè i civili europei son tutti bravi e onesti. Questo non significa che pure io a questi gli darei un bel pezzo di pane nei denti, chiuderli nelle nostre carceri disumane il giusto e poi mandarli a casa. Però essendo in europa, con i rumeni è ancora più difficile arrivare a fare questo tipo di cose. Per finire, livorno ai livornesi, detto con toni razzisti, dimostra l’ignoranza dilagante. Senza le leggi liburnine che hanno permesso a genti di tutto il mondo di venire a livorno, qualsiasi razza e religione, facendo un crogiolo di culture, livorno e la livornesità non esisterebbero. Dichiararsi razzisti e livornesi è un controsenso e rinnega la nostra storia.

  61. # Filippo

    Caro Walter, onestamente non riesco a trovare un solo punto dove non sia d’accordo con te.
    Credo che il problema maggiore per cui hai dovuto scrivere a più riprese gli stessi concetti è che molte persone, e su Quilivorno ce n’è un’alta concentrazione, ha la presunzione di avere facili risposte a tutto.
    Mi stupisco spesso di come alcune persone che magari sono palesemente inette a fare il proprio lavoro sarebbero capaci di governare il mondo. Non parlo poi di Crociato che ci aggiunge una abbondante dose di malafede.
    Detto questo, aggiungo che sarebbe il momento per le persone di buona volontà di smettere di perdere tempo a commentare sterilmente e interessarsi in maniera attiva su come la politica sta governando, e stuprando, questo Paese.
    Con stima,

  62. # Gino Rossi

    Di solito nelle risposte, Walter, si usa dire “mi sono spiegato male” piuttosto che “non hai capito”. Fatta questa premessa, che da vent’anni voti la destra è una tua deduzione. Permettimi di darti un consiglio: non è una questione di destra o di sinistra, ma una questione di regole e di rispetto delle stesse. Da una parte gli Italiani che se sgarrano, pagano e dall’altra molti immigrati che le ignorano e neanche ne pagano le conseguenze. Questa non è eguaglianza.

  63. # GINOGINO

    “Dacci il pane gratis o ti diamo fuoco al negozio” mi auguro che sia solo una battuta fine a se stessa perchè se corrispondesse a verità sarebbe gravissimo quindi i nostri politici dovrebbero iniziare una VERA E SERIA riflessione sui “BEI TIPINI” che entrano indisturbati e purtroppo rimangono nel nostro paese,magari sarà giunta l’ora di INIZIARE A RIMANDARLI A CASA SUA.Mi meraviglia il fatto che ci siano persone tra di noi che continuano a prendere le loro difese,sono ciechi oppure……..

I commenti sono chiusi.