“Duella” nel castello per riavere gli attrezzi, 50enne ferito da una sciabola medioevale

Mediagallery

Un uomo di 50 anni, residente a Quercianella, nel tentativo di farsi restituire alcuni attrezzi da giardinaggio che aveva prestato un anno fa ad un amico di un amico, è stato aggredito da quest’ultimo con una sciabola medioevale ed ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso. L’amico che gli aveva chiesto un favore per conto di un terzo personaggio, sconosciuto all’abitante di Quercianella, non si è fatto più vedere rendendosi praticamente irrintracciabile e il 50enne, dato che gli strumenti da lavoro (falcia erba, motosega e decespugliatore) gli sono necessari per la manutenzione del suo parco si è dato da fare per identificare il possessore dei suoi attrezzi.
A seguito di approfondite ricerche e non pochi sforzi è riuscito a scoprire che i suoi utensili erano in mano ad un nobiluomo, che si fa chiamare “Conte”, quarantenne in carriera di professione ingegnere, residente in un castello medioevale a Sinalunga.
Nella mattinata di sabato 8 marzo, approfittando della bella giornata di sole, ha deciso di recarsi a casa (o meglio alla reggia) del nobile per chiedere, con riverente educazione, la restituzione dei propri attrezzi, nella certezza di una risposta positiva e magari di un buon bicchierino di commiato.
Ricevuto dal “Conte” nel salone delle armature del castello ha ottenuto, però, un netto diniego alla richiesta di restituzione e la discussione si è rapidamente animata, fino al punto in cui lo stesso “Conte” ha abbandonato l’aria persona mite e, inferocito, ha afferrato la sciabola medioevale appartenente ad una delle armature che ornavano il salone, iniziando a brandirla nel tentativo di colpire il livornese. Senza perdersi d’animo, il nostro concittadino si è difeso ricevendo così numerose ferite inferte alle mani dallo spadone piroettante, finché non è riuscito a strappare l’arma dalle mani del nobiluomo oramai trasfigurato dall’ira, ed a piazzare un sonoro pugno in faccia che ha costretto il duellante alla resa. Medicando alla meglio le ferite alle mani, l’uomo ha guidato fino al pronto soccorso di Livorno dove è stato sottoposto alle adeguate cure. Il corpo guarirà in 10 giorni, ma la ferita nell’orgoglio e la delusione della caduta di stile probabilmente no.

 

Riproduzione riservata ©

17 commenti

 
  1. # Luca

    Un “Villano”, (nel senso di persona non nobile), che si reca al castello del “Conte”
    per una legittima rivendicazione. Non poteva finire altrimenti.

  2. # Beppone

    Non capisco, ha prestato gli attrezzi al suo amico e questi a sua volta li ha dati al conte beh! se gli amici si comportassero tale, doveva essere l’amico a restituirgli il materiale, anche a costo di risarcigli il suo costo..ma si sa a volte siamo circondati di amici tanto per dire.

  3. # ale

    Ora io dico. Se è roba tua, gliela chiedi, quando dice nisba chiami la pula. Lo vedi la gente è difori? C’e’ da sta attenti altrochè…

  4. # Francesco

    Ma siamo nel 2014 o ancora nel medioevo? non ho parole!

  5. # mauro

    Bel mi Robespierre!!!

  6. # Marco Sisi

    Boia… Allezzito così nemmeno il conte Mascetti (Ugo Tognazzi in “Amici miei”)! Il buon Monicelli con una vicenda del genere ci si sarebbe fatto d’oro…

  7. # Nedo1

    Si fa chiamare conte, risiede in un castello medioevale, ha il salone delle armature, MA NON SI FRUGA NEANCHE A MORI’ ….DEH O BELLINO MA CA C’ HAI LE VIPERE IN TASCA! MA LEVATI……TE E IL TUO CASTELLO E ACQUISTATI CIO’ CHE TI SERVE, A SCROCCARE TUTTO AGLI ALTRI PURE NOI SAREMMO TUTTI RICCHI….VIENIIIII

  8. # Gianni

    Storie d’altri tempi!!! Comunque davvero, mi sembrava di leggere la trama di un racconto di narrativa tipo Il Cavaliere Inesistente!!!

  9. # Tom

    Orpo! Giammai riavrai codesti arnesi! Engarde marrano!

  10. # m

    a me questo nobile mi pare avere le pezza al sedere

  11. # Ceccobeppe

    Non ci posso credere, via… Qui manca qualche pezzo, dai… Vabbene essere di fori ma così si rasenta l’assurdo

  12. # teknik

    stima massima per il giornalista che ha scritto l’articolo!!!

  13. # Paolo Verner

    Mi sa tanto di leggenda metropolitana. Perché non ha presentato denuncia per tentato omicidio?

  14. # mascetti

    Ma perché non ripristinare lo JUS PRIMAE NOCTIS ???

  15. # jobbee

    Pur io sono a favore dello jus prime noctis. Il nobile ha sempre avuto diritto sulla bella del villaggio, altro che quote rosa e diritto di genere….

  16. # Luca

    Il conte non è stato corretto! Non ha fatto scegliere al rivale l’arma per duellare, quindi non vi è caduta di stile.

  17. # Ric

    Vile marrano, come osi richiedere ciò che la servitù portò in dono?

I commenti sono chiusi.