Colpito da infarto nel gabbione, rianimato dai volontari della Misericordia

I confratelli hanno utilizzato il defibrillatore in dotazione del bagno La Playa Felice e hanno salvato il 69enne

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO – Quattro volontari della Misericordia hanno rianimato e salvato un livornese di 69 anni che ieri pomeriggio, domenica 1° settembre, giocava all’interno del gabbione dei bagni La Playa Felice al Calambrone. L’intervento è stato portato a termine con successo intorno alle 18 dopo momenti di vera e propria apprensione. Il 69enne infatti si è accasciato al suolo all’interno del campo da gioco ed è stato prontamente soccorso da quattro bagnanti-volontari abituali clienti dello stabilimento balneare tra Livorno e Pisa.
I confratelli della Misericordia, accorgendosi della situazione, hanno subito praticato le tecniche di rianimazione con sangue freddo e professionalità. La situazione si presentava infatti gravissima in quanto l’uomo riportava una defibrillazione ventricolare. Così è stata necessario l’utilizzo del defibrillatore in dotazione del bagno La Playa, strumento che, unito alla competenza dei volontari, ha letteralmente salvato la vita al 69enne.
Sul posto è poi giunta un’autoambulanza che ha trasportato il paziente al pronto soccorso di Livorno dove nel frattempo era stata allertata la shock room. Il paziente, adesso ricoverato all’Utic, con il proseguo delle ore è stato dichiarato fuori pericolo e in buone condizioni. Vivissimi i complimenti da parte del personale medico dell’ospedale di Livorno ai quattro volontari per la cura e la perizia con la quale hanno svolto una così delicata operazione di soccorso che, in questo caso, ha salvato una vita umana.

Riproduzione riservata ©

27 commenti

 
  1. # il mare

    Un’artra vittima der giovanilismo inzenzato!! A 69 anni, sdraio-un ber libro-cuffietta stereo e belle caminate lungo-mare… ir gabbione è peri’oloso per ir cuore de’ ventenni, figurati!

  2. # elio

    Sono contento per lui ed entusiasta della bravura dei soccorritori ma mi chiedo,alla soglia dei 70 anni un bel torneo di ramino no?

  3. # VALE56

    con tutto rispetto per i 70enni, ma a quell’eta’ fare le gabbionate !!!!!!!!!

  4. # Elena

    Bravissimi! Quel signore è stato fortunato a incontrarvi.

  5. # Roby

    GRANDI PERSONE E MOLTO PROFESSIONALI, C’E’ SEMPRE MOLTO DA IMPARARE DA QUESTI VOLONTARI

  6. # marco

    In effetti a settant’anni si potrebbero fare sport un po’ meno tirati, come gli scacchi e la dama. Questo vale anche per il noto commentatore Bruno!!!!

  7. # Ciccio

    Volevo solo precisare che il defribrillatore in questione proviene dal Bagno Lido.
    Non so spiegarmi il perchè ogni bagno non ne ha uno.
    Un grazie a tutti i volontari

  8. # LazzarOne

    Alcuni presenti mi hanno riferito di una persona sui 55 e anche che il defibrillatore è stato chiesto in prestito ad un bagno comunicante. In ogni caso complimenti ai soccorritori.

  9. # Ninja

    Bravi Bimbi!!!!!E’ stata data dimostrazione di competenza, preparazione e sangue freddo. Complimenti. Che Dio ve ne renda merito.

  10. # Federico

    Grandi ragazzi!! Complimenti!!

  11. # Sally

    Per una volta possiamo lasciar perdere le critiche? ONORE al MERITO di questi ragazzi, avete salvato una vita.

  12. # ciccio

    Nel congratularsi con i miei confratelli voglio ricordare alla cittadinanza che organizziamo corsi gratuiti di primo soccorso ed abbiamo un infinito bisogno anche di voi!! Pensateci…

  13. # kekko

    sembra che gli stabilimenti balneari, a differenza degli impianti sportivi, non siano ancora obbligati ad avere un defibrillatori…. e comunque volevo ringraziare il bagnino dei bagni Lido per essere stato velocissimo a portare il DAE e ad averci aiutato!!! Chiaramente un in bocca al lupo al signore!!!!!

  14. # gusso

    a 69 anni si sta in sdraio, io ho 48 anni e le gabbionate sono 20 anni che ho smesse d farle!

  15. # Eljs

    Finalmente una notizia a lieto fine, al signore auguro di ristabilirsi e di continuare la sua vita attiva come meglio crede anche perché chi giudica sbagliato fare uno sport o un altro a una certa età dimentica che si può morire a tutte le età, le cronache sono piene di giovani o 40enni stroncati da malori e infarti….la vita va vissuta, se vi tappate in casa nel timore di farvi venire qualcosa vuol dire che smettete di vivere prima del tempo e allora a cosa serve vivere se non cercare di godere di ogni attimo?

  16. # andrea v.

    complimenti a questi 4 EROI !! Bravissimi….e per il signore speriamo che serva da lezione

  17. # Brontolo

    Io stimo il signore che a 70 anni fa le gabbionate, meglio lui di quelli che sono già vecchi a 30 anni spero solo che lo facesse solo per dare due tiri al pallone senza strafare…. Complimenti ai volontari per l’ottimo lavoro…

  18. # Riccardo F.

    Con l’occasione bisognerebbe valutare l’obbligo per tutti quei luoghi molto frequentati di dotarsi di questo apparecchio e impararne i rudimenti. Mediamente costa un migliaio di euro. Non mi sembra una cifra eccessiva. Si potrebbero magari fare convenzioni per l’acquisto in quantità, magari con l’appoggio della Camera di Commercio, o altri enti. Si spera di non doverlo mai usare, chiaramente, ma l’utilità è innegabile. Un grande in bocca al lupo al signore!

  19. # lili

    seguire corsi di primo soccorso fa la differenza, i primi minuti sono quelli più fondamentali e sapere fare il massaggio cardiaco può fare la differenza… dovremmo imparare dagli altri stati dove il massaggio cardiaco viene insegnato anche nelle scuole, la misericordia di livorno come altre associazioni fanno questi corsi e e seguire un corso non vuol dire diventare volontario, ci si può limitare alla durata del corso. detto questo il volontariato di emergenza urgenza nella nostra città è fatto da volontari per cui dedicare tempo a questa opera e solo cosa buona per tutti noi! complimenti ai volontari che seppur semplici bagnanti in quel momento hanno salvato una vita!

  20. # PdP

    ad oggi si trovano in commercio modelli più che validi anche a costi inferiori ai 1000 euro, acquisti di molte macchine conterrebbero ulteriormente i costi, anche l’addestramento non richiede impegno gravoso (si impara ad usarlo in poche ore)… è una questione di buona volontà… sulla riviera adriatica quasi tutti gli stabilimenti ne hanno uno in funzione ed il personale è correttamente formato… speriamo di “civilizzarci” ( e non solo nel senso dei “ponci” ) anche noi…

  21. # marathoner

    Anche io ne ho 48 e faccio maratone, 1/2 maratone, gare di 10 km ed inoltre per non lasciare indietro niente vado in bici da corsa e mtb.. Come vedi dipende dai tipi!!

  22. # giorgio

    E poi magari c’è chi preferisce rischiare a 69 anni godendosi la vita che arrivare a 80 giocando a dama sotto l’ombrellone! saiassaite!

  23. # Francesco R.

    A 69 anni si sta FUORI del gabbione, a sedere, a guardare il proprio figlio che gioca… In bocca al lupo per una pronta guarigione!!! 🙂

  24. # milito 3 coppe

    una volta tanto La Livornina d’oro la vogliamo dare anche a questa gente che sacrifica il tempo libero per salvare la vita agli altri? Basta premi a Protti Lucarelli & Co.

  25. # ric

    Boia e sei uno sportivo di nulla!!!!!

  26. # Andrea

    A 69 anni si gioca a briscola…e con moderazione perchè le carte hanno il loro peso…

  27. # Stefano L

    Beato te che c’hai tutta questa forza, di siuro fai un lavoro che ti permette un ulteriore dispendio di energie… io quando torno da lavorà a malapena ce la faccio a sposta’ la sedia per mettermi a cena… e ho pochi anni più di te

I commenti sono chiusi.