Collisione tra due imbarcazioni al largo di Vada

Mediagallery

Collisione in mare tra due imbarcazioni a circa 3 miglia al largo di Vada. L’incidente è avvenuto questa mattina alle 5,30 tra il motopesca “San Procolo” di 12 metri, di Livorno, e un’unità a motore, di 10 metri con cinque persone a bordo, probabilmente diretta in Corsica. Il peschereccio, dopo la collisione, sulla quale sono in corso gli accertamenti della Capitaneria per definirne le cause, è affondato su un fondale di 60 metri.
I quattro naufraghi del peschereccio sono stati tratti in salvo dall’altra imbarcazione e, una volta recuperati, sono stati sbarcati al porticciolo di Marina di Cecina dove ad attenderli c’erano i volontari del 118. Per nessuno di loro è stato tuttavia necessario il ricovero in pronto Le operazioni di soccorso sono state coordinate dalla capitaneria di Livorno. Sul posto anche i sommozzatori dei vigili del fuoco.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # AnToNiO

    Certo deh!! Nemmeno ci fossero le corsie(…anche se la precedenza esiste anche in mare)

  2. # carlina

    Chi ripagherà il peschereccio ai poveri pescatori che , oltre ai mezzi di produzione, hanno perso anche il lavoro.Si tratta di padre e due fratelli con famiglia e figli

  3. # Luca

    ….prima di parlare di ripagare sarà meglio sapere chi e’ il responsabile della collisione…. e poi ci sono le assicurazioni. Se il peschereccio ha ragione oltre al natante verranno rimborsati nel mancato guadagno ( sulla madia di quanto dichiarato fiscalmente i tre anni precedenti) , dei contributi ai dipendenti per il periodo di inattività e delle eventuali spese di recupero del relitto, se hanno torto possono ringraziare di essere vivi e trovarsi un lavoro dove non possono fare danni al prossimo

I commenti sono chiusi.