Ciclista travolto da uno scooter

Mediagallery

Come di consueto potrete trovare il link alla fotogallery in coda all’articolo

Un ciclista di circa 65 anni è stato travolto da uno scooter in Borgo dei Cappuccini. L’incidente è accaduto intorno alle 11 di questa mattina.
Da una prima ricostruzione dei fatti, una ragazza a bordo di un mezzo a due ruote si è andata a scontrare contro una bicicletta che proveniva in direzione contraria, percorrendo la corsia riservata agli autobus. Il violento impatto si è verificato poco dopo l’intersezione tra Borgo e via degli Archi. Sul posto la Pubblica Assistenza di Livorno e la polizia municipale per i rilievi dell’incidente.
L’uomo è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso di Livorno dove il referto medico parlava di alcune contusioni alle costole (sospetta frattura) e un trauma cranico con una ferita lacero contusa.

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # Nedo1

    I ciclisti sono convinti che perché’ sono in bicicletta il Codice Della Strada non li riguarda. Vanno contromano, passano con il rosso e fanno quello che più’ gli pare e piace…..

  2. # cuccy

    come avevo detto in un mio commento la bici è il mezzo più debole echi la guida finisce sempre in terra. non veniamo fuori con le comitive di ciclisti sportivi che vagano in grupponi, qui si parla di ciclisti cittadini che più delle volte sono vittime di angherie da parte dei pedoni scuteristi ecc…ora andate coi pollicini rossi, ma prima pensate : ho mai tagliato la strada a una bici.

  3. # Lapi Dario

    Mi sembra che le corsie dei mezzi pubblici sono a tutti gli effetti considerate piste ciclabili Forse sbaglio…

  4. # pasquale

    Se lo scontro è avvenuto nella corsia riservata agli autobus la colpa è evidentemente dello scooter che ha invaso la corsia delimitata dalla striscia continua. Borgo Cappuccini poi, pur essendo piuttosto stretta è spesso percorsa da auto e scooter ben al di sopra di 50 km/h (già troppi per quel tratto di strada) in quanto essendo diritta invoglia un po’ troppo a spingere sull’ acceleratore.

  5. # cuccy

    Caro nedo, chi si comporta in quel modo sicuramente lo fa anche quando è pedone scooterista ecc…

  6. # Nedo1

    No in compenso ieri in via Santelli stavo per fare un frontale con una ragazza in bici che andava contromano in una strada a senso unico…..stava pure in mezzo alla strada, perché sai, tanto era in bici e allora può’ fare quello che vuole……per non parlare di quelli che quando le macchine sono ferme per il semaforo rosso se ne fregano e passano, ti ricordo anche di quelli che vanno spediti in bici sulle strisce pedonali…tanto sono in bici….mamma mia sono proprio delle vittime di angherie questi ciclisti vero cuccy???

  7. # Liiliputz

    L’unico pollice rosso che avevi tel’ho tolto io….Vado regolarmente in bici e, personalmente, mi comporto come quando vado in auto. Hai perfettamente ragione: a Livorno i ciclisti sono davvero odiati: è vero che molti di loro non rispettano le regole, ma questo vale anche per molti altri, primi tra tutti proprio gli scooteristi, che si credono i re della strada, passano ugualmente anche nelle RARE volte in cui ci sono auto ferme alle strisce pedonali, spesso sfrecciano anch’essi sui marciapiedi, vanno anch’essi contromano……solo che sono molto più pericolosi perchè più veloci…Ed ora, amici scooteristi, sotto coi pollici rossi anche per me !!!!.

  8. # MAX

    Alle biciclette dovrebbe esser vietata la circolazione laddove non esistono piste ciclabili ed ai possessori di scooter e moto andrebbero comminate multe esemplari ogni qualvolta s’illudono che il codice della strada valga solo per gli automobilisti !

  9. # lisa

    Angherie da parte dei pedoni?!? Ma dove vivi? Secondo te fra un pedone e un ciclista che si urtano il pedone non si fa niente?

  10. # Silvia

    Perché una bici invece può’ andare in una corsia riservata agli autobus?? ma di cosa stiamo parlando ….

  11. # cuccy

    Ti giro la domanda! i pedoni spesso e volentieri per esempio scendono al volo dal marciapiedi mentre sopraggiunge una bici mettendo a rischio il ciclista, è chiaro se si prendano si fanno male tutti e due, il più delle volte è il ciclista che casca

  12. # cuccy

    In una fantacittà hai ragione, ma le piste qui sono poche, io comunque la vedo così: chiuderei la città al traffico motorizzato privato, si respirerebbe anche meglio, ma questa è pura fantascienza

  13. # cuccy

    Scusa Lisa, per angherie intendo la mancanza di considerazione che si ha verso la bici, purtroppo devo dire che spesso sono altri ciclisti che te le fanno, ripetendo che chi è scorretto lo è sempre con qualsiasi mezzo non con la sola bici.

  14. # libro scuola

    certo che ci può andare, e non solo può andare in contromano anche in quelle strade con il limite a 30km orari e sono molte in centro. ripassate scuola guida vai

  15. # cuccy

    Scusa Nedo, qui stai parlando di persone scorrette e lo saranno sempre in ogni occasione, anche quando vanno in bagno e non tirando lo sciacquone.

  16. # cuccy

    Dove è indicato si e a Livorno ci sono molte corsie percorribili in bici. Se sai sai se non sai hoi!!!!!

  17. # jack folla

    A Livorno si può andare in bicicletta nelle corsie riservate ai mezzi pubblici solo perché il defunto sindaco Benvenuti fece una ordinanza comunale apposita in questo senso e nessuno poi l’ha più annullata ! I 30 Km orari non c’entrano nulla ! Fino a pochi anni fa non lo sapevano neppure molti vigili urbani !

  18. # Alpassa

    Spero tu non abbia la patente! Sarebbe grave.

  19. # cuccy

    Stamani sono andato in centro con la bici (abito in periferia) percorrendo piste ciclabili , corsie preferenziali, pentagono Buontalenti, mi è andato tutto liscio, che i vari utenti della strada abbiano letto QUI LIVORNO e che un velato senso di colpa li a spinti a comportarsi bene? Speriamo.

I commenti sono chiusi.