Buona notizia. Rubano la bici "della promozione" alla figlia: ritrovata e restituita dalla municipale

All'uscita dei Bagni Lido la donna ha trovato soltanto la catena e il lucchetto

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO  – Una mamma aveva regalato due biciclette identiche ai suoi due figli per le loro promozioni a scuola. Un bel sacrificio oggi come oggi per una famiglia in quanto i due oggetti sono costati la bellezza di 300 euro l’uno. Un sacrificio fatto con amore da parte di una donna di 56 anni, livornese, che ha voluto premiare i suoi due figli di 14 e 16 per l’ottimo risultato conseguito al termine di un duro anno scolastico. Ma il bellissimo regalo, accolto con somma gratitudine dai due adolescenti, purtroppo non è durato molto, almeno per la figlia della donna che, all’uscita dei Bagni Lido, stabilimento balneare frequentato insieme alla famiglia, ha trovato soltanto la catena e il lucchetto che aveva usato per assicurare il mezzo a due ruote a un palo, ma della bici nessuna traccia.
Così la madre si è recata immediatamente negli uffici della polizia giudiziaria della municipale per denunciare il furto subito. Pochi giorni dopo il fatto, la donna, passeggiando per strada ha notato un uomo di mezza età dalla carnagione olivastra pedalare a bordo della bicicletta che ha riconosciuto senza ombra di dubbio come quella della figlia in quanto sfoggiava gli stessi identici adesivi applicati nelle medesime posizioni  dalla figlia 14enne. Fortunatamente a pochi passi da lei si trovava una pattuglia della municipale a bordo delle moto di ordinanza alla quale ha fatto presente che quel ciclista stava pedalando indisturbato sulla bici sparita qualche giorno fa alla figlia.
In men che non si dica i due agenti della municipale si sono portati a ridosso dello straniero che è stato identificato come un marocchino con regolare permesso di soggiorno. L’uomo è stato poi portato all’interno degli uffici della municipale e denunciato a piede libero per ricettazione in quanto non trovato in flagranza di reato (impossibile quindi eseguire un arresto o formulare una denuncia per furto).
La bici è stata dunque restituita con grande soddisfazione alla ragazza che l’ha riconosciuta senza ombra di dubbio come sua in quanto identica a quella del fratello e per la presenza di alcuni adesivi descritti in denuncia. La 14enne ha dunque ringraziato infinitamente gli agenti per averle restituito il suo regalo di promozione. Il dirigente della polizia giudiziaria della polizia municipale, dottor Fabio Cerini, alla luce di questi episodi si raccomanda ai cittadini di “fotografare sempre le biciclette con cui andiamo in giro. Con un mezzo immatricolato con un numero di serie infatti -specifica l’ufficiale di polizia giudiziaria –  è facile risalire ai legittimi proprietari. Ma con le biciclette diventa tutto più difficile. Quindi immortalare sempre le biciclette a cui teniamo per poter poi eventualmente allegare le foto alla denuncia di furto. Questo renderà il lavoro degli inquirenti più facile”.

La raccomandazione del dottor Cerini: quando c’ è un mezzo immatricolato con un numero di serie è facile ritrovarlo. Ma con le bici è difficile. Se ci tenete e volete facilitarne il ritrovamento scattate una foto alla vostra bicicletta in cui si ritraggono dei particolari che possono essere riconoscibili senza ombra di dubbio e per cui in denuncia è possibile allegare la foto.

 

 

Riproduzione riservata ©

35 commenti

 
  1. # alberto

    ecco denunciato a piede libero…..appena uscito ridendo ne ha fregata un’altra, la peggio gente che circola tranquillamente tanto sanno che non gli verra mai fatto niente…e sono questi che usufruiranno della liberta, BELLA GARA!

  2. # argovic

    sono il primo! dai lettori scateniamoci! oggi e’ un marocchino! pero’ non tirate in ballo albanesi o altro…per oggi discriminiamo solo marocchini…

  3. # marione

    Naturalmente denunciato a piede libero….madallo a spigà a casa sua mai… Poverino …………………..

  4. # patrizia

    che cavolo di leggi sono in italia vedi uno sulla bici che ti hanno rubato ma non lo arrestano perche non c’è il reato maììì e ci vengono si in italia mangiano e bevono alle spalle della gente onesta e quando rubano un li si fà nulla.

  5. # marcioss

    notiziona è….

  6. # ora dè

    parole come “premio per il sacrificio” oppure “duro anno scolastico” mi sembrano eufemismi. al giorno d’oggi passano morti e feriti, perfino all’università regalano i voti. quindi spendere 300€ per una bici è roba da ricchi e dubito che la madre fosse cosi disperata…

    mi sembra l’ennesima strumentalizzazione di un fatto da poco x censurare un extracomunitario e per sottolineare che per cosa vogliono le forze dell’ordine agiscono (magari il padre dei bimbi ha amicizie altolocate) mentre per i reati seri non si fa niente.

    si stava meglio quando si stava peggio….

  7. # Roby

    MA CHE BRAVO RAGAZZO, SI VEDE CHE VOLEVA PRENDERE UN PO’ D’ARIA SUL LUNGOMARE E COSA C’E’ DI MEGLIO DI UNA BICI NON TUA?

  8. # ciuco74

    Viaah….tutto a posto!! Domani ne frega un’altra senza adesivi evvvia andare…..!!!

  9. # Cico

    Rimandateli da dove sono venuti………Livorno ai livornesi!

  10. # Fabio

    alla grazia di Montanelli, che articolo!!

  11. # mario

    un tempo le bici le rubavano i livornesi……….ora ci siamo fatti fregare anche questo …

  12. # eva

    Non sarà una notiziona per te (evidentemente sei un bel riccone), ma per mamma e figlia lo è sicuramente, aver risparmiato i 150 euro per ricomprare la bicicletta nuovamente è un bel risparmio per na famiglia di questi tempi.

  13. # Silvia

    …mai lette cosi’ tante castronerie tutti insieme, mamma mia come stai…

  14. # LazzarOne

    Siamo nel 2013 e ancora non esiste un sistema decente per non farsi rubare una bici, io rifletterei su questo.

  15. # bubbolo

    ” Censurare un extracomunitario” ….bella deh…..e 300 euro per una bicicletta è “roba da ricchi”!? Ma chi sei e dove vivi te!? E poi cosa fai giustifichi i ladri? Il padre ha amicizie alto locate!? Ma facci il piacere…

  16. # illy

    Aridaglie con gli stranieri!

  17. # marottan culotu

    I Rom non rubano mai le bici!

  18. # Eljs

    A piede libero, o meglio a piedi liberi… Per poter pedalare di nuovo su di una bici rubata ad un altro..M.a facciamo un bel pacco e rimandiamolo a casa sua che di disgraziati ne abbiamo anche di nostro e non abbiamo bisogno di rinforzi stranieri.

  19. # alberto

    ma io non ho rammentato nessuna nazionalità .ho scritto ciò che capita a chi viene beccato ..cioe’ praticamente niente e sono reati che piu’ infastidiscono ..ma visto che c’è la solita battutina allora caro amico ti faccio notare , che il 90% di questi furti a Livorno non sono fatti da italiani INFORMATI

  20. # alberto

    fatti becca a ribarmi la bici poi te lo fo vede io il fatto da poco…tranquillo non c’è bisogno di denuncia,, ti passa la voglia..e a quellaltro faccio notare che si puo fare un regalo a un figlio e pagare a rate….. CHE DISCORSI SI DEVE LEGGE !!!!

  21. # susi

    A me e’ da aprile che lo scooter me l’ hanno rubato….eppure secondo quanto detto dal dottor Cerini dovrebbe essere più semplice ritrovarlo in quanto ha il numero di serie…qualcuno allora mi dovrebbe spiegare perché ancora non l’ hanno trovato….

  22. # piattolina

    bella gara i livornesi!

  23. # aquilone

    Concordo con te se una famiglia con sacrifici premia un figlio per un diploma conseguito e vogliono riconpensarli lo trovo onorevole e basta. Questi st….che rubano vanno puniti come dei ladri sensa mezzi termini a me hanno rubato la bici poi la rividi legata con una catena in Piazza XX chiamai il 113 e con la denuncia in mano troncarono il lucchetto e la ripresi ma non senza averla presidiata per 3 ore prima dell’arrivo degli agenti

  24. # Il Moralizzatore

    Se non era per la madre che riconosceva la bici per strada l’avrebbero bella e trovata, cosa credi che i poliziotti erano tutti in giorno a cercarla? Quindi di che amicizie stai parlando? E poi se uno è benestante è giusto rubargli la bici? Se è benestante magari è perché lavora e si fa un mazzo cosi no? Magari perché da ragazzo studiava mentre i suoi amici furbetti andavano al mare e adesso lui è avvocato e loro disoccupati?

  25. # livorneseVero

    onci onci onci guarda come ti onci …….bevi meno…..ponci…

  26. # Il Moralizzatore

    è aumentata la concorrenza…

  27. # asciugati

    De’ allora un hai capito nulla dell’articolo! Lo scooter te lo devi trovà da solo! poi se quando lo trovi ci sono du’ vigili lì accanto li chiami e loro identificano il ladro e lo denunciano. E quando c’è il processo devi andà a testimonià e perde un giorno di lavoro se ce l’hai!

  28. # giovanni

    Il numero di serie serve se trovano un motorino che non si sa di chi sia. Non certo per andare a cercare a spese dello Stato il tuo ciclomotore. Quello te lo devi cercare te. Non hai capito come funziona allora?

  29. # Il Moralizzatore

    infatti l’articolo è sbagliato: ritrovata e restituita dalla municipale… sarebbe più corretto ritrovata dalla madre e restituita dalla municipale.

  30. # mario3

    Quanti furti di biciclette avvenivano prima dei flussi migratori extracomunitari

  31. # mario3

    io i rom li vedo viaggiare solo in macchine di grossa cilindrata
    a loro mi sa interessi l’oro delle bici non se ne fanno di niente

  32. # susi

    E te pensi che non l’abbia fatto girato tutte le vie tutte le zone e tutt’ ora ad ogni x-max bianco che vedo controllo sia targa che segni particolari? Ma un pochino d’aiuto e qualche controllo in più non farebbe mica male…tanto so già che a quest’ora è già a pezzi oltre frontiera…

  33. # susi

    P.s. Vorrei farti cortesemente notare e metterti a conoscenza che le spese dello stato sono le nostre perché siamo noi che paghiamo la nostra sicurezza sia materiale sia fisica con quella cosa chiamata tasse …

  34. # insetticida

    SE POI SONO TUTTI COME TE!!!!

  35. # memedesima

    forza nocchi!

I commenti sono chiusi.