Bomba a Salviano, il cerchio ora si stringe. Si segue il movente legato al lavoro?

Mediagallery

LA CRONACA DI QUELLA NOTTE – LEGGI QUI

A distanza di alcuni giorni si stringe il cerchio intorno all’uomo che il 4 febbraio, alle 2,15, ha lanciato una bomba alla E-Repair, la ditta con sede nel complesso industriale di via dei Pelaghi che opera per conto della Siemens e al cui interno vengono stoccati e lavorati materiali per la riparazione di hardware di computer e apparecchiature tecnologiche di ricambio. I carabinieri che stanno indagando al caso escludono la pista politica e quella personale, ma si concentrano sulla pista legata all’ambito lavorativo-professionale. Dai filmati ripresi dalla telecamera di una sala giochi vicina si nota un uomo incappucciato, vestito con jeans e felpa, mentre posiziona un pacco di colore giallo, con una miccia lunga una settantina di centimetri, vicino alla vetrata della E-Repair, prende l’accendino e dà fuoco al pacco, poi si allontana. Passano meno di due minuti e l’ordigno scoppia. L’attentatore arriva e se ne va a piedi dalla siepe che costeggia la Variante.

 

 

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # Nedo

    Impossibile l’identificazione: Incappucciato, allontanatosi a piedi, comunque auguri agli inquirenti ma la vedo dura……..questo e’ un furbone!

  2. # Samarcanda

    Dare una sbirciata alle utenze dei cellurari agganciate alla cella della zona e che sono rimaste agganciate a quella cella per un periodo di tempo compatibile con il misfatto (solo qualche minuto) potrebbe aiutare?

  3. # RABAGLIATI DOC

    ……………….e devi esse l’ispettore callagan ………………….

  4. # Samarcanda

    No meglio ancora sono il commissario Monnezza.

  5. # Uccio

    Troppi telefirmi …….

  6. # Luciano

    Samarcanda sei troppo agganciato alle celle si vede che segui a “rota” QUARTO GRADO!! Lascia perde!!

  7. # Alfredo

    SAMARCANDA SVEGLIATI!!

I commenti sono chiusi.