Mia abbaia e salva lo stabile dall’esplosione, arrestato l’uomo. Le nostre immagini fanno il giro del web e delle tv. FOTO e VIDEO

di gniccolini

Mediagallery

E’ stato arrestato dalla polizia l’uomo di 53 anni che questa notte ha deciso di aprire il gas e appiccare un rogo all’interno del suo appartamento. E’ accaduto stanotte alle 2.05 in via Settembrini, alla Rosa.
L’accusa è incendio doloso e ora il 53enne è piantonato in ospedale.(Abbiamo deciso di non pubblicare il nome dell’arrestato in quanto si tratta di un caso “delicato”).
La canina del vicino, “Mia”, un golden retriever di 16 mesi, si accorge dell’odore di bruciato e del rumore proveniente dalla porta accanto e inizia ad abbaiare e ringhiare svegliando la sua famiglia.
Il padrone, preoccupato, si è subito accorto che qualcosa non andava e aprendo la porta di casa ha visto il fumo provenire dall’appartamento del vicino. Immediata la telefonata nel cuore della notte ai vigili del fuoco e al 118 che ha inviato sul posto, un’ambulanza dell’Svs con medico a bordo. In men che non si dica si sono precipitate anche due pattuglie della polizia con quattro agenti.

LA MINACCIA DI SUICIDIO DAL BALCONE. L’uomo, dopo aver tentato di far saltare in aria il suo appartamento, si è portato sul balcone minacciando di buttarsi di sotto davanti ai condomini attoniti che nel frattempo erano scesi in strada per mettersi al sicuro da eventuali scoppi. “Non mi fido, mi vogliono tutti male”, gridava disperato sopra la balaustra del terrazzo.
Gli agenti della polizia, con fermezza e gentilezza, hanno cercato di parlare e far ragionare l’aspirante suicida che dopo alcuni minuti ha acconsentito a farsi accompagnare in ambulanza senza opporre nessuna resistenza.

L’INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO. Nel frattempo i vigili del fuoco avevano già sfondato la porta d’ingresso e messo in sicurezza la zona spegnendo il rogo e staccando luce e gas. L’interno dell’appartamento risultava quasi completamente bruciato (come dimostrano le foto scattate dal nostro cronista giunto sul posto).
Sono stati attimi di paura per tutti i condomini che dopo una mezz’ora sono rientrati nuovamente all’interno delle loro case per cercare di riprendere sonno. Una tragedia sfiorata, dunque, finita “solo” con tanto spavento per tutti proprio grazie a Mia, il golden retriever-eroe, che si è accorta per prima di quello che stava accadendo.

LA TESTIMONIANZA (guarda il video cliccando sul link in alto nella pagina).“Mia non ha mai abbiato fino ad oggi, per niente – spiega sulla porta di casa il padrone del labrador-eroe – Stanotte ha iniziato ad abbaiare e ringhiare e, affacciandomi sul pianerottolo, ho visto il fumo uscire dalla porta del vicino. Ho bussato alla porta e mi sono sentito rispondere: “Non mi interessa niente, non mi interessa niente”. In cinque minuti sono arrivati i soccorsi. Praticamente ci ha salvato lei. La cosa che mi ha fatto sobbalzare dal letto è proprio il fatto che Mia non ha mai abbaiato a niente e nessuno”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Gigi

    Grande Mia!

  2. # stefania

    EVVIVA MIA!

I commenti sono chiusi.