Aggredì il vigile urbano: condannato a sei mesi di carcere il venditore ambulante

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO –  Sei mesi di condanna in rito abbreviato per il senegalese venditore ambulante di 30 anni che lo scorso 17 gennaio aggredì un agente della polizia municipale a seguito di un normale controllo (clicca qui per leggere i fatti accaduti due settimane fa). E’ questo quanto ha stabilito il giudice monocratico Antonio Del Forno al termine della seconda udienza del processo per direttissima andata in scena ieri mattina nelle aule del tribunale penale di via Falcone e Borsellino. L’imputato, che grazie alla scelta del rito abbreviato ha goduto dello sconto di un terzo della pena, è stato condannato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # PIO

    Meglio che niente, ma servirebbero espulsioni e soprattutto maxi blitz per esempio a Quercianella dove in alcuni residence vivono centinaia di questi abusivi che hanno trasformato gli appartamenti dove vivono in magazzini dei prodotti taroccati. Due anni fa vi fu un blitz della polizia municipale che trovo’ una disfattura di auto abusiva, trasformata in deposito clandestino dei tarocchi….Perché non intensificare i controlli a Quercianella che sta andando verso il completo degrado e solo pochi mesi fa si registro’ un mancato stupro ad una ragazza davanti al cancello della sua abitazione…

  2. # luca

    Spese di processo e avvocato pagati da noi in quanto sarà senza reddito. Povera Italia

  3. # alla frutta

    Ma deh..se non li condannano allora l’italia e la sua giustizia fa schifo… se giustamente li condannano e li buttano alle sughere, venite fuori con queste uscite di dpese pagate da noi… allora cosa devono fare? Lasciarli stare senza processi e condanne? Decidetevi..io sono per le condanne in stile emirati cioe 6 mesi di carcere e appena esce espulsione a vita dall’Italia.

  4. # patrizia

    hai ragione sono del tuo parere, in centro ci sono molti appartamenti occupati da loro ma quando provi a fare le segnalazioni ai vigili non ti prendono nemmeno in considerazione.

  5. # Roberto-Bobbe

    Ma in parole povere: questo bel soggettino, l’ha fatto almeno un giorno di gattabuia? No, perché se una cosa del genere la fa uno straniero nel suo Paese, un’esce più di galera!!!!!!

  6. # PITTARO

    Parliamo anche di chi affitta loro le case pero…

  7. # Citta Dino

    Tanto poi dopo rimane qui lo stesso da clandestino (garantito) e, per inciso, la Giustizia in Italia fa schifo solo per gli onesti. Forte con i deboli, debole con i forti, e incapace di raccapezzarsi in situazioni come questa.

  8. # Caterina

    è pieno di edifici occupati a livorno, ma pare che non se ne accorga mai nessuno.
    Ieri passando da via mastacchi ho notato che qualcuno vive dentro l’edificio del cimitero olandese-alemanno… Si vedevano chiaramente dei vestiti stesi alla finestra… possibile che l’abbia notati io,ma pattuglie nessuna?

  9. # francesco

    Fai la segnalazione all’ufficio commercio e vedrai che interverranno.

  10. # dave

    vivono centinaia di persone tipo in 8 in un appartamento paganto 300 euri a testa e facendo lucrare i proprietari alla grande … abusivi ma anche i padroni straabusivi.
    questo a quercianella .

  11. # dave

    forte con i deboli e debole con i forti … ma i forti chi sono i senegalesi a quercianella ? i barboni che vivevano alle terme del corallo? i rom del campo nomadi ..ma loro chi sono i forti? mah fatemi capi’ …

  12. # francesco

    CHE VERGOGNA, HA QUASI STACCATO UN DITO AD UN AGENTE E NON HA FATTO NEMMENO UN GIORNO DI GALERA !!!!
    SOLIDARIETA’ ALL’AGENTE FERITO CHE RISCHIA LA VITA PER 1.300 EURO AL MESE

  13. # Iroman

    Il gesto sicuramente sbagliato e va punito ,ma il vero marciume non è al mercato dalla comunità senegalese che ritengo persone molto rispettose,mi guarderei più intorno a piazza Repubblica, Garibaldi, Terrazzini…ma li non ci vanno hanno pauraaaa

I commenti sono chiusi.