Palazzo in via De Sanctis. Casalp risponde: “Mai trascurato i problemi della struttura”

I disagi della struttura sono stati oggetto di verifiche tecniche ed interventi di manutenzione ordinaria nel corso degli ultimi anni.

Mediagallery

LA LETTERA DEL LETTORE ANDREA NOVI SUL DISAGIO IN VIA DE SANCTIS – CLICCA E LEGGI

LIVORNO – In riferimento alle notizie apparse ieri su Quilivorno.it in merito ai problemi di un edificio ubicato in via de Sanctis 16, la Società Casa Livorno e Provincia Spa ritiene che le informazioni riportate nell’articolo siano incomplete e meritino delle precisazioni.

Il primo aspetto da sottolineare è che l’edificio in questione è stato oggetto di un intervento di manutenzione, a seguito di segnalazioni pervenute dai condomini, che ha riguardato 5 pilastri, eseguito da una ditta incaricata da Casalp e conclusosi una decina di giorni fa; un intervento finalizzato al ripristino della geometria dei pilastri allo scopo di garantirne la durata nel tempo nonché la sicurezza del fabbricato, in modo da evitare situazioni di pericolo per cose o persone. La situazione del pilastro segnalato dal Sig. Novi Andrea è attualmente quella che si vede nella foto allegata. Questo per evidenziare come le problematiche delle strutture portanti del fabbricato di via De Sanctis non siano mai state ignorate o trascurate da Casalp, anzi siano state oggetto di verifiche tecniche ed interventi di manutenzione ordinaria nel corso degli ultimi anni.

E’ altrettanto importante però sottolineare che il fabbricato non è di proprietà pubblica, trattandosi di 18 appartamenti dei quali solo 4 sono ancora gestiti da Casalp, mentre i rimanenti sono di proprietà privata. La gestione delle opere condominiali di manutenzione segue quindi le regole privatistiche e la società non ha pertanto la possibilità di assumere decisioni autonome in merito, ma rispetterà le eventuali decisioni prese nel corso dell’assemblea condominiale.

Riproduzione riservata ©

28 commenti

 
  1. # ANDREA NOVI

    Vengo via ora dagli uffici di CASALP dove nessuno mi ha firmato un foglio dove mi dice che il palazzo è sicuro e non crolla. CHI SE LA PRENDE LA RESPONSABILITÀ??

  2. # Gigio

    Puntuale e preciso……

  3. # alinooooooooooo

    O poi se im vi piace potete andare a edilizia privata così fate quello che vi pare. Invece di campà sulle spalle dei controbuenti

  4. # Erik62

    Se la colonna e’ stata riparata come da foto dove sta il problema?

  5. # Gigio

    Se come dice CASALP gli appartamenti sono in maggioranza di altra proprietà dovrebbero essere i padroni degli altri appartamenti a doverti firmare il foglio, se su 18 appartamenti CASALP ne ha solo 4 non ottiene la maggioranza , ma una riunione di condominio l’avete mai fatta? Dovrebbe poi per legge esserci anche un amministratore, niente di tutto questo?

  6. # SIMO

    Ma gli altri 14 proprietari cosa dicono?? Fate una riunione condominiale e decidete di eseguire i lavori…Casalp si adeguerà a ciò che decide la maggioranza.

  7. # alla frutta

    Fai intervenire la Asl oppure direttamente i vigili del fuoco e se ritengono che la struttura sia inagibile evacuano il palazzo con un ordinanza. A quel punto qualcuno deve intervenire e firmare per rendere nuovamente agibile il palazzo. Ma leggendo la risposta di Casalp solo 4 sono suoi, gli altri sono di proprietà e quindi si devono frugare anche loro. Ecco perche sei solo.

  8. # Demetrios Paraculis

    Caro signor Novi se e dico se è vero che l’intervento di manutenzione era stato effettuato prima della sua segnalazione, trovo che non sia molto corretto da parte sua utilizzare un mezzo che questa testata ci mette a disposizione in modo improprio.
    In secondo luogo, lei sinceramente si è recato presso gli uffici della CASALP nella speranza che il personale le avrebbe rilasciato una certificazione di agibilità, che è prerogativa di un ingegnere strutturale, senza averne il titolo?

  9. # ramon 56

    Sig. Novi, credo che se 14 case sono private e 4 pubbliche , se l’assemblea non decide il da farsi ,la vedo dura per la ristrutturazione completa dell’edificio …

  10. # ramon 56

    …non l’ha ancora capito che non lo considera nessuno

  11. # ANDREA NOVI

    Provo a spiegare meglio la situazione. il giorno 6 aprile 2013, abbiamo fatto domanda a Casalp di venire ad effettuare un lavoro di rinforzo sulle colonne portanti dell’edificio, come fatto poco prima nei palazzi di via Cattaneo, tra l’altro dichiarati inagibili per lo stesso problema alle colonne. Il giorno 22 agosto 2013, sono venuti gli operai della ditta incaricata da Casalp, non a fare un lavoro di rinforzo di colonne ma semplicemente a dare un poco di intonaco. Ora io mi chiedo se con un po’ di intonaco le case stanno ritte. Le foto che ho postato delle colonne fatiscenti risalgono alla mattina che sono stati effettuati i lavori.

  12. # ANDREA NOVI

    A lei signor Alinooooo rispondo che non è un discorso di piacere o non piacere ma qui si tratta di sicurezza! la gente tende sempre a capire ciò che vuole io non sto parlando di piacere o non piacere ma qui c’è la vita delle persone!.

  13. # Alessio

    Se non ti va bene te ne puoi andare tanto fanno presto a trovare un nuovo inquilino caro mio…

  14. # gino

    signor Novi provi a contattare il cdo dei vigili del fuoco, so che loro hanno competenza a verificare e dichiarare l’eventuale inagibilità, in oltre provvederanno loro a segnalare a tutti gli aventi causa.

  15. # Antonella

    Scusate, vedo anche un carrello della coop nel” foresta” cosa ci fa li? Non dovrebbe essere al suo posto?

  16. # Il Moralizzatore

    ma quel carello ormai è arredo urbano? ma due erbacce le volete tagliare o anche per quello vi serve casalp?

  17. # SIMO

    Signor Novi non capisco perchè deve essere solo Casalp a intervenire sul palazzo dato che ha la proprietà di solo 4 appartamenti su 18……chi ha comprato le case si deve frugare!!!

  18. # france

    Qualcuno si sta lamentando delle erbacce?

  19. # la bamba

    signor novi, non è corretto mandare una foto vecchia, precedente all’intervento ultimato.
    non si crede nemmeno ai suoi ulteriori post, a questo punto….poi mandare ai giornali segnalazioni su beghe condominiali come se fossero di interesse pubblico…mah!

  20. # ANDREA NOVI

    Boia la gente non ci vede! che fai vedere la foto della colonna e vedono il carrello e le erbacce!

  21. # ANDREA NOVI

    Chi ha comprato infatti si fruga! io faccio parte di quelli che non hanno comprato e pago l’affitto a casalp, e comunque l’amministratore del edificio è casalp !

  22. # Zato

    Un condomino dovrebbe firmare ad un altro condomino che il fabbricato è sicuro?!?! Fate un’assemblea di condominio ed incaricate uno o più periti di fare le opportune verifiche statiche.

  23. # Ale 83

    Visto che il sig.Andrea Novi per il momento è l’unico ad averci messo la faccia segnalando la cosa…e visto che è l’unico affittuario (e qualcuno mi smentisca se non merita quella casa a dispetto di altri…se mai qualcuno che ha commentato lo conosca….)…adesso intervengo io che la casa l’ho comprata e quindi eventuali lavori me li PAGO…come secondo Casalp e la ditta che ha “rattoppato” le colonne…adesso dovrei pagare tutto e dormire tranquilla su colonne che si sgretolano! Non abbiamo intenzione di “sprecare” soldi dei contribuenti a fini di piaceri….perché sottoscrivo di nuovo….i lavori me li PAGO….solo che nella storia c’è un piccolo particolare…che anche se a Casalp ho comprato una casa (a questo punto fatiscente…ma rimangono cavoli miei per alcuni….e capisco…)….rimane pur sempre Casalp a decidere per me e quale ditta o ingegnere interpellare….e tutto regolarmente addebitato sul conto alla prossima fattura….però se chiedo a qualcuno di questi se mi garantisce che niente crolli ….mi sento rispondere che interventi del genere hanno un “costo”….quindi l’idea di Casalp è di vendere al più presto anche i restanti appartamenti così il problema non lo riguarda più! Sottoscrivo nuovamente che NESSUNO ha intenzione di chiedere soldi a qualcuno….questa voleva essere una SEGNALAZIONE…che qualcuno almeno sapesse….visto che secondo chi ci vive forse non basta vedere che la colonna su cui poggia la propria casa (regalata o meno per i malpensanti….)anche se adesso è coperta….sotto sotto è marcia…
    Se mai qualcuno ha letto questi articoli….e spero che mai succeda qualcosa….questo era solo un modo per segnalare….!
    Alessandra Di Vozzo
    (Inquilina del primo piano app.to Via de Sanctis 16)
    Ps. Ve lo ridico….me li PAGO i lavori….state tranquilli tutti! 😉

  24. # simone

    se vi sentite insicuri chiamate i pompieri e cambiate amministratore …

  25. # sandro

    cambiate amministratore, mettetene uno scelto da voi come è stato fatto da altri condomini ove la proprietà era mista (privati-Casalp) .

  26. # Erik62

    ‘un l’hai capito che non si vogliono frugà? Le perizie costano!

  27. # gerdataro

    Paradossalmente dovreste ritenervi fortunati. Proprio perchè ancora ci combina qualcosa Casalp, hanno studiato e verificato che ,con la normativa antisismica attuale,probabilmente potevano esserci problemi. Immagina quanti palazzi ” privati” ci sono a Livorno e nessuno dei proprietari è consapevole di eventuali problemi.. In alcuni dei palazzi di via Cattaneo sono già stati condotti gli interventi ( troppo esigui i pilastri, adeguatamente rinforzati ora).Credo che possano dormire sonni più tranquilli loro, chi vi abita, di molti altri livornesi.

  28. # Mario

    la colonna nella foto è un’altra..la foto fa parte della ‘photogallery’ spedita dal lettore… boia te lo immagini..nemmeno 24 ore dopo che pubblicano la foto di una colonna malridotta..la riparano!! fantascienza!

I commenti sono chiusi.