Campionati italiani giovanili: Nuoto Livorno a caccia di medaglie

Mediagallery

Ultima chiamata, prima delle tanto attese (e meritate) vacanze. Ultimo step, e ancora riflettori accessi sul Foro Italico che accoglierà i Campionati Italiani Giovanili Estivi riservati alle categorie Juniores, Cadetti e Senior: è atteso infatti per oggi pomeriggio l’inizio delle gare che vedrà impegnati numerosi atleti provenienti da ogni angolo d’Italia eppure la nazionale (seppur non al completo) reduce dal Mondiale di Barcellona. In casa Nuoto Livorno, dunque, fari puntati su Martina De Memme (C.S. Esercito), fresca di doppia finale iridata con la staffetta 4X200 e negli 800 Stile Libero, Chiara Masini Luccetti (G.S. Forestale/Esseci), Gabriele Landini e sul gruppo guidato da Roberto Merlini in quel di Follonica e composto da Olmastroni, Riccobono, Tosi e dai fratelli Tedesco (Michelle e Alessandro). Stesso discorso per la coppia fiorentina monitorata da Alessio Mancioppi, Regini e Meoli, mentre Jacopo Tartaglia cercherà di ritagliarsi posizioni importanti nella rana. Infine, da Livorno, ecco Denise Cavallini e Nico Manoussakis, quest’ultimo però di passaggio da Roma perché diretto ai Campionati Greci insieme al tecnico Alessandro Spoleti.

A Roma la Nuoto Livorno ritroverà pure Stefano Franceschi, il capo allenatore di uno staff che durante l’anno ha permesso di raggiungere una quantità indefinita di risultati entusiasmanti.

Turrini fa rotta su Eindhoven – Per l’Italnuoto è stato il Mondiale del “centesimo”. Questione di dettagli che hanno escluso numerosi atleti azzurri da semifinali e finali compreso Federico Turrini (Nuoto Livorno/C.S. Esercito), che dopo l’eliminazione nei 200 Misti per 4/100 è stato costretto a rinunciare anche all’ultimo atto dei 400 Misti per frazioni di secondo (4’15’’96, 10mo tempo): “Essendo nella batteria più competitiva – ha commentato il livornese, arrivato a Barcellona con il quarto tempo stagionale – sapevo benissimo che avrei dovuto spingere sull’acceleratore. Stare fuori per pochi centesimi fa riflettere su quanto i dettagli possono rivelarsi decisivi, ma adesso piangere sul latte versato non serve a niente e proverò a dare il meglio in Coppa del Mondo a Eindhoven in programma tra mercoledì e giovedì”.

 

Riproduzione riservata ©