Volevo andare al cinema ma nelle ore serali gli autobus non ci sono, perché?

Buongiorno, vorrei sottoporre alla vostra attenzione, una piccola disavventura capitatami, che attesti quanto siamo piccoli e provinciali a Livorno, una città piena d’arte e di turisti. Piccola premessa: ho 28 anni e al momento senza mezzo di trasporto alcuno, ma non per questo voglio restare sempre in casa nelle sere d’estate! Scelgo quindi di vedere un film, lo proiettano all’Arena Ardenza.
Consulto il sito dell’Atl per vedere gli orari, non convinta vado anche alla fermata del bus più vicina: l’ultima corsa del 2 (ore 21) termina in P.zza Grande, le corse precedenti mi porterebbero a destinazione. Mi reco quindi alla fermata con un certo anticipo, per prendere il bus entro le 20:40. A questo punto la sorpresa: tutti i 2 che prendo o che vedo passare limitano in P.zza Grande o al deposito perchè “siamo a fine giornata signorina” mi dice l’unico autista che sa cosa sta facendo (gli altri 2, dipendenti stagionali, appena sapevano che numero guidavano). Provo con l’1 che mi avrebbe lasciata alla Baracchina Rossa, ma avrei fatto volentieri un piccolo pezzo a piedi. Ma niente: tutti al deposito pure loro. Risultato: niente film, e me ne torno a casa. Io mi domando se sia normale che in una città scalo e porto di turisti, si possa avere un atteggiamento di totale disinteresse nei confronti dell’utenza. Vi lamentate che Livorno sia una città rumorosa, vi lamentate della scarsità di parcheggio sul mare e del conseguente traffico anche serale, vi lamentate dei troppi incidenti causati da chi beve troppo… Beh, se ci fosse la maniera di muoversi anche nelle ore serali con i mezzi pubblici forse questi problemi non li avreste.

Francesca Noli

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # Siamo obbiettivi

    Sono perfettamente d’accordo con la signorina Noli. Inutile dire di avere vocazione turistica per poi vedere la totale assenza di mezzi di trasporto pubblici in fascia serale. Se uno deve spostarsi per forza e non ha il mezzo pubblico deve chiamare il taxi, che non è economico e dopo le 22 costa moltissimo. Pensiamo che molti cittadini hanno dovuto rinunciare alla macchina con la crisi e quindi anche chiamare un taxi è un gran lusso che non tutti possono permettersi.

  2. # Roberto

    Hai ragione… è facile dire usiamo i mezzi pubblici, ma sei poi per risparmiare e magari per scelte poco logiche i mezzi pubblici non ci sono, passano quasi mai, saltano le corse e hanno costi non indifferenti, come è possibile sperare che le persone (quelle che possono) non vadano in giro in macchina o in motorino? E’ sicuramente un problema anche di “educazione” al mezzo pubblico, ma ne varrebbe la pena… come è possibile che in alcune città estere in centro ci siano solo mezzi pubblici e biciclette? In questo momento di crisi molti cittadini preferirebbero il mezzo pubblico se fosse competitivo a livello economico e se fosse un’alternativa efficace al mezzo proprio!

  3. # emme

    Perchè gli autisti sono gia’ tutti al cinema…. 🙂

  4. # simona

    Piccoli e provinciali… mi pare il modo migliore di definirci.
    Non saremo mai competitivi con le realtà toscane fino a che ci comporteremo in modo così sciatto verso la clientela, nostrana o turista che sia.
    Ho lavorato in un noto camping sulla costa, e molti turisti mi chiedevano come raggiungere il centro, e cosa avrebbero potuto vedere, e io dovevo rispondere “chiamate un taxi, poi sul lungomare o nel centro storico qualche locale aperto lo trovate.. per tornare qui chiamate un altro taxi….”
    Se vi sembra normale che una coppia di turisti debba pagare oltre alla tassa di soggiorno, pure un taxi andata/ritorno solo per raggiungere un bar verso il centro città in pieno luglio… tanto vale che dica ai clienti “andate a Pisa, o a Firenze,e non fermatevi a Livorno.”

  5. # andy

    Capisco il disagio, ogni volta che vengo a Livorno dall’estero dove vivo sono costretto a prendere il taxi o farmi 4 km a piedi perche´ la sera l ultimo bus per me utile parte dopo il mio arrivo alla stazione. Per il periodo in cui sono in citta ospite di mia madre la sera sono bloccato nel suo quartiere dove dopo le 20-21 scende il coprifuoco ed offre solo strade deserte e serrande abbassate.
    Forse vivendo in Europa , quella che funziona, mi sono abituato male, bus che viaggiano fino alle 1 della notte , taxi con prezzi decenti e offerte di autonoleggi con tariffe settimanali che a Livorno sono sufficienti per massimo 3 giorni
    Immagino gia´la frase che potrebbe dire un turista capitato x errore a Livorno e si accorge che se alla stazione non ci sono taxi disponibili dovra´raggiungere l’hotel a piedi nella notte” ma sono in Italia o nel terzo mondo.
    Un saluto dall Europa

  6. # francesca

    Spero in una risposta del Ctt, vorrei che non facesse per l’ennesima volta orecchie da mercante, perché c’è una bella fetta di popolazione (e anche, forse soprattutto, di stranieri) che richiede questo servizio.
    Non può fingere sordità un’azienda che basa la propria sopravvivenza sull’utenza pagante!

  7. # Giuggiola

    Da Livorno, finché siete in tempo, fuggite schiocchi!

  8. # Maria

    Perchè, si può forse andare a teatro? Se prendi il taxi, la gita parte dalla stazione, per cui la spesa lievita.
    E’ una battaglia persa.Inizia la pubblicità alle occasioni di manifestazioni estive anche di un certo livello, ma a Livorno, città che è sempre stata di sinistra, o sei ricca e puoi pagarti il taxi o te ne stai a casa.Non puoi farci niente.

I commenti sono chiusi.