Vittoria dei lavoratori USB all’International Food Business di Livorno

Mediagallery

I lavoratori IFB erano stati protagonisti di una vertenza durata diversi mesi che ha visto in prima linea il sindacato USB ( che ha la maggioranza degli iscritti in azienda)e il fondamentale appoggio esterno del Coordinamento Lavoratori Livornesi impegnato a sostenere le varie vertenze cittadine a prescindere dall’appartenenza sindacale . Dopo l’avvio della procedura di licenziamento collettivo nel gennaio di quest’anno si erano susseguiti diversi incontri, sia in azienda che nella sede della Provincia. Come sindacato abbiamo sempre denunciato la strumentalità di questi licenziamenti dovuti, a nostro avviso, più ad esigenze di ristrutturazione aziendale che causate da una reale crisi della società IFB. Per questo motivo ci siamo dapprima rifiutati di firmare il primo accordo in sede aziendale e successivamente abbiamo organizzato diverse mobilitazioni e scioperi dei lavoratori ( anche una presenza in commissione lavoro) che si sono concluse con la firma della cassa integrazione in deroga fino al 15 settembre.
Recentemente un’altra società, anch’essa leader nel settore della produzione dei succhi di frutta, ha acquistato delle quote della IFB. Sembra che siano previsti nuovi investimenti e nuove commesse. Per questo motivo i lavoratori si erano rifiutati fino all’ultimo di firmare la conciliazione e accettare il licenziamento. Una scelta vincente che ha permesso di evitare i licenziamenti e garantire gli stessi livelli salariali e occupazionali per tutti i dipendenti.


USB LIVORNO

Riproduzione riservata ©