Tre Ponti, senzatetto dietro ai cespugli. Come è possibile in una società civile?

Mediagallery

Vi invio questa foto scattata stamattina 4 dicembre nello spiazzo antistante ai 3 ponti, lungo il sentiero che porta sull’Aurelia. Dietro ai cespugli ci sono 2 tende che “ospitano” alcune persone. C’è anche una bicicletta che servirà ad andare al lavoro, immagino. Stanotte la temperatura è andata sotto lo zero. Mi chiedo come sia possibile in una città civile (il nostro sindaco se ne fa un vanto che la nostra “sarebbe” una città civile) che si possa permettere una simile situazione e che,tra le istituzioni, ancora nessuno abbia speso una parola su questi poveri disgraziati.

Luca

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # iome

    Quanto sei umano, perchè invece di fargli la foto dato che nella notte la temperatura era scesa notevolmente non gli portavi un cappuccino ed una briosc calda? evidentemente ti resta più facile criticare e non fare.

  2. # Luca

    A parte che ci sono le istituzioni per far fronte a queste situazioni, proprio coloro che noi deleghiamo con i nostri voti e che loro,spinti da uno spirito volontario e altruista, visto che fare i politici non glielo ordina il primario, dovrebbero essere delegati a risolvere questi problemi. E non noi che siamo semplici cittadini. Comunque ringraziano te per il pollo arrosto che invece gli hai portato stasera.

  3. # poveromo

    non è l’unica situazione li ai 3 ponti,zona stazione e viale della stazione è tutto un brulicare di questi individui briai e nomadi, basterebbe accompagnarli alla frontiera…un se ne pole piu’

  4. # walter

    Esatto ma come è possibile che in una società civile ci sia questa gente che fa come li pare

  5. # Francesco

    facile criticare e accusare gli altri di razzismo posa la macchinetta e portagli un termos di latte e magari anche una coperta

I commenti sono chiusi.