Toncelli risponde a Salvadorini: “Io non cerco posti”

Alcune dichiarazioni di Stefano Salvadorini, Presidente di Consabit, meritano una risposta. La prima riguarda il fatto che io “cerchi posti”. Da sempre in questa città esiste un unico modo per cercare posti in politica. Allearsi con il PD, come fa SEL (e non solo). Se avessi “cercato posti” ora sarei a fianco degli altri candidati nelle primarie (finte) del centrosinistra. Avrei senza dubbio fatto la mia figura e, pur perdendo (l’esito è scontato), il risultato l’avrei probabilmente ottenuto. Invece, Progetto per Livorno non partecipa alla spartizione perché non ci interessano i posti. Noi vogliamo cambiare la città restituendogli un futuro fatto di nuovo sviluppo e per questo vogliamo rottamare chi ha portato la città al declino. La seconda risposta riguarda Piazza del Luogo Pio. Salvadorini ha ragione quando dice che il progetto è completamente autorizzato, ma sbaglia quando lo paragona all’inceneritore di Parma. In quel caso l’impianto era già costruito ed andava solo avviato, mentre di quei palazzi non esiste ancora (fortunatamente) neppure un mattone. Gli garantiamo allora che, se vinceremo noi le elezioni, ci penserà molto bene prima metterlo giù, quel mattone, perché se lo farà sfiderà la volontà della città e dei suoi cittadini. In compenso la soluzione possibile la accenna direttamente lui. Nessuna violazione delle leggi e dei diritti di nessuno, certo neppure di Consabit verso cui non abbiamo altra ragione di inimicizia. Ci si siederà ad un tavolo e si ragionerà realisticamente di forme di compensazione. La costruzione dei palazzi non avrà seguito, mentre lo avrà la riqualificazione della piazza (di cui c’è davvero bisogno). Tutelando così sia l’interesse pubblico che quello privato.

Cristiano Toncelli

progettoperlivorno.org

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # robe

    a occhio e croce non credo che toncelli abbia mai schifato il pd, finchè cosimi e kutufà lo nominavano assessore….credo anche nessuno lo abbia chiamato per partecipare alle primarie, in poche parole non è credibile come oppositore del pd, infatti quando romano aprì la guerra alla discarica e all’inceneritore toncelli uscì da idv dicendo che il partito era troppo anti-pd e non gli stava più bene

I commenti sono chiusi.