Tirrenia, Confindustria continua il pressing per l’esenzione

Confindustria Livorno non ha mai cessato di insistere presso gli Enti Locali e la Società SAT, per verificare la possibilità di esentare i trasportatori locali, dal pedaggio autostradale derivato dall’apertura del primo lotto di completamento da Rosignano Marittimo a San Pietro in Palazzi. A seguito della recente visita del Presidente Rossi a Cecina, la Delegazione di Comprensorio Rosignano Cecina della Confindustria, particolarmente attiva sui temi della viabilità e dei trasporti, ha scritto al Presidente, sollecitando ,ancora una volta, un intervento sul CIPE per modificare la Delibera relativamente all’esenzione dal pedaggio dei residenti. Il Protocollo di esenzione, sottoscritto a Maggio 2012, seguendo le prescrizioni della Delibera CIPE non contempla, tra i beneficiari, le aziende di autotrasporto aventi sede nel territorio dei 10 Comuni, ma fa riferimento soltanto ai cittadini residenti. Un ulteriore aggravio di costi per la tartassata categoria di imprese dell’autotrasporto; spesso, infatti, l’utilizzo di questo tratto di Autostrada, anche se per pochissimi chilometri, è di fatto un itinerario obbligato. Il costo maggiore grava sulle aziende di servizio al sistema produttivo locale, che svolgono servizi di “navetta”, caratterizzati da frequenti viaggi di breve lunghezza. Confindustria auspica che, con l’intervento dei vari soggetti già da tempo coinvolti e soprattutto del Presidente Rossi, si possa pervenire in tempi brevi ad una modifica integrativa della Delibera CIPE. S.A.T Spa, Provincia e Comuni della Bassa Val di Cecina, potrebbero così integrare il Protocollo di Maggio scorso, risolvendo questa preoccupante situazione.

 

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # marco

    Ma se è stato fatto con l’avallo di Matteoli, un motivo ci sarà??? In pratica ha voluto erigere le colonne d’ercole a Rosignano, così che chi da Livorno andava a Cecina a fare una passeggiata e anche a fare acquisti, ora invece va verso nord….Grazie Altero

I commenti sono chiusi.