Svegliati da un boato enorme per un petardo, a quell’età i giovani dovrebbero fare altro

Siamo nella piazzetta Largo Gigante (via Garibaldi) intorno alle 23 del 26 dicembre. Frastornati dai giorni di festa e col pensiero di tornare al lavoro il giorno dopo. Freddo e silenzio in attesa di mettersi sotto le coperte quando tutto ad un tratto un boato enorme che ci fa saltare dal letto per affacciarsi e vedere tanto fumo e una marea di gente che urla in mezzo alla strada. Tanto paura ma per fortuna si scopre essere solo un petardo scoppiato da 4 persone che, dopo aver risposto malissimo a gente anziana spaventata (menomale senza conseguenze gravi) , scappano su una piccola jeep chiara per far perdere le loro tracce. Ora mi piacerebbe che questi leggessero: invece di spendere soldi inutilmente ma una bella fidanzatina per uno no? Poi si dice che non ci son soldi per arrivare a fine mese. Smettiamola di vendere botti a cani e porci e’ una vergogna.

Alina

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Stella

    Anche nella zona di piazza Attias si sono sentiti dei boati piuttosto grossi, e ci sono in giro bandette di ragazzini che scoppiano mortaretti di tutte le dimensioni, infastidendo tutti. La vendita dei “bòtti”, se proprio va fatta, andrebbe fatta magari solo il 30 e il 31, e solo ad adulti con tanto di carta d’identità, come si fa con gli alcolici!

I commenti sono chiusi.