Spiacevole episodio sotto la Torre, non mi sono sentito tutelato

Vi racconto un episodio che mi è capitato a Pisa in piazza dei Miracoli. Ormai più che episodio è un susseguirsi di spiacevoli discussioni con i senegalesi abusivi che spacciano orologi fasulli a ignari turisti. Faccio l’autista da ormai molti anni e la torre di Pisa è un’attrazione incontrastata dai turisti di tutto il mondo. Quindi spessissimo mi reco in piazza dei Miracoli per far ammirare la torre a i turisti un paio di giorni fa mi è capitato un gruppo di turisti francesi, che erano ansiosi di vedere la torre. Arrivato a Pisa come al solito quando mi fermo davanti alle bancarelle dei souvenir tre o quattro senegalesi circondano il mezzo e quasi entrano in auto per vendere rolex cartier contraffatti. Molto infastiditi i turisti rifiutano e tirano dritto ma un un senegalese inizia a inveire contro di loro urlando di tutto. A quel punto cerco di calmare il senegalese dicendo loro cortesemente che non è il modo giusto. Ma lui con appoggio di altri compari inveisce e offende anche me. A questo punto vedo poco più in là una pattuglia dei vigili urbani proprio davanti alla torre con due agenti dentro era circa le 15 ,30. Uno mi rimane impresso perché ha una folta barba, mi avvicino mi presento e inizio a esporre quello che è accaduto ma mentre parlo e spiego, quello che è alla guida non mi degna neanche di uno sguardo ,non parla sembra di cera e quello accanto uguale. Finisco di parlare aspetto una risposta qualunque ma nulla, silenzio totale. I due vigili urbani continuano a guardare davanti come se io non avessi detto nulla, come se fossi stato una mosca… aspetto qualche secondo ma nulla. A quel punto ritorno all’auto più amareggiato di prima, più infastidito dal comportamento dei vigili che del senegalese prepotente. Riprendo i turisti e mi dirigo verso livorno alla nave msc Splendida che è ormeggiata all’alto  ondale. Durante il percorso telefono alla centrale dei vigili urbani di pisa spiegando l’accaduto , loro quasi scusandosi mi assicurano che chiameranno la pattuglia in questione chiedendo spiegazioni, quello che mi sconcerta profondamente è la immobilità delle istituzioni di fronte a questo problema dell’abusivismo , vi rendete conto? Se per caso lasci la macchina in divieto di sosta un’attimo ti ritrovi la multa in due minuti , se un senegalese cerca di vendere un orologio contraffatto e inveisce con i turisti e un cittadino chiede aiuto si fa finta di nulla. Lascio a voi concludere.

Roberto

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Salvatore Favati

    Sembra facile dire che eri a Pisa, ma in realtà è così dappertutto, salvo IL giorno in cui si decide di fare la prova generale di visibilità delle forze dell’Ordine, e qualcuno da ordine di agire. Succede a Livorno in Piazza Cavallotti, a Roma, a Firenze, altrove. Non c’è niente da fare, l’abusivismo è coperto dalla finta pietà del ”povero immigrato” e da altre storielle, salvo IL giorno dell’anno in cui si decide di fare i muscoli, vicino o lontano dalle elezioni, dipende da chi deve vincere. Pensa un po’ te se tu andassi in giro a portare gente con una licenza contraffatta, o con l’assicurazione scaduta, o altro, come ti direbbero ”poverino”….

  2. # Baccello

    Fra qualche anno ci obbligheranno a tenere in ogni famiglia uno straniero, ad un mantenimento forzato con vitto e alloggio gratis. Questa è l’Italia del futuro non ti stupire di questi fatti che sono all’ordine del giorno, perché il peggio deve ancora avvenire, saremo noi gli stranieri a casa nostra.
    Il governo ci fa beffa dei nostri diritti per garantire quelli di loro.
    Quando andate a votare la prossima volta votate ognuno per il partito opposto a cui ha sempre votato e per forza di cose, qualcosa deve pur cambiare. Fin quando votiamo fiduciosi i soliti falsi visi la fine che faremo è quella che ho detto poche righe sopra.
    PS: a Pisa almeno il turismo è rimasto, Livorno una volta la metà è diventata solo un punto di passaggio. Non restano neppure più per mangiare o fare acquisti.

  3. # cri

    hai ragione, ti senti impotente davanti a tanta prepotenza. Capisco anche i vigili, che devono fare , intervengono quando ci sono mani o coltelli, altrimenti è tempo perso. Guarda in piazza Cavallotti: cosa ci sta a fare una pattuglia con davanti 10 extracomunitari con borsoni rigorosamente chiusi, e dietro l’angolo, davanti alle vetrine dei negozi, espongono e vendono scarpe, borse ….. indisturbati? Il problema è a monte: o si danno delle regole tipo lavoro,casa oppure si blocca l’accesso al BEL PAESE!!! Altrimenti delinquenza, disordine, contraffazione, lavoro nero, affitti in nero, furti, auto senza assicurazione, guida senza patente… sono all’ordine del giorno…..

  4. # Mark

    Se queste persone invece di stare a mattinate sulle loro auto a far niente andassero a fare il servizio per cui sono pagati profumatamente dal popolo certi episodi non succederebbero,ma io penso che la colpa sia di chi in alto lo permette,finche’ vi dura .

  5. # patrizia

    invece di tutelare noi cittadini che paghiamo non poche tasse ,questi venditori abusivi diventano sempre più prepotenti grazie anche al menefreghismo lasciano lì; delle varie pattuglie di vigili chela lasciano l,’auto in sosta e loro vanno a farsi i cavoli propri .vedi piazza Cavallotti.

  6. # marco

    è vero è successo anche a me mentre ero con la mia famiglia per un gelato sotto la torre l’anno scorso…quei senegalesi che sono sempre i soliti quasi ti assaltano, per forza ti vogliono vendere qualcosa,poi se vedono che non vuoi nulla vogliono regalarti un’elefantino ma poi vogliono i soldi per quel regalino che secondo loro ti fanno , e se per caso non vuoi dargli nulla te lo tolgono e ti mandano a quel paese…bella roba amministrazione locale tutele queste persone , ecco perché i vigili non fanno nulla,non l’hai capito??

  7. # lorenzo

    e ci credo se hanno dato i voti al Pd come hanno fatto a Livorno e chi li tocca?

  8. # giulia

    che dire Roberto…capita ovunque non ne farei un dramma ormai è una cosa di tutti i giorni !!!purtroppo non racconti niente di nuovo e secondo la mia modesta opinione non c’era nemmeno da mandare una lettera a quilivorno..tanto non cambia niente!! saluti da iris!

  9. # èilsolito

    A livorno non succede perchè i turisti in città non ci arrivano. Ma basta vedere il comportamento delle pattuglie che stazionano tutto il giorno in piazza Cavallotti per capire che gli ordini sono gli stessi !

I commenti sono chiusi.