"Quel semaforo è inaccessibile per i diversamente abili". FOTO

Gentile redazione, nuovo semaforo tra viale Fabbricotti e viale Boccaccio, si può notare la non accessibilità al pulsante di chiamata (del verde) situato nell’isola centrale, un piccolo errore per i normodotati, ma enorme per chi ha problemi di deambulazione o costretto su una sedia a rotelle.  Si parla tanto di abbattere le barriere architettoniche poi si riescono a realizzare ancora situazioni del genere.

Distinti saluti
Paolo Mura

Riproduzione riservata ©

28 commenti

 
  1. # straniero

    Chiamala svista!!! ma non c’è un responsabile dei lavori che si accerta della realizzazione delle opere? senza considerare che se c’è stato realizzato un pratino anche i normodotati non dovrebbero passarci sopra…boh!

  2. # Roby

    NORMALE PER LA NOSTRA CITTA’ BASTA VEDERE MARCIAPIERI E STRADE IN CHE STATO SONO

  3. # King of the splashs

    I responsabili? Erano tutti a studiá come fa’ le rotatorie

  4. # liburnico

    …in piena sintonia con il resto della citta’!!!

  5. # In che stato Livorno

    In che condizioni siamo a Livorno incominciando da questo semaforo e finendo dalla giungla che invade i marciapiedi della nostra città ho notato però andando fuori che succede solo a Livorno nelle altre città è tutto pulito e in ordine ma come vieni a Livorno caos totale , semafori inaccessibili , erbacce sui marciapiedi, buche ovunque, gente che si accoltella tutti i giorni, ma basta andare un po’ fuori e vedete che tutto è alla normalità qui c’e qualcosa di strano ma i soldi allora ci sono e se li spartiscono invece di dare una bella ripulita a Livorno, o le altre città hanno 4 p…?

  6. # In che stato Livorno

    Se a qualcuno gli riesce mandare le foto per fare notare al bravo sindaco in che condizioni è Livorno lo faccia, e pio provate anche a andare a Pisa città più vicina e scattate delle foto e confrontatele vedrai che vi renderete conto e poi mandate le a Quilivorno grazie

  7. # LazzarOne

    Invece di pensare ai diversamente abili pensate che ci sono persone che riescono a concepire e realizzare opere urbanistiche come queste, queste sono le persone che stanno veramente male… (So sarcastico EH!)

  8. # ioannis

    Se qualche città vuole distruggersi basta chiamare Livorno.

  9. # Giovanni L

    Diranno sicuramente che ancora i lavori erano da terminare…
    Buaaaa

  10. # maligno

    ma non vedete che è una piazzola per i poveri “lavavetri”!?

  11. # Rossano ACCIARI

    Mi rivolgo al nostro Sindaco: COINVOLGETE QUALCHE ASSOCIAZIONE DI DIVERSAMENTE ABILI COME AVVIENE ANCHE IN ALTRE CITTA’ IN MODO DA EVITARE QUESTI ERRORI PROGETTUALI DOVUTI A SCARSA CONOSCENZA DEI PROBLEMI CHE OGNI DISABILE QUOTIDIANAMENTE DEVE AFFRONTARE.

  12. # LazzarOne

    Forse hanno solo intenzione di creare nuove opportunità di lavoro… da oggi avremo anche i premi-pulsante ai semafori 🙂

  13. # lorenzana

    E ora ditemi che uno in sedia a rotelle con un po’ di buona volontà non ce la fa ad accedere alla piazzola…vogliono proprio tutto scodellato…direi che chi ha progettato questa opera urbanistica ha fatto proprio un ottimo lavoro del piffero..magari prende anche uno stipendio eccellente…poveri a noi…

  14. # Il Moralizzatore

    Sono curioso di sapere la scusa le comune, chi sa cosa si inventeranno, ricordo ancora quando montarono i lampioni al contrario, fecero un’arrampicata sugli specchi degna dell’Uomo Ragno. Poi sarebbe interessante sapere se la messa a norma sarà a carico del Comune, della ditta che ha sbagliato o del progettista? E poi mi chiedo se dopo l’ennesimo errore si continuerà ad appaltare i lavori a questa ditta? Tutte domandine che ci piacerebbe avessero una risposta.

  15. # Il Moralizzatore

    Un grido si ode per tutta la città: Paolo Mura sindaco!

  16. # giangi

    Ancora complimenti ai pensatori che, non contenti di avere installato il semaforo in viale Fabbricotti, hanno voluto chiudere i lavori con questa trovata. Bravi !

  17. # Ilio

    Vado fuori tema ma voglio sottolineare che la parola “diversamente abile” è soltanto un’offesa,nonchè una presa di giro per gli invalidi e i portatori di handicap.Purtroppo non è una parola composta creata per aggirare termini reali che può guarire una persona.Purtroppo chiamando i ciechi non vedenti non ritorneranno a vedere,lo stesso per i sordi o peggio ancora prendere per i fondelli con il termine “diversamente abili”.

  18. # lorenzana

    Ci manca solo il cartello … Non calpestare l’erba …

  19. # Ceccobeppe

    Ma scusate, eh… Trovarono la scusa bona per dire che il palo della luce in mezzo al camminamento per non vedenti in via cairoli era in regola, figuriamosi se ‘un la a trovano per questa “piccolezza”…

  20. # emme

    Va bene porre attenzione alle categorie diversamente abili, ma sembra che a Livorno siano piu’ i soggetti h che altri. Non mi sembra una problematica di grande portata, quella del pulsante a chiamata. Si puo’ anche aspettare che venga il verde…….

  21. # Lorenzana

    Io sono diversamente abile e mi sento offeso da te che non sai neanche come definirci…Trovami una parola che mi faccia guarire così stanotte dormo meglio…

  22. # Gabriele

    Non solo, quando dal viale Fabbricotti scatta il verde per girare a destra su viale Boccaccio, il semaforo per i pedoni e i ciclisti è ancora giallo! Quando succederà un incidente torneranno i soliti titoli da film horror tipo “Strade killer” mentre basterebbe un sano ricambio degli “scienziati” che ci amministrano.

  23. # Lorenzana

    Hai fatto un discorso proprio a …

  24. # straniero

    Il pulsante serve a “tutti” pedoni , carrozzine per disabili , per bambini ecc..

  25. # SIMO

    anche fosse uno solo ha gli stessi tuoi diritti!

  26. # Ilio

    Cara Lorenzana,se ho scritto quel che ho scritto è perchè sono 11 anni che deambulo in carrozzina causa lesione del midollo spinale,ma quando sento dire diversamente abile mi si arrizzano i capelli,capisco che chi ha coniato questi termini vuole soltanto usare una parola priva di significato per timore che possiamo offenderci usando termini più diretti e logici,purtroppo io mi sento invalido perchè ho delle chiare ed evidenti limitazioni,cosa c’entra dire che sono diversamente abile,questi ci prendono per il c…e basta.E’come quelli che hanno chiamato la discarica pubblica “stazione ecologica”,basta aprire lo Zingarelli per capire che è un termine privo di significato.

  27. # Il Moralizzatore

    Anche per un normo dotato non è il massimo dover salire sull’erba, magari dopo una bella gironata piovosa con la mota. Senza parlare delgi anziani che si devono fare lo scalino per attraversare. + che scarsa conoscenza è proprio incapacità a mettere due pensieri in fila.

  28. # Il Moralizzatore

    dimmi che scherzi, ti prego dimmello, dimmi che è solo una pessima battuta! o forse sei il genio che ha messo il pulsante in quel punto?

I commenti sono chiusi.