Romano (Idv): chiudere l’inceneritore e puntare sul riciclo

Mediagallery

La ricetta per una ripresa economico-occupazionale a Livorno sta nel costruire una serie di nuove opportunità, oltre a rilanciare i settori tradizionali come il porto.
Anche per questo mi sono sempre impegnato per avviare la raccolta differenziata dei rifiuti, con il metodo “porta-a-porta”, come primo passo per costruire un distretto aziendale del riciclo, trattandosi di uno dei settori più promettenti dal punto di vista della creazione di posti di lavoro: basti pensare che negli USA ormai da anni ha superato l’industria automobilistica come numero di occupati.
Dobbiamo innanzitutto estendere il metodo applicato al quartiere Venezia in tutta la città, nel giro di due anni e, nel frattempo, dobbiamo collocare impianti di compostaggio per il riciclo dei rifiuti organici e lo sviluppo di imprese per il riuso e il riciclo delle materie recuperate.
La mia intenzione, dopo aver contribuito all’eliminazione del progetto di mega-inceneritore a Stagno, è quella di evitare l’ampliamento dell’impianto al Picchianti per arrivare progressivamente alla chiusura dell’impianto esistente, puntando tutto sul riciclo.
Impossibile? Non la pensano così a Capannori e Salerno, dove dopo l’incremento della raccolta differenziata hanno rinunciato a costruire l’inceneritore, ne’ a Venezia, dove sono arrivati a spegnerlo definitivamente pochi mesi fa. Non a caso ho citato tre amministrazioni, del nord, del centro e del sud, tutte amministrate dal centrosinistra. Livorno non può più fare eccezione.

Andrea Romano – Candidato alle primarie per “Livorno cambia” e Italia dei Valori

Riproduzione riservata ©

12 commenti

 
  1. # dario

    Strano fino a ieri eri dentro una maggioranza che voleva il mega inceneritore. Come per magia avete cambiato idea.
    Cosa vi è successo ?

  2. # robe

    dario sveglia! romano è stato cacciato da cosimi perchè tra l’altro non voleva il megainceneritore e io gli ho dato una mano a raccogliere anche le firme…poi la regione ha cancellato il progetto

  3. # Mauro

    Dai si ricomincia, il porta a porta non genera risparmi senza impianti di recupero e riciclo che a Livorno no ci sono. Capannori e gli altri comuni li hanno. Tra poco la magistratura ci farà sapere se la discarica è legale e se lo è borda rifiuti a go go nel parco delle colline livornesi. La terza linea l’ha firmata tutta la maggioraza poi si è saputo che o farla ci è costato 1,8 milioni. Esce la tia sui circoli nautici poi viene rimangiata fino a dopo le elezioni. Ma il dubbio che i livornesi siano stanchi di voi no?

  4. # Carlo

    Puntate tutto su il riciclo mi sembra assurdo: non tutto è riciclabile e dove non esistono inceneritori affogano nella spazzatura.

  5. # robe

    ma scusate, romano fa esempi precisi di città italiane, inoltre gli esperti che ha chiamato a Livorno sono stati premiati anche negli stati uniti alla casa bianca…mi pare strano che gli unici depositari della verità siate voi

  6. # Fede

    A Livorno abbiamo una discarica sotto inchiesta, un termovalorizzatore e siamo senza impianti di riciclo. Abbiamo la tares più alta d’Italia inoltre chiamiamo gli esperti per applicare la Tia ai circoli nautici che già pagano l’autorità portuale. Oltretutto non volete critiche, dobbiamo pure dirvi che siete bravi. Ci vuole il cambio

  7. # robe

    la discarica è sotto inchiesta grazie agli esposti del comitato e alle relazioni Idv finite in procura, mentre i vostri idoli dormivano come le valigie, salvo svegliassi in campagna elettorale

  8. # Fede

    Non ti confondere robe non siamo adoratori di nessuno questo concetto di amore verso il tuo capo romano è solo tuo. La discarica è un problema che andava risolto politicamente, se la magistratura dichiarerà l’innocenza degli imputati ci toccherà di nuovo pagare noi cittadini. Senza contare che idv era in maggioranza durante l’iter di approvazione

  9. # Gloria

    Lei scrive proprio come il suo capo romano, stesso stile stessa arroganza ma dovete sperare nell’astensione perché se i livornesi vanno a votare questa volta andate tutti a casa

  10. # LisaG

    Avete chiuso tutto, qualsiasi attività industriale, avanti così non ci saranno più rifiuti ma rimarrà solo un deserto

  11. # Fabio

    ma col porta a porta magico risolvono tutti i problemi di Livorno. Il bello è che ci credono

  12. # ROSY

    Devo constatare che gente come lei è prevenuta e non vuol vedere al di la del proprio naso. Prima di criticare bisogna documentarsi. Andrea Romano ha lottato contro il megainceneritore e se questo è stato bloccato è anche merito suo . Essere nella maggioranca non vuol dire essere d’accordo su tutto. Infatti il caro PD gli ha tolto la Presidenza della Commissione ambiente perchè li ostacolava nei loro progetti….Comunque persone come lei non meritano alcuna considerazione, eviti i pregiudizi e valuti le persone per ciò che fanno realmente a favore dei cittadini. Dimenticavo.. a far del bene agli asini si ricevono pedate.

I commenti sono chiusi.