Raccolta differenziata. Livorno Democratica: E’ davvero efficace?

È partita una sistematica raccolta differenziata dei rifiuti, ma è realmente efficace? Si continua a parlare delle quantità della raccolta differenziata, invece si dovrebbe parlare delle quantità realmente recuperate (ai sensi della direttiva europea 2008/98/CE). Vanno abbandonate l’ipocrisia politica e le ideologie per evitare che il porta a porta, senza la costituzione parallela di impianti di riciclo e di un mercato delle materie prime derivate dai rifiuti, non si traduca semplicemente in un aggravio dei costi per Aamps con il conseguente ennesimo ed insopportabile aumento per i cittadini della relativa tassa sui rifiuti. Qua occorre presentarsi con un piano industriale che preveda investimenti, costi, benefici ambientali ed economici indicandone i tempi di realizzo, se poi ciò non si realizzasse i responsabili dell’azienda dovrebbero cambiare lavoro, come succede in altri contesti dove la sorte della dirigenza è connessa ai risultati. Infine smettiamo di celebrare fantomatici successi, pensiamo piuttosto ai Livornesi e cominciamo a rispondere alle loro esigenze, non ci vuole tanto per capire quali siano, basta leggere i commenti su questa pagina. Chi ha la casa con una superficie minore di 50 metri quadrati, chi è in particolari condizioni di disagio ecc… non deve essere punito con la raccolta differenziata, questa deve essere fatta accogliendo le loro esigenze e ritagliando il servizio sui loro bisogni.

Marco Ristori
Portavoce di Livorno Democratica

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Giulio

    Bravo, ci vuol poco per capire le nostre esigenze, spiegami piuttosto come mai nessuno del vostro gruppo lo fa. Con tutto il rispetto per il vostro serio tentativo ma …. Vogliano veramente cambiare? Ci hanno condotto loro a questo punto. Cambiate coalizione

  2. # robe

    dimenticavo, sarebbe buona cosa sapere anche se e come si è battuto per abbassare la tariffa

  3. # Stefano

    Scusi Robe, ma è la giunta che con propria delibera approvava la TIA ed ora la TARES. Tutto basato su un regolamento comunale, approvato dal consiglio. Il bilancio è sempre approvato dal consiglio. Vedo che lei è un fan spassionato di idv, ma i fatti sono questi

I commenti sono chiusi.