Primarie, De Filicaia (Pd): no a toni accesi, sì a un confronto democratico

“Conosco bene la carta d’intenti della coalizione di centrosinistra, è un punto di partenza fondamentale che tutti insieme in occasione di queste primarie, abbiamo elaborato, esprime in sintesi quell’idea di città che abbiamo condiviso. Ritengo che il dibattito su social network e giornali sia utile quando propone delle riflessioni e stimola una discussione, quando però i toni si accendono superando i confini di un confronto democratico, diventa sterile e totalmente inutile. Non ci interessa chi la butta in caciara e invece di proporre spunti utili fa del puro chiacchericcio che a nulla serve per il raggiungimento dei nostri obiettivi, ovvero coinvolgere la cittadinanza in questa tornata elettorale e aprire una fase nuova nella nostra città. I quattro candidati nelle occasioni in cui finora si sono confrontati hanno spiegato i loro punti di vista sui temi caldi della città, sicuramente in modo differente, ma presentando contenuti concreti. Proprio su questi dobbiamo impostare il nostro dibattito, con il rispetto e lo spirito di collaborazione che gli stessi candidati hanno dimostrato. Se stiamo dentro questa dialettica possiamo davvero fare di questa fase uno straordinario momento di partecipazione, ricordandoci poi che la sfida vera è quella delle elezioni del 25 maggio”.
Così Yari De Filicaia, segretario Pd Livorno, commenta il dibattito tra le forze politiche di centrosinistra in vista delle primarie per il sindaco di Livorno del 16 marzo.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Gloria

    Vi siete chiusi a tutto e tutti, escludendo la città facendo finta che vada tutto bene! Poi chiedete di venire alle primarie e di votarvi. Illusi

  2. # Mauro

    Cavolo ma Livorno Democratica ha più commenti del piddi. Lo metto giusto per far apparire un commento ma non vi voto più

I commenti sono chiusi.