Perché i commercianti sono restii a fare lo scontrino? E i controlli?

Preg,ma redazione, capisco che l’argomento e’ un po’ delicato e fastidioso per qualcuno ma andrebbe affrontato vista la perspicacia di alcuni commercianti che fanno i furbetti fingendosi distratti: perche’ molti commercianti ed ho notato soprattutto quelli che hanno le proprie attivita’ nella zona centrale sono restii a rilasciare lo scontrino fiscale? Si sa benissimo che in caso di controllo la sanzione la fanno ad entrambi: commerciante e cliente ed allora mi chiedo perche’ questa cosa se e’ risaputa da questa categoria di commercianti evasori continuano a fare come gli pare mettendo a rischio anche la tua posizione in caso di controllo? Ma l’Autorita’ preposta a questi controlli e’ sparita? Si sente ogni tanto qualcosina (piu’ che altro verso gli extracomunitari) e poi di nuovo regna il silenzio. Io posso solo dire come sappiamo che le tasse ce le trattengono direttamente o dalla pensione o dalla busta paga, mentre in questo caso lo decidono loro, grande Italia! Regno incontrastato di evasori, cari commercianti che non rilasciate lo scontrino fiscale, continueremo noi operai e pensionati a pagare le tasse per voi, mi raccomando, continuate così!!!

Mario Toledo

 

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # gmagri

    Le rispondo in un modo solo, faccia come faccio io, quando non glielo fanno e se lo “dimenticano” lei semplicemente glielo chieda. Vedrà che con un pò di collaborazione anche da parte dei contribuenti ligi come lei pronti a richiamare subito l’attenzione dello sbadato commerciante le cose potrebbero subito cambiare. Restare invece impalati attendendo che la finanza sia ovunque porta un pò a poco, in questo paese siamo buoni solo ad aspettare che gli altri facciano le cose per noi, ma noi la faccia non ce la mettiamo mai.

  2. # Caterina

    si può segnalare la mancata emissione di scontrino fiscale anche in forma anonima. Calcola che le denunce anonime non fanno scattare i controlli, ma la finanza si segna la sua informazione e in futuro ci sta che introducano l’attività da te segnalata, fra quelle da controllare, specie se siamo in diversi ad aver fatto la denuncia.
    Per questo dico che ognuno nel suo piccolo dovrebbe segnalare tutto a chi di dovere!!
    Oppure compila questo modulo.
    http://www.gdf.gov.it/repository/ContentManagement/information/N1201592652/Esposto_per_violazioni_per_mancato_rilascio_di_documenti_fiscali.pdf?download=1

  3. # Donna Letizia

    DAL SITO DELLA GdF :”Nei casi di mancata emissione dello scontrino o della ricevuta è prevista una specifica sanzione solo per il commerciante e non in capo al cliente. La Guardia di Finanza, nel più ampio contesto della lotta all’evasione fiscale, si avvale dei poteri “conferiti dalla legge per contrastare tutti quei comportamenti non conformi alle regole imposte dal legislatore (mancato rilascio, emissione irregolare, ecc.).
    Un importante ruolo però, può essere svolto anche dal cittadino il quale, oltre a richiedere il documento a fronte del pagamento effettuato, dovrebbe controllare anche l’esattezza dei dati fiscali riportati su tali documenti.
    Importante è verificare che l’importo corrisposto sia lo stesso riportato sul documento fiscale.”

  4. # Paola

    Confermo quanto scrirtto dal lettore autore dell’articolo, purtroppo e’ vero bisogna sempre rincorrere i commercianti distratti e a volte seccati siamo costretti a chiedere cio’ che costui dovrebbe farlo per legge e confesso il mio imbarazzo quando lo faccio, non tutti abbiamo “la ghigna” di farlo percui non si puo’ pretendere che sia l’acquirente obbligato a chiedere tra mille imbarazzi e forse magari perche’….ci si conosce….

  5. # claudio.b

    è molto radicato ma siccome, poverini, hanno tante spese se facessero tutti gli scontrini non avrebbero guadagno!!! A me dopo 40 anni di lavoro (sono stato fortunato) dalla pensione tolgono perfino 1 cent. per l’ex OMPI, che non so neanche cosa sia. E comunque se per caso mi capita di richiedere la ricevuta mi guardano pure male…mah!

  6. # gmagri

    Non è questione di “ghigna”, è questione di correttezza. Non c’è da sentirsi imbarazzati, io quando lo chiedo penso solo a quante tasse pago. Ovviamente va chiesto con cortesia anche perchè la persona potrebbe veramente essersi anche distratto e scordato di batterlo. Se poi c’è un rapporto di conoscenza è ovvio che sia scocciante e forse posso condividere in quel caso un certo imbarazzo nel farlo, ma per gli altri casi non vedo cosa ci sia di male.

  7. # ex commerciante

    Alle varie firme sopra e in particolare a Mario Toledo, vorrei chiedere se leggono le cronache dal governo Monti a oggi. Pare proprio di no.
    Quanti suicidi si contano fra imprenditori che non ce la fanno più?
    Tutti bravi a puntare il dito, provate voi. O pago tutte le tasse o mangio.
    Il vero colpevole è lo Stato, sempre più esoso.

  8. # roberto

    caro….ex commerciante ci fai piangere.Fai come tutti i dipendenti che le pagano alla fonte e tutte.In Italia se non lo sai il 75% delle tasse le pagano il 20 25 % dei dipendenti.e poi siete arrabbiati per le pensioni che vi danno.Certamente anche troppo per chi non ha pagato mai niente.

  9. # Matteo P.

    Io aggiungerei pure i DOTTORI, purtroppo nell’ultimo periodo non sono stato molto bene e fra il 2012 – 2013 ho dato circa 2000 Euro senza ricevute fra dottori vari, e come me milioni di persone… oltre ai commercianti incominciamo a guardare i DOTTORI che guadagnano MILIARDIIII in nero… !!!!

    Ps: visite da pochi minuti 150/200 euro in nero.. solo in italia.

I commenti sono chiusi.